Storm in a TeacupTazze volanti 

Avete mai provato a volare seduti in una enorme tazza da tè? Be', Storm in a Teacup ci permette di provare appunto questa esperienza, utilizzando i controlli touch in un ambiente inerziale

Storm in a Teacup per iPhone
In digital delivery su None

Coniugare immediatezza e spessore in un videogame non è semplice; eppure diventa spesso una vera e propria esigenza, senza la quale anche la migliore delle idee non riuscirebbe a decollare. Nel caso di Storm in a Teacup, ci troviamo proprio di fronte a un mix del genere, un titolo fortemente arcade nell'impostazione che però nasconde uno spessore insospettabile; e che, soprattutto, ci permette di fruire dell'esperienza a livelli diversi in base alle nostre esigenze. Tazze volanti Un piccolo esempio: i quaranta stage che compongono la modalità di gioco principale possono essere completati in modo molto rapido, del resto basta che il personaggio che controlliamo raggiunga il "traguardo" al termine dello scenario. Si tratta però di una conquista effimera, perché il vero completamento si ottiene solo quando si raccolgono tutti gli oggetti presenti nella location, oggetti che talvolta possiamo individuare solo dopo una serie di prove ed errori. Da un lato, dunque, il titolo sviluppato da Cobra Mobile evita la frustrazione delle missioni troppo difficili da portare a termine al primo colpo, garantendo lo sblocco del livello successivo in base a qualsiasi stadio di completamento e dandoci dunque la possibilità di esplorare tutte le mappe disponibili, scegliendo eventualmente quali desideriamo "battere" ottenendo il 100% degli oggetti e quali invece riteniamo troppo complicate, rimandando il confronto a quando ci sentiremo più ispirati. Un sistema a punti avrebbe forse allungato la longevità del prodotto, assicurando ad esempio l'accesso ai livelli successivi solo dopo il completamento di almeno parte di quelli già superati. Ma Storm in a Teacup è un gioco che costa 79 centesimi, e dunque ci sta che non debba necessariamente offrirci un livello di sfida spropositato.

Nuvole e lenzuola

Ma insomma, come funziona la nuova produzione Chillingo? Come accennato in apertura, si tratta di un platform molto semplice e immediato, i cui controlli touch si basano su soli tre pulsanti (sinistra, destra, salto). Il personaggio che controlliamo è seduto in un'enorme tazza da tè che, chissà per quale motivo, riesce a sollevarsi in aria seppure per pochi istanti. Il gameplay tiene dunque in grande considerazione la gravità e, in generale, il sistema inerziale che regola i nostri spostamenti. Molto spesso bisogna accompagnare il salto con una "rincorsa" per raggiungere la piattaforma desiderata, mentre una rapida doppia pressione dello stesso pulsante produce un piccolo "boost" in grado di spingerci in alto con un po' più di forza. Le abilità del protagonista non si arricchiscono con il passare dei livelli, e sono dunque questi ultimi a proporre elementi di stacco, a variare l'azione aggiungendo meccanismi particolari, trappole, oggetti in movimento e quant'altro. Tazze volanti Il risultato finale è decisamente gradevole dal punto di vista del level design, ci sono i checkpoint che impediscono l'insorgere di episodi di frustrazione dopo una morte improvvisa e in qualsiasi momento è possibile ricominciare lo stage da zero, magari perché abbiamo mancato un particolare obiettivo ma sappiamo che è alla nostra portata. Solo luci e nessuna ombra, insomma, per Storm in a Teacup? Purtroppo no. Il sistema di controllo può contare, come detto, su un contesto inerziale molto convincente, che affascina e stimola a giocare ancora e ancora, a ritentare quel particolare livello per vedere se siamo in grado di raccogliere tutti gli oggetti. Il problema è che i comandi di per sé non risultano affidabilissimi, e anzi in alcuni casi la loro precisione lascia un po' a desiderare. La soluzione delle due frecce divergenti anziché del classico d-pad non premia le intenzioni degli sviluppatori, perché troppo spesso il pollice sinistro finisce per non premere l'icona giusta, magari in un momento topico. Per il resto, nulla da dire: la grafica è davvero carina, con un buon uso dei colori e una forte caratterizzazione delle varie "zone" che ospitano i livelli.

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 0,79€
Link App Store

Clicca per votare!
8.0

Redazione

3.3

Lettori (3)

Storm in a Teacup è un prodotto fresco, immediato, che può contare su un contesto inerziale molto ben fatto, capace di intrattenere il giocatore e di spingerlo a riprovare livelli già completati con l'obiettivo di trovare e raccogliere tutti gli oggetti nascosti. Il lavoro svolto da Cobra Mobile in questi termini è eccellente, e anche dal punto di vista artistico l'omino nella tazza volante si presenta come una trovata simpatica e accattivante. Finanche i numeri danno ragione al gioco, che con i suoi quaranta livelli (più l'interessante modalità Survival) offre decisamente molto a fronte di un prezzo irrisorio. Insomma, le uniche perplessità sono effettivamente quelle relative ai controlli, che adottano soluzioni discutibili e purtroppo poco precise per il movimento, minando quantomeno in parte i numerosi aspetti positivi della produzione Chillingo.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Affascinante e divertente
  • Un buon numero di livelli e una modalità extra
  • Grafica molto carina e colorata

Contro

  • Controlli non sempre precisi
  • Sonoro un po' essenziale

TI POTREBBE INTERESSARE