Naruto: Ultimate Ninja Heroes 2 - The Phantom Fortress  6

La saga videoludica di Naruto si arricchisce di un nuovo capitolo, nella fattispecie il sequel di Naruto: Ultimate Ninja Heroes per PSP.

La popolarità di Naruto non accenna a diminuire, e il manga creato da Masashi Kishimoto ormai vanta trasposizioni per tutti i sistemi da gioco. La cosa più interessante è che non si tratta di conversioni del medesimo prodotto, bensì di serie diverse, disegnate appositamente per le console su cui girano. Se su PlayStation 2 abbiamo Naruto: Ultimate Ninja e Naruto Uzumaki Chronicles, su PlayStation 3 sta per arrivare il promettente Naruto: Ultimate Ninja Storm e su Xbox 360 pare ormai ben avviata la saga che presto porterà al sequel di Naruto: Rise of a Ninja, sulla console portatile Sony possiamo goderci i combattimenti in stile "King of Fighters" di Naruto: Ultimate Ninja Heroes. Il primo episodio della serie, uscito lo scorso anno in esclusiva per PSP, aveva il merito di tradurre in ambito portatile gli spettacolari combattimenti fra ninja già visti su PS2, applicando alcune modifiche al gameplay per differenziare l'esperienza. Il cambiamento maggiore riguardava appunto la sostanza degli scontri, non più fra due soli personaggi bensì fra due team di due o tre elementi.

Gli sviluppatori di Namco Bandai non hanno voluto fare rivoluzioni, scegliendo di riproporre gli elementi che hanno decretato il successo del primo episodio.

More of the same?

Per Naruto: Ultimate Ninja Heroes 2 - The Phantom Fortress, gli sviluppatori di Namco Bandai non hanno voluto fare rivoluzioni, scegliendo di riproporre gli elementi che hanno decretato il successo del primo episodio ma arricchendoli laddove possibile. Torna dunque la Modalità Eroe, in cui dovremo scegliere i personaggi che costituiscono il nostro gruppo per poi affrontare una sequenza di avversari differente a seconda del livello di difficoltà disponibile, con un totale di tre percorsi da sbloccare e completare. Possiamo selezionare uno dei team già pronti, le cui alleanze si rifanno alla trama del cartone animato, oppure crearne uno da zero, osservando quali abilità speciali nasceranno dall'accostamento: ogni ninja possiede una capacità extra che è possibile "spendere" prima di un combattimento per sfiancare i nemici, sigillarne il chakra o recuperare dalle ferite. A queste si aggiunge appunto un'abilità "di gruppo", una sorta di sintesi del talento dei singoli personaggi, ben definita nel caso dei gruppi precostituiti ma imprevedibile se vogliamo creare un team da zero. Esattamente come nel primo episodio, la componente strategica è importante: bisogna tenere in considerazione l'energia residua di ogni personaggio prima di decidere l'ordine di apparizione, quindi si raccolgono gli oggetti nascosti negli stage per ottenere dei vantaggi momentanei. È chiaro che più sarà alto il livello di difficoltà e più sarà il caso di muoversi con cautela. Una volta in azione, il gameplay appare invariato rispetto al primo Ultimate Ninja Heroes: le combo si eseguono con una combinazione di d-pad e Cerchio, mentre il Quadrato serve per lanciare gli shuriken, la X per saltare e il Triangolo per utilizzare il chakra.

La Fortezza Fantasma

La novità più consistente introdotta in questo sequel è rappresentata da una sorta di "story mode" in cui Naruto e i suoi amici devono indagare sull'apparizione di una misteriosa fortezza fluttuante che sovrasta il Villaggio della Foglia. L'edificio, alto cento piani, è stato evocato dai nemici di sempre e possiede un'aura maledetta, che storicamente ha portato alla distruzione di tutti i villaggi laddove è comparsa. Penetrato nella fortezza, il gruppo di ninja capitanato dal solito Shikimaru si trova a esplorare stanze piene di una foschia innaturale, che nascondono più di un'insidia. Le fasi di esplorazione vengono rappresentate sullo schermo tramite un avatar e una semplice mappa a caselle, dove ogni casella rappresenta una stanza e possiede una propria valenza o può assumerne una in base ai rotoli che abbiamo a disposizione, laddove si presentasse come "stanza instabile". Potremo dunque avere a che fare con una semplice sequenza precalcolata, oppure affrontare un combattimento, o ancora superare una serie di prove diverse: l'arrampicata sugli alberi, la prova di riconoscimento del clone, il quiz sulla serie animata, l'allenamento con Shikimaru, ecc. Bisogna completare ogni piano e raggiungere le scale che portano a quello successivo, cercando nel frattempo di raggiungere tutte le stanze del tesoro per guadagnare oggetti extra. Per riuscirci, spesso dovremo ricorrere ad abilità speciali limitate nel numero, capaci di spianare un percorso costellato da ostacoli oppure poco visibile. Infine, ogni tanto potremo sostare in stanze "rigeneranti", capaci di rimettere in sesto il nostro gruppo, dove avremo anche la possibilità di modificare la formazione come succede nei giochi di ruolo (visto e considerato che nuovi personaggi si aggiungeranno alla spedizione man mano che si procede).

Realizzazione tecnica

A livello tecnico, le differenze fra questo sequel e il primo Ultimate Ninja Heroes sono francamente difficili da individuare: i modelli poligonali dei personaggi non hanno subito miglioramenti, né ci sono differenze nelle pur ottime rappresentazioni bidimensionali degli stessi. Le location non presentano variazioni, vantano la solita suddivisione su due piani di profondità nonché un gran numero di elementi interagibili, che è possibile distruggere per ottenere oggetti extra. C'è da dire che la qualità delle texture sembra essere migliorata rispetto al primo episodio, o magari si è provveduto a "nascondere" meglio certi particolari, fatto sta che la grafica appare sempre ben definita e in nessun caso si verificano rallentamenti o cali nel frame rate. Per quanto concerne il sonoro, invece, c'è ben poco da dire: musiche ed effetti non sono cambiati di una virgola, dunque l'accompagnamento rimane valido (con il solito imperativo di cambiare le orribili voci in Inglese con quelle in Giapponese) ma lo si è già abbondantemente sentito. Il gioco dispone di una modalità multiplayer wireless, anche con un solo UMD, per un massimo di sedici persone. Manca, purtroppo, il multiplayer online.

Commento

Naruto: Ultimate Ninja Heroes 2 - The Phantom Fortress si presenta come una versione "potenziata" del primo episodio, ma senza quelle innovazioni e quegli elementi che di solito caratterizzano un capitolo del tutto nuovo. Ci sono gli stessi personaggi, c'è il medesimo comparto tecnico (forse lievemente migliorato) e il gameplay non è cambiato di una virgola, mentre alla solita Modalità Eroi è stata aggiunto uno "story mode" interessante, a tratti originale e davvero ricco di sostanza (per esplorare i cento piani della Fortezza Fantasma, infatti, ci vorrà un bel po' di tempo). Un mix di vecchio e nuovo, dunque, sicuramente consigliato a chi non ha avuto modo di provare il primo Ultimate Ninja Heroes e ha voglia di rivivere le avventure di Naruto sulla propria PSP. Per l'eventuale terzo episodio, però, sarà lecito aspettarsi un cambiamento sostanziale...

    Pro
  • Due modalità "di peso"
  • Gameplay ampiamente collaudato
  • Grafica ben fatta...
    Contro
  • ...ma è rimasta la stessa, in pratica
  • Pochi cambiamenti rispetto al prequel
  • Manca ancora l'online