Winx ClubWinx Club 

Ragazze, è finalmente arrivato il gioco di Winx Club!

Il gioco

Assecondato da una serie di sequenze animate, Winx Club segue in modo abbastanza fedele le vicende raccontate nel cartone da cui è tratto, tanto da interrompere l’azione di gioco piuttosto spesso (e in modo fastidioso), soprattutto all’inizio, per far posto agli elementi “narrativi”. Subito dopo l’incontro con Stella e i troll che la attaccano, si passa a quella che sarà la location principale, ovvero la scuola di magia. Da lì è possibile accedere a numerosissime “missioni” di vario tipo, che a un certo punto portano Bloom a combattere mostri di ogni tipo utilizzando i propri poteri. La location della scuola, davvero enorme e divisa in tante sezioni, si rivela una miniera inesauribile di “bonus” e di segreti, un posto in cui è possibile raccogliere vari potenziamenti (in particolare per accrescere l’energia vitale) nonché le “stelle” che vengono utilizzate come moneta di scambio per acquistare varie cose. Le varie sfide da portare a termine, che riguardano in prevalenza il ritrovamento di particolari oggetti, strizzano l’occhio alla “customizzazione vista al femminile”. Un esempio pratico: accedendo al menu di gioco, è possibile fra l’altro scegliere il vestito da far indossare a Bloom tra quelli fino a quel momento acquistati o conquistati.

Winx Club Winx Club Winx Club

Considerazioni tecniche

Il sistema di controllo di Winx Club, relativo allo schermo, rivela i propri punti deboli nel momento in cui la gestione della visuale viene meno (e non accade di rado). Il problema è molto sentito durante i combattimenti: Bloom può “agganciare” un nemico e girargli intorno per colpirlo a distanza ed evitarne gli attacchi, ma dover aggiustare la visuale spesso rende tutta la procedura “macchinosa”. Per il resto, il personaggio si controlla senza problemi e risponde prontamente al joypad.
La realizzazione grafica del gioco è fatta di alti e bassi. Il frame rate è piuttosto ballerino, sintomo di una mancata ottimizzazione, e alterna movimenti fluidissimi degli oggetti a vistosi rallentamenti. Le stanze della scuola mostrano un livello di dettaglio medio e risultano povere per quanto concerne le texture, però in alcuni casi vantano la presenza di interessanti riflessioni (della serie “pavimenti lucidati a specchio”…). I personaggi non dispongono di un gran numero di animazioni né brillano per il disegno, pur risultando molto fedeli al cartone animato. Il comparto sonoro vede la presenza delle musiche originali della serie, con tanto di canzoni in Inglese (peccato: onestamente le sigle della versione italiana non sono male…), e di un parlato in Italiano talvolta buono e talvolta meno buono, mixato un po’ male con gli altri effetti (per fortuna è possibile risolvere il problema nelle opzioni).

Winx Club Winx Club Winx Club

Non ci piove: Konami non ha certamente affidato lo sviluppo di Winx Club a uno dei suoi migliori team, e si vede. Il gioco ha il merito di riprodurre fedelmente quanto proposto dalla serie TV, sia a livello estetico che pratico, denunciando la mancanza di un’idea forte che potesse rendere il tutto più coinvolgente e meno monotono. I combattimenti, in pratica l’unico elemento capace di movimentare l’azione tra la ricerca di un paio di forbici o di una stella, sono distribuiti con parsimonia e si contraddistinguono per l’eccessiva ripetitività. Pur discreto a livello tecnico, insomma, Winx Club non si discosta dalla media dei prodotti del suo genere: mero merchandising, prodotto senza troppe attenzioni per raggiungere il solo obiettivo di attrarre i fan della serie. Pro: Fedele al cartone animato Qualche buona soluzione grafica Parlato in Italiano Contro: Ripetitivo e noioso Visuale mal gestita Solo per chi ama il cartone animato

Multipiattaforma

Winx Club è disponibile anche per Personal Computer, dove può godere ovviamente di una risoluzione decisamente maggiore, e di una migliore definizione per quanto riguarda texture ed effetti. Per il resto le due versioni sono identiche.

La macchina del merchandising non si ferma, e così anche Winx Club, una delle migliori espressioni Italiane per quanto riguarda l'animazione, gode di una trasposizione per PlayStation 2 ad opera di Konami (nientemeno). Il gioco si basa sulla prima “season” dello show: la giovane Bloom si imbatte in un combattimento tra fate e orchi, scoprendo di possedere dei poteri magici. Così viene invitata da Stella, la fata che ha aiutato, a frequentare una scuola per fate che si trova in un regno magico…

TI POTREBBE INTERESSARE