Giochiamo alla Texana!  0

Il poker è il vostro gioco? Più è alta la posta in palio e più le partite vi sembrano emozionanti? Registrate le trasmissioni televisive dei campionati internazionali? Be', allora di certo un videogame di poker non può mancare nel vostro cellulare.

I giochi di carte e il mobile gaming vanno d'amore e d'accordo, tanto che ogni publisher li offre in numerose versioni e per tutti i gusti. Abbiamo i solitari, il black jack e ovviamente il poker, che negli ultimi due anni Gameloft ha proposto in altrettante varianti: World Poker Tour: Texas Hold'em 2 prima e Million Dollar Poker poi. Si tratta di titoli che non hanno praticamente niente in comune: il primo vantava un'azione dinamica, coinvolgente, con un grande livello di sfida e solo qualche sbavatura nell'interfaccia; il secondo era afflitto da una lentezza esasperante, divisa equamente tra i frequenti caricamenti e l'impossibilità di saltare le sequenze di gioco.

Texas Hold'em Poker, appena uscito, si presenta fin da subito come il seguito ideale di Million Dollar Poker, riprendendone l'interfaccia e le meccaniche ma ponendo rimedio ai problemi appena citati. Il gioco si distingue infatti per la rapidità dei caricamenti, nonché per la possibilità di accelerare l'azione quando è il turno dei nostri avversari al tavolo. Due fattori non da poco, che rendono l'esecuzione delle partite più veloce e di conseguenza aggiungono spessore e coinvolgimento all'esperienza.

Come accennato in precedenza, l'interfaccia di Texas Hold'em Poker è la stessa utilizzata da Million Dollar Poker, dunque vedremo l'intero tavolo da gioco e tutti i giocatori in una schermata statica, con le carte che vengono scoperte al centro, in una versione chiaramente ingrandita. Nella parte bassa dello schermo trovano posto le nostre carte (che possiamo "sbirciare" in qualsiasi momento premendo il tasto 5) nonché il riquadro con le azioni possibili, da controllare esclusivamente tramite il d-pad: il check si esegue premendo il d-pad a sinistra, il rilancio premendolo a destra, mentre le direzioni su e giù servono rispettivamente per andare in all-in e lasciare la mano. Sempre tramite il d-pad è possibile saltare il turno dei nostri avversari, accelerando l'azione al massimo se non abbiamo voglia di attendere. Dal menu principale possiamo scegliere di cimentarci con una partita veloce, iniziare una carriera o partecipare alla modalità "heads up", ovvero una serie di partite contro avversari singoli sempre più scaltri. L'intelligenza artificiale appare sempre all'altezza della situazione e il gioco di certo non si rivela mai troppo generoso, dunque le strategie più efficaci per vincere rimangono quelle di tipo "conservativo", ovvero bisogna procedere con prudenza ed evitare di rischiare se non si ha nulla in mano.

L'azione viene accompagnata da musiche MIDI che lasciano il tempo che trovano, mentre la grafica ripropone la quasi totalità degli sprite già visti in Million Dollar Poker. La scelta di racchiudere tavolo e giocatori in un'unica schermata purtroppo va a discapito dei dettagli, vista la dimensione dei giocatori. Per fortuna le carte risultano sempre molto leggibili, e la possibilità di velocizzare o saltare il turno degli avversari ci permette di goderci la partita anche quando abbiamo poco tempo a disposizione oppure siamo poco inclini ad attendere. L'organizzazione dei controlli è buona, con un minimo di confusione solo quando bisogna modificare l'importo del rilancio. Ad ogni modo, l'idea di assegnare alle quattro direzioni del d-pad le azioni possibili è di sicuro vincente.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori (4)

9.3

Il tuo voto

Texas Hold'em Poker si pone come una versione migliorata di Million Dollar Poker, riprendendone tutti gli aspetti ma risolvendo i problemi che lo affliggevano. Non dovremo più avere a che fare con caricamenti invadenti e interminabili, così come non dovremo attendere pazientemente che gli avversari facciano le proprie mosse. Questo si traduce in un'azione estremamente più rapida e priva di tempi morti, che rende possibile fruire del gioco anche in maniera occasionale ed estemporanea. I controlli concentrati nel d-pad sono intuitivi e funzionano molto bene, mentre la realizzazione tecnica in generale non lascia entusiasti, soprattutto perché ripropone quasi in toto elementi già visti. Per coinvolgimento e impatto visivo il vecchio World Poker Tour: Texas Hold'em 2 rimane superiore, ma è giusto riconoscere l'impegno di Gameloft per risolvere i difetti di una serie che possiede comunque un certo potenziale.

PRO

  • Caricamenti rapidissimi, azione veloce
  • Buona interfaccia
  • Controlli intuitivi

CONTRO

  • Grafica già vista
  • Azione non molto coinvolgente
  • Sonoro mediocre