High Speed 3DHigh Speed 3D 

Vista la qualità degli ultimi giochi di corse, ormai sviluppare un prodotto del genere per dispositivi Java-compatibili assume i connotati di una sfida tutt'altro che semplice. Lo sa bene HeroCraft, che per High Speed 3D ha cercato di confezionare un titolo tecnicamente all'avanguardia, ricco di graditi extra e con numeri di tutto rispetto: più di cinquanta gare divise in due tipologie, sei location differenti e una serie di vetture velocissime.

Nell'ultimo anno il mobile gaming ha fatto passi da gigante, e pur rimanendo nell'ambito della piattaforma Java i vari team di sviluppo si sono sfidati a colpi di titoli straordinari, adottando soluzioni tecniche innovative e spettacolari. Il genere dei giochi di corsa, in particolare, ha subito un'evoluzione incredibile, coprendo in una manciata di mesi un percorso che su altri sistemi ha richiesto anni per essere completato. Dunque adesso su cellulare possiamo ammirare racer dotati di una grafica poligonale piuttosto complessa e fluida, con discrete texture e una sempre maggiore attenzione verso i controlli e la gestione dell'auto. High Speed 3D, con tutte le sue feature, rappresenta un po' la summa dei risultati raggiunti finora: possiamo scattarci una foto e associarla al nostro profilo, mentre la grafica vanta delle regolazioni attraverso le quali è possibile aumentare o diminuire i dettagli per andare incontro alle caratteristiche del nostro terminale. Infine, dal menu di pausa si può non solo ruotare lo schermo per ottenere la classica proporzione di 4:3, ma anche adattare i controlli di conseguenza.

Il gioco ci offre due modalità: l'immancabile corsa veloce e la carriera, con quest'ultima che costituisce il fulcro del nuovo titolo HeroCraft. Selezionata un'auto fra quelle disponibili (possiamo personalizzarla cambiandone il colore a piacimento), potremo affrontare le numerose gare appartenenti a due diverse categorie, da sbloccare una alla volta. Fin dalle prime battute ci si rende conto della solidità del gameplay e dell'accuratezza dei controlli, che grazie alla funzione di accelerazione automatica (attivata di default, ma volendo si può disattivare) ci permettono di concentrarci sull'impostazione delle traiettorie e sulla gestione delle eventuali derapate. Le gare si svolgono all'interno di tracciati urbani e la componente traffico è molto forte, dunque dovremo stare sempre attenti alle macchine che viaggiano nella corsia contraria nonché a quelle che immancabilmente dovremo sorpassare per andare a prendere i nostri diretti avversari. Nella parte alta dello schermo si può notare la barra del turbo, attivabile tramite il tasto 5: la vettura viene "sparata" in avanti a grandissima velocità, attraverso una manovra che serve per recuperare terreno ma va sfruttata con grande saggezza, perché altrimenti vincere diventa quasi impossibile. Diciamo pure che questo è il più grosso limite di High Speed 3D: gli avversari sono troppo veloci e anche al livello di difficoltà più basso diventa davvero un'impresa batterli, perché non basta evitare gli incidenti... bisogna quasi fare dei miracoli. Quando si comincia a vincere, vengono attivati tutti quei meccanismi che di solito fanno parte delle "modalità carriera" dei giochi di corse, anche in questo caso con un'attenzione particolare ai dettagli.

La grafica di High Speed 3D è completamente poligonale e, come anticipato, può essere regolata per funzionare al meglio su dispositivi di fascia diversa. Nella sua impostazione migliore vanta un'ottima fluidità, scenari piuttosto convincenti e un buon livello di dettaglio. La gestione del traffico, in particolare, appare piuttosto convincente, con collisioni senz'altro di natura "arcade" ma ben pensate. La ciliegina sulla torta è rappresentata da un sistema di illuminazione che colora gli oggetti a seconda della posizione del sole, con risultati solo discreti ma di una valenza quasi fantascientifica per quello che è stato finora il mobile gaming. Probabilmente Need for Speed Undercover rimane ancora un gradino più su, ma la lotta è molto serrata e il prodotto HeroCraft di certo non ha rivali per quanto concerne le possibilità di personalizzazione.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

High Speed 3D è un gran bel gioco di corse, che unisce una grafica estremamente curata e spettacolare a una struttura ricchissima di sostanza. Gli eventi disponibili sono davvero numerosi e l'alto livello di sfida ci farà sudare ogni gara come se fosse quella della vita, fin da subito. È di conforto, dunque, sapere che potremo contare su di un sistema di controllo preciso e affidabile, che ci permetterà tanto di effettuare sorpassi quanto di scansare le vetture che viaggiano nel senso di marcia opposto. Oltretutto, gli sviluppatori hanno fatto gli straordinari per quanto concerne le possibilità di personalizzazione tra foto, colori e rotazioni dello schermo. Insomma, ci troviamo di fronte a un capolavoro? Purtroppo no, a causa della già citata difficoltà che appare tutt'altro che ben bilanciata: non è possibile sudarsi un risultato positivo già dalle prime gare, anche e soprattutto se in seguito non si verifica una crescita del livello di sfida che sia sensata e progressiva. High Speed 3D si rivela dunque una sorta di paradiso degli hardcore gamer, che troveranno nelle sue caratteristiche e nella sua struttura qualcosa di terribilmente affascinante.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Grafica straordinaria per fluidità e dettagli
  • Più di cinquanta gare

Contro

  • Troppo difficile
  • Inevitabile effetto "pop-up" degli scenari
  • Sonoro sottotono

TI POTREBBE INTERESSARE