TOCA Race Driver 3 ChallengeTOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione 

A due anni di distanza dall'uscita di TOCA Race Driver 3 per PC, PS2 e Xbox, Codemasters ci propone una versione speciale del gioco per PSP.

La serie TOCA ha debuttato nel lontano 1997, su PC e PSone, con l'idea di offrire un'alternativa ai giochi di corse prettamente arcade come a quelli rigorosamente simulativi. Una scelta vincente, a giudicare dal numero di sequel che sono stati sviluppati nel corso degli anni, con l'arrivo del gioco sulle console di nuova generazione atteso per luglio. L'ultimo episodio multipiattaforma, TOCA Race Driver 3, è uscito nel 2006 e vanta corse su strada e fuoristrada, nonché un gran numero di tracciati e vetture, con il solito gameplay che si divide fra arcade e realismo nel modo più bilanciato possibile. Per questa versione PSP, gli sviluppatori Codemasters non si sono limitati ad aggiungere al titolo la parola "Challenge", bensì hanno ideato una nuova modalità carriera che fa delle sfide, appunto, la propria materia principale.

Sfida mondiale

La schermata di avvio di TOCA Race Driver 3 Challenge ci permette di cimentarci con una partita rapida (dai parametri casuali), accedere alla modalità "sfida mondiale", disputare una gara libera o una prova a tempo. Laddove quest'ultima corrisponde ai vari "time attack" presenti in quasi tutti i giochi di corse, la "gara libera" non presenta i connotati dell'evento singolo, bensì può essere configurata come un vero e proprio torneo in cui si affrontano gare in successione dopo aver selezionato una vettura fra quelle disponibili. Potremo correre su più di trenta piste reali (anche celebri, come Silverstone o Laguna Seca) utilizzando più di trenta auto differenti, ma per avere tutta questa scelta dovremo fare i conti con la modalità che più di tutte caratterizza questo episodio per PSP: la "sfida mondiale". Si tratta di un'alternativa molto particolare alla classica carriera, divisa in cinque livelli di difficoltà che vanno sbloccati man mano. All'interno di ognuno, troveremo un numero variabile di sfide che ricordano da vicino i famosi "test per la patente" di Gran Turismo: dovremo seguire una determinata traiettoria in pista, oppure fermarci nelle zone indicate, o ancora mantenere una certa velocità media per tutto il giro. Superate queste prove, passeremo alle fasi standard, ovvero sessioni di qualifica sfocianti in un campionato che si farà più corposo e complesso man mano che scaleremo i livelli di difficoltà. A fare da contorno figurano anche le due modalità multiplayer, che ci permettono di sfidare un amico condividendo il gioco (prepariamoci a lunghi caricamenti, però) oppure organizzare sfide per un massimo di dodici giocatori, ognuno in possesso di una copia di TOCA.

TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione

In pista!

Come accennato in precedenza, uno dei punti di forza della serie è da sempre il sistema di controllo, inteso anche come gestione della vettura: un mix che strizza l'occhio al realismo pur concedendo clemenza in più di un'occasione. Non potremo mai affrontare le curve a tutto gas, a meno che non siano piuttosto larghe, e dunque dovremo gestire nel modo migliore la frenata. Se arriviamo lunghi, ci toccherà percorrere l'eventuale via di fuga finché non riusciremo a riguadagnare la pista, ma raramente finiremo bloccati in modo tale da compromettere l'esito della gara. Un approccio "permissivo", dunque, che d'altro canto pretende dal giocatore il massimo dell'impegno perché venga effettuato anche un solo sorpasso: gli avversari raramente sbagliano a impostare le curve e hanno il solo difetto di non essere mai spregiudicati, quindi dovremo trovare le traiettorie migliori e tagliare ogni tornante per recuperare terreno o per costruire un vantaggio. Sotto l'insegna del realismo figurano anche altri elementi, come il danneggiamento della vettura e il consumo del carburante, che ci costringono a pianificare dei pit-stop per poter tagliare il traguardo senza dover spingere l'auto a piedi. I controlli su PSP sono stati ottimizzati e permettono un'ampia personalizzazione: si può guidare nel modo più classico, sterzando con lo stick analogico e accelerando con X, ma si può anche attivare il cambio automatico (da gestire tramite i tasti dorsali) e, addirittura, è possibile invertire lo schermo verticalmente, per controllare l'accelerazione e la frenata con lo stick analogico mentre si usano i pulsanti per sterzare.

TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione

Realizzazione tecnica

La grafica di questa versione PSP di TOCA Race Driver risulta discreta, anche se è lungi dal rappresentare il massimo che la console portatile Sony possa fare. È come se gli sviluppatori avessero lavorato un po' con il freno a mano tirato, per rimanere in tema, e ci si può rendere conto della cosa fin dalle sequenze animate che introducono i vari eventi, e che fanno sfoggio di modelli poligonali tanto semplici che sembrano appartenere a una generazione precedente. Una volta in pista c'è più quantità che qualità, nel senso che il dettaglio latita, soprattutto per quanto riguarda gli scenari, ma abbiamo un gran numero di vetture in contemporanea sul tracciato, ognuna facente sfoggio di un comportamento plausibile, talvolta anche violento. Se la realizzazione delle auto è buona, con tanto di pilota in vista che si muove all'interno, lo stesso non si può dire del frame rate, che perde colpi in continuazione e non raggiunge mai la fluidità dei migliori racer per PSP. Si nota anche una mancanza nel numero delle visuali, visto che ci si è concentrati su quelle in prima persona mentre manca un'inquadratura da dietro posta a una certa distanza. Il comparto sonoro può contare su un gran numero di effetti, con i rombi riprodotti in modo piuttosto realistico e con alcuni dei rumori tipici di una gara automobilistica.

TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione TOCA Race Driver 3 Challenge - Recensione

Commento

TOCA Race Driver 3 arriva su PSP e per l'occasione Codemasters decide di rivoluzionarlo introducendo una modalità carriera decisamente atipica, fatta di sfide che giustificano la parola "Challenge" nel titolo. L'impianto di gioco è quello di sempre, collaudato, che vede un ottimo mix tra realismo e divertimento, e che riesce a tirar fuori dal giocatore il meglio: per vincere non basta mantenere una guida pulita, bisogna indovinare la traiettoria giusta e tagliare le curve. Dunque da una parte c'è un'ottima giocabilità e un sistema di controllo efficace, personalizzabile nei minimi dettagli (addirittura si può giocare con la PSP capovolta...), dall'altra una realizzazione tecnica tutt'altro che spettacolare, in cui i cali di frame rate sono ordinaria amministrazione e il livello di dettaglio non è il più alto che si sia mai visto in un videogame, anzi. Più che altro, però, i dubbi vengono proprio riguardo la modalità "sfida mondiale": a differenza di una modalità carriera standard, dovremo procedere "su binari" e fare ciò che il gioco ci chiede, sfogando con la sola "partita libera" i nostri desideri circa l'auto da guidare o la pista su cui gareggiare. In definitiva, TOCA Race Driver 3 Challenge per PSP si pone come un racer valido ma atipico nella struttura, consigliabile a chi vuole prendersi una pausa dai giochi di corse classici. Pro: Sistema di controllo personalizzabile nei minimi dettagli Buon numero di auto, ottimo numero di tracciati Modalità carriera atipica... Contro: ...forse troppo Frame rate soggetto a continui cali Manca una vera modalità carriera

TI POTREBBE INTERESSARE