Tribes 2Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! 

Finalmente, dopo tanti anni, è giunto fra noi il più imponente titolo per il netgaming mai realizzato.
Erede di uno dei colossi in ambito multiplayer, riuscirà a non tradire le aspettative e a proporsi come nuovo termine di paragone per quanto riguarda il gioco di squadra e la profondità d'azione?

[VNR] I NEED A RIDE! - Un giro panoramico sulla ruota di Tribes...

Tribes 2 è un gioco espressamente pensato per il netgaming quindi, diciamolo subito, se avete intenzione di seguire una trama, di percorrere una campagna densa di azione e colpi di scena, allora questo gioco non fa per voi!
La generica partita si svolge su un server, di solito affollato, in cui due squadre si fronteggiano in uno scenario aperto dove, fra vallate, canyon e laghi, si schierano le rispettive difese.
A differenza dei vari Quake ed UT, il giocatore, anzi il tribbaro come si dice comunemente, non ha un equipaggiamento unico ma, a partire da una configurazione standard, ha una serie di attrezzature intercambiabili e capaci di generare delle combinazioni molto diverse fra di loro.
Si può scegliere fra tre armature: LIGHT (SCOUT), MEDIUM (ASSAULT) ed HEAVY (JUGGERNAUT). Ovviamente, più aumenta la difesa dell'armatura e più viene penalizzata l'agilità e la capacità di movimento.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VNR] I NEED A RIDE! - Un giro panoramico sulla ruota di Tribes...

C'è da dire che in Tribes 2 si tiene conto molto da vicino delle principali leggi fisiche, in modo da rendere più verosimile e credibile lo scenario di gioco, ma anche più ostile.
Una delle più evidenti conseguenze di questo fatto è la possibilità di sfruttare i pendii per ottenere velocità extra in scivolata, permettendo anche alle heavy di raggiungere velocità elevate. Questa tecnica, chiamata skiing, è una delle caratteristiche più famose del mondo di Tribes.
Un'altra caratteristica del gioco è la presenza fissa del jetpack per ogni giocatore. Il jetpack, per chi non lo sapesse, è uno strumento che permette di librarsi nell'aria per un po', finchè non si scarica la sua limitata riserva di energia che, però, si ripristina automaticamente mentre non lo si usa.
In questo modo è possibile vivere la mappa stravolgendo i canoni classici del gioco in prima persona: immaginate di solcare il cielo, a volo d'uccello, mentre la battaglia infuria sotto di voi, fra mille fiori di fiamma ed un arcobaleno di morte!
Naturalmente, avrete cura di conservare un po' di energia nel jetpack per un atterraggio morbido...

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VNR] I NEED A RIDE! - Un giro panoramico sulla ruota di Tribes...

E' possibile creare dei profili personalizzati scegliendo l'armatura, le armi, il "pack" ed un'eventuale scorta di mine, granate e segnalatori. Ci si cambia, poi, alle INVENTORY STATION, disseminate nelle varie basi.
Il PACK è l'oggetto che i giocatori possono portare sulle spalle e si divide in due categorie: quelli depositabili e quelli da indossare. Si tratta, di volta in volta, di uno scudo, un jammer, oppure un oggetto da piazzare sulla mappa, come una torretta, un sensore o addirittura un'inventory station portatile!
Gli oggetti posizionati dai giocatori possono essere completamente distrutti, mentre le risorse presenti sulla mappa no, ma sarà possibile ripararle e ripristinarne il funzionamento. Così, una torretta landspike potrà andare persa per un'esplosione vicina, ma un generatore potrà essere riparato e tornare di nuovo a funzionare. Ovviamente, se un oggetto è danneggiato solo in parte, esso può comunque essere riparato, indifferentemente che sia stato piazzato dal giocatore o no.
Ma l'equipaggiamento a disposizione non si esaurisce qui, oltre alle armature, alle torrette, ai sensori, alle inventory station, è possibile utilizzare veicoli da terra e velivoli Zero-G per una maggiore mobilità e per trasportare gli scontri anche in cielo. Conseguenza di questo fatto, sarà la possibilità di vedere spettacolari attacchi da terra e dall'alto, con combattimenti aerei, bombardamenti ed azioni incrociate fra le varie forze.
Inoltre, è presente un comodissimo menu di comunicazione che, attraverso la pressione di pochi tasti, permette di mandare messaggi completi a tutti i giocatori o solo ai propri compagni di squadra. Ad esempio, premendo i tasti V - N - B si chiede il supporto di un bombardiere, sul proprio velivolo ([VNB] I Need A Bombardier!).
E già perchè, su alcuni mezzi particolari, ci sarà sufficiente spazio per portare più di un giocatore e quindi vedremo delle vere e proprie "cannoniere" volanti, cariche di Juggernaut armati di mortai e lancia razzi fino ai denti, sorvolare le basi nemiche, pronte a seminare il terrore ed aprire la strada per un attacco da terra.
Gli scenari strategici che si aprono sono davvero impressionanti, basti pensare a cosa può fare un veicolo che porta con sè una inventory station, che permette di nascondere ai sensori nemici un'area di circa 30 metri ed è armata di una torretta lanciamissili.
E se avete doti di comandante, potrete sempre organizzare le truppe tramite il comodissimo, ed ultra dettagliato, pannello di comando (CC=Circuito di Comando) che permette di avere sott'occhio tutte le risorse della propria squadra e di assegnare compiti differenti ai vari giocatori.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VNR] I NEED A RIDE! - Un giro panoramico sulla ruota di Tribes...

E se tutto questo non dovesse bastarvi e se voleste andare al di là del concetto di guerra creando i vostri stessi scenari strategici? Beh, allora potrete sempre utilizzare l'editor interno per creare le vostre mappe personalizzate e, chissà, un giorno magari sui server si giocherà proprio con queste!

[VAO]ATTACK THE OBJECTIVE! - Analisi degli obiettivi.

Adesso che sappiamo come indossare l'equipaggiamento e riparare una torretta al plasma, vediamo in cosa consistono le partite alle quali prenderemo parte.
Esistono nove differenti tipologie di gioco:

TRAINING MISSIONS
BOUNTY
HUNTERS
TEAM HUNTERS
DM
SIEGE
CAPTURE and HOLD
CTF
RABBIT

Vediamole una per una...

TRAINING MISSIONS: è un gruppo di cinque missioni di addestramento pensate in maniera specifica per il single player.
Costituiscono una sorta di micro-campagna, ma hanno unicamente finalità di addestramento. Da notare che sulla confezione si parla di "campagna a giocatore singolo aditiva ed entusiasmante", ehm... ^_^
Fondamentalmente, si tratta di una sezione di gioco che non durerà più di un paio d'ore effettive.

BOUNTY: ad ogni giocatore è assegnata una "preda" ed il suo scopo sarà, appunto, ucciderla. Per ogni preda eliminata, il giocatore riceve un certo punteggio, mentre per ogni altro giocatore eliminato, ad eccezione del proprio cacciatore, si riceve una penalità.

HUNTERS: come in Head Hunters Classic, per Quake3, anche in questo caso si dovranno raccogliere dei trofei per ogni uccisione e portarli in un punto di raccolta, detto Nexus, per ricevere di punti. I trofei, in questo caso, sono delle bandiere e più se ne porta con sè e maggiore sarà la ricompensa una volta raggiunto il Nexus.
Quando si uccide un avversario, questi rilascerà tutte le bandiere che ha in quel momento con sè.

TEAM HUNTERS: come HUNTERS ma a squadre.

DEATHMATCH: questo è il classico scontro tutti contro tutti, divertente per i primi cinque minuti o per allenarsi un po'.

SIEGE: ASSEDIO! Questa è una delle modalità più interessanti di Tribes 2. A turno, una squadra attacca e l'altra difende. Chi attacca deve riuscire a penetrare le difese avversarie e toccare un CONTROL POINT (CP), in modo da conquistare la base nemica. A questo punto, o allo scadere del tempo, si invertono i ruoli.

CAPTURE and HOLD: in quest'altro caso, c'è un certo numero di CP sparsi sulla mappa, ed ogni squadra dovrà catturarli e mantenerli il più a lungo possibile.

CTF: CAPTURE THE FLAG, ovvero cattura la bandiera! Questa è sicuramente la modalità principe di tutto il gioco ed è quella più praticata sui server di tutto il mondo.
Per chi non lo conoscesse, lo schema di gioco è semplice: ogni squadra ha una bandiera e lo scopo è quello di penetrare le difese avversarie, rubare la bandiera e portarla indietro alla propria base.
Facile.
Credete?
Naturalmente, ogni squadra dovrà adottare una strategia di attacco e di difesa e, potete capire, avendo a disposizione un simile arsenale le combinazioni strategiche possibili diventano davvero tantissime.

RABBIT: è un misto fra il CTF ed il DM. C'è una sola bandiera e chi la raccoglie diventa il bersaglio di tutti gli altri giocatori. Quanto più a lungo si possiede la bandiera, tanti più punti si guadagneranno.

C'è da aggiungere che Tribes 2 supporta i bot, per poter giocare anche offline (ma possono servire soltanto per allenamento). Quindi, possiamo sperimentare le varie modalità di gioco anche senza entrare in un server, ma non tutte le mappe sono giocabili con i bot, purtroppo.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VFF]I HAVE THE ENEMY FLAG! - Multiplayer e Comunità.

Veniamo adesso all'anima di tutto il gioco, a quel cuore palpitante che batte dietro questo complesso schema di regole, che possono sembrare disarmanti all'inizio (e non solo all'inizio): la Comunità!
Alla Dynamix sono riusciti nella mastodintica impresa di riunire tutta (o quasi tutta) la comunità di Tribes all'interno dell'interfaccia di gioco. Quindi, oltre alla classica chat (che stavolta include davvero quasi tutti i canali esistenti), troveremo un client di e-mail, per l'occasione ribattezzate t-mail, con cui poter comunicare con qualsiasi tribbaro (abituatevi a sto termine ^^) esistente sul globo, un browser con cui sfogliare i profili dei vari giocatori e delle tribe di appartenenza, un completo forum, su cui si nota la massicia presenza del team di sviluppo (sono quelli col tag |DEV|), e persino una pagina dedicata alle news. News che potranno essere inserite direttamente dai giocatori e, dopo essere state accuratamente vagliate dal Dev-Team, che verranno pubblicate. Tutto questo implementa un semplice sistema di ipertesto e, quindi, la possibilità, oltre che di inserire immagini varie, di aggiungere collegamenti verso altre parti della comunità, come squadre, canali di chat, pagine web (visualizzabili tramite il browser esterno del Windows) e quant'altro.
Come si vede, la comunità è viva ed ogni giocatore può partecipare attivamente alla sua crescita. Si tratta di un valore aggiunto che rende questo titolo non semplicemente un gran gioco, ma adddirittura un'esperienza che va al di là delle partite sui server.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VFF]I HAVE THE ENEMY FLAG! - Multiplayer e Comunità.

E parliamo adesso proprio dei server.
I server di Tribes 2 possono ospitare una quantità enorme di giocatori. Su uno dei server di Barrysworld c'è una partita (MEGAGAME) che ne ospita la bellezza di 80! Inoltre è stata finalmente inserita la figura dell'amministratore, che ha pieni poteri sui giocatori presenti. In caso mancasse l'amministratore, è ovviamente ancora possibile effettuare azioni di controllo del game, tramite un classico sistema di voto.
Adesso è diventato molto pericoloso assumere atteggiamenti ostili ed infastidire gli altri giocatori per troppe volte. In passato, sui server di Tribes (il predecessore), si assisteva ad azione scorrette, come l'uccisione volontaria dei compagni di squadra e la distruzione della propria base. Atteggiamenti che, il più delle volte, erano dettati dalla frustrazione di chi non sa giocare, unitamente ad una grande dose di immaturità. Ora, oltre al kick istantaneo dal server, è possibile ricorrere a misure estreme per allontanare gli elementi di disturbo, i soliti lamer, bannando definitivamente la loro cd-key.
Certo, si tratta di una misura drastica, ma può rivelarsi come lo strumento definitivo per lasciare che nelle partite ci sia solo chi vuole divertirsi e giocare nel pieno rispetto delle altre persone presenti.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VRG]REPAIR OUR GENERATORS! - Motore di gioco ed aspetti tecnici.

Se Tribes sfruttava, almeno inizialmente, solo le Glide e poi, in seguito, anche le OpenGL, Tribes 2 sfrutta già nativamente le OpenGL ed in più le Direct3D (ma non più le GLide).
Il motore di gioco è stato riscritto completamente rispetto al primo capitolo e sono state aggiunte tantissime nuove caratteristiche.
Adesso, non solo le mappe sono molto più grandi e dettagliate, ma gli effetti sono decisamente migliori (alcuni sono paurosi) e sono stati aggiunti degli elementi che prima erano più o meno ingiustificatamente assenti. In primo luogo potremo finalmente trovare l'acqua nelle mappe di Tribes, gli alberi e la nebbia (spettacolare da vedere!), senza contare effetti di riflesso ed illuminazione dinamica che oggigiorno non possono proprio mancare.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VRG]REPAIR OUR GENERATORS! - Motore di gioco ed aspetti tecnici.

Ma tutta questa grafica, però, ha uno scotto da pagare in termini di richieste hardware. Per giocare col massimo del dettaglio ocorre una macchina potente, diciamo dai 700 MHz in su ed una buona scheda video, con almeno 16MB di memoria on board, se non di più. Molto, cmq, dipende dalla cpu, dato che - ad esempio - su un Duron 800 con TNT2 Ultra il gioco va bene riducendo un po' la risoluzione, il dettaglio e giocando a 16 bit. Ma un'altra risorsa di cui, purtroppo, questo gioco è ghiotto è la ram, per cui se avete meno di 128 MB, allora preparatevi a grosse pause e rallentamenti dovuti all'accesso al file di swap.
Per fortuna, è possibile guadagnare qualche fps utilizzando la modalità OpenGL, qualora la propria scheda video la supporti, invece della Direct3D.
Il motore grafico non è perfetto, l'avevamo capito, ma questo fatto risulta ancor più evidente durante le numerose fasi di gioco, dove si notano errori gravi di compenetrazione di poligoni, o scalettature esasperate all'intersezione fra superfici diverse (osservate dove l'acqua si unisce al terreno), mentre in alcuni casi è possibile addirittura vedere attraverso i muri!

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

[VRG]REPAIR OUR GENERATORS! - Motore di gioco ed aspetti tecnici.

Per fortuna è possibile agire su numerosissimi parametri video, grafici e relativi alle texture, quindi non disperate perchè, anche se non avete un super pc dell'ultima generazione, potrete ancora giocare a questo splendido prodotto.
Un'altra caratteristica interessante è la funzione di auto-update, fornita dalla Sierra, che permette, una volta avviato il gioco, di scaricare l'ultimo aggiornamento ed installarlo automaticamente. C'è da dire che, se da un lato le carenze tecniche del motore grafico non sono minime, dall'altro il team di sviluppo fa continuamente il suo lavoro, supportando la comunità di giocatori con continui aggiornamenti e novità. Proprio in questi giorni, ad esempio, i ragazzi della Dynamix sono al lavoro per ottimizzare le prestazioni grafiche, nella speranza di farci ricavare qualche fps in più...

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Tribes Vs Tribes

Affrontiamo, adesso, un argomento molto delicato e che è esplicitamente rivolto ai veterani del gioco: vediamo le differenze fra i due titoli.
Naturalmente, non ci proponiamo di sviscerarne tutte le caratteristiche, anche perchè per poterlo fare occorrerebbe un'esperienza di gioco, sui server di Tribes 2, che nessuno ancora ha, ma almeno vogliamo vedere se questo seguito è come ce lo aspettavamo o no.
Complessivamente, tutto il gameplay è stato spostato ad arte verso i combattimenti di squadra più spettacolari. Adesso le azioni singole sono scoraggiate, a meno di non utilizzare tattiche molto curate e, cmq, facendo affidamento su una buona coordinazione di squadra. Queste sono cose che risultano ovvie per chi gioca in un clan, ma chi frequenta i server del vecchio Tribes sa quanti 'freelancer' ci sono e quanti ancora si gettano a capo fitto verso la flag nemica, tanto per fare un esempio, senza preoccuparsi di coordinare un buon attacco. Ora, invece, ci sono così tanti armamenti e così tanti mezzi a disposizione che è giocoforza riunirsi in piccoli gruppi per poter sferrare attacchi verso le installazioni nemiche. Basti pensare al fatto che alcuni mezzi possono ospitare più di una persona, permettendo di portare più attacchi contemporaneamente.
Complice di questo fatto è stato il ridimensionamento dello skiing in tutto il gioco. Se prima era possibile vedere giocatori in heavy sfrecciare a velocità warp attraverso tutta la mappa, adesso chi vorrà indossare un'armatura pesante dovrà fare i conti con la gravità e la forza peso, senza compromessi di sorta. Quindi, toglietevi dalla testa gli heavy cap che facevate su Raindance!

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Tribes Vs Tribes

Ma vediamo più in dettaglio che cosa è cambiato.
Il Disk Launcher è stato leggermente modificato e adesso ha un tempo di ricarica più lungo, ma è anche un po' più veloce nella traiettoria e fa più male. Il Jetpack ha adesso una maggiore autonomia e permette di restare in volo più a lungo.
Il Blaster, inoltre, ha subito un netto 'restyling' e adesso permette di sparare colpi che rimbalzano sulle superfici vicine, permettendo tattiche di saturazione in base utili soprattutto dopo un veloce respawn.
Una nuova arma, che sicuramente farà felici gli amanti degli arsenali pesanti, è il Rocket Launcher (ma per fortuna non ha niente a che vedere con quello di Quake) e permette di agganciare in poco tempo qualunque bersaglio che abbia una traccia 'energetica', quindi un velivolo ma anche un giocatore che usi il jetpack. Il tempo di ricarica è, naturalmente, lungo ma comunque permette di sparare una buona salva di razzi contro un velivolo pesante in avvicinamento. E, ovviamente, se esiste un'arma a ricerca non poteva mancare una buona scorta di flare per ingannare i razzi in avvicinamento.
Come abbiamo già detto, la presenza di veicoli e velivoli, alcuni anche di grande valenza tattica, permette un ampio ventaglio di strategie ma anche una serie di ruoli nuovi che prima mancavano. Nasce, dunque, la figura del TAILGUNNER, cioè il mitragliere di coda che si occupa di abbattere qualunque minaccia in avvicinamento, e che però ha una valenza strategica anche a terra. Quindi, nuovi ruoli, maggiori strategie e mappe molto più ampie. Che volete di più? (non dite quello, per favore...)
Quello che sicuramente vorrete è un sistema di controllo delle risorse che sia curato e permetta, in pochi click, di gestire il proprio esercito senza perdere di vista la battaglia. Naturalmente c'è, come era presente anche nel suo predecessore, ed è ricchissimo di opzioni di comando e dettagli ma, per saperlo usare, occorre essere dei comandanti nati...

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Tribes Vs Tribes

Così, se da un lato abbiamo armature pesanti e rombanti cannoni d'assalto, dall'altro è possibile trovare persino dei silenziosissimi assassini che, invisibili anche ad occhio nudo, riescono ad oltrpassare le difese avversarie ed infiltrarsi nel cuore della base nemica. E proprio per loro è stata introdotta una nuova arma, la Shock Lance, capace di uccidere un giocatore con un sol colpo, se preso alle spalle.
Prima di finire, vorrei notare che il menu di comunicazione vocale è, finalmente, personalizzabile ed è ora possibile riordinare le varie voci come più ci aggrada. Niente di importante, dato che con un piccolo lavoro di binding si possono assegnare le frasi più critiche a pochi tasti, ma è comunque un segno della cura con cui è stato sviluppato questo incredibile gioco.
Infine, è adesso impossibile scegliere il proprio equipaggiamento mentre si è ad una inv station, questo vuol dire che lo si sceglie prima e poi ci si cambia e cioè niente più file davanti alle stazioni di ricarica!

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Conclusioni

Quali conclusioni trarre di questo gioco?
Ovviamente solo positive, dato che si tratta di un titolo di una profondità notevole e dalla giocabilità altissima, ma è pur sempre un gioco difficile, che richiede molto impegno e dedizione. Il massimo del divertimento lo da se si fa parte di un clan, quindi non è da escludere che per apprezzarlo fino in fondo dobbiate pianificare l'entrata in una squadra.
Questo non è penalizzante, dato che si può giocare anche da soli, ma è sicuramente un titolo sviluppato con un occhio di riguardo per i clan (d'altra parte lo stesso nome lo dice: Tribes!).
Consigliato? Certo, almeno a chi ha amato il primo capitolo ed è disposto ad affrontare la nuova sfida offerta da questo seguito. Un po' meno consigliato a chi si aspetta lo stesso gameplay del primo e potrebbe facilmente restare deluso, soprattutto agli appassionati dello skiing facile. :)
Consigliato anche a chi, pur non avendo giocato al primo, vuole cimentarsi in una sfida nuova ed impegnativa, ma che può garantire davvero tante soddisfazioni.
Sconsigliato, invece, a chi vuole semplicemente una buona dose di adrenalina ed un gioco immediato. Qui non ci sono frag, non ci sono power up, non è l'abilità del singolo a decidere le sorti di una partita, ma lo spirito di squadra ed anche di sacrificio, nonchè una buona impostazione strategica.
Ma, soprattutto, è consigliato solo a chi ha la pazienza di affrontare una curva d'apprendimento piuttosto lunga, senza voler ottenere subito risultati clamorosi.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Appendice: come iniziare (NEWBLOOD).

Se con Tribes era abbastanza trumatico iniziare a prendere confidenza con il gioco e comprenderne i meccanismi, con Tribes 2 è ancora peggio.
La miriade di opzioni, di armi, strumenti, torrette, sensori e mezzi, unitamente alle dimensioni delle mappe, è un elemento di grosso ostacolo per chi vuole imparare da zero. Come fare, allora, per diventare un buon tribbaro?
Ma come hanno fatto tutti, ovviamente!
Per capire a fondo tutti i meccanismi occorre procedere per gradi, quindi non gettatevi subito nella mischia, ma tenetevi un po' in disparte, osservate gli altri giocatori, rendetevi utili riparando (così non sarete d'impaccio e se non fate niente non vi potranno accusare di far aumentare il lag... ) e cercate di entrare nello spirito del gioco.
E' impossibile capire tutto e subito, quindi non sentitevi spaesati e non lasciate che la frustrazione dei primi momenti vi faccia desistere, ma andate avanti, imparate e collaborate... e non abbiate paura di chiedere: ricordate che anche il giocatore più esperto e scafato all'inizio era un newbie come voi.
Un'ulteriore fonte di informazioni è la massiccia comunità di Tribes e perciò leggete i vari forum, informatevi, contattate altri giocatori e piano piano imparerete tutto quello che c'è alla base per poter cominciare.
E se poi vorrete diventare dei veri e propri veterani, non vi resta che contattare un clan e chiedere di farvi entrare. In una squadra si imparano tantissime cose, si va a fondo nei segreti del gioco e si imparano le tattiche vincenti, ci si allena e si affinano le proprie capacità, ma soprattutto si impara lo spirito di squadra, che è il vero vincitore di Tribes!
Per fare pratica, comunque, è caldamente consigliato l'allenamento con i bot, in modo da poter sperimentare senza limiti e, contemporaneamente, simulare un minimo del gameplay di un server.

Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono! Tribes 2: il colosso del netgaming reclama il suo trono!

Una doverosissima introduzione


Thunder is good,
Thunder is impressive,
But it is Lightning that does the work

- Mark Twain

Prima di addentrarci nell'analisi del gioco, è opportuno spendere due parole per descrivere non tanto di cosa si tratta, ma quale è lo spirito più adatto per lanciarsi in questa avventura.
Starsiege Tribes è un gioco che vide la luce nel 1998 e fu uno tra i primi, se non il primo, a proporre un gameplay tutto incentrato sul multiplayer. Nonostante il periodo fosse piuttosto immaturo per una scelta del genere, anche negli USA dove le linee dati erano già allora più avanzate delle nostre, esso riscosse un successo enorme e dopo un po' approdò anche fra noi, in Italia. Ma il boom di Tribes, almeno qui, lo si è avuto solo nel dicembre 99, quando una rivista (TGM, n.d.Pucci) lo pubblicò come gioco omaggio.
Da allora, la comunità italiana di Tribes è in continua crescita.
Come si vede, si tratta di un titolo che assorbe l'interesse di tanti giocatori ed ha saputo creare su di sè un alone di sacro rispetto anche da parte di chi non ne conosce le caratteristiche ma solo la fama.
Tribes non è un gioco come Quake oppure UT, dove gli scontri sono veloci ed il punteggio individuale ha un ruolo determinante anche nel gioco di squadra, nè è un gioco come CounterStrike, dove la componente tattica è altissima ma la differenziazione fra i ruoli è in qualche modo ristretta.
Tribes è un titolo in cui si fondono magistralmente libertà, strategia, gioco di squadra e adrenalina, e basa molta della sua forza sulla comunità che ha alle spalle e che si evolve parallelamente ad esso: quando si esce dal gioco, il mondo di Tribes è ancora lì, vivo e palpitante!
Tocca solo a voi decidere se entrare o meno...

TI POTREBBE INTERESSARE