GunvalkyrieGun Valkyrie 

Dopo l'ottimo successo ottenuto con Jet Set Future i ragazzi di SmileBit ci spiegano come vedono il mondo dei mech game grazie a questo Gun Valkyrie! Scopriamo insieme i pregi e i difetti di questa produzione grazie alla prova su strada di Ugo Baldassarre!

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Un gioco ad impatto veloce!

Certo, Gun Valkyrie non é proprio uno shooter vecchio stampo, poiché la grafica 3D implica l’uso della terza dimensione. Mettiamola così, una sorta di Turrican in 3D! Anche se le immagini potrebbero tirarvi in inganno, Gun Valkirie non è un avventura in 3° persona o un gioco simile ad Halo. È uno sparatutto punto e basta. C’è poco da pensare e molto da agire. Non ci si deve nascondere, non si devono risolvere enigmi, non bisogna ricaricare armi o cercare munizioni o kit medici. Non ci sono amici che ci verranno in soccorso. Saremo soli, nei panni del nostro alter ego a sgominare orde di nemici, con cannoni a proiettili infiniti, mitragliatori, e altri ordigni di distruzione di massa. Per rendere un po’ più varia l’azione, i programmatori hanno fornito i protagonisti di una specie di jet pack che funge anche da armatura protettiva per i loro corpi. Tramite questo saremo equipaggiati con dei potenti boost che ci permetteranno di volare per brevi tratti, spostarci velocemente in avanti e indietro, compiere evoluzioni e schivate rapidissime. Ovviamente il tempo sarà limitato a qualche secondo ma ad esempio, una volta portatisi in alto sarà possibile lanciarsi nel vuoto e planare lentamente con i motori al minimo bombardando l’intera zona sottostante.

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Un controllo alquanto "arquato"!

Il sistema di controllo è molto complesso. Non scomodo, ma complicato. Con un grilletto si aziona il jetpack, con l’altro si spara. La leva analogica di sinistra serve a muoversi mentre quella di destra a indirizzare lo sguardo e quindi i nostri colpi. L’uso combinato delle due leve ci permette però ad esempio di muoverci e sparare in una direzione differente rispetto a quella in cui ci stiamo muovendo. Inoltre tramite sempre l’utilizzo simultaneo delle due leve analogiche è possibile usare una smart bomb che distruggerà tutti i nemici nelle vicinanze, ma consumerà una delle due barre di energia a nostra disposizione.

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Armatevi e non solo di saggezza!

Gli ambienti in cui ci troveremo ad operare saranno i più disparati. Si passerà da stages rocciosi esterni a basi aliene, con una frequente alternanza di spazi chiusi ed aperti.. proprio la macchinosità del sistema di controllo all’inizio potrà scoraggiare i più spazientevoli, perché se nella prima missione tutto sembra filar liscio, già nella seconda tra grotte e ambienti stretti ci si ritrova spesso spalle al muro senza riuscire a divincolarsi. Basta solo un po’ di allenamento, ma calcolando anche il livello di difficoltà che non è proprio bassino, qualcuno potrebbe stufarsi o arrendersi prematuramente. E sarebbe un errore grave perché questo gioco merita di essere giocato fino in fondo. La realizzazione tecnica è davvero eccelsa. Lasciate perdere gli stupidi commenti sul fatto che ogni tanto il frame rate cala (provate a guardare in che occasioni succede e poi mi saprete dire!!!) e che in fondo sembra un porting migliorato da dreamcast…la grafica è da infarto. Texture, effetti, fluidità. Tutto è a livello di Xbox, con una definizione eccelsa e nessun segno di seghettatura. I modelli 3d dei nostri eroi (una donna e una specie di samurai) sono per4fetti e animato benissimo, come anche da shock sono i guardiani di fine livello: enormi e dettagliatissimi. Le superfici degli ambienti non sono mai spoglie ma bensì sempre definite e ritoccate con bump mapping. Insomma la festa per gli occhi è assicurata. Forse solo la palette di colori è un po’ monotona, ma è più una considerazione personale che un difetto. Le armi, sono tutte devastanti anche se qualcuna è davvero troppo lenta da usare. Divertentissimo il mitragliatore con cui potrete fare delle vere e proprie ecatombe.

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Un po' di accorgimenti!

Il sonoro si assesta su livelli discreti, ma a volte tende a diventare noioso, soprattutto le musiche nei periodi di prolungata permanenza in un livello di cui non si riesce a vedere il termine. Ecco, questo è uno dei difetti più grossi del gioco. Nel 99% dei casi si rimarrà bloccati in un livello fino alla completa eliminazione di tutti i nemici. Questo significa che se anche un solo, miserrimo insetto rimarrà nascosto in un angolo di un livello o dietro una roccia voi dovrete scovarlo perlustrando metro per metro tutta l’area. Sarebbe stato utile in questo senso un radar, perché il bip di allarme previsto dal gioco non serve a molto, considerando che a volte reagisce anche a pericoli non visibili (magari segnala nemici dietro un muro nella stanza adiacente). Inoltre l’azione a volta viene spezzettata inutilmente, privando il gioco di quel ritmo frenetico che solo a volte si intravede. Spesso ci si ritroverà a divincolarsi fra decine di nemici contemporaneamente con l’adrenalina alle stelle fra schivate ed attacchi, mentre a volte ci saranno lunghe sezioni con sporadici attacchi, un po’ monotoni. Sarebbe piaciuto un po’ più di equilibrio in generale. Al termine di ogni missione sarà possibile salvare ed in base al punteggio e alla bravura dimstratata otterremo dei punti con cui potremo migliorare il nostro equipaggiamento (ami, boost, scudi).

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Tutti pronti a giocare con la pistola della Valchiria?

Insomma, se tecnicamente ci siamo in pieno, a livello di gameplay qualcosina sarebbe da rivedere. Eppure anche così il titolo Smilebit, pur non potendosi fregiare del nome di capolavoro, si conferma come un titolo di primissimo piano, non esente da difetti ma che farà la felicità di tutti quelli che, come il sottoscritto, non aspettavano altro che menare un po’ di cannonate laser senza troppo pensare ad altro. Un gioco bello, a tratti stupendo ma decisamente non adatto a tutti. Non fate però l’errore di confrontarlo con Halo, gioco con cui non ha davvero nulla in comune.

PRO:
grafica superlativa
tanta azione
abbastanza impegnativo

CONTRO
azione non sempre costante
a volte frustrante
telecamenre non perfette
sistema di controllo complesso

Video Esclusivo 1
Video Esclusivo 2
Video Esclusivo 3
Video Esclusivo 4
Video Esclusivo 5
Video Esclusivo 6
Video Esclusivo 7

Gun Valkyrie Gun Valkyrie

Uno sparatutto?

Dopo averci sconvolto con Jet Set Radio Future, a ragione uno dei migliori giochi in assoluto degli ultimi anni, Smilebit è tornata a produrre qualcosa di più classico seppur con la sua buona dose di innovazione: uno sparatutto. Con l’avvento delle macchine a 32 bit, un filone di giochi, quello degli sparatutto era andato quasi completamente perso. Giochi iper frenetici come i vecchi shooter a scorrimento orizzontale o verticale sembravano ormai roba da preistoria. Per fortuna Smilebit, conscia della potenza dello scatolozzo nero ha deciso di dare nuovo vigore ad un genere ormai in disuso.