NHL 2K9 - Recensione  2

Visual Concepts torna su NHL con la nuova ed immancabile edizione 2K9: saprà riconquistarci con tutte le novità introdotte?

Quando la NHL incontra la spettacolarizzazione della NBA

Lo sviluppo dell'edizione 2k9 di NHL è tornato negli studi principali di Visual Concepts, fattore che ha permesso al team di condividere la propria esperienza con il know-how accumulato dai ragazzi che si occupano di NBA 2K. NHL 2K9 prende per questo motivo molti elementi dalla serie di pallacanestro, iniziando dalla spettacolarizzazione della squadra, per arrivare alle presentazioni e a tutto quel contorno che non serve ai fini del gioco stesso ma crea una atmosfera televisiva coinvolgente. Sono stati decisamente migliorati molti aspetti secondari come l'entrata nel campo di gioco, adesso accompagnata da video e luci in pompa magna, i replay e gli highlights a fine partita. La telecamera sembra mossa da un operatore TV, con movimenti inconsulti e tremolii annessi, garantendo un effetto azione ancora maggiore rispetto agli anni precedenti.

NHL 2K9 prende per questo motivo molti elementi dalla serie di pallacanestro, iniziando dalla spettacolarizzazione della squadra

Quando la NHL incontra la spettacolarizzazione della NBA

I controlli sono stati resi più semplici ed immediati, fattore che comunque non ha fatto perdere la consueta profondità di gioco che caratterizza le serie 2K. Sono stati eliminati i controlli a doppio tasto, riducendo di fatto le azioni possibili con i quattro pulsanti frontali e i dorsali, eliminando azioni superflue. Alla modalità semplice si aggiunge quella "Pro Stick Evolution", che sposta i controlli della mazza sulla leva analogica destra, ed infine un ibrido che combina la semplicità del primo con l'utilizzo dell'analogico del secondo. Il controllo avviene utilizzando ambedue gli stick. Con il sinistro si muove il giocatore selezionato, mentre il destro simula la mazza: si preme in avanti per tirare, indietro per caricare, a destra e sinistra per muovere il puck sul ghiaccio, fare finte e dribblare gli avversari, il tutto in modo molto naturale e semplice.

Tutti insieme è più bello

In modo perfettamente coerente con quanto detto fin'ora, gli sviluppatori hanno ulteriormente aumentato la velocità di gioco, che nell'edizione 2K9 risulta oltremodo frenetica e senza respiro. Se cercate una vera simulazione siete sulla pista sbagliata: il vero hokey su ghiaccio è decisamente più lento, pur mantenendo i suoi ritmi concitati. Un'accelerazione non significa necessariamente che il gioco sia peggiorato: l'intenzione è quella di renderlo ancora più divertente, pur allontanandosi dai canoni della verosimilità sportiva. Il risultato è convincente e Visual Concepts è riuscita a mantenere un buon feeling sul campo ghiacciato pur con un'azione di gioco estremamente rapida, il tutto grazie ad animazioni superlative e ben relazionate tra loro. Quest'anno sono state eseguite le nuove sessioni di motion capture, la tecnica che permette di animare il movimento degli atleti virtuali partendo da quelli reali, rinfrescando la libreria di NHL 2K che orami riciclava gli stessi da qualche anno con quasi 1400 nuove animazioni. La CPU avversaria è stata ritoccata, e mostra una certa aggressività anche nel livello di difficoltà più basso.

gli sviluppatori hanno ulteriormente aumentato la velocità di gioco, che nell'edizione 2K9 risulta oltremodo frenetica e senza respiro

Voglio guidare una Zamboni

NHL 2k9 offre ore ed ore di divertimento, grazie alla sua modalità franchise profondissima e le possibilità online, ma coloro che volessero trovare altri svaghi potranno trovare pane per i loro denti. E' stato inserito un mini-game da tre giocatori contro tre in un piccolo campo ghiacciato da Hockey, una sorta di calcetto semplificato ancora più veloce e frenetico. E' anche possibile guidare la famosa Zamboni, macchina per fare il ghiaccio solitamente utilizzata nei maggiori campi della NHL, attraverso un gioco simpatico e divertente. Il comparto tecnico, come 2K Games ci ha da sempre abituato, è di primissimo livello. Il gioco gira senza rallentamenti o intoppi con una fluidità quasi miracolosa, vista la mole poligonale che deve gestire il motore per visualizzare campo, atleti, stadio e l'intero pubblico animato. Elmetti, divise ed oggetti sono riprodotti con dovizia di particolari, gran utilizzo di riflessi, luci e texture ottimamente disegnate e definite.

vedere apparire per la prima volta il menù iniziale sulle note di Linoleum regala un brivido inatteso

Voglio guidare una Zamboni

L'unica nota negativa sono i volti dei giocatori, che potrebbero essere realizzati con un numero maggiore di triangoli, colori più naturali ed espressioni quantomeno umane. L'effetto zombie è dietro l'angolo. La colonna sonora è di stampo puramente punk-rock, con artisti del calibro di NOFX, Bad Religion, Offspring, Ramones, Mastodon, Operation Ivy ed altro ancora. Veder apparire per la prima volta il menù iniziale sulle note di Linoleum regala certamente un brivido inatteso, ma si tratta pur sempre di canzoni di molti anni fa. Effetti e suoni sono buoni, e mostrano una varietà notevole: a seconda del campo di gioco in cui ci troviamo ascoltiamo i ritornelli personalizzati che il pubblico utilizza per incitare la propria squadra, e l'effetto di "giocare in casa" si fa sentire con cori e voci più potenti rispetto agli avversari.

Commento

NHL 2K9 torna interamente nelle mani dei talentuosi Visual Concepts, che decidono quest'anno di ricominciare da zero riscrivendo buona parte del codice di gioco, animazioni, IA ed online. I risultati si vedono, nel bene e nel male. I controlli sono stati interamente rivisti, semplificati e migliorati. La CPU mostra qualche comportamento poco realistico a causa della sua forte aggressività, fattore per altro risolvibile grazie alla superba modalità Team-Up che permette una sfida completamente umana. Comparto tecnico e audio sono ok, eccezion fatta per i volti dei giocatori ed una soundtrack magistrale. Per chiunque cerchi una simulazione scrupolosa dell'Hockey su ghiaccio l'NHL di 2K di quest'anno potrebbe essere troppo veloce e frenetico, fattore che comunque gli permette di mantenere la sua giocabilità fresca e divertente. Come sempre. NHL 2K9 è un gioco completo, con una modalità franchise profonda, tante opzioni online, il team-up e simpatici mini-games che terranno incollati al televisiore gli appassionati per molto, molto tempo.

Pro

  • Modalità Team-Up
  • Controlli più immediati grazie alla loro semplificazione
  • Il gioco scorre fluido e veloce
Contro
  • Qualche problema di IA avversaria
  • Volti dei giocatori
  • Non piacerà agli amanti delle simulazioni pure

Obiettivi Xbox 360

Come di consueto, anche NHL 2K9 mette a disposizione del giocatore i canonici 1000 punti da sbloccare. La maggior parte vengono ottenuti progredendo in determinati parametri come: goal, assist, penalty e vittorie. Altri sono sbloccati eseguendo particolari azioni come siglare una rete da oltre la linea blu, battere un membro dello staff 2K (quasi impossibile), o vincere stanley cup e campionato. Altri achievements sono invece immediatamente conquistabili, come quello letteralmente regalato per la personalizzazione del proprio avatar online, oppure giudicando un'azione di gioco messa in condivisione tramite Xbox Live, o ancora votare un nostro compagno di squadra nella modalità Team-Up.

La tendenza a raddoppiare le marcature porta spesso a lasciare alcuni dei nostri difensori smarcati sulla seconda linea, facilitando i tiri da fuori ed i contropiede, che adesso risultano più semplici, avendo sempre un compagno smarcato. Si notano, a volte, alcuni comportamenti abbastanza strani degli avversari, come sostare davanti alla propria porta davanti o accanto al portiere nelle mischie. La modalità single player è ben rappresentata dalla stagione sportiva, che culmina nei playoff e finale di lega. Oltre alle presentazioni dei giocatori è stata inserita la possibilità di festeggiare a proprio modo la vincita della Stanley Cup, tramite analogico, fare foto di gruppo con la squadra e moltre altre chicche, che rendono l'NHL di 2K ancora più vivo ed emozionante del solito. Il cuore di NHL 2K9, però, è sicuramente la sfida in multiplayer, che trova la sua massima espressione agonistica con lo scontro tra avversari umani, coadiuvato da un ottimo supporto di rete con Xbox Live, dove non si registra alcun sintomo di lag o rallentamento, pur con partite disputate oltreoceano. Sono disponibili partite classificate e personalizzate, nonchè una modalità stagione. Dopo aver creato un proprio avatar personalizzato si può entrare a far parte di uno dei molteplici tornei disponibili, ognuno dei quali può ospitare fino a trenta giocatori. L'altra novità di quest'anno è la modalità Team-Up, nella quale è possibile giocare partite in 6 contro 6, ognuno con la propria posizione e ruolo in campo. I server 2K assegnano punteggi positivi o negativi a seconda dell'esito dei match, inserendoci in una graduatoria online dinamica e competitiva. E' anche possibile mettere in condivisione, scaricare e votare gli highlights delle proprie azioni e di altri utenti.