Ultima I: A Legend is reborn  0

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

In una terra di mistiche arti e antiche stregonerie un tiranno verrà sfidato, un leader giungerà al potere ed un eroe finalmente sorgerà. Così la leggenda ha avuto inizio...

Quale metodo migliore per celebrare questa sorta di mito videoludico ventennale se non realizzarne un remake? Questo é quanto ha pensato di fare la Peroxide Entertainment (società dedita allo sviluppo di programmi freeware intenzionata a portare al pubblico interessato progetti senza scopo di lucro),decidendo di sviluppare un rifacimento del primo episodio della saga di Lord British e lo 'Straniero giunto (summoned) da un altro mondo',migliorandolo ed adattandolo agli odierni standard tecnici e di giocabilità: un titolo che promette di risvegliare la passione degli irriducibili affezionati,ma anche incuriosire i neofiti che ancora non hanno avuto occasione di assaporare questa pluriacclamata serie.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Alle origini di un mito

Intorno al 1980 un giovane Richard Garriott,impiegato in un negozio di computer,programmò un piccolo gioco di ruolo Hack & Slash in Applesoft Basic con visuale per lo più in prima persona ,al fine di esercitarsi e migliorare così le proprie capacità di programmatore...Un gioco fatto in casa per intenderci!
Il suo principale,al negozio,si rese conto che il ragazzo aveva qualcosa da dire ed ebbe la benaugurata idea di inviare quel giochino 'amatoriale' alla California Pacific Computer Company,la quale trovò il lavoro piuttosto interessante ed idoneo alla commercializzazione : nacque così Akalabeth World of Doom,il seme da cui in seguito germogliò l'intera Saga di ULTIMA.
Dopo il buon successo di A:WoD Garriott cominciò a pianificare il suo prossimo progetto, un nuovo gioco di ruolo che essenzialmente avrebbe incorporato le stesse subroutines dei dungeon vettoriali di Akalabeth uniti ad una grafica basata su tiles per la rappresentazione del mondo in superficie : nacque quindi Ultima ,seguito (o prequel?la storia non é molto chiara...) di Akalabeth,gioco caratterizzato da grafica e gameplay ormai alquanto primitivi e difficilmente apprezzabili , anche se all'inizio dei favolosi anni 80 (preistoria dei videogame) quella decina di dungeon praticamente in bianco e nero ottenuti tramite grafica vettoriale e prospettiva a volo d'uccello per la rappresentazione degli esterni seppero incantare non poco gli appassionati di Crpg...

Vi era un tempo in cui pace e tranquillità regnavano sui reami.Uomini ed animali vivevano in pace ed armonia nutrendosi dei frutti della terra .Quella fu l'età dell'oro di Akalabeth.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Alle origini di un mito

Mondain, sinistro secondogenito del grande re Wolfgang,desideroso di ottenere l'eredità del fratello utilizzò i suoi arcani poteri per compiere un atto deplorevole.Egli prima tradì ed assassino suo padre,in seguito,abile fruitore delle arti negromantiche,si appropriò di quelle terre e traversandole emanò morte e distruzione....Creò oscuri e profondi sotterranei,così estesi che i loro più reconditi recessi non furono mai raggiunti da nessun uomo, e poi li popolò con le creature più impure,le quali ben presto arrivarono ad insozzare la superficie di quella terra ormai tormentata...Il sangue era dunque libero di scorrere liberamente, il mondo era stato corrotto dal male e dalla pestilenza... Ora uomo e animale erano stretti da una morsa chiamata paura. Così ebbe inizio l'Età Oscura di Akalabeth.
In quei giorni di disperazione da molto lontano giunse un uomo puro e giusto per affrontare quell'eminenza malvagia,custode di una nuova speranza per quella terra martoriata.Fu British,paladino della Luce Bianca ,che diede battaglia a Mondain nell'ora più buia! Fin nelle profondità di quelle oscure caverne egli seppe tenergli testa, riuscendo infine a bandire definitivamente il malvagio negromante. Così ebbe inizio la rinascita di Akalabeth ,nel nome di Lord British!

Con l'esilio di Mondain dalle terre di Akalabeth,avvenuto in seguito alla sconfitta infertagli dal glorioso British, sembrava che il male fosse stato dissolto una volta per tutte...Ma quel germe corrotto purtroppo non era stato definitivamente estirpato : il perfido Necromante, tutt'altro che sconfitto,tramava nascosto nell'ombra leccandosi le ferite e meditando vendetta.
Proprio quando la genti di Sosaria sembravano aver rimosso il ricordo di quel giogo straziante, le forze oscure tornarono a tormentarli... Mondain il reietto era tornato più potente che mai,deciso a catapultare la terra nel caos più assoluto,evocando mostri aberranti ,liberando i malvagi dalle loro prigioni e rendendo folli le bestie un tempo mansuete.Molti uomini non vollero soccombere ad un tale disastro e si schierarono dalla parte del Necromante, così nel tentativo di rendere meno miserabili le proprie vite e nel miraggio di un esistenza più sopportabile, finirono per vendere le proprie anime al male...
Coloro che scelsero invece di resistere si rifugiarono nelle fortezze degli otto regni,gli unici bastioni che ancora potevano opporsi all'assedio incessante di creature abominevoli. Allora il nemico più letale giunse dal cielo su carri d'argento ,armato di fuoco e luce : piombò con fare inesorabile sulle ultime fortificazioni che si rivelarono facile preda per una tale e devastante potenza,tanto che solo tramite l'ausilio di potenti maghi le più grandi poterono opporre un barlume di resistenza ...
British aveva già sconfitto Mondain e avrebbe potuto impugnare nuovamente le armi contro questa minaccia, ma la sua magia era necessaria per proteggere il castello di Britannia: abbandonarlo per combattere ancora una volta avrebbe significato lasciare i propri sudditi senza difese efficaci...Ma un fato altrettanto crudele attendeva quelle genti inermi se non si fosse agito in qualche modo.Forse un altro campione avrebbe potuto agire in sua vece, così Lord British sfiorò l'amuleto del Serpente che sempre indossava ...
In breve tempo uno Straniero giunse a Sosaria.Forte dell'assoluta devozione alla verità e al bene egli avrebbe quindi cercato di consacrarsi ad eroe,ultimo baluardo tra Mondain e la conquista di Sosaria. Così comincia il rifacimento di un pilastro del mondo dei videogiochi...

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Alle origini di un mito

La quest principale di "A legend is reborn" rimarrà la medesima dell'originale e consisterà nell'ottenere quattro pietre mistiche con le quali potremo raggiungere Mondain e quindi sconfiggerlo,distruggendo infine la gemma dell'immortalità,gioiello che avrebbe reso l'empio tiranno di Akalabeth praticamente invulnerabile.Nonostante l'obiettivo del gioco rimanga circa lo stesso la trama sarà molto più dettagliata e densa di avvenimenti allo scopo di venire incontro alle aspettative del pubblico odierno: il modo in cui il futuro Avatar (ora,non dimentichiamolo,é soltanto "lo straniero") sconfiggerà il perfido negromante e i funesti piani che quest'ultimo ha in serbo per Britannia rimarranno comunque un mistero sino alla fine. La forza che da principio muoverà il nostro eroe sarà il desiderio di trovare un modo per fare ritorno a casa,ma in seguito egli sentirà il peso della responsabilità che ha verso queste genti e ne apprezzerà la riconoscenza abbracciando la loro causa...
Alla Peroxide si stanno sforzando per rendere il gioco un vero Ultima ricreando quel feeling unico che da sempre ha caratterizzato questa serie e sono altresì convinti che aggiungere alla trama originale potrà solo migliorare l'esperienza di gioco:tra l'altro in questo remake verranno gettate le basi per quei legami che hanno caratterizzato gli episodi successivi della serie,verrà fatta luce su parecchi misteri riguardanti Mondain (il padre Wolfang ad esempio ricoprirà un ruolo più importante),la Gemma dell'Immortalità e altre celebri icone del mondo di Ultima . Lo Straniero verrà ovviamente rappresentato in maniera più approfondita e con lui il conflitto interiore che un giorno culminerà nella venuta del Guardiano,anche se per ora sarà una questione che dovrà affrontare solo a livello personale...Egli avrà parte integrante nel destino di tutti i quattro continenti di Sosaria (riporto i nomi originali: Lands of Lord British, Lands of the Dark Unknown, Lands of Danger and Despair, Lands of the Feudal Lords).
Nonostante i Peroxide non facciano mistero che il loro remake potrebbe anche non accontentare tutti quanti,sono ottimisti riguardo al fatto che la stragrande maggioranza dei fan di Ultima apprezzeranno questo gioco sperimentando la loro versione riguardo quanto ebbe luogo centinaia di anni prima che l'eroe divenisse il leggendario Avatar.
Il primo Ultima fu un gioco abbastanza peculiare: come accade per altri Crpg appartenenti a quella che potremmo chiamare vecchia scuola (Might & Magic o Wizardry) nell'originale era presente una componente sci-fi futuristica opportunamente rimossa dai Peroxide, dopo aver chiesto il parere alla comunità videoludica: gli sviluppatori pubblicano periodicamente un sondaggio per cercare di capire e assecondare le aspettative di quanti attendono questo gioco, pertanto se siete interessati ad influenzarne in qualche modo lo sviluppo tenete d'occhio il loro sito.
In pratica nel primo Ultima era stata introdotta la possibilità di viaggiare nel cosmo tramite una vera e propria navetta spaziale(acquistabile in alcuni negozi assieme anche a degli Sprinter di Starwarsiana memoria...Bé i tempi erano quelli!) e abbattere un certo numero di navette aliene nemiche per ambire al rango di 'ACE', guadagnando così l'aiuto della Principessa allo scopo di risolvere una data quest... In seguito Garriott ha fortunatamente lasciato che fosse il collega Chris Roberts ad occuparsi di questo genere di cose, accantonando questa particolarità.
Nel remake dei Peroxide la digressione spaziale fatta di stazioni orbitanti attorno al mondo di Sosaria (!!!) verrà invece sostituita da una quest maggiormente consona al genere fantasy.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Quei quattro continenti ora in tre dimensioni

U1:R si baserà su un motore grafico sviluppato a partire da zero, in grado di supportare tutte quelle prelibatezze che potremmo aspettarci da un qualsiasi engine completamente tridimensionale presente sul mercato, capace quindi di rappresentare agevolmente sia spazi interni molto particolareggiati quanto vaste locazioni esterne. Sarà ovviamente necessario possedere un qualche tipo di scheda acceleratrice, ecco alcune delle caratteristiche che andrà ad implementare:

  • animazione scheletale dei personaggi;
  • texture animate;
  • ciclo notte-giorno;
  • effetti luce di vario tipo (luci colorate, ambientali, direzionali);
  • effetto nebbia (volumetrica?) ;
  • sistema particellare;
  • variazione di fenomeni metereologici (come pioggia, neve ecc., a quanto pare si alterneranno sul cielo di Sosaria con un passaggio reso in maniera particolarmente credibile).
Prossimamente invece:
  • Cubic environment maps (interessante effetto supportato in hardware dalle schede GeForce 256, che viene utilizzato per gestire in maniera realistica i riflessi presenti sulla superficie degli oggetti tridimensionali. Per mappare un ambiente su un oggetto riflettente é necessario cominciare sempre con la scelta della forma sulla quale l'ambiente verra' riprodotto: se si tratta di una forma complessa la rappresentazione di riflessi statici riuscirebbe, ma nel caso di movimento, e quindi riflessi dinamici, sopraggiungerebbero distorsioni!
  • Il CEM assimila la forma di una data mappa ad un cubo a sei facce rendendo pertanto disponibile un metodo rapido per ottenere riflessi dinamici sugli oggetti: questo permette risultati parecchio spettacolari senza pregiudicare le prestazioni, essendo una funzione svolta via hardware ).
Il mondo di gioco verrà visualizzato tramite visuale in prima persona, essendo secondo gli sviluppatori un metodo meno problematico nonché in grado di favorire una buona immersione, mentre l'eroe che andremo ad impersonare non sarà visibile durante il gioco, bensì unicamente in particolari sequenze d'intermezzo.
Il paesaggio e in particolare le zone selvatiche saranno popolate da un considerevole numero di animali così come di mostri (alcuni resi popolari dalla serie Ultima): il preventivo é quello di realizzare all'incirca 50 tipi di differenti modelli tridimensionali ai quali si affiancheranno opportune variazioni delle skin.
Saranno implementati svariati tipi di terreno: spiagge, giungle, foreste, aree innevate, montagne, praterie e paludi.
Il tech-demo che ho avuto occasione di visionare non é più disponibile sul sito del gioco per il download,in quanto basato su di una versione dell'engine ormai obsoleta; la versione appena uscita invece rifletterà la reale qualità del motore grafico. Nel precedente era possibile fare una solitaria passeggiata per le vie di una cittadina medievale sperimentando la visuale in soggettiva,senza incappare in alcun tipo di incontro ma facendosi un'idea di quella che potrebbe essere l'interfaccia del gioco, a prima vista abbastanza simile a quella di Ultima 9 Ascension(diario, libro di magie, bussola e cintura) ma molto più rifinita nei particolari.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Quei quattro continenti ora in tre dimensioni

La grafica nell'insieme sembra pregevole e fa il suo dovere, soprattutto in fase notturna essendo possibile far tramontare il sole istantaneamente caminando su un'opportuna mattonella: l'atmosfera era molto ben resa,bello l'alone di luce colorata che circonda i lampioni accesi oppure il bagliore dietro i mosaici di vetro che costituiscono le finestre della chiesa.Inoltre per chi si fosse impensierito a causa del paragone fatto prima con Ascension va detto che il tutto era caratterizzato da una notevole fluidità: il motore del nono capitolo di Ultima rimane comunque superiore in quanto a magnificenza visiva rispetto a quanto mostrato nel vecchio tech-demo.
Come ho già detto il motore del gioco dovrebbe aver subito notevoli modifiche che potremo apprezzare nel nuovo dimostrativo, quindi non vale la pena approfondire ulteriormente il discorso, se non per notare il fatto che già a quel punto si ricavava dalla prova un 'impressione senza dubbio soddisfacente, sia per quanto riguarda la rappresentazione degli esterni che per gli interni…partendo dal presupposto che il lavoro non potrà che esser stato migliorato ci sono ottime speranze per un engine rinnovato veramente competitivo!
Una miglioria degna di nota sarà senza dubbio il passaggio ad un nuovo metodo per la rappresentazione dei personaggi, che non sarà più costituito dal "MDL character format" di Halflife. Questo comporta una serie di vantaggi come il supporto di alpha-texture (texture con aree trasparenti), la potenziale capacità di salvare e riutilizzare la medesima animazione per più di un modello 3D nonché la possibilità di animare liberamente qualsiasi oggetto (o una parte di esso) del mondo di gioco utilizzando uno “scheletro”, il che aggiungerà notevole realismo a quegli elementi che solitamente rimangono piuttosto statici nel caso di altri engine (rami di alberi potranno oscillare al vento, tanto per fare un esempio).
Infine verranno supportate espressioni facciali variabili per ciascun personaggio, rendendo più efficace la resa delle conversazioni che dovremo intrattenere con gli abitanti di Sosaria (i quali potranno sorriderci, parlare muovendo le labbra, alzare un sopracciglio, sbadigliare ecc.).

Oltre quel Moongate...

La grandezza del mondo che andremo ad esplorare rivestirà un ruolo molto importante,e il tutto sarà abbastanza vasto da rendere il viaggio una parte importante del gioco,ma senza esagerare e renderlo alla lunga noioso : nel primo Ultima era infatti possibile viaggiare per l'intero mondo di Sosaria, a differenza dei successivi (escluso in numero 8 che é ambientato a Pagan) dove si aveva accesso ad uno solo dei quattro continenti,ossia Britannia.
La mappa sarà continua in vasti spezzoni di paesaggio ma per ragioni legati alle performance e per garantire un buon livello di dettaglio alcune aree interne e al 'coperto' saranno implementate come zone separate.
Si sta cercando di renedere i tempi di caricamento accettabili e + brevi possibile,crecando di mantenere un buon livello di dettaglio e qualità nelle mappe.Molto probabilmente sarà una questione di secondi (avendo provato l'ultimo tech demo i tempi di caricamento si sono rivelati veramente brevi).
La maggior parte della mappa originale sarà inclusa nel remake tramite paesaggi dettagliati ed originali e ci saranno certamente locazioni inedite ,ma saranno comunque in relazione con la trama ed alcune sub- quests: alcune città di Britannia (o molto melgio: Lands of Lord British ) non erano state ancora costruite all'epoca del primo episodio,ma Britain,Paws e Yew saranno presenti,come avviene nell'originale (a questo proposito va detto che questi sono i soli insediamenti ripresi nei capitoli successivi,nel primo episodio vi erano naturalmente altre città dai nomi ormai dimenticati : Faun,Montor,Gerry...).Ci saranno alcune strutture familiari ed elementi tipicidel paesaggio di Ultima,sempre tenendo conto della cosidetta 'timeline',dato che alcuni elementi potrebbero non esistere ancora (come ad esempio gli altari delle virtù di Ascension).Al momento non si intende implementare alcun tipo di mezzo di trasporto che non siano i cari vecchi piedi,ma sono state fatte alcune considerazioni riguardo viaggi in barca o a cavallo. Non ci sarà un vero e proprio party ma alcuni personaggi non giocanti potrebbero unirsi a noi in particolari occasioni,anche se per ora non é un fatto sicuro.
Alcune facce conosciute degli altri Ultima compariranno anche in questo remake ma non si uniranno a noi! Nell'originale ad esempio Shamino faceva la sua prima apparizione come Sovrano dei due castelli situati nelle Lands of Danger and Despair (anche se probabilmente il ranger Shamino degli episodi successivi potrebbe essere figlio o nipote di questo re...o qualcosa del genere) così come Iolo il Bardo si trovava in ogni città cantando sempre la stessa canzone (!!!) e rubando dalle vostre tasche se vi avvicinavate troppo.
Anche la zingara comparirà nella nostra avventura, ma non é ancora chiaro quale sarà la sua funzione e se verrà utilizzata in fase di creazione del personaggio: a questo proposito va detto che per una certa coerenza con la trama dei succesivi episodi non sarà possibile scegliere la razza del nostro eroe,ma forse vi sarà un sistema di classi piuttosto essenziale basato su quattro carriere iniziali da intraprendere.
Nell'originale, pensate un po', era possibile scegliere sesso e razza del nostro eroe tra Umano, Elfo, Nano o Bobbit (!!!), anche se a quanto pare tutti i personaggi funzionavano più o meno allo stesso modo, un discorso simile si poteva fare anche per le classi che nonostante si distinguessero in guerriero, ladro e chierico non offrivano un 'esperienza di gioco poi tanto differente; nel nostro caso sarà perfino possibile commettere qualche furto agendo da ladro (non essendo questo Ultima 4 dove la quest principale era quella di dimostrarci particolarmente virtuosi, qualche piccolo atto disonesto verrà tranquillamente tollerato...).

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Oltre quel Moongate...

La maggior parte dei NPC parlerà con il nostro eroe tramite il classico dialogue-tree, dove ciascuna risposta si potrà adattare ad un dato stile di gioco e andrà ad influenzare il gameplay in modi differenti, tutt'altro che trascurabili.
Il sistema di conversazione consentirà di creare script contenenti dialoghi avanzati, dove i NPC non ripeteranno sempre la stessa frase quando avvicinati ma potrannno ricordare che voi avete già inteloquito con loro e reagire di conseguenza (magari accorgendosi che siete in possesso di un dato item o che avete completato una data quest, il che vi garantirà la loro benevolenza, ecc).
Data la grande quantità di personaggi non giocanti la maggior parte sarà stazionaria o vagherà nelle vicinanze di una certa zona, alcuni di loro potranno però agire più liberamente essendo dotati di script più complessi (non ci sarà però il mitico "daily schedule" che caratterizzava molti dei png di Ultima 6- 7,limite a cui ha dovuto sottostare anche Ascension).
Tutti i NPC meno importanti potranno essere uccisi, a meno che non abbiano una parte importante nella trama principale; in caso si scelga di far fuori qualcuno si dovrà fare ovviamente i conti con le guardie. Al momento della stesura di questo articolo, non era stata ancora decisa la tipologia del sistema di combattimento, molto probabilmente comprenderà un mix fra turni e tempo reale tenendo conto delle skill e delle statistiche del nostro personaggio (probabilmente Forza, Destrezza ed Intelligenza come negli altri Ultima) che cresceranno col combattimento ma non solo… Anche attraverso la magia o apprendendo dai NPC si potrà migliorare.
Ci sarà una buona varietà di armi e si sta prendendo in considerazione l'opportunità di impugnarne due in contemporanea! Ci saranno corazze di cuoio, chainmail (corazze ad anelli), platemail (corazze di piastre) e ovviamente le opportune varianti magiche...
L'inventario verrà gestito con il classico sistema paper-doll , il backpack questà volta verrà suddiviso in pratici slot,con ogni oggetto che andrà ad occuparne un certo quantitativo (come avviene in Diablo). Non ci sarà un sistema economico particolarmente complicato in quanto le item che si potranno comprare avanno un prezzo prefissato,salvo variare in casi eccezionali come il completamento di una quest relativa ad una città ( la possibilità di depositare il nostro denaro in banche,poi, non sarà presente).
Quando si parla di Ultima l'interazione assume un ruolo piuttosto importante e i Peroxide stanno cercando di realizzare un buon compremesso fra interattività e funzionalità,tenendo anche conto dei tempi di sviluppo: a quanto pare la maggior parte degli oggetti si potrà spostare e tanto per citare una in particolarità a caso... Potremo fare il pane!!!
Intraprendere esclusivamente la strada delle arti magiche sarà possibile,ma in maniera differente rispetto a quanto accadeva in Ultima1 (beh,c'erano solo nove magie acquistabili in svariate città ed erano in scroll monouso) : probabilmente saranno presenti i classici reagenti che andranno a costituire parte integrante nei rituali di trascrizione di un incantesimo,ed anche il Gargish sarà un elemento vocale portante per le magie(si tratta del linguaggio della razza dei Gargoyle).
In questa versione del gioco vi sarà una distinzione più marcata tra mago e guerriero( quest'ultima tipologia di personaggio nell'originale era in grado di lanciare con facilità incantesimi,senza differire poi molto dallo stregone): qui invece l'incantatore specializzato potrà probabilmente contare su un libro di incantesimi comprendente magie specifiche,e per così dire 'riservate'. Si potrà pertanto fare un forte affidamento sulle arti magiche nel caso si scelga di investire esclusivamente su queste ultime,a differenza di altri giochi non party-based dove bisogna fare sempre e comunque i conti col combattimento corpo a corpo. In ogni caso l'esatta modalità per il lancio degli incantesimi non é stata ancora decisa e dipenderà pesantemente dal sistema di combattimento che si deciderà di adottare.
Non vi sarà alcun tipo di modalità multiplayer.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

La canzone dell'Avatar

La musica avrà parte integrante in questo remake : sarà ispirata dall'atmosfera medievaleggiante del gioco, con la probabile presenza di riarrangiamenti di motivi tratti da altre puntate della saga; varierà inoltre in base alle situazioni di gioco in cui ci verremo a trovare (il formato sarà l'MP3). I NPC non saranno dotati di dialoghi parlati dato l'ingente investimento che l'ingaggio di attori professionisti avrebbe richiesto (e dato il numero elevato di personaggi a cui dare voce : si tratta di un progetto freeware,non dimentichiamolo!).Comunque sarà presente una voce narrante all'inizio e alla fine del gioco,effetti sonori appropriati e il supporto dell'audio tridimensionale.

Non temete,offre Peroxide
Il propietario dei diritti di copyright del gioco é sempre EA,non domentichiamolo,e quest'ultima non é assolutamente coinvolta nello sviluppo del remake: dato che si tratta di un progetto reso disponibile in maniera totalmente gratuita e senza alcun intento lucrativo i Peroxide hanno ottenuto la benedizione di Richard Garriott per lo sviluppo e pubblicazione del gioco... Ultimamente é nata una piccola polemica con Electronic Arts,la quale avrebbe sostenuto (cito testualmente le fonti) che ottenere il permesso di Garriott (detentore del marchio Ultima ai tempi dell'inizio del progetto)per il via libera al remake sarebbe stato come “chiedere a Toto il permesso per il rifacimento del Mago di Oz” (metafora abbastanza esplicativa...). Ciò che é certo é che i Peroxide tenteranno in qualche modo di accordarsi con EA e che il gioco,quando ultimato,sarà reso disponibile gratuitamente per un unico download e la delizia di noi 'rpgisti': un autentico atto d'amore nei confronti della SAGA DI ULTIMA!

Requisiti hardware minimi (e soprattutto temporanei)

  • Windows 95/98/ME/2000
  • Direct X 8.0
  • Direct X 7.0 per il seguenti techdemo : 1.00, 1.01, 1.02 & 2.00
  • PentiumIII 500 MHz
  • Scheda video TNT2
  • 128 MB RAM
  • 250 MB di spazio libero su disco rigido
Molto probabilmente i requisiti riguardanti la scheda video e processore potrebbero aumentare (una scheda acceleratrice con 32 mb di ram e hardware t&l sarà probabilmente la scelta giusta :-) Per altre informazioni e il download della tech-demo, visitate questo sito.

In una terra di mistiche arti e antiche stregonerie un tiranno verrà sfidato, un leader giungerà al potere ed un eroe finalmente sorgerà. Così la leggenda ha avuto inizio...

La serie di Ultima é stata senza dubbio una pietra miliare nella storia dei videogiochi in generale e a maggior ragione nell'evoluzione del genere CRPG: creata e concepita dalla fervida mente di Richard Garriott, sin dal suo debutto nei primissimi anni 80 agli albori dell'intrattenimento videoludico, ha saputo incarnare perfettamente la definizione di gioco di ruolo per antonomasia, assicurandosi un fedelissimo gruppo di leali seguaci in continua crescita all'uscita di ogni nuovo episodio, portando sui monitor di piu’ di una generazione di giocatori la battaglia senza fine tra il Bene e il Male...