S.V.

Redazione

S.V.

Lettori


  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Macchine a ScontroMacchine a Scontro 0

Provate ad immaginare una città nella quale non esiste il traffico, popolata da individui la cui unica occupazione è gironzolare in autoscontro cozzando contro chiunque capiti a tiro. Difficile? Allora provate il nuovo, bizzarro prodotto Digital Chocolate...

Lo scenario di Macchine a Scontro è proprio quello appena descritto: una città costruita per sfuggire allo stress della quotidianità, dove ci si muove a bordo di innocui autoscontri elettrici. L'utente assume la parte di un'aspirante nuovo cittadino, che deve guadagnarsi la residenza ottenendo il consenso degli abitanti. Ciò è possibile completando alcune missioni, che elargiscono un quantitativo di stelle proporzionale all'abilità dimostrata. Stelle che, arrivate a quota 50, regaleranno per l'appunto al nostro alter-ego la tanto agognata cittadinanza. Il gioco si sviluppa all'interno di una manciata di ambientazioni, veri e propri stage caratterizzati da un tempo limite (rappresentato dal livello della batteria dell'autoscontro) nel quale bisogna guadagnare quante più stelle possibile. Le missioni vanno ottenute dai vari personaggi semplicemente scontrandosi con essi, e comprendono attività quali raccogliere coni, scontrarsi contro il maggior numero di personaggi, fuggire dagli inseguitori e così via. In realtà, sta proprio qui il principale limite di Macchine a Scontro, ovvero nella scarsa varietà di situazioni, che ben presto vengono a noia: nonostante la ricerca dell'hi-score sproni comunque a sufficienza l'utente ad andare avanti, almeno un paio di varianti in più sarebbero state gradite.

Non aiuta nemmeno il design dei livelli, talmente standardizzato da renderli quasi indistinguibili tra loro. Ed è un peccato, perché con un po' di impegno in più, Macchine a Scontro sarebbe potuto essere un vero gioiellino. La peculiare formula ludica del prodotto gli permette infatti di essere l'ideale per sessioni di gioco brevi (le varie missioni hanno tutte un tempo limite di venti secondi, e il proprio autoscontro ha un'autonomia di un paio di minuti), ma la buona quantità di location e stelle necessarie a portare a termine l'impresa gli regalano una longevità comunque ragguardevole. Purtroppo -ripetiamo- il difetto di Macchine a Scontro è che esaurisce troppo presto i propri argomenti, costringendo l'utente a procedere per inerzia già dopo la prima manciata di stage. Quel che è certo è che l'opera Digital Chocolate è foriera di idee interessanti, non solo sotto il profilo del gameplay: Macchine a Scontro è infatti uno dei pochi mobile games a tenere in considerazione il comparto sonoro, costituito da una varietà di melodie liberamente scambiabili dall'utente nel corso del gioco, esattamente come si fa con le stazioni radiofoniche nei vari GTA. Anche dal punto di vista grafico non ci si può certo dire insoddisfatti: il mondo di Macchine a Scontro è vivace e colorato, non privo di qualche tocco di classe e popolato da una popolazione abbastanza diversificata. Una completezza, quella del comparto tecnico, che stride non poco con la relativa scarsezza dell'offerta ludica del prodotto Digital Chocolate.

Macchine a Scontro parte da ottime premesse, ma compie l'errore di spingersi troppo poco in avanti, limitando l'esperienza di gioco ad una manciata di missioni che non fanno altro che ripetersi fino alla fatidica conclusione. Decisamente limitato sotto il profilo del gameplay, il titolo Digital Chocolate cerca di compensare con un reparto tecnico di buon livello, che però non può certo fare miracoli. Un'occasione mancata.

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Concept interessante
  • Buona veste tecnica

Contro

  • Poche missioni
  • Stage molto simili tra loro
  • Ben presto ripetitivo