4.5

Redazione

3.9

Lettori (13)


  • 2
  • 0
  • 3
  • 3

Tron: Evolution - Battle GridsGladiatori digitali 12

Seguendo a ruota l'uscita del film TRON: Legacy nelle sale cinematografiche, il tie-in arriva anche su Wii; seppure in una versione "alternativa"

TRON ha rappresentato per tanti appassionati della cosiddetta "vecchia guardia" una pietra miliare: si trattava infatti del primo film che miscelava attori reali e scenari sintetici, in un mix all'epoca terribilmente affascinante ma che oggi non potrebbe che strappare qualche sorriso. Il sequel, appena uscito nei cinema, vede l'ex protagonista Jeff Bridges proiettato nuovamente nel mondo digitale da lui stesso creato, e suo figlio impegnato in una difficile missione di salvataggio per recuperarlo. Gladiatori digitali TRON: Evolution - Battle Grids per Nintendo Wii, tuttavia, si presenta come un tie-in solo in parte: pur rappresentando il mondo visto nella pellicola e alcuni dei suoi personaggi, non ne segue le vicende alla lettera e anzi ci propone una sorta di spin-off in cui vestiamo i panni di un "atleta digitale", che insieme alla sua squadra compete in quelle che sono le discipline sportive del mondo virtuale. Una sorta di "giochi olimpici" presi molto seriamente dai programmi, e in cui Tron primeggiava, avendo battuto ogni possibile record. Dopo il suo ritiro, tuttavia, la popolazione è alla ricerca di un nuovo, grande campione da glorificare: saremo noi?

Gare digitali...

Il gioco dispone di tre differenti modalità: "rete giochi", in cui è possibile cimentarsi liberamente con uno qualunque degli sport presenti; "campionato", che ci permette di competere appunto in un intero torneo composto da più eventi; "storia", per seguire le vicende del nostro personaggio nella sua scalata verso l'eccellenza. Prima di fare qualsiasi cosa, comunque, ci viene chiesto di creare un alter ego utilizzando un semplice editor. Potremo modificarne l'aspetto fisico, dotarlo di una tuta più o meno appariscente e di accessori che hanno una valenza puramente estetica. A quel punto saremo legati al nostro avatar, che per ogni partita disputata riceverà un certo numero di bit, con la possibilità di salire di livello più o meno rapidamente, a seconda dei successi ottenuti, e al contempo di sbloccare nuovi oggetti e veicoli. Gladiatori digitali Gli sport presenti nel gioco sono in tutto sette: "dischi d'energia", "sfida tra carri", "gara su moto-ciclo", "gara di velocità", "ipersfera", "arena olo-auto" e "motolabirinto". "Dischi d'energia" vede i quattro partecipanti alla partita sfidarsi all'interno di uno scenario che si sviluppa "a sorpresa" in verticale, rendendo così più difficoltosa la "mira". Il nostro obiettivo è infatti quello di centrare gli avversari con i dischi d'energia finché la loro barra della salute si svuota del tutto. Al termine del tempo a disposizione, vince chi ha effettuato il maggior numero di punti. "Sfida tra carri" è una sorta di sparatutto con visuale dall'alto in cui ci troviamo appunto a bordo di un carro armato e possiamo far fuoco contro i nemici utilizzando il cannone convenzionale nonché una sorta di bomba che cade dall'alto. Le arene sono piene di mura e ostacoli, dunque per centrare il nemico risulta essenziale prendere bene le misure e ricorrere allo scudo energetico non appena ci esponiamo troppo al fuoco.

...o sport virtuali?

"Gara su moto-ciclo" e "motolabirinto" rappresentano due facce della stessa medaglia. In sella ai veicoli più rappresentativi di TRON, le famose moto luminose in grado di effettuare curve ad angolo retto dovremo, nella prima modalità, sfidare i nostri avversari in una gara di velocità dominata dalla presenza di potenziamenti e trappole lungo il tragitto. Nella modalità "motolabirinto", invece, l'azione si svolge all'interno di arene e il nostro obiettivo è sfruttare la scia energetica rilasciata dal veicolo per farvi impattare gli altri concorrenti. Peccato che il sistema di controllo, affidato al solo Wii-mote, renda l'esperienza molto vicina a un incubo. Gladiatori digitali Allo stesso modo, "gara di velocità" e "arena olo-auto" ci vedono salire a bordo di automobili virtuali che possono attaccarsi tramite una mitragliatrice e devono sfidarsi lungo un percorso o chiuse in un'arena. In questo caso i controlli, pur poco precisi, risultano meno ostici visto il maggiore grado di maneggevolezza del veicolo. "Ipersfera", infine, è lo sport per eccellenza nell'universo di TRON: una sorta di squash in cui bisogna tirare una sfera d'energia contro il "soffitto" perché rimbalzi verso la piattaforma su cui si trova il nostro avversario. Lo scopo è quello di distruggere tale piattaforma, lo svolgimento però risulta anche stavolta mediocre per via di controlli che definire imprecisi e macchinosi è poco. Lo sfruttamento del Wii-mote costituisce, in generale, la parte più carente del prodotto: gli sviluppatori hanno cercato in tutti i modi di trasformare l'esperienza in un party game per quattro giocatori che utilizzavano altrettanti controller, sacrificando però ulteriormente un gameplay già di per sé ai limiti del semplicistico. E le cose non migliorano grazie al comparto tecnico: la grafica cartoonesca ha un suo perché, come al solito, ma risulta negli scenari davvero troppo povera e spoglia, mentre al discreto doppiaggio in Italiano non corrispondono musiche degne di nota.

Se nelle versioni per Xbox 360 e PlayStation 3 il tie-in dedicato a TRON: Legacy si è presentato con più di un elemento di interesse, lo stesso purtroppo non si può dire per lo "spin-off" Battle Grids. Il gioco, legato al film unicamente per il background, è infatti un party game quasi del tutto privo di spessore, con un numero modesto di discipline sportive ma soprattutto con un sistema di controllo assolutamente pessimo, che per certi versi si salva solo durante le corse con le auto. L'idea di utilizzare il solo Wii-mote (seppure in taluni casi sia possibile collegarvi il Nunchuk per limitare i danni) decisamente non funziona in un contesto del genere, guidare le moto risulta estremamente difficile e persino l'uso del puntatore a infrarossi, finora sempre impeccabile, mostra il fianco a qualche magagna. Decisamente da evitare.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Sette sport disponibili
  • Discreto doppiaggio in Italiano
  • Grafica cartoonesca...

Contro

  • ...ma troppo povera
  • Controlli pessimi
  • Gameplay fortemente limitato