8.5

Redazione

8.2

Lettori (10)


  • 4
  • 2
  • 7
  • 0

Daytona USAGentlemen, start your engines... 16

Il ritorno di un grande classico, edizione integrale!

Il gioco è disponibile per il download tramite PlayStation Network e Xbox LIVE
Versione testata: Xbox 360


Sembra impossibile, ma sono passati quasi vent'anni da quando il capolavoro di Toshihiro Nagoshi è approdato nelle sale giochi di tutto il mondo. Ancora più incredibile il fatto che questo titolo non abbia mai visto una trasposizione casalinga fedele all'originale, Arcade Perfect ci piace dire, sogno proibito di ogni amante Sega di portarsi il cabinato a casa. Se escludiamo la versione Saturn, alquanto problematica, e quella 2001 per Dreamcast, che però si discostava sensibilmente, è proprio nel 2011 che possiamo godere su piattaforme PlayStation Network e Xbox Live di un'edizione assolutamente indistinguibile da quel miracolo di poligoni, velocità e colori che sconvolse le nostre fragili menti. Però i tempi sono cambiati, così come cambia la sensibilità verso i comparti grafici, all'insegna di una frenesia tecnologica che difficilmente sa guardarsi indietro. Probabilmente conscia di questo, AM2 non si è limitata a convertire il codice originale, ma ha apportato sensibili miglioramenti estetici, pensati in particolar modo ai televisori di nuova generazione (leggi: HD), ma di questo parleremo in seguito.

Blue, blue sky i see...

Dai menu risulta subito chiara l'offerta ludica, strutturata attraverso innumerevoli sfaccettature di una formula dallo spessore di carta velina. Non aspettatevi quindi modalità carriera, Grand Prix o un garage di vetture sconfinato, per quelle ci sono Forza e Gran Turismo, Daytona USA vuole solo riportare in quei giorni meravigliosi e indimenticabili, con un occhio però bene attento al punteggio e le competizioni online. Oltre alla versione Arcade, personalizzabile sia per livello di difficoltà che numero di giri, quella che attira maggiormente l'attenzione è la modalità Survivor, dove occorre resistere il più possibile nei tre famosissimi circuiti, aumentando un moltiplicatore funzionale al punteggio. Gentlemen, start your engines... Il nemico principale è rappresentato ovviamente dal tempo, tiranno e letale, che viene parzialmente ripristinato non solo tagliando il checkpoint, ma effettuando le manovre più disparate, dalla derapata controllata, all'accelerazione massima all'impatto con i birilli circostanti la pista. La frenesia e il divertimento scaturiti da questa modalità non sono semplici da descrivere a parole, ma vi assicuriamo che il solo desiderio di battere i punteggi degli amici vi renderà difficile separavi dal pad. Oltre a questo troviamo la sfida Challenge, dove ci viene richiesto di effettuare precise operazioni lungo una serie di mini stage dislocati attraverso i percorsi. In un'apoteosi delirante troviamo anche una modalità Karaoke dove correre cantando i leggendari pezzi di Takenobu Mitsuyoshi. E' qui che ogni vero fan rischia un colpo al cuore riascoltando Let's Go Away, The King Of Speed e la pazzesca Sky High, quasi un emblema della gioiosa filosofia Sega dei tempi d'oro. Cogliamo l'occasione per segnalare che il gioco di default ofre i motivi dell'edizione originale, ma attraverso le opzioni è possibile scegliere le versioni riarrangiate dell'edizione Saturn, decisamente preferibili!

Obiettivi Xbox 360

I canonici 12 obiettivi per un totale di 200 punti giocatore sono quelli proposti da Daytona USA. I compiti richiesti per il loro conseguimento non sono troppo onerosi, come arrivare sul podio in tutti e tre i circuiti disponibili, a qualsiasi livello di difficoltà, o raggiungere determinati punti nella modalità Survivor. Ottenerli tutti non sarà un'operazione eccessivamente gravosa, esclusi almeno due "nascosti" che vi consigliamo di non sbirciare anzitempo per non rovinarvi la sorpresa (e il gusto di ottenerli!)...

Back to 1993

Come dicevamo, tecnicamente Daytona USA beneficia di diverse migliorie grafiche rispetto al Coin Op, anche se AM2 ha deciso di non snaturare l'estetica e la direzione artistica dell'originale, lavorando sulla risoluzione delle texture, il trilinear filtering e portando il tutto in HD. L'impatto generale è ottimo, specialmente sui display in 16:9, anche se rimane invariato l'esiguo carico poligonale e lo scarso dettaglio offerto da vetture e scenari, non certo paragonabili alle produzioni odierne. Ma questo d'altronde non è certo l'obiettivo principale di Daytona USA, e il framerate saldamente ancorato a 60 fps impedisce di soffermarsi troppo sui particolari. E poi, ve lo assicuriamo, dopo pochi minuti di gioco non ci penserete più. Gentlemen, start your engines... L'aspetto più interessante di questa riedizione risiede nella validità del sistema di guida, che è riuscito a superare brillantemente la dura prova del tempo. Quella rappresentata è ovviamente una giocabilità Arcade votata alla semplicità e senza la minima pretesa di realismo, anche se l'usura delle gomme, i danni dinamici e la presenza dei Pit Stop arricchiscono con un pizzico di strategia la formula. Prendere una curva in piena derapata è divertente come nel 93, merito indubbiamente del design delle piste, particolarmente quella ovale del livello Beginner. Ma è impossibile non citare anche la terza, un interminabile circuito che si dipana attraverso città, porti e struggenti scogliere con tanto di gabbiani che volano sopra la nostra tettoia. Una volta completate tutte le modalità il divertimento si sposta online, con competizioni fino a 8 giocatori, possibilità di creare partite personalizzate e classifiche sui punteggi e tempi regolarmente aggiornate. Non abbiamo riscontrato particolari problemi nelle sessioni online, che si sono svolte con un'ottima fluidità, del tutto paragonabile a quella Single player, un evidente segno della bontà del codice. Certo, si tratta quasi puramente di un'operazione per nostalgici e se non vi sentite in forma per correre all'infinito a caccia di record su soli tre tracciati, Daytona USA potrebbe essere invecchiato un po' troppo precocemente. Daytona USA - Trailer d'annuncio Daytona USA - Trailer d'annuncio

Daytona USA è disponibile su Xbox Live Marketplace a 800 Microsoft Points, potete acquistarlo a questo indirizzo.

Daytona USA è una sorprendente riedizione che non ci aspettavamo. Oltre a essere l'unica veramente fedele disponibile fino a oggi, dimostra che AM2 non si è adagiata sugli allori, migliorando l'aspetto grafico e aggiungendo una serie di modalità aggiuntive estremamente divertenti. Il tutto dimostra una cura e attenzione al dettaglio encomiabili, il resto rimane saldamente in mano all'immenso carisma del gioco originale, che nonostante l'esiguo numero di piste riesce a incollare il giocatore al pad come ai tempi d'oro. Che sia per la ricerca del record personale, o qualche sessione tra amici, troverete sempre un pretesto per tornare a correre su quelle coloratissime strade. Per il prezzo richiesto (circa 10 €) si tratta di un acquisto consigliato, praticamente obbligatorio per i fan, mentre chi ama una maggior varietà di percorsi e macchine dovrebbe pensarci un secondo. Decisamente un'operazione promettente da parte di Sega, comunque, speriamo di buon auspicio per il rilascio di altre conversioni, e se state pensando a Scud Race avete tutta la nostra solidarietà...

Dario Rossi

Pro

  • Giocabilità immortale
  • Musiche irresistibili
  • Tutto in HD...

Contro

  • ...Per qualcuno potrebbe non bastare
  • Poche piste disponibili
  • Pensato particolarmente per i fan Sega e nostalgici