7.0

Redazione

6.4

Lettori (23)


  • 14
  • 1
  • 18
  • 7

Batman: The Brave and The BoldBatman formato famiglia 8

Il cavaliere oscuro indossa il suo abito più cartoonesco e torna in questo action game all'acqua di rose.

Batman formato famiglia Dopo la forza dirompente dei due film diretti da Christopher Nolan, fa quasi specie rivedere il vecchio look di Batman, quello composto da tutina grigia e mantello blu che tutti noi, almeno una volta, abbiamo visto in TV all'ora della merenda. Ispirato infatti all'omonima serie per il piccolo schermo, Batman: The Brave and The Bold punta principalmente ad un pubblico giovane, lo stesso che verosimilmente segue ancora le avventure a cartoni animati dell'uomo pipistrello. Vediamo se si tratta dell'ennesimo casual game senza arte né parte o se c'è un po' di sostanza oltre alle apparenze...

Bello di notte

Sviluppato da WayForward, Batman: The Brave and The Bold si configura come un vero e proprio omaggio videoludico alla serie televisiva da cui prende spunto, e infatti l'avventura è composta da quattro distinti capitoli che assomigliano in tutto e per tutto ad una puntata dello show: ognuno di essi offre dunque una storia autoconclusiva a sé stante, con una o più figure celebri in qualità di antagonisti che devono essere fermati dall'uomo pipistrello e dal suo compagno di turno. Fedelmente al cartoon, Batman è dunque aiutato nelle sue imprese da alcuni storici amici -uno per ogni episodio- che vengono comandati dalla CPU nel caso di gioco in singolo o che possono essere controllati da un secondo utente con un comodo sistema drop-in. Si parte con l'immancabile Robin, co-protagonista della prima "puntata" nella quale il dinamico duo si trova ad avere a che fare con il furto di una pietra dai poteri misteriosi dal museo di Gotham, e si continua con Blue Beetle, Hawkman e Guy Gardner (la quarta Lanterna Verde). Il titolo fa un buon lavoro nello sfruttare a tutto tondo la presenza di questi comprimari, che si lanciano in battute anche piuttosto brillanti durante le varie cutscenes e che soprattutto allietano la regolare azione di gioco con costanti commenti e scambi di opinioni con Batman che contribuiscono a dare davvero l'idea di trovarsi di fronte ad una puntata della serie animata. Un compito svolto in comunione con la realizzazione tecnica del titolo, anche in questo caso fortemente ispirata al materiale d'origine e capace di una resa finale assolutamente soddisfacente. Dal punto di vista grafico, ci si trova di fronte ad una cosmesi prettamente bidimensionale (con solo qualche elemento 3D a fare capolino di tanto in tanto) caratterizzata da fondali e personaggi disegnati con gli stessi tratti del cartoon: un aspetto che risalta in particolar modo negli sprite di Batman e soci, non di grandissime dimensioni ma estremamente curati soprattutto per ciò che concerne le animazioni, fluide e variegate. Gli scenari ondeggiano invece tra alti e bassi, con alcune zone un po' spoglie e dozzinali che di colpo lasciano spazio a repentini picchi qualitativi garantiti da alcune soluzioni visive davvero vincenti, spesso collegate ad eventi scriptati presenti nei vari livelli. Graditissima poi la presenza di filmati a cartoni animati che introducono e concludono gli stage, ancora una volta a testimoniare la vicinanza del videogame con il prodotto televisivo. Ottimo infine l'accompagnamento sonoro, con musiche immediatamente riconoscibili ed un doppiaggio in italiano altamente professionale, forte di tutte le voci originali responsabili del lavoro sulla serie animata.
Batman formato famiglia

Bat-oste

Parlandone in termini strettamente ludici, Batman: The Brave and The Bold è un action game bidimensionale abbastanza old-school nelle meccaniche ma assolutamente non nel livello di difficoltà, talmente abbordabile che un qualunque utente con un minimo di esperienza sarà sicuramente capace di portarlo a termine senza perdere mai nemmeno una vita. Si tratta evidentemente di un prodotto destinato ad un ventaglio di pubblico molto ampio, ma che nonostante ciò riesce comunque a garantire un discreto fattore divertimento, tasso di sfida a parte. Il gameplay è di semplice descrizione: si tratta di guidare Batman e il proprio compagno attraverso i diversi stage che compongono i 4 capitoli dell'avventura, dedicandosi a qualche saltuaria attività platform ma principalmente riempiendo di mazzate i nemici che si incontrano sul proprio cammino. Ciò è reso possibile da un sistema di combattimento che attinge a piene mani dalla tradizione dei vecchi beat'em up a scorrimento, mettendo a disposizione dell'utente una manciata di mosse ben assortite e sufficienti a garantire un minimo di varietà agli scontri. Troviamo dunque attacchi di base, -eseguibili premendo il tasto A ed abbinandolo ad una direzione dello stick analogico per ottenere delle varianti- pugni potenti da attivare scuotendo il Remote, super colpi disponibili previa riempimento di un apposito indicatore, schivate e salti: trova spazio anche una sorta di smart-bomb, visto che è consentito chiamare in aiuto uno degli amici di Batman (come Green Arrow o Aquaman) per spazzare via in una soluzione unica tutti i nemici dallo schermo. Batman formato famiglia Una parte importante è ovviamente rivestita dai gadget, diversi per ogni personaggio e che possono essere acquistati e potenziati in un'apposita sezione spendendo i token raccolti tra una rissa e l'altra: di fatto, essi rappresentano anche l'unico -debole- stimolo di replay value, considerando come molti stage offrano delle sezioni raggiungibili solo tramite l'utilizzo di un determinato oggetto. Preso a piccole dosi, Batman: The Brave and The Bold è un action game con poche pretese ma capace di essere abbastanza divertente: sul lungo periodo (si fa per dire, vista la brevità dell'avventura) però, chiunque abbia un minimo di esperienza videoludica alle spalle farà fatica a digerire l'inesistente livello di difficoltà e l'estrema ripetitività delle situazioni. Il classico titolo, insomma, che può essere piacevole da giocare per un'oretta assieme ad un fratello più piccolo o ad un cuginetto...

Batman: The Brave and The Bold ha il merito di avere un'ottima presentazione, grazie all'estrema fedeltà alla serie animata per ciò che concerne narrativa, stile grafico ed accompagnamento sonoro. Tuttavia, il gioco è chiaramente impostato all'indirizzo di un pubblico giovane, con tutti i pro e contro che ne conseguono: se dunque è estremamente facile prendere confidenza con le sue meccaniche ludiche, d'altro canto è altrettanto semplice, per un utente minimamente smaliziato, stufarsi ben presto dell'offerta del titolo, peraltro caratterizzata da un livello di difficoltà pressoché nullo.

Fabio Palmisano

Pro

  • Accattivante veste grafica
  • Ottimo doppiaggio in italiano
  • Semplice e divertente...

Contro

  • ...ma facile e ripetitivo
  • Level design molto altalenante
  • Longevità ridotta