KessenKessen 

Kessen Kessen
Kessen Kessen

Strategia ed Inglese...

Innanzitutto bisogna dire che il gioco è completamente tradotto in inglese, quindi occorre conoscere bene questa lingua per riuscire a giocare. Infatti le regole da seguire sono molte e solo capendo, e ovviamente seguendo bene l’esauriente tutorial iniziale senza saltare tutti i passaggi ( magari per foga di giocare ), si riesce a “combinare qualcosa”. Essendo uno strategico in tempo reale il tempismo dei movimenti e delle decisioni sarà fondamentale perché ovviamente l’orologio del gioco sarà sempre in funzione, e mentre voi darete gli ordini ad un esercito, per esempio il vostro avversario ne attaccherà un altro, magari prendendovi alla sprovvista e producendo numerose e gravi perdite umane. In sostanza vi sarà permesso di controllare diversi eserciti e con l’andare del gioco il numero di questi aumenterà sempre di più, rendendo il tutto più difficile. La meccanica del gioco è relativamente semplice, infatti sulla destra dello schermo di battaglia sono raffigurate diverse facce in piccoli quadratini e ad ognuna di esse corrisponde un generale con rispettivo esercito. A questo punto basterà premere il pulsante X per accedere per ognuno a comandi simil-RPG, ovvero a finestre che ricordano molto i dialoghi dei giochi di ruolo, in cui vengono visualizzate le varie opzioni che il giocatore ha. Tra queste, oltre ai classici spostamenti, attacchi eo ritirate, c’è un comando che permette in determinate situazioni di effettuare delle “special manouvres”, cioè delle mosse speciali ( otto in tutto ) che ogni esercito può effettuare senza che il nemico possa difendersi. Questo è forse il momento più esaltante del gioco, infatti si assiste ad una scena pre-calcolata con i vostri soldati che, per esempio, nella tecnica del “barrage” si allineano e, dopo il fire del comandante, sparano con i loro fucili producendo una vibrazione sul vostro Dualshock. Le prime volte è bello assistere a queste scene ma con il passare del tempo questo può risultare noioso, ma ovviamente si può saltare il tutto con la semplice pressione di un tasto. Passando alla critica nuda e cruda del gioco e analizzando inizialmente l’aspetto grafico, ci troviamo di fronte ad un buon titolo che sfruttando appieno la capacità fisica del DVD, ci regala tonnellate di grafica e FMV a discreti livelli. Essendo la maggior parte del gioco pre-calcolato forse ci si sarebbe aspettato quacosina di più ma nel complesso le animazioni sono carine e piacevoli a vedersi. Molto belli gli effetti di luce prodotti dai fucili dei soldati e anche le zoomate che sono possibili sui vari eserciti in lotta, con ben più di trecento “omini” che combattono senza il benché minimo rallentamento. L’aspetto sonoro è forse quello più debole, con delle musichette ripetitive e noiose che vi accompagneranno in ogni istante del gioco.

Kessen Kessen

Strategia ed alleanze...

Dimenticavo di dire che oltre alle battaglie in tempo reale ( che peraltro sono lo zoccolo duro del gioco ), c’ è anche una sezione in cui bisogna gestire la tattica di guerra, comprese le alleanze e il doppiogioco di alcune famiglie, che magari sono sotto il controllo del vostro nemico, ma alla fine parteggiano per voi. Che dire quindi di questo KESSEN, un buon gioco ma non adatto a tutti e soprattutto rivolto ad un pubblico adulto e paziente perché di tempo da passare davanti al televisore ce ne vuole tanto prima di poter finire un a battaglia e poter salvare. Il consiglio è di provarlo prima, se possibile, soprattutto se siete persone che amano le giocate mordi e fuggi e i giochi sparoni e poco impegnativi, per il resto un buon titolo degno di nota per tutti gli appassionati del genere.

Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen
Kessen Kessen

Strategia e Giappone…

Ambientato nel periodo del Giappone feudale, ovvero tra il 1600 e il 1700 circa, Kessen si pone come il primo strategico in tempo reale per la Ps2. Koei ormai ci ha abituati a questo tipo di giochi e infatti chi segue il mercato parallelo saprà certamente l’apprezzamento che in madre patria ( in Giappone appunto ) questa software house riscuote con le interminabili saghe ambientate proprio nel lontano passato giapponese. In poche parole vi sarà chiesto di scegliere di impersonare uno dei due personaggi principali, ovvero IEYASU TOKUGWA o HIDEYOSHI TOYOTOMI, i supremi comandanti rispettivamente delle forze dell’est e dell’ovest, ovviamente in continua lotta per la supremazia di una delle due famiglie da essi capeggiate sull’intero paese del sol levante. Il fatto che EA abbia deciso di distribuire questo gioco è lodevole dato che è molto raro che prodotti di questo tipo arrivino tradotti sugli scaffali dei nostri negozianti di fiducia. Bisogna però dire che Koei ha investito parecchi soldi nella realizzazione di Kessen, peraltro con notevoli risultati ( è infatti in cantiere già il secondo capitolo della serie ) visto che al lancio “orientale” della nuova console Sony sono state vendute numerosissime copie.