6.0

Redazione

S.V.

Lettori


  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Greedy PenguinsFame da pinguini 0

Gli sviluppatori di Shamrock Games si cimentano con il genere action puzzle in stile Angry Birds, anche se i protagonisti del loro nuovo titolo sono pinguini. Pinguini decisamente affamati

Versione testata: iPhone

I pinguini mangiano pesci, mentre i trichechi vanno notoriamente ghiotti per il gelato. Non è così? Poco importa, perché all'interno dei sei scenari che compongono la campagna in single player di Greedy Penguins, suddivisi in un totale di oltre settanta livelli, il nostro obiettivo sarà appunto questo: fare in modo che i pinguini presenti sullo schermo mangino il loro bel pesciolino fresco e che la "mascotte" di turno (un tricheco, un elefante rosa, un coccodrillo e così via) si becchi i gelati che scaturiscono ogni volta che portiamo a termine tale operazione. Fame da pinguini Operazione che si rivelerà meno banale di quanto si possa immaginare, considerando che i pesci si trovano di volta in volta chiusi in una rete e che la location non contribuirà a rendere semplice il loro viaggio verso il gargarozzo dei pinguini, ponendoci anzi di fronte a una serie di ostacoli che potremo superare solo con la giusta dose di ragionamento, prontezza e abilità. Non è finita qui, perché ci sono anche alcune regole ferree da rispettare, pena il game over: i pinguini di un determinato colore possono mangiare solo pesci della medesima tonalità, altrimenti cominceranno a vomitare e dovremo ricominciare lo stage daccapo. Il completamento di ogni sfida in modo rapido e preciso dà diritto a una ricompensa che va da uno a tre pesci, il cui totale influisce sulla possibilità di accedere alle nuove zone (anche se, pagando ulteriori 79 centesimi, possiamo sbloccare in un attimo tutte le location).

Oggi si mangia pesce

Il sistema di controllo adottato da Shamrock Games per Greedy Penguins si basa completamente sul touch screen ed è davvero semplice. Basta infatti toccare gli elementi interagibili sullo schermo per ottenere una reazione, "innescare" un movimento che porterà, con i dovuti accorgimenti, ogni pesce verso il rispettivo pinguino. Le implicazioni fisiche del gameplay da una parte rendono l'esperienza interessante e dotata di un certo spessore, dall'altra invece amplificano la sensazione che talvolta tutto vada a buon fine semplicemente per una questione di fortuna. Spieghiamoci meglio: finché si tratta di liberare un pesciolino dalla sua rete, farlo rotolare lungo una discesa e condurlo dunque fino al pinguino che lo ingoierà, è un conto; Fame da pinguini quando invece la risoluzione del livello implica il minuzioso calcolo dei tempi e dell'inerzia perché un pesciolino rimbalzi sull'altro, entrambi cadano in una feritoia nell'ordine giusto e poi rimbalzino con la forza necessaria per avvicinarsi ai pinguini ed essere mangiati, be', è chiaro che qualcosa in termini di level design è stato lasciato al caso. Inutile dire che come diretta conseguenza abbiamo lunghe sessioni all'insegna del trial & error, finché appunto la fortuna non ci dà una mano. Talvolta però non basta neppure quello, perché il gioco ci chiede di essere estremamente precisi ma poi non lo è a sua volta, almeno per quanto riguarda la reattività dei controlli. Molto spesso tocchiamo un "interruttore" senza che questo si azioni correttamente, e il tentativo per forza di cose sfuma, costringendoci a ricominciare lo stage. Il comparto tecnico non fa un granché per risollevare la situazione: il design in generale è simpatico, alcuni versi strappano un sorriso ma le animazioni sono composte da pochissimi fotogrammi e non sono davvero un bel vedere.
Greedy Penguins - Trailer Greedy Penguins - Trailer

La versione testata è la 1.2
Prezzo: 0,79€
Link App Store

Nel mare di action puzzle "fisici" disponibili su App Store, Greedy Penguins purtroppo non spicca. Si tratta di una produzione generalmente ben fatta, con i suoi punti di forza, una grafica simpatica e un buon numero di livelli, ma il gameplay lascia a desiderare e non ha quel "qualcosa in più" necessario se vuoi davvero porti come un'alternativa credibile a Angry Birds o a uno dei suoi numerosi cloni. Il level design, con le sue soluzioni complicate e approssimative, non aiuta di certo: ci sono stage in cui l'elemento puzzle si mischia con il caso, rivelando qualche falla concettuale non da poco e obbligandoci a lunghe sessioni trial & error. Infine la reattività dei controlli touch è scarsa, e la cosa si fa tanto più frustrante quanto più è delicata la situazione in cui si verifica. Il gioco costa poco e nulla vi vieta di farci un giro, in definitiva, ma non aspettatevi troppo.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Un buon numero di livelli
  • Grafica e sonoro simpatici
  • Gameplay semplice...

Contro

  • ...ma con più di un problema
  • Controlli poco precisi
  • Gestione della fisica discutibile