Dark Souls - Artorias of the Abyss La Soluzione di Dark Souls - Artorias of the Abyss 

Non siete ancora stufi di Dark Souls? Allora questo DLC fa per voi!

ATTENZIONE

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi è possibile trovare delle divergenze nella versione italiana e/o in altre piattaforme.

Nuovi personaggi

Elizabeth il guardiano: Elizabeth è un enorme fungo situato nel santuario di Oolacile, è un mercante e vi farà iniziare la missione per salvare Dusk.
Chester il meraviglioso: incontrerete Chester nella foresta reale davanti all'arena dove vi scontrerete con Artorias, è un mercante e vende umanità al costo di 10.000 anime, se ucciso lascerà la sua armatura.
Gough Occhio Di Falco: incontrerete Gough dietro la porta apribile con la chiave cimiero, è un mercante e vende "l'intaglio del saluto", parlando con lui inoltre potrete sbloccare lo scontro con Kalameet.
Dusk di Oolacile: è il personaggio già incontrato nella versione base di Dark Souls, e attorno al suo salvataggio ruota la trama di questa espansione.
Ciaran: personaggio che incontrerete nell'arena dopo aver ucciso Artorias, vi chiederà la sua anima in cambio di un paio d'armi, è consigliato di ucciderla per ottenere oltre alle armi anche la sua armatura.

Nuovi oggetti

Ciondolo d'argento: ottenibile illuminando un muro nel borgo di Oolacile con la lanterna teschio, utilizzandolo sarete praticamente immune alla magia oscura.
Intaglio del saluto: oggetto per le partite con altri giocatori, utilizzandolo oltre ai normali gesti potrete anche dire semplici frasi con diversi significati come "ciao" o "mi dispiace".
Chiave del cimiero: ottenibile sconfiggendo lo scrigno trappola nel borgo di Oolacile, serve per accedere alla zona dove incontrerete Gough Occhio Di falco.
Anello della calamità: ottenibile uccidendo Kalameet, raddoppia il danno subito dal giocatore.
Fungo di Elizabeth: rigenera i punti vita per trenta secondi.
Cristallo porpora del codardo: ottenibile entrando la prima volta nella Battaglia dello stoicismo, permette di lasciare le partite giocatore contro giocatore.
Anima del guardiano: ottenibile sconfiggendo il guardiano del santuario, se consumata dà 12.000 anime.

Nuove armi

Segno d'argento scuro: è un coltello molto veloce, richiede almeno 25 in destrezza per essere equipaggiato, e ha un modificatore del danno in destrezza di livello "S". Ottenibile scambiando l'anima di Artorias con Ciaran, oppure uccidendo questo personaggio.
Segno d'oro: è un coltello molto veloce, richiede almeno 25 in destrezza per essere equipaggiato, ha un modificatore del danno in destrezza di livello "A" e provoca 300 punti di sanguinamento a colpo, molto utile da usare assieme al Segno d'argento scuro. Ottenibile scambiando l'anima di Artorias con Ciaran, oppure uccidendo questo personaggio.
Catalizzatore d'avorio di Oolacile: è un catalizzatore acquistabile da Elizabeth, ha un aggiustamento magico di +180.
Grand'arco di Gough: è l'arco più potente del gioco, ma richiede 27 forza e 20 destrezza per essere equipaggiato. Può essere ottenuto parlando con Gough una volta sconfitto Kalameet.
Grande spada dell'abisso: creata dal fabbro gigante utilizzando l'anima di Artorias e una spada +10, richiede 22 punti in forza e 18 in tutte le altre statistiche per poter essere utilizzata, ha un modificatore al danno di livello "C" sia in forza che in destrezza, il danno aumenta anche in base all'umanità posseduta fino a un massimo di 11, l'attacco speciale a una mano esegue un fendente di 360 gradi, l'attacco speciale a due mani esegue un fendente verticale che si infrange sul terreno, può essere migliorata fino a cinque volte usando la Titanite del demone.
Catalizzatore di Manus: creato dal fabbro gigante utilizzando l'anima di Manus e un qualsiasi catalizzatore, incrementa il danno delle magie oscure.
Coda del guardiano: è una frusta che infligge danni da veleno, ottenibile tagliando la coda del guardiano del santuario, richiede 15 in forza e 10 in destrezza per poter essere equipaggiata, può essere migliorata fino a cinque volte, oppure può essere resa magica o incantata.
Grande spada di ossidiana: ottenibile tagliando la coda di Kalameet, l'attacco speciale crea un potente effetto ad area che infligge molti danni ai nemici circostanti e costa 50 punti di durabilità, il danno base è molto alto, e richiede 20 in forza e 16 in destrezza per poter essere equipaggiata, può essere migliorata fino a cinque volte utilizzando la scaglia di drago.
Grande ascia di pietra: arma rara lasciata dai guardiani di pietra, l'attacco speciale a una mano esegue un fendente orrizzontale, l'attacco speciale a due mani colpisce il terreno e crea un piccolo attacco ad area che colpisce i nemici circostanti, può essere migliorata fino a cinque volte utilizzando la titanite scintillante.
Rastrello: arma rara lasciata dagli spaventapasseri nella foresta reale, l'attacco speciale infligge un grandissimo ammontare di danni, ma fa cadere il personaggio se non colpisce nemici, può essere migliorata come arma normale fino a quindici volte. La Soluzione di Dark Souls - Artorias of the Abyss

Nuove armature

Elmo affumicato: elmo raro lasciato dal "guerriero affumicato" ha una buona resistenza al veleno ma statistiche molto basse. Elmo dello stregone affumicato: elmo raro lasciato dallo "stregone affumicato", ha buone resistenze alla magia e al veleno ma statistiche molto basse.
Armatura di Artorias: può essere acquistato dal mercante Zena per 20.000 anime a pezzo, una volta sconfitto Artorias, è una delle armature medie migliori del gioco, ogni pezzo aumenta l'equilibrio per un totale di 36, offre un'alta resistenza fisica e una buona resistenza magica, il peso totale è di 24.8, e ogni pezzo può essere migliorato fino a cinque volte utilizzando la titanite scintillante.
Armatura del guardiano: troverete ogni singolo pezzo di questo set sparsi nella foresta reale, è un'armatura molto pesante, ma offre un equilibrio totale di 98, ottimi valori a ogni resistenza e 100 punti di resistenza al sanguinamento.
Armatura di Chester: ottenibile uccidendo il mercante Chester, armatura leggera con una buona resistenza al veleno e ottima resistenza al sanguinamento, ogni pezzo può essere migliorato fino a cinque volte utilizzando la titanite scintillante.
Armatura del signore delle lame: ottenibile uccidendo Ciaran, armatura leggera con buona resistenza al sanguinamento e ottima resistenza al veleno, ogni pezzo può essere migliorato fino a cinque volte utilizzando la titanite scintillante.
Armatura di Gough: ottenibile uccidendo Gough, ottima armatura con buoni valori alle resistenze sia fisiche sia elementali, può essere migliorata fino a cinque volte utilizzando la titanite scintillante.
Scudo purificatore: ottenibile salvando il giovane Sif, ha alti valori in ognuna delle resistenze ed essendo uno scudo grande offre una stabilità di 77 punti.

Nuovi incantesimi

Fiamma nera: è una piromanzia ottenibile da un cadavere nel baratro dell'abisso, molto simile alla combustione migliorata come attacco in corpo a corpo ma che a differenza di essa provoca danni fisici anzichè da fuoco, occupa uno slot magie e può essere utilizzata otto volte.
Globo oscuro: è una stregoneria oscura ottenibile nel borgo di Oolacile, crea un globo oscuro che viene scagliato contro il bersaglio, occupa uno slot magie e può essere utilizzato dodici volte, come tutte le magie oscure ottiene maggiore danno in base alla forza del personaggio.
Sfera oscura: è una stregoneria oscura ottenibile su un cadavere nel baratro dell'abisso, crea sei piccole sfere che vengono scagliate a grande velocità verso il bersaglio più vicino, occupa uno slot magie e può essere utilizzata 6 volte, come tutte le magie oscure ottiene maggiore danno in base alla forza del personaggio.
Nebbia oscura: è una stregoneria oscura ottenibile su un cadavere nel borgo di Oolacile, crea una fitta nebbia che infligge danni da veleno ai nemici all'interno di essa, occupa uno spazio magie e può essere utilizzata due volte.
Inseguitori: è una stregoneria oscura ottenibile scambiando l'anima di Manus con il corvo Snuggly nel rifugio dei non morti, crea cinque piccole sfere che inseguono il bersaglio anche se questo le ha schivate una prima volta, occupa due spazi magie e può essere utilizzata tre volte, come tutte le magie oscure ottiene maggiore danno in base alla forza del personaggio.

Premessa della soluzione

Per accedere ai nuovi contenuti del gioco, dovrete aver terminato la quest principale nella partita in corso. Salvate Dusk di Oolacile (troverete come fare nella soluzione di Dark Souls) e recatevi agli archivi del duca, poco dopo il prima ascensore affronterete un golem di cristallo che vi lascerà il ciondolo rotto.

Il giardino del santuario

Recatevi nella zona dove avete affrontato l'Idra all'interno del giardino Radice oscura, entrate nella caverna dove avete affrontato il golem di cristallo dal quale avete liberato Dusk, se all'interno del vostro inventario vi è anche il ciondolo rotto vi apparirà un portale oscuro, esaminatelo per entrare nel giardino del santuario. Riposate al falò e proseguite nella caverna fino a raggiungere il portale di nebbia, entrate per affrontare il boss.

Boss: Il guardiano del santuario

Cercate di non avere un equipaggiamento troppo pesante, è di vitale importanza per uscire vincitori da questo scontro di poter effettuare delle schivate veloci, inoltre vi farà molto comodo utilizzare uno scudo con forti resistenze all'elemento fulmine. I normali attacchi corpo a corpo del boss non sono difficili da schivare, il miglior momento per attaccarlo è immediatamente dopo l'attacco dove crea un'onda d'acqua e quando planerà verso di voi in volo, infatti dopo questi due attacchi il boss rimarrà fermo alcuni secondi. Evitate la sua coda o sarete avvelenati all'istante. Quando il boss prende il volo, parate i fulmini con lo scudo. Se riuscirete a tagliargli la coda (colpendola) otterrete la "coda del guardiano". Una volta ucciso il boss (e ricevuta la sua anima) raggiungete la parte opposta del lago per entrare in un'altra caverna e dopo di essa il Santuario di Oolacile. La Soluzione di Dark Souls - Artorias of the Abyss

Santuario di Oolacile

Scendete nel giardino e parlate con Elizabeth (un enorme fungo), rispondete di "sì" alla sua richiesta di salvare Dusk nuovamente, dopo il dialogo Elizabeth sarà disponibile anche come mercante, ora raggiungete la parte centrale del giardino e attivate il falò. Esplorando meglio la zona potrete trovare una doppia umanità su un cadavere, ora passate l'arco di pietra e attraversate il ponte per proseguire verso la foresta Reale.

Foresta Reale

Appena attraversato il ponte, verrete attaccati da alcuni spaventapasseri, eliminateli e proseguite per la strada in salita alla vostra destra, questa zona è identica alla normale "Foresta Radice Oscura" entrando dalla zona dello scontro con il Lupo Sif. Esplorando la foresta vi imbatterete in una versione potenziata del guardiano di pietra, schivate i colpi di questi nemici, poichè spezzeranno la vostra parata con scudo, cercate di colpirli con magie o piromanzie. Raggiungete il centro della foresta e in un piccolo laghetto troverete uno scrigno contenente una lastra di titanite blu, proseguite verso una piccola torre in rovina per trovare i "guanti del guardiano". Ora raggiungete la zona ovest della foresta (dove nella foresta Radice oscura affrontate i due gatti giganti), uccidete i nemici facendo attenzione agli spaventapasseri che si getteranno su di voi dall'alto. Poco prima del ponte sulla sinistra troverete un cadavere con i "pantaloni del guardiano", attraversate il ponte e il Drago nero Kalameet farà la sua prima comparsa. Prendete il sentiero che sale sulla destra, fate attenzione alla lucertola splendente all'uscita dal piccolo androne di legno, eliminate l'ennesimo guardiano e proseguite rimanendo a fianco della piccola parete rocciosa, saltate il baratro sulla sinistra, proseguite verso la collinetta, saltate l'ennesimo baratro (fate attenzione che non si veda) e raggiungete il cadavere con "l'elmo del guardiano", continuate ad esplorare la zona e cercate un cadavere al bordo di un burrone per recuperare "l'armatura del guardiano". Ora recatevi verso l'enorme rovina stile arena, e sulla destra troverete una piccola torre, usate l'ascensore per scendere al piano inferiore, sulla vostra destra incontrerete il personaggio Chester il Meraviglioso, se risponderete "sì" alla sua domanda diverrà un mercante, dietro di lui c'è un ascensore che vi condurrà all'inizio della foresta reale, un'utile scorciatoia che vi permetterà di raggiungere il falò del santuario di Oolacile. Ora attraversate il portale di nebbia alla base dell'arena per scontrarvi con Artorias dell'abisso in persona.

Boss: Artorias dell'abisso

Artorias è immune a praticamente ogni magia e piromanzia del gioco, quindi andrà attaccato esclusivamente con attacchi fisici, non possiede attacchi a distanza ma la sua velocità di movimento colmerà questo suo difetto, i suoi colpi infliggeranno ingenti danni anche su armature pesanti; per vostra fortuna ogni suo attacco è preceduto da una piccola animazione, quindi studiate bene le sue mosse prima di ingaggiarlo in corpo a corpo, quando si abbassa sta per eseguire il suo attacco con balzo da lontano, facilmente schivabile una volta preso il giusto tempismo, l'altro suo attacco principale è il salto con colpo finale della spada sul terreno, fate molta attenzione, perchè può eseguire questo attacco anche tre volte di seguito, cercate di colpirlo una volta terminato il balzo. Ogni volta che la sua vita scenderà di un quarto, si allontanerà per iniziare a lanciarsi una magia di potenziamento con un'esplosione, a questo punto se possedete un'arma abbastanza forte potrete correre verso di lui e colpirlo per interrompere la magia, altrimenti vi basterà mantenere le distanze. Continuate ad attaccarlo con il giusto tempismo e presto avrete ragione di questo boss, che vi ricompenserà con la sua anima. Attraversate l'arcata di pietra e proseguite diritti fino al falò.

Borgo di Oolacile

Tornate nell'arena dove avete appena sconfitto Artorias per incontrare un nuovo personaggio di nome Ciaran, vi chiederà l'anima del boss in cambio di due armi, consiglio di rispondere di "no" e di ucciderla per ottenere le armi e la sua armatura, infatti questo personaggio non è un mercante e non la rivedrete mai più. Tornate al falò e prendete il sentiero che scende sulla sinistra, proseguite la vostra discesa seguendo l'unico percorso disponibile (non preoccupatevi dell'ascensore) e fate attenzione ai numerosi nemici, soprattutto ai maghi che vi attaccheranno a distanza quando sarete sulle passerelle di legno, una volta raggiunto il piano più basso del palazzo in rovina, eliminate i numerosissimi nemici cercando di attirarne pochi per volta verso di voi, tornate verso le scale dalle quali siete venuti e imboccate la porta ad arco sulla destra, salite le scale per iniziare l'ascesa su un'impalcatura di legno alla cui sinistra noterete una stanza con un caminetto acceso, proseguite fino a una stanza dove troverete una scritta arancione sul terreno che recita "lascia che ci sia luce" utilizzate la lanterna teschio per illuminare il muro, e raccogliete il ciondolo d'argento nella stanza segreta (equipaggiatelo nella selezione veloce degli oggetti) vi servirà per proteggervi dalla magia oscura; tornate indietro e gettatevi nella stanza con il caminetto acceso, eliminate lo scrigno trappola per ricevere la chiave cimiero. Ora tornate indietro fino alla zona dove avete affrontato i mostri a gruppo, ed uscite alla sinistra del caminetto spento, proseguite fino a trovare l'ascensore e utilizzatela per tornare all'inizio della zona, tornate verso la zona dove avete affrontato Artorias, e prendete il percorso verso sinistra che conduce a delle scale al termine delle quali troverete una porta apribile con la chiave cimiero, salite le scale per incontrare il personaggio Gough Occhio Di Falco, parlate con lui fino a che non vi darà sempre la stessa risposta, ora lasciate la conversazione e interagite nuovamente con lui, rispondete di "sì" a entrambe le sue domande e Gough scoccherà una freccia contro il drago nero Kalameet. Tornate all'ultimo ascensore che avete attivato per scendere nuovamente al piano basso del borgo, fatevi strada fino a un'enorme stanza circondata da statue ed eliminate l'abominio incatenato e proseguite fino a trovare un pulsante per attivare un altro ascensore sul quale però vi attende un mostro. Entrate nelle prigioni e attivate il falò che si trova davanti a voi, e proseguite per entrare in una nuova zona. La Soluzione di Dark Souls - Artorias of the Abyss

Baratro dell'abisso

Le luci guida di questa zona cambieranno di colore ogni volta che vi entrerete, quindi fate molta attenzione a quali luci seguite per trovare la giusta strada. Appena usciti dalla prigione, prendete il percorso verso sinistra, raggiungete una zona con diversi nemici, eliminateli e raccogliete l'incantesimo "sfera nera"; tornate indietro fino a trovare una discesa con una piccola luce guida alla vostra sinistra, attraversate il ponte roccioso e girate a sinistra per cadere attraverso un pavimento illusorio, seguite il fantasma di Alvina (il gatto bianco) e non lasciatevi toccare dalle umanità giganti, sulla vostra sinistra troverete un passaggio ad arco per un ascensore che vi farà ritornare alla foresta reale. Tornate al baratro e colpite il muro di roccia di fronte al passaggio da cui siete appena usciti, passate il muro illusorio e proseguite fino a incontrare una versione giovane di Sif, sconfiggete le umanità giganti attorno a lui e avvicinatevi, scomparirà lasciandovi uno scudo. Tornate verso l'ascensore e scendete per il sentiero segnato dalla luce guida, proseguite fino a raggiungere una colonna crollata ed usatela per accedere al piano inferiore, continuate la vostra discesa fino al portale di nebbia, assicuratevi di essere in forma umana (se non lo siete tornate a uno dei falò) ed entrate nel portale.

Boss: Manus, padre dell'abisso

Per affrontare meglio questo boss, cercate di ricordarvi la strategia per battere il Demone vagante, i due scontri presentano molte similitudini, inoltre le piromanzie a distanza vi saranno molto utili. Recatevi immediatamente al centro della zona dello scontro, per evocare Sif attraverso il suo segnale; i primi attacchi di Manus saranno dei potenti colpi con il suo arto gigante, prima di eseguirli alzerà il braccio, questo vi aiuterà ad avere il giusto tempismo per evitarli, cercate di stare vicino al boss e parate i suoi colpi con un buono scudo fino a che non resterà fermo alcuni secondi necessari a colpirlo, quando avrete inflitto abbastanza danni da portare il boss a metà della barra vitale, inizierà ad usare anche tre attacchi di magia oscura, il primo è un'ondata di sfere oscure, il secondo è una pioggia di magia oscura e il terzo evocherà delle sfere oscure che circonderanno l'intera stanza per poi scagliarsi contro di voi, utilizzate il ciondolo d'argento per ricevere meno danni da queste magie. Eliminate il boss per ricevere la sua anima e liberare Dusk. Accendete il falò e teletrasportatevi al Santuario di Oolacile, parlate con Alizabeth per terminare la missione.

Boss: Il drago nero Kalameet

Per poter affrontare questo boss dovrete prima aver parlato con Gaugh Occhio Di Falco e aver risposto di "sì" a entrambe le sue domande, altrimenti se cercherete di scendere nella valle di Kalameet verrete uccisi all'istante dal suo soffio di fuoco. Consiglio caldamente l'uso di un equipaggiamento con alta protezione alla magia, per via della natura magica degli attacchi del boss, il suo soffio infatti non infligge danni da fuoco ma bensì di magia. Recatevi nell'arena dove avete sconfitto Artorias, uscite nella foresta reale e prendete la discesa opposta all'uscita da dove siete venuti, sconfiggete i tre cani ed oltrepassate il portale di nebbia, scendete la scaletta ed attendete una decina di secondi per cominciare lo scontro. Schivate la prima planata del boss, evitate il colpo di coda e infliggetegli quanti più colpi possibile, evitate i suoi balzi ed allontanatevi ulteriormente per non rimanere in gittata dei suoi soffi, cercate il tempismo giusto per ingaggiarlo in corpo a corpo, a quel punto vi basterà evitare la prima delle sue testate con due schivate verso sinistra per poi colpirlo alcune volte alle gambe, potrete anche cercare in questo modo di tagliargli la coda per ottenere la spada di ossidiana, semplicemente mirando alla coda anzichè le gambe; mantenetevi sempre a debita distanza e cercate il tempo giusto per avvicinarvi o aspettate di evitare i suoi balzi e di trovarvi abbastanza vicini al boss in modo che esegua l'attacco con la testa. Ha diversi tipi di attacchi magici e li userà a seconda della vostra posizione, di fronte a lui utilizzerà un soffio diretto, se vi troverete davanti ai suoi piedi si alzerà in posizione bipede e soffierà, evitate il soffio e menate fendenti al suo corpo, in questo caso tuttavia potrebbe anche usare un attacco magico che illuminerà di rosso l'area antistante, cercate quindi di uscire immediatamente dall'area interessata e colpitelo. Utilizzate l'aggancio del bersaglio quando vi troverete vicino a Kalameet è sconsigliabile dal momento che la telecamera vi disorienterà e vi renderà più difficile allontanarvi. Se rimarrete troppo tempo sotto i suoi piedi, inizierà a pestare il terreno, quindi cercate di rimanere sotto di lui il minor tempo possibile, stessa cosa dicasi se rimarrete troppo tempo vicino alla sua coda. L'attacco a cui dovrete fare più attenzione verrà effettuato dal boss quando spiccherà il volo, trovarsi all'interno del suo soffio vi porterà a un passo dalla morte, quindi appena il drago lascerà il terreno, scappate molto velocemente. Come avrete capito quindi la miglior strategia è quella del "colpisci e scappa", ma se possedete una magia a lunga gittata (come lancia di luce) potrete colpirlo anche standogli lontano. Una volta ucciso il boss, tornate da Gaugh Occhio Di Falco per ricevere la ricompensa.

La Battaglia dello stoicismo

La battaglia dello stoicismo è la nuova modalità giocatore contro giocatore di Dark Souls introdotta con questa nuova espansione. Per accedere a questa modalità dovrete aver sconfitto Artorias e prendere l'uscita a destra dell'arena per raggiungere una stanza chiamata "Gazebo" con sei falò blu, ogni falò rappresenta un particolare tipo di match, uno contro uno, due contro due, e quattro giocatari tutti contro tutti, i tre di destra vi porteranno in un'arena di scontro vuota senza nascondigli e posti dove scappare, i tre di sinistra invece in un'arena più complessa dove poter scappare ed usare coperture. In fondo al "gazebo" è situata la placca delle leggende, dove potrete vedere tutte le classifiche inerenti la modalità giocatore contro giocatore. Esistono tuttavia regole diverse dalla normale invasione del gioco normale:
- Lo scarto dei livelli tra i giocatori è massimo di 49
- Non si possono utilizzare oggetti curativi, ma solo miracoli curativi
- Le partite durano tre minuti e il giocatore che avrà fatto più uccisioni vince, una corona d'ora sulla testa del giocatore indica che ha il maggior numero di uccisioni.
- Dopo essere stati uccisi, verrete collocati all'interno di una gabbia con vita e magie ripristinate, verrete ributtati nell'arena con un piccolo periodo di invincibilità, per evitare che altri giocatori vi aspettino appena rinati per uccidervi nuovamente.

VIDEO DELLA SOLUZIONE - PLAYLIST

Clicca qui per vedere tutta la soluzione in video del gioco!

VIDEO DELLA SOLUZIONE - PRIMA PARTE

VIDEO DELLA SOLUZIONE - SECONDA PARTE

VIDEO DELLA SOLUZIONE - TERZA PARTE

TI POTREBBE INTERESSARE