8.8

Redazione

8.8

Lettori (5)


  • 2
  • 2
  • 5
  • 0

EDGE ExtendedPlatform al cubo 6

Forte del successo di critica e pubblico ottenuto col primo episodio, Mobigame torna su App Store con una versione rivista e migliorata di EDGE

Platform al cubo Versione testata: iPhone

Chi ha seguito la scena indie su iPhone e iPad lo saprà bene: la diatriba legale tra il team di sviluppo indipendente Mobigame e il patent-troll Tim Langdell ha rappresentato uno dei casi più chiacchierati e controversi dello scorso anno, causando la ripetuta rimozione dall'App Store del puzzle game EDGE. Vinta la causa e ottenuto il via libera per l'utilizzo del nome e la pubblicazione del gioco, Mobigame ha potuto confermare nuovi piani per il suo piccolo titolo mobile. Così, dopo la recente pubblicazione della versione per PC e Mac, e mentre un seguito vero e proprio è attualmente in sviluppo, il team francese ha lanciato su dispositivi iOS EDGE Extended, un'edizione migliorata del gioco originale. Se si esclude una serie di livelli totalmente inediti, sono volutamente poche le novità introdotte nella realizzazione estetica o nella formula di gameplay, e a questo punto non resta che chiedersi: varrà davvero la pena giocare un more of the same?

Rotolando tra livelli spigolosi

Riproponendo l'esatta meccanica alla base del primo EDGE, questa versione Extended mette il giocatore al controllo di un cubo colorato che, rotolando sui suoi lati, deve scalare gradinate e passare da una piattaforma all'altra nel tentativo di raggiungere la fine di ciascun livello. Il sistema di controllo permette liberamente di scegliere se affidarsi ai sensori di movimento o ai controlli via touch screen, mentre ogni livello si fa sempre più complesso e articolato, ricco di interruttori da attivare, pedane sulle quali salire con tempismo e, soprattutto, trappole da evitare. Può infatti capitare che un blocco in movimento spinga via il giocatore da una piattaforma o che quest'ultima si sgretoli sotto di lui, ma un'interessante novità introdotta in EDGE Extended è il Dark Cube: in alcuni livelli farà la sua comparsa un dispettoso cubo nero che tenterà in tutti i modi di attivare diverse trappole in grado di intralciare il percorso del giocatore; bisognerà così sbrigarsi, anticipare le sue mosse e cercare di arrivare al traguardo il prima possibile. Per quanto non rappresenti una rivoluzione nella serie di Mobigame, si tratta sicuramente di una piccola idea in grado di aggiungere in maniera gradevole un po' di varietà tra un livello e l'altro. Platform al cubo E, a proposito di livelli, EDGE Extended ne propone 44 inediti, sebbene qualcuno rielabori in maniera più o meno velata idee e scelte di puzzle design già viste nel primo episodio. Ancora una volta, la rigiocabilità dell'esperienza è assicurata dalla presenza di alcuni prismi da raccogliere lungo il percorso: molti di questi sono nascosti all'interno di uno scenario, magari dietro a una colonna o su una piattaforma all'apparenza irraggiungibile, e spetterà al giocatore controllare costantemente la mappa in cerca di indizi su dove e come spostarsi. In più, e questa è un'ulteriore novità di EDGE Extended, raccogliendo tutti i prismi di ciascun livello si può accedere alla Ghost Mode, un'opzione grazie alla quale è possibile gareggiare in sfide di velocità contro i propri 'fantasmi', nel tentativo di migliorare costantemente i record di ogni scenario. Se le novità in termini di gameplay si fermano qua, qualche parola in più va spesa per i passi avanti fatti dal gioco per quanto riguarda la sua componente audiovisiva. L'ottimizzazione del motore grafico e il supporto a Retina Display sono più che evidenti: oltre a scorrere fluido a 60fps, il puzzle game introduce nuovi effetti grafici e twist di telecamera, tra cui il cosiddetto Effetto Vertigo, in grado di dare più vivacità a una grafica minimalista e semplice ma allo stesso tempo elegante e stilosa. Tuttavia, nonostante la mancanza di Retina Display possa far pensare diversamente, EDGE Extended dà il meglio di sé giocato su iPad 2, grazie soprattutto alla combinazione di uno schermo più ampio e di un Anti Aliasing Multi Sampling a 4x. Parole di elogio andrebbero spese anche per la nuova colonna sonora chiptune, ma ormai dovrebbe essere chiaro che chi ha giocato il primo episodio non può aspettarsi più di un "more of the same" dell'originale, sebbene questa sia tutt'altro che una cosa negativa: dopotutto, l'originale EDGE riscosse un notevole successo soprattutto grazie a meccaniche intuitive e all'apparenza semplici, ma accompagnate da controlli impeccabili e un design dei livelli sopra le righe. Tutti elementi che in Extended sono presenti in gran spolvero. EDGE Extended - Gameplay EDGE Extended - Gameplay

La versione testata è la 1.0.3
Prezzo: 2,39 €
Link App Store

Le novità che Mobigame introdurrà con EDGE 2 saranno davvero tante, e al momento si parla già di grosse aggiunte al gameplay e addirittura di una modalità multigiocatore. Niente di tutto questo fa però parte del pacchetto Extended, il quale si limita a riproporre la formula originale con livelli inediti, piccole sorprese e diversi miglioramenti in termini di grafica e musiche. Forse troppo poco per giustificare un'eccellenza, ma abbastanza per consigliare questo nuovo episodio sia a chi ha apprezzato il primo EDGE, sia a chi si avvicina per la prima volta alla serie.

Vincenzo Lettera

Pro

  • Migliorie più o meno sottili nella grafica e nel sonoro
  • Le stesse, solide meccaniche del primo capitolo
  • Il Dark Cube e la Modalità Ghost rappresentano piccole ma gradevoli aggiunte

Contro

  • Poche vere novità
  • Se il primo EDGE non vi è piaciuto difficilmente cambierete idea