7.8

Redazione

9.3

Lettori (12)


  • 12
  • 1
  • 11
  • 4
  • Data di uscita: 16 settembre 2010
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Gioco di Guida

TrackMania WiiGiochiamo con le piste? 10

Auto che schizzano come razzi, piste piene di insidie, traiettorie da memorizzare e un tempo da battere ogni volta: benvenuti nel fantastico mondo di TrackMania.

Nata e cresciuta su PC, TrackMania è una serie di giochi di guida arcade chiaramente ispirata a titoli leggendari come Stunts (1990) in cui, a bordo di bolidi velocissimi, ci si lanciava in prove di velocità al limite delle possibilità umane su circuiti stracarichi di rampe, giri della morte e pericolosi baratri. Bisogna dire che il prodotto sviluppato dalla francese Nadeo evita di specializzarsi nei risvolti "acrobatici" delle corse su pista, e cerca piuttosto di focalizzare l'attenzione sull'individuazione delle traiettorie migliori per battere dei tempi record e salire sul podio. Giochiamo con le piste? L'esperienza viene poi arricchita grazie a un semplice ma potente editor di tracciati, nonché alla possibilità per l'utente di condividere in rete le proprie creazioni, feature questa che ha contribuito alla nascita di una community ancora oggi molto attiva. Negli ultimi due anni, la serie di TrackMania si è avvicinata alle piattaforme Nintendo uscendo prima su DS (appunto con TrackMania DS) e poi su Wii (con, ehm, TrackMania Wii), creando quindi una sorta di ponte fra realtà videoludiche molto differenti. Il gioco oggetto di questa recensione, sviluppato da Firebrand Games, ci offre modalità tanto in singolo quanto in multiplayer, include un potente editor di tracciati (adattato per l'occasione all'uso con il Wii-mote) e non dimentica quello che è il marchio di fabbrica della serie, ovvero la condivisione dei contenuti fra utenti, feature davvero ben implementata se pensiamo alle scarse possibilità generalmente offerte dalla Nintendo Wi-Fi Connection.

Il freno, questo sconosciuto

I centoventisei tracciati disponibili in TrackMania Wii si dividono per tipologia e livello di difficoltà: gli scenari "Stadium" si presentano come vere e proprie piste di velocità, e non a caso ci vedono guidare una monoposto di Formula 1 dalla tenuta estrema, che non si scompone neppure nelle curve più veloci, pur vantando un'ottima accelerazione; con i tracciati "Island" si identificano invece ambientazioni quasi urbane, che percorriamo a bordo di fuoriserie piuttosto difficili da gestire in curva, che derapano a ogni colpo di sterzo e schizzano come missili; "Desert" indica scenari desolati e spesso sabbiosi, da affrontare seduti comodamente su una potente auto con quattro ruote motrici, dalla guida lenta e ragionata; le piste "Snow", com'è facile intuire, sono generalmente innevate e ci vedono guidare dei grossi pickup che talvolta tendono a ribaltarsi; "Rally" identifica i percorsi sterrati, con la nostra vettura che derapa praticamente sempre e va controllata con molta attenzione; i tracciati "Coast", infine, si trovano in prossimità del mare... e cosa c'è di meglio di un'auto sportiva e scoperta per tali circostanze? Giochiamo con le piste? Ogni auto possiede caratteristiche uniche, che si combinano con le peculiarità della pista creando appunto sei interpretazioni differenti di un sistema di guida che rimane sempre ancorato allo spirito arcade della serie. Il freno, ad esempio, nelle gare standard rimane quasi inutilizzato: molto meglio indovinare le traiettorie migliori e tagliare le curve al momento giusto, o nella peggiore delle ipotesi mollare (ma solo per un istante!) l'acceleratore. Lo spirito di TrackMania si palesa nella possibilità di riavviare la corsa all'istante, tramite la pressione di un unico tasto e senza passare per menu di sorta, fattore che rende i nostri furiosi tentativi di ottenere il giro perfetto un'esperienza coinvolgente, frenetica e sempre in bilico tra appagamento e frustrazione. A seconda del livello di difficoltà, le gare possono essere composte letteralmente da due curve e un rettilineo, per guadagnare progressivamente consistenza e spessore quando si sbloccano i tracciati di categoria superiore. Tutti gli elementi sbloccabili presenti nel gioco vengono regolati da un sistema che si basa sui punti esperienza guadagnati con le vittorie, e che possono essere spesi nell'apposito negozio per acquistare nuove piste, nuovi blocchi per l'editor e nuove livree per le auto. La modalità di gioco in singolo non si limita alla corsa su tracciati normali, bensì offre anche due interessanti alternative: "rompicapo" e "piattaforma". La prima unisce elementi puzzle a quello che è il gameplay di base di TrackMania Wii, e ci presenta una serie di tracciati incompleti che dobbiamo prima terminare (utilizzando l'editor) e poi provare in prima persona, con l'obiettivo di battere dei record prestabiliti. Il punto è che non si tratta semplicemente di aggiungere due curve e correre: il modo in cui scegliamo di completare il tracciato si riflette sulle nostre prestazioni finali, ad esempio il posizionamento di una rampa di accelerazione prima o dopo una certa curva produrrà variazioni significative nel tempo segnato al traguardo. La modalità "piattaforma" ci vede invece impegnati in una complessa corsa a ostacoli, piena zeppa di barriere e baratri che dobbiamo cercare di evitare, ottenendo al contempo una prestazione dignitosa. Giochiamo con le piste?

Tracciato fai-da-te

Ma torniamo a bomba sull'editor : il menu principale ci permette di creare un nuovo tracciato, caricarne uno salvato oppure condividere i contenuti creati con gli altri giocatori, tramite la Nintendo Wi-Fi Connection. Per lavorare sulle piste bisogna necessariamente utilizzare la combo Wii-mote / Nunchuk (laddove sia invece possibile giocare anche con il solo Wii-mote in orizzontale oppure utilizzando il Classic Controller), e serve un po' di tempo per abituarsi alle funzioni di rotazione e zoom sull'area interessata. Giochiamo con le piste? A nostro modo di vedere, sarebbe stato meglio deputare i tasti C e Z al cambio di piano e il d-pad alla rotazione della visuale, ma alla fine dei conti basta un po' di esperienza per familiarizzare con i comandi. La selezione dei "blocchi" e degli strumenti di editing appare abbastanza rapida e intuitiva, così come il loro posizionamento sul terreno, mentre lascia un po' a desiderare la resa della profondità, che spesso ci fa piazzare degli elementi fuori asse rispetto alla zona interessata. Ad ogni modo, le potenzialità dell'editor sono enormi, in pochi minuti siamo riusciti a creare già un paio di tracciati e abbiamo poi verificato che online sono già presenti numerose creazioni di tutto rispetto, alcune davvero stravaganti e spettacolari. Il gioco permette di condividere i contenuti in modo davvero semplice e veloce, gestendo al contempo una lista di amici e avversari che torna utile per le partite in multiplayer. E a proposito di multiplayer, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla qualità del sistema di matchmaking per le partite online, con i vari partecipanti che inseriscono nel "ciclo" le proprie preferenze quanto a gare e tracciati, per poi affrontare tutti insieme gli eventi in successione, come in un torneo. È inoltre possibile giocare in locale, tramite split-screen fino a quattro giocatori, o a turni per un massimo di otto giocatori. Passando alla realizzazione tecnica, visto lo scarso numero di poligoni su schermo appare chiaro che gli sviluppatori abbiano preferito la velocità e la fluidità della grafica piuttosto che il livello di dettaglio: le texture sono appena discrete, i modelli piuttosto poveri e spigolosi, ma il frame rate appare solido e le incertezze sono davvero rarissime. Le musiche che accompagnano l'azione, in molti casi di stampo "dance", svolgono il proprio ruolo senza infamia né lode.

Chi non vedeva di buon occhio il debutto di TrackMania su Wii deve per molti versi ricredersi: a parte la grafica non di primissimo livello (fattore che comunque caratterizza da sempre anche la serie su PC), il gioco mantiene intatto lo spirito originale con i suoi "stint" veloci, l'atmosfera arcade, le gare rapidissime e naturalmente l'editor di tracciati. Quest'ultimo si presta più che discretamente all'uso con il Wii-mote, dando qualche grattacapo solo nel riconoscimento della profondità e costringendoci spesso a ruotare l'immagine per capire cosa stiamo combinando. Le sue potenzialità sono comunque enormi, come dimostrato già dalle prime creazioni che è possibile scaricare dalla community, peraltro attraverso un sistema davvero semplice e intuitivo. TrackMania Wii, in definitiva, si pone come un titolo fresco e divertente, in grado di offrire un'esperienza diversa dal solito.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Frenetico e coinvolgente
  • 126 tracciati più quelli creati dalla community
  • Componente online ben implementata

Contro

  • Grafica veloce ma molto povera
  • Controlli eccessivamente reattivi
  • Comparto sonoro privo di acuti