Scudetto 01/02 (Championship Manager 01/02)Championship Manager 01/02 

Dopo decenni di ripetuti successi, i ragazzi di Sports Interactive hanno deciso di rimettersi in gioco sviluppando per la prima volta su console il loro Championship Manager. Riuscirà a conquistare la palma di migliore manageriale calcistico anche su console? Al nostro Fabio "Akira" Viola l'ardua sentenza!

Championship Manager 01/02

Un tuffo nella storia

I più giovani tra voi sicuramente non lo ricorderanno, ma CM (Championship Manager) fu rilasciato per la prima volta nel lontano 1992 su piattaforma PC per mano di uno sconosciuto team inglese denominato Sports Interactive. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, direi tanta. Anno dopo anno, release dopo release, il gioco riuscì ad aggiungere alla sua schiera sempre nuovi adepti tanto da macinare record su record nelle chart europee (sopratutto britanniche). Da anni quel titolo è diventato l'emblema stesso dei manageriali calcistici e quei ragazzini sconosciuti sono stati contesi a suon di miliardi da vari publisher prima di accasarsi con Eidos Interactive. Nonostante le buone intenzioni e il desiderio di una nicchia di consollari, gli sviluppatori non riuscirono mai a convertirlo per console per vare ragioni, prima fra tutte l'impossibilità di implementare l'enorme database all'interno di console limitate dal punto di vista ram. Ma il tempo passa e tutto si evolve... Ed ora per la prima volta Championship Manager è sbarcato su una console, ed il fortunato è stato Xbox!

Championship Manager 01/02

Sulle orme di Luciano Moggi...

Lo scopo di questo gioco è offrirci la possibilità di gestire totalmente qualsiasi aspetto connesso alla vita di un qualsivoglia club calcistico del mondo. I seguenti numeri servono a fornirvi solo una idea del lavoro che c'è alle spalle di questo videogioco. Ben 26 campionati nazionali tra i più prestigiosi e competitivi (da quello italiano a quello brasiliano), ciascuno dei quali composto dalle sue tre leghe maggiori (ad esempio in Italia troveremo Serie A-B-C1 e C2), oltre 100.000 tra giocatori, allenatori e dirigenti inseriti nel database, ognuno con decine e decine di parametri reali che variano dal contratto alle caratteristiche tecniche, 500 persone impegnate nella raccolta dei dati per il database.
Una volta selezionata la squadra da allenare inzierà il gioco vero e proprio che vi porterà a gestire quotidiamente il team attraverso rinnovi di contratti, acquisti e cessioni, allenamenti, scelta della formazione e della tattica, disponibilità verso i giornalisti, adesione ai piani societari e tantissimo altro. Come potete notare dalle immagini (si riferiscono tutte alla versione inglese, visto che la versione distribuita da Leader è stata completamente localizzata in italiano), il gioco è composto unicamente da videate al cui interno potremo muoverci sia tramite le levette e i comandi del pad (ogni tasto è associato a una determinata funzione come esaustivamente spiegato nella sezione Guida presente nel gioco), sia tramite il comodo menù disposto ai lati dello schermo. Una piacevole innovazione ci viene dall'introduzione delle selezioni Under 21 e delle seconde squadre (la Primavera) in cui potremo inserire i nostri campioni reduci da infortuni così da riabilitarli in maniera soft o promuovere alla Prima Squadra i giovani più talentuosi. Proprio sul fronte della gestione dei giocatori troviamo la maggiore complessità. Uno dei primi problemi da affrontare sarà proprio quello dei rinnovi del contratto. Sfogliando la rosa, oltre alle varie caratteristiche tecniche, troveremo tutti i dati relativi al compenso percepito e alla data di scadenza del contratto, e in base a questi dovremo decidere se rincofermarlo, se darlo in prestito, se venderlo... Inoltre nel corso del gioco riceveremo spesso offerte da parte di società rivali e starà a noi decidere se accettare, rifiutare o temporeggiare. Altro fronte caldo è quello degli acquisti. Grazie ai nostri esperti potremo mettere sotto osservazione determinati giocatori, potremo confrontare le schede di due professionisti o contattare direttamente il nostro asso preferito sperando che una lauta offerta lo convinca a passare sotto la nostra bandiera. Proprio a questo proposito dovrete stare particolarmente attenti a non infierire troppo sui bilanci societari visto che ogni trattativa ha un prezzo consigliato proposto dal responsabile marketing. Tutte queste operazioni saranno impreziosite dalla presenza della stampa che spesso cercherà di carpire i segreti delle nostre mosse di mercato e starà a noi, come dei novelli Luciano Moggi, depistare i giornalisti assetati di scoop. E questa è solo una minima parte delle operazioni che dovremo compiere per gestire al meglio la nostra squadra e rispettare l'obiettivo che la dirigenza ci pone a inizio campionato, sia esso la salvezza o la conquista dello scudetto.

Championship Manager 01/02

Finalmente in campo

Tutte le nostre aspirazioni di allenatore dovranno obbligatoriamente passare attraverso il verdetto del campo. Nel corso della stagione ci troveremo ad affrontare non solo il campionato ma anche le varie competizioni nazionali e internazionali a cui siamo iscritti. La prima preoccupazione sarà la scelta degli undici leoni da mandare in campo. Come nel calcio reale vi toccherà assegnare a ciascuna posizione (potrete variare a vostro piacimento il modulo tattico) un giocatore stando attenti che esso sia effettivamente disponibile: infortuni, squalifiche, convocazioni nelle rispettive nazionali, problemi personali sono alcune delle incognite del novello Trap. Una volta decisa la formazione titolare e i panchinari potremo finalmente dare inizio alla sfida. Non dovrete mettere mano al pad e scendere in campo, come ci hanno abituato Fifa o ISS, ma vi si richiederà semplicemente di osservare i tabellini che scorrono lungo il monitor e di osservare il comportamento in campo del vostro team (mediante apposite videate che vi illustrano il possesso palla, la porzione di campo dove si concentra maggiormente l'azione ecc...), alla ricerca di eventuali lacune da colmare immediatamente. Nel corso dei 90 minuti avrete sempre la possibilità di effettuare i tre canonici cambi o di modificare la tattica di squadra. Ad esempio se vi ritroverete in svantaggio sarà conveniente adottare una mentalità offensiva, il fuorigioco e altre amenità simili. Posso assicurarvi che i cambiamenti in corsa, se azzeccati, vi aiuteranno a capovolgere l'esito del match (piccola nota polemica contro la saga PC Calcio, in cui la rosa mandata in campo ha pochissima incidenza sui risultati che sembrano prestabiliti).

Championship Manager 01/02

Xbox o PC?

Questo paragrafo cerca di essere di aiuto a coloro che posseggono sia Xbox che PC e sono indecisi su quale versione di Championship Manager investire i propri risparmi.
Nella sostanziale omogeneità sono riscontrabili alcune piccole differenze:
A causa della limitatezza del processore centrale di Xbox, non è stato possibile rendere gestibili piu di tre squadre di diversa nazionalità nel corso della medesima stagione, al contrario di quanto avviene nella versione PC in cui teoricamente (ma chi sarà quel pazzo???) ognuno di noi può mettersi alla guida di ben 26 team diversi contemporaneamente. Purtroppo nella versione Xbox mancherà la possibilità di editare le statistiche dei calciatori come, invece, può avvenire nella versione PC. L'assenza di una tastiera e la differente tipologia dell'utente console hanno scoraggiato gli sviluppatori nell'implementare questa utile opzione, anche in virtù del fatto che il database è pressochè perfetto. In assenza del mouse dovremo muoverci tra i menù mediante l'utilizzo della levetta del pad oppure tramite i tasti direzionali che ci faranno shiftare di opzione in opzione. Sinceramente avrei immaginato molto più traumatico questo passaggio, invece nel giro di pochi minuti il tutto è diventato davvero intuitivo grazie anche alla possibilità di muoverci nei menù mediante la pressione di un tasto associato ad una determinata funzione.

Championship Manager 01/02

Un gioco per tutti?

Il titolo di questo paragrafo è emblematico. Difficilmente titoli di questo genere riescono a diventare prodotti di massa. Se già i titoli calcistici, come Fifa o ISS, trovano spesso ostacoli nel popolo dei videogiocatori, figuriamoci un titolo che esaspera all'ennesima potenza il concetto di football fan. Investire centinaia di ore per finire una sola stagione potrebbe diventare il più grosso impedimento all'acquisto del prodotto. I videogiocatori occasionali, quelli da 5 minuti e via, non riuscirebbero nemmeno a superare la fase precampionato (sinceramente troppo lunga visto che è sudivisa in due momenti per ogni giornata), così come i non ultra calciofili si ritroverebbero impauriti di fronte alla pletoria di opzioni disponibili. Inoltre tutti gli amanti degli effetti grafici 3D e delle colonne musicali iper raffinate storceranno il naso di fronte ad un prodotto che, dal punto di vista grafico-sonoro, potrebbe girare comodamente sul nostro Commodore 64. Ma il punto è proprio qui! Questo è il re dei manageriali calcistici e quindi o si odia o si ama!
Un ultimo appunto vorrei farlo alla sua data di commercializzazione in Italia. In altri stati europei il prodotto è disponibile sin dalla fine di Marzo, ovvero in concomitanza con lo svolgersi dei vari campionati. Purtroppo, e ripeto purtroppo, in Italia il gioco ha subito una serie di ritardi (inizialmente era previsto nella line up iniziale) che lo hanno portato nei negozi solo in questi giorni, a campionato più che finito. Quanti di voi avranno la testa di ritornare sul campionato trascorso nonostante le voci di mercato che stanno stravolgendo le rose ed i mondiali che calamitano le nostre menti?

Championship Manager 01/02

Ricapitolando

Championship Manager mantiene intatte le prerogative che lo hanno reso leader indiscusso in campo europeo rivelandosi senza ombra di dubbio il migliore manageriale calcistico disponibile su console. Un titolo complesso e inizialmente macchinoso che fa dello sterminato database e della completezza di opzioni i suoi cavalli di battaglia. Consigliato agli amanti della saga ed a tutti coloro che cercano un prodotto in grado di trasformarli nei vari Moggi e Capello standosene comodamente seduti in poltrona.
Pro: Database immenso Il calcio riassunto in un gioco Il miglior manageriale calcistico disponibile su console Si ama o si odia Contro: I neofili lo troveranno macchinoso e statico Esce quando è finito il campionato e con i mondiali di mezzo.. Si odia o si ama Materiali: Screenshots Anteprima Championship Manager

Championship Manager 01/02
Championship Manager 01/02 Championship Manager 01/02
Championship Manager 01/02 Championship Manager 01/02
Championship Manager 01/02 Championship Manager 01/02
Championship Manager 01/02 Championship Manager 01/02

Un gioco mondiale

L'inizio dei mondiali di calcio in Korea e Giappone sembra aver risvegliato le pulsioni calcistiche di software house e distributori, tant'è che, nel giro di un solo mese, gli scaffali dei negozi italiani si sono rinfoltiti con titoli del calibro di ISS2, Fifa 2002 World Cup ed attendono l'arrivo degli imminenti David Beckam Soccer e Red Card Soccer. Ma a ben vedere si ha subito la sensazione che manchi ancora qualcosa... Eppure abbiamo la licenza ufficiale dei mondiali (vedi Fifa 2002), effetti visivi e audio da urlo (vedi ISS2), una cover sponsorizzata da un asso del calibro di David Beckam (vedi omonimo gioco) e addirittura botte da orbi (vedi Red Card Soccer); non abbiamo ancora un titolo manageriale su Xbox!!! Seguendo questo semplice ragionamento, i ragazzi di Sports Interactive hanno deciso di sviluppare la prima versione console del loro pluridecorato Championship Manager. Che la sfida abbia inizio!!

TI POTREBBE INTERESSARE