Moto GPMoto GP 

Dopo un'edizione PS2 non proprio eccelsa in termini di gameplay, THQ ha deciso di sfruttare la licenza di Namco per portare sulla splendente console di casa Microsoft, una conversione di Moto GP che vi lascerà senza fiato per la particolare cura impiegata nella realizzazione del comparto grafico. Ma questa componente di spessore basterà da sola per fare di Moto GP un capolavoro? Nella recensione del nostro Massimiliano Elia troverete la risposta.

Moto GP

Un altro Moto GP?

Per evitare confusione, chiarisco subito che questo Moto GP è legato ai titoli Namco solo dal nome e dalla licenza: ci troviamo quindi di fronte non ad una conversione ma ad un gioco originale, ben diverso dai predecessori. Questa volta è toccato a THQ portare in pista i bolidi del motomondiale e, a giudicare dal risultato, lo ha proprio fatto nel migliore dei modi. Moto GP non è certo una simulazione, eppure riesce a trasmettere una sensazione di realismo, profondità e completezza che raramente avevamo trovato in un gioco del genere. La grande cura nella realizzazione del prodotto è immediatamente avvertibile grazie alla completa localizzazione in Italiano e all'elevato numero di opzioni e modalità. Le licenze FIM e Dorna hanno permesso l'inserimento di tutte le squadre e piloti della stagione in corso, nonchè di dieci dei sedici circuiti del mondiale. Nonostante ne manchino ben sei all'appello, tra quelli disponibili ci sono quasi tutti i tracciati più prestigiosi tra cui Mugello, Suzuka, Silverstone e Brno. Inizialmente, saranno solo alcune le piste disponibili e toccherà a noi, vincendo le gare previste, sbloccare gli altri circuiti e numerosi altri extra come le piste "mirror" (le 10 piste percorribili al contrario), piloti, moto e divertenti opzioni che modificheranno in modo bizzarro il look del gioco.

Moto GP

Rivediamoci il mondiale 2001

Le modalità di gioco disponibili sono Gara Veloce, Campionato Arcade, Serie Grand Prix, Prove, Prove a tempo e Multigiocatore. La Gara Veloce ci porta immediatamente in pista su uno dei circuiti del motomondiale, mentre Prove e Prove a tempo ci permettono rispettivamente di prendere familiarità con le piste e di sfidare noi stessi in una corsa contro il tempo. La modalità Campionato Arcade ci metterà di fronte, una dopo l'altra, tutte e dieci le gare nell'intento non solo di vincerle ma di ottenere anche un punteggio il più alto possibile. Questo punteggio sarà frutto delle nostre evoluzioni in pista come derapate, staccate, sorpassi e quant'altro ci permetta di raggiungere in fretta la testa della corsa. Per partecipare al Campionato Arcade avremo la possibilità di controllare alcuni piloti di squadre di secondo piano che ci permetteranno di sbloccare piloti ben più quotati nel caso riuscissimo a vincere le gare. Dalla modalità Serie Grand Prix ci arrivano le note più positive. Ci troviamo di fronte, in poche parole, ad una stagione completa da affrontare attraverso dieci week end di gare composti da prove libere, qualifiche e corsa. Parteciperemo di seguito a tutti i gran premi presenti nel gioco nel tentativo di vincere l'ambitissimo titolo mondiale di Moto GP. Ciascuna corsa è introdotta da un pregevolissimo filmato d'apertura doppiato in italiano che ci presenta non solo il tracciato ma anche la città, la regione e tutte le attrattive delle zone limitrofe al circuito. La vera sorpresa arriva però vincendo le singole gare. Portando a termine vittoriosamente ciascuna della dieci competizioni sbloccheremo un filmato della durata di alcuni minuti che ci mostrerà le fasi salienti delle gare "reali" corse l'anno precedente sui medesimi circuiti. Sarà così possibile rivedere alcuni tra i più belli gran premi della scorsa stagione, dominata dai nostri piloti, e addirittura assistere alle interviste del dopo gara dove i nostri Valentino Rossi e Max Biaggi esibiranno il loro inglese non proprio "oxfordiano".

Moto GP

Arcade e realismo

Moto GP si rivela molto divertente e avvincente grazie sia ad un livello di difficoltà ben calibrato sia ad un sistema di guida che rappresenta il perfetto connubio tra arcade e realismo. Principianti e piloti più esperti troveranno allo stesso modo giovamento da un sistema di controllo forse non troppo immediato ma di grande spessore. Il controllo della moto avviene tramite lo stick analogico di sinistra mentre a quello di destra sono assegnate le funzioni di freno e acceleratore. Con gli altri tasti è invece possibile frenare con la ruota posteriore, con quella anteriore, voltarci per guardare alle nostre spalle oppure cambiare visuale di gioco. La possibilità di azionare i freni anteriori o posteriori si rivela molto utile soprattutto in fase di sorpasso in curva o nel caso si voglia derapare. Le visuali di gioco sono numerose e tutte ugualmente spettacolari, in particolare quella in soggettiva dal manubrio e quella in terza persona con la telecamera che si inclina seguendo le pieghe della moto. La sensazione di velocità è davvero notevole ed è resa con grande efficacia grazie anche all'utilizzo del motion blur che si attiva alle velocità più elevate.
Un ruolo non secondario è giocato dalle condizioni climatiche che determinano le differenti condizioni di tenuta di strada e di visibilità. Così si alterneranno gare sotto un rovente sole estivo oppure in giornate nuvolose o piovose. In quest'ultimo caso la situazione si farà ben più complicata e bisognerà fare molta attenzione in fase di frenata e durante le curve.
Gli amanti del gioco multiplayer saranno felici di sapere che MotoGP include un'opzione multigiocatore che permetterà fino a 4 giocatori umani di sfidarsi tramite split-screen in avvincenti gare, oppure a 16 giocatori tramite cavo link e 4 console.

Moto GP

Il fragoroso rombo dei motori è per me poesia...

Dal punto di vista tecnico ci arrivano probabilmente le note più positive. Moto GP è uno spettacolo visivo, reso quasi clamoroso da texture molto dettagliate, da un look quasi fotorealistico di moto e piloti, da una convincente realizzazione di piste e paesaggi. Il perfetto utilizzo dell'anti-aliasing rende inoltre l'immagine priva di alcuna scalettatura e liscia, pulita come visto solo nei migliori giochi XBox. Il numero di dettagli presente su schermo è a dir poco impressionante e basta dare un'occhiata ai modelli poligonali delle moto per capire come i programmatori abbiano inserito anche il superfluo senza affaticare l'hardware di XBox, che se la cava egregiamente assicurando una notevole fluidità. Vi consiglio almeno una volta di provare la visuale in soggettiva dal manubrio durante una gara sul bagnato, per poter vedere così le piccole goccioline d'acqua bagnare il parabrezza e riflettere l'ambientazione circostante. L'effetto lascia a bocca aperta per il suo estremo realismo.
Anche il sonoro svolge la sua parte egregiamente anche se le musiche potrebbero dare fastidio a qualcuno. In questo caso vi consiglio di disattivarle per godervi in tutto il loro stupendo fragore, i cavalli delle moto.

Moto GP

Rossi, Biaggi e... voi!

A questo punto appare abbastanza scontata la promozione di Moto GP a pieni voti. Con questo non voglio dire che ci troviamo di fronte ad un titolo perfetto ma sicuramente rappresenta la migliore trasposizione videoludica del mondo del motociclismo e riesce ad inserirsi nell'olimpo dei giochi di guida accanto al bellissimo Rallisport Challenge. Se proprio devo trovare dei difetti, questi potrebbero essere ricercati nella mancanza di tutti i circuiti del motomondiale e nella parziale macchinosità del sistema di controllo che non dovrebbe comunque crearvi problemi. La possibilità di sbloccare molti extra e la divertente modalità multiplayer contruibiranno inoltre ad un notevole protarsi nel tempo dell'appettibilità del gioco.
Se vi piacciono le moto e il vostro sogno è quello di emulare Valentino Rossi, allora avete trovato pane per i vostri denti.
Pro: Rossi, Biaggi e Capirossi! Veloce, spettacolare, realistico... Ottima realizzazione tecnica Molti extra da sbloccare Potrete rivivere lo scorso mondiale Contro: Controllo forse un po' macchinoso Non ci sono tutte le piste del mondiale Materiali: Screenshots Trailer

Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP
Moto GP Moto GP

Anche su XBox è Rossi contro tutti!

Mentre il nostro Valentino Rossi si avvicina sempre di più alla conquista del secondo titolo mondiale consecutivo di motociclismo della classe 500cc (ora Moto GP), cresce sempre più forte in me il desiderio di emulazione del campione della Honda. Ho pensato più volte di salire in sella ad un bolide a due ruote ma qualcosa mi ha sempre frenato dal compiere il tanto atteso passo. Il timore della velocità, o almeno di quella provata in prima persona, e le mie dimensioni corporee non proprio adatte allo sport in questione, si sono dimostrati finora un ostacolo insormontabile. Ho finito così per ricorrere ad una soluzione più economica e meno pericolosa, affidando le mie aspettative ai produttori di videogames. Potrete quindi immaginare la gioia da me provata nel giorno dell'arrivo su PlayStation 2 di Moto GP e del suo seguito approdato sulla console di Sony non molto settimane fa. Nonostante l'ottima realizzazione tecnica, i due giochi della mitica Namco non sono riusciti a convincermi fino in fondo, forse a causa di un realismo solo teorico e soprattutto visivo, e di un sistema di guida molto arcade e completamente differente da quanto ci si sarebbe aspettato da delle vere moto. Con l'arrivo su XBox di questo nuovo Moto Gp, la mia passione motoristica è tornata a farsi sentire e con essa è tornata viva la speranza di trovarmi finalmente di fronte ad un gioco in grado esaudire i miei desideri. Sarà questa la volta buona?

TI POTREBBE INTERESSARE