Everquest II: The Shadow Odyssey - Recensione  0

La nuova espansione di Everquest II raggiunge i negozi e tenta di soddisfare tanto gli utenti più esperti quanto i nuovi giocatori in cerca di un pacchetto completo ed economicamente vantaggioso.

Con poco più di quattro anni di storia sulle spalle, Everquest II rappresenta ancora oggi una delle migliori esperienze online disponibili sul mercato, un misto di elementi in grado di farne un buon successo commerciale - World of Warcraft non può essere preso come termine di paragone - e capace di mettere le basi per ben cinque espansioni e tre add-on dedicati esclusivamente all'introduzione di nuove avventure. Questa immensa mole di contenuti è stata impacchettata e quindi inserita in The Shadow Odyssey, che non si limita a rivedere e riproporre il vecchio ma aggiunge anche moltissime nuove caratteristiche rappresentando a sua volta un imponente contenitore di decine di ore di intrattenimento. Che sia il canto del cigno, un regalo o il tentativo di rastrellare qualche nuovo utente, quello che è stato possibile giocare è uno dei pacchetti più succulenti degli ultimi tempi.

The Shadow Odyssey

L'impresa titanica di riassumere anni di sviluppo e uscite non è l'obiettivo di questo articolo che invece preferisce concentrarsi sui contenuti introdotti esclusivamente dall'ultima espansione, quella che traina questo ennesimo arrivo nei negozi. Messa da parte l'idea di aumentare ulteriormente il massimo livello raggiungibile, gli sviluppatori si sono concentrati sulla creazione di Ether, una nuova regione dalle dimensioni generosissime e a sua volta divisa in una ventina di aree principali, abbastanza per rimettere tutti gli esploratori in viaggio e allungare in modo consistente l'end-game, essendo praticamente tutte le zone introdotte pensate per i giocatori arrivati a un livello compreso tra il 50 e l'80 e piene di nemici decisamente tosti. La grossa differenza rispetto ad alcune delle precedenti uscite è stata una maggiore attenzione riposta nella realizzazione di missioni, dungeon e avventure per i gruppi e non per il singolo giocatore, così da alleggerire la deriva da solo-game oramai un po' troppo marcata e permettendo ai level designer di sbizzarrire la fantasia: le istanze inedite sono ben disegnate e grazie a una leggera ma ingegnosa componente più esplorativa, con tanto di piccoli puzzle, appassionano e si distinguono dalla troppo spesso sperimentata trafila con le sole orde di avversari da abbattere a mente quasi spenta o senza alcun tipo di spinta se non il loot lasciato sul terreno. I più solitari potranno comunque contare sul un centinaio di quest inedite e in buona parte affrontabili senza aiuto o con avventurieri incontrati per l'occasione, senza troppe fisime o una preparazione eccessiva. Ci sono poi tutta una serie di migliorie minori ma ugualmente pregne di attenzione e cura per il particolare: il bilanciamento è stato rivisto per rendere nuovamente appetibile una classe come lo Shadowknight e ridare lustro, in generale, a tutte quelle basate sulla magia, mentre sono state aggiunti alcuni strumenti per migliorare la gestione delle gilde e dei gruppi. Curata anche la storia che chiede di ripercorrere le gesta degli Ethernauti, leggendari avventurieri capaci di costruire una nave volante con la quale raggiungere aree misteriose e mitiche; un plot lungo e articolato, non innovativo o di spunto per possibili capolavori letterari ma comunque abbastanza da essere credibile e a tratti coinvolgere.

Navi volanti e cambio di stile

Il medioevo fantasy da sempre marchio di fabbrica di Everquest II, è stato parzialmente messo da parte a favore di una maggiore varietà, di un insieme di elementi architettonici già visti altrove ma qui elaborati in modo piuttosto interessante: l'introduzione delle navi volanti è accompagnata da strutture in stile steampunk, a cui però si affiancano aree anche molto diverse, da quelle montuose con tanto di simil-yeti fino a castelli e segrete infestati da lupi mannari e vampiri. Tanti spunti e suggestioni, tutti trattati con la solita cura e l'attenzione a inserire strutture enormi così come minuscoli particolari. Sotto il profilo squisitamente tecnico gli anni passano per tutti e al cospetto di un genere tradizionalmente non portatore di innovazioni grafiche, sembrano scorrere ancora più rapidamente: la mole poligonale e le animazioni sono sempre decenti ma quasi mai spiccano, così come ancora uguale a sé stessa appare l'illuminazione, non stratosferica; migliorati sono invece gli effetti e alcuni dettagli come l'interazione con l'acqua. Buono il lavoro sul sonoro che unisce una discreta campionatura degli effetti, vari e sempre credibili, a un eccellente insieme di musiche in grado di coinvolgere e adattarsi tanto agli ambienti quanto alle situazioni.
Concludono l'offerta di questo sontuoso pacchetto uno speciale orso utilizzabile come pet per il proprio alter ego e il client, comprensivo di mazzo, di Legends of Norrath, il gioco di carte collezionabili online basato sul mondo di Everquest. Un'aggiunta non imprescindibile e per molti superflua, ma comunque degna di un'occhiata e magari una rapida prova, tanto per farsi un'idea.

Commento

Everquest II: The Shadow Odyssey è un'espansione valida e ricca di contenuti, che non impone infinite ore di grinding per raggiungere il nuovo livello massimo ma si concentra nel mettere sul piatto una serie di belle avventure per i gruppi più affiatati e meglio organizzati, oltre a una serie di migliorie e aggiunte di cui tutti potranno godere. Avere inserito il gioco base e tutte le precedenti aggiunte a un prezzo di circa trenta euro, poi, ne fa la migliore occasione per incominciare ad avvicinarsi a questo affascinante MMORPG che dopo tanti anni è ancora uno dei migliori disponibili sul mercato.

    Pro:
  • Nuovi contenuti abbondanti e ben fatti
  • Varietà nelle ambientazioni
  • Pacchetto completo di tutto quanto prodotto sotto il nome di Everquest II
    Contro:
  • Non farà cambiare idea ai detrattori
  • Graficamente sente il peso degli anni

PC - Requisiti di Sistema

Requisiti Consigliati

  • Processore:1.5 GHz
  • RAM: 1 GB
  • Scheda Video: 3D con 128 MB
  • Spazio su disco: 14 GB
Configurazione di Prova
  • Processore: Intel Core QX6700
  • RAM: 2 GB
  • Scheda Video: NVIDIA 8800 GTS 320MB