7.5

Redazione

6.3

Lettori (3)


  • 1
  • 1
  • 0
  • 0

Queen's CrownLiberamente tratto da Zelda 7

Queen's Crown è un gioco di ruolo per iPhone di classe, che dopo l'incanto iniziale offre una buona dose di divertimento... e un po' di inevitabile grinding

Queen's Crown è un gioco di ruolo che colpisce per la sua storia fiabesca, il suo gameplay coinvolgente, la sua grafica curata e una notevole "ispirazione" all'inimitabile serie di Zelda, Wind Waker in primis. In Queen's Crown si rivestono i panni di Ann, tipica principessa di un tipico regno invaso dalle ancor più tipiche forze del male. Liberamente tratto da Zelda Ann si trova suo malgrado coinvolta in un conflitto più grande di lei e investita dal compito di salvare l'intero regno, grazie all'aiuto delle Fate, disperse da tempi immemori. Il suo compito è quello di ritovarle, una ad una, ed ottenere il loro aiuto. Certo, la storia non ha nulla di particolarmente originale, ma i primi momenti di gioco, sospesi tra fiaba archetipa ed ironia, vanno dritti al cuore e ci si ritrova coinvolti in una avventura apparentemente molto più complessa di quello che è.

Armi e magie per tutti i gusti

Anche il gameplay, molto ben congeniato, aiuta a risucchiare il giocatore nel vortice del gioco: Queen's Crown prende a piene mani da Zelda, è vero, ma grazie all'inserimento di alcune interessanti novità, si configura subito come qualcosa di più originale. Innanzitutto il sistema di combattimento: in questo action rpg la protagonista può scegliere tra 4 differenti armi, tutte con caratteristiche proprie. La classica spada, per attacchi veloci; un martello da guerra, per attacchi lenti e potenti; la lancia, per attacchi efficaci ma poco maneggevoli; l'arco, che riesce ad infliggere danni a distanza. Ognuna di queste armi ha i propri limiti, i propri pregi e va usata al momento giusto, inserendo un interessante elemento di strategia nel combattimento. Liberamente tratto da Zelda Inoltre Ann può usare la magia: grazie all'aiuto delle Fate, diventano man mano disponibili diversi incantesimi, che contribuiscono in maniera decisiva ai combattimenti, soprattutto proseguendo nel gioco. Tutto questo rende le sequenze d'azione decisamente divertenti: ed è un bene, perchè in Queen's Crown si fa molto poco, a parte combattere in continuazione contro schiere e schiere di nemici, che si riformano in maniera quasi istantanea dopo essere stati uccisi. Sconfiggerli è indispensabile ad accumulare esperienza ed avanzare di livello, rendendo Ann sempre più forte ed adatta a portare a termine la propria missione. Come molti giochi di questo tipo, alla base della storia c'è un sistema di missioni, tutte fondamentalmente volte a far annientare al giocatore folti gruppi di nemici di un certo tipo. Tali quest sono decisamente poco originali e alla lunga finiscono per diventare tremendamente ripetitive, ma almeno bisogna riconoscere a Queen's Crown una notevole attenzione nel bilanciamento della difficoltà. Portare a termine le varie missioni secondarie è sufficiente per permettere al giocatore di avanzare nel gioco, senza dover ricorrere a noiosi e frustranti momenti di "grinding", dove si peregrina senza meta alla ricerca di punti esperienza facili, per livellare la propria eroina.

Far crescere il personaggio

Il sistema di avanzamento del personaggio è anch'esso di tipo classico: ad ogni nuovo livello il giocatore può spendere a proprio piacimento dei punti sulle diverse caratteristiche di forza, vitalità agilità etc. Ma è anche presente, per movimentare un po' le cose e rendere più flessibile il combattimento, una piccola innovazione: Ann dispone di una serie di "gemme", ciascuna dotata di caratteristiche particolari, che può equipaggiare in una griglia. Liberamente tratto da Zelda La griglia si espande man mano che il personaggio cresce di livello, rendendo possibile l'attivazione di nuove abilità. Le gemme si ottengono in seguito a scontri con nemici particolarmente potenti e boss, ma possono anche venir acquistate ed equipaggiate a proprio piacimento, a seconda della situazione di gioco. Per esempio nelle fasi esplorative si possono usare gemme che facilitano il ritrovamento di oggetti speciali e soldi, mentre negli scontri più difficile è consigliabile usare gemme di potenziamento. Nel gioco sono presenti moltissimi oggetti differenti: armi di ogni tipo, armature, amuleti etc. Tuttavia Ann è personalizzabile solo tramite il copricapo e le armi, mentre il suo abbigliamento appare identico per tutta al durata del gioco. I negozi offrono una certa varietà ed è anche presente un sistema di potenziamento delle armi e creazione di nuovi utensili, affidato al classico fabbro. Questo sistema inizia a diventare utile solo nelle fasi finali del gioco, ma è comunque un elemento di un certo interesse. Per concludere completamente il gioco occorrono una trentina di ore, durante le quali la qualità e la cura vanno progressivamente a diminuire. Il gioco nella fasi conclusive arriva addirittura a riciclare perfino i boss, e lascia la sgradevole impressione di un brodo decisamente allungato... Ed è l'unica vera pecca di questo gioco, oltre al fatto di essere, purtroppo, tutto in inglese.

La versione testata è la 1.1.1
Prezzo: 2,39 €
Link App Store

Queen's Crown è un gioco di ruolo d'azione con una certa classe e una buona dose di stile: la meccanica è divertente e i momenti morti sono quasi del tutto assenti, ma l'unica delusione proviene purtroppo dalla storia: dopo un inizio affascinante nella sua semplicità, il gioco prosegue su binari prestabiliti, e alla narrazione non viene più prestata la minima attenzione. Il giocatore si ritrova a trascinarsi da una quest all'altra, mentre gli interessanti elementi presentati all'inizio vengono dimenticati, oppure "diluiti". Se fossero rimaste ai livelli delle prime ore avremmo tra le mani un vero classico per l'iPhone: ma purtroppo Queen's Crown è "soltanto" un buon gioco di ruolo, consigliabile per ogni appassionato, ma un po' noioso da portare a termine.

Ebe Buzzi
 

Pro

  • Elevata giocabilità grazie alla varietà di armi e magie
  • Una grafica piacevole, in stile Wind Waker
  • Un inizio affascinante e misterioso...

Contro

  • ...che purtroppo delude le aspettative, in termini di storia
  • Un po' ripetitivo nel suo svolgimento