7.5

Redazione

7.6

Lettori (78)


  • 117
  • 22
  • 85
  • 7

Dead Island: RiptideLa soluzione di Dead Island: Riptide 0

Manuale di sopravvivenza in caso di zombie su un'isola...

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco per PC, potrebbero dunque esserci divergenze rispetto ad altre versioni.

The Storm

Dirigetevi verso il secondo ponte e fermate la fuga di gas nella sala dei motori. Quindi sfuggite ai primi soldati zombie che appaiono salendo sul ponte principale. Raccogliete le armi da fuoco e cercate di non sprecare proiettili: in fondo, solo gli Infetti rappresentano una vera minaccia. Quando potete, superate il muro fatto di casse e raggiungete Lynch sulla pista di atterraggio. Sfruttate la presenza di altri compagni per distrarre i nemici e rendere più semplice lo scontro. Utilizzate infine l'entrata segnalata con la sigla 2F ed aprite la porta per far entrare l'ufficiale, chiudendo così il preludio.

Castaway

All'inizio vero e proprio dell'avventura - si apre qui infatti il Capitolo 1 - sarete privati delle armi raccolte durante il prologo, ma conserverete oggetti e munizioni. Seguite la donna che vi guida al Paradaise Survivor's Camp ed esplorate la spiaggia per recuperare qualche arma. Quando volete, dirigetevi al punto indicato e difendete gli altri ospiti dell'accampamento dall'assalto degli zombie. Dovrete mantenerli tutti in vita, poiché la morte di un solo altro ospite causerà la ripresa del gioco dal checkpoint.

Back to Reality

La richiesta di Tervor di assicurarvi che il campo sia sicuro e protetto da un'altra invasione di zombie, in realtà è una scusa per mettervi di fronte a un tutorial sulla modalità Orda. Quando siete pronti, parlate con lui per attivare la quest, dopodichè raccogliete i pezzi di barriera e posizionateli secondo le indicazioni a video. Quando la barriera sarà eretta, preparatevi a resistere a un nuovo assalto e cercate di sopravvivere, ricorrendo anche al Rage se necessario. Utilizzate infine il fumogeno di Trevor per distruggere il ponte che collega il campo a Pearl Sands.

New Beginnings

Questa missione segna l'ingresso nel Capitolo 2. Da questo momento potrete intraprendere anche le Team Quests e visitare alcuni negozi non presenti in precedenza.
Ad ogni modo, per iniziare questa missione attendete che il Colonnello Sam Hardy venga condotto nuovamente all'accampamento e parlate poi con Harlow. Iniziate dunque il giro di perlustrazione chiedendo ai personaggi che incontrate notizie sulla barca, aggirandovi tra Halai e Henderson Base. Ad Halai un pescatore locale vi consiglierà di recarvi a Marik's Marina, che si trova a est. Lì cercate la sola barca che possa resistere al contatto con l'acqua, poi dopo averla individuata cercate un motore funzionante in officina. Per montarlo sulla barca dovrete prima resistere a un nuovo assalto di non-morti.

Pathfinders

Utilizzate l'imbarcazione per raggiungere la giungla ed indagare la fantomatica Destroyed Road. Al termine della cut-scene, raccogliete il suggerimento di Harlow e spostatevi verso Halai Village, dove potrete parlare con i sopravvissuti del villaggio fortificato e decidere se è il caso di spostarsi alla Henderson Base. L'accesso al villaggio da nord dell'Halai Village è reso complicato dal spawn infinito di Infetti. È decisamente consigliabile aggirare il villaggio ed utilizzare l'ingresso ad ovest, nei pressi del Hoyahoya Bar, per raggiungere la zona di sicurezza dove si conclude la missione.

Saving Holy Man

Questa missione apre il Capitolo 3. Gli abitanti del villaggio Halai paiono piuttosto restii a concedervi la loro fiducia. Un buon metodo per entrare nelle loro grazie può essere rappresentato dal salvataggio del loro Holy Man, Marcus, che si trova in una brutta situazione. L'uomo infatti si trova prigioniero in una piccola zona del villaggio in balia di un berserker zombie, Joe "Ogre" Somare ed altri morti viventi piuttosto affamati. La soluzione di Dead Island: Riptide Utilizzate bombe e/o molotov per sfoltire le fila dei nemici, evitando che gli zombie si avvicinino eccessivamente a voi. Come imparerete presto, il berserker non è in grado di arrampicarsi, perciò la palizzata sopraelevata fa giusto al caso vostro: sgombratela dai nemici ed utilizzatela come rifugio.
Nel caso stiate giocando questa missione nel New Game Plus, potete invece scalare semplicemente la torre dell'acqua nelle vicinanze e raccogliere il fucile da cecchino per risolvere la faccenda dalla distanza senza sporcarvi le mani nella pozza.

Where the Dead Live

Marcus vi è grato per averlo salvato, ma non abbastanza da rivelarvi la strada per raggiungere la Henderson Base. Per sganciare questa preziosa informazione il sant'uomo pretende che liberiate un covo di zombie, accampatesi strategicamente proprio di fronte all'edificio in cui Marcus e la sua gente hanno stipato tutti i viveri di scorta.
La zona dello scontro assomiglia molto da vicino a quella in cui si è svolta la precedente missione, un bacino d'acqua attorniato da una palizzata. In questo caso però i vostri nemici hanno conservato cervello a sufficienza per riuscire a salire sulle scale. In realtà potreste facilmente girare a vostro favore questo apparente svantaggio facendo cadere dai gradini lo zombie scalatore e finendolo con un colpo secco al cervello mentre il malcapitato cerca in malo modo di riguadagnare l'equilibrio.
Ad ogni modo, dopo aver concluso la missione, tornate nella zona sicura dell'accampamento e parlate con Markus.
Come in precedenza, giocando questa missione nel New Game Plus potete godere dei vantaggi garantiti dal fucile da cecchino che si trova nella torre dell'acqua. Tuttavia, data la distanza, in questa occasione dovrete poter contare su un altro giocatore che provochi la fuoriuscita del boss.

Meeting Locals

Le vostre prove di lealtà hanno convinto Marcus, il quale ora accetta di portarvi sul luogo dove ha nascosto la mappa per raggiungere la Henderson Base. Seguite dunque le indicazioni sulla mappa per arrivare al punto indicato a Mataka Village ed incontratevi con Hadisi per chiudere questa breve missione.

Natural Resources

Come apprenderete durante il dialogo con Hadisi, il fratello di quest'uomo sta morendo e la raccolta di alcune erbe medicinali è la sola condizione che pone per farvi accedere alla casa di Markus. Per vostra fortuna non dovete compiere molta strada, raccogliete le diverse tipologie di erbe e portatele a Batram, fratello di Hadisi, per proseguire nel gioco.

The Ritual

Raccogliete le annotazioni e la mappa. Le prime si trovano dietro il quadro appeso al muro, la seconda in un vaso di fiori di fronte a Batram. Quando sarete pronti ad essere trasportati automaticamente in una missione-Orda, parlate con Batram stesso, poi incamminatevi verso Halai: al vostro ingresso nel villaggio un Markus delirante darà fuoco alle strutture che lo compongono. La soluzione di Dead Island: Riptide Ciò che è peggio però è che da quel momento dovrete resistere a tre diverse ondate di morti viventi, in un clima decisamente infuocato. Al ritorno di Harlow la battaglia si interromperà e una cut-scene introdurrà la prossima fase dell'avventura.

Way of Science

Questa missione segna l'inizio del Capitolo 4.
Dopo gli eventi che hanno sconvolto l'isola, Harlow vi chiede di trovare il Dr. Kessler, mandandovi a cercarlo nella biosfera nella zona nord-est dell'isola. Arrivati a destinazione usate l'interfono per accedere all'interno della struttura. La ricompensa per questa missione è un'arpione, ma potrete ottenerla solo tornando ad Halai dopo aver completato la missione successiva.

Dr Kessler

Questa missione si incastra all'interno della precedente, tuttora in corso. Il Dr. Kessler vi richiede di raccogliere quattro fialette al momento in possesso dei suoi assistenti zombificati che si aggirano per la serra. Cercate dunque la scala rossa che vi permette di salire sulla passerella. Memorizzate questo luogo, poiché qualora moriste ripartirete da qui.
I quattro aiutanti zombie rappresentano una nuova classe inedita presente per la prima volta in Riptide. Si tratta di Grenadiers. Come il nome lascia intendere, la loro peculiarità è il lancio di esplosivi, abilità che riguarda però solo quelli agghindati con un camice giallo, gli altri che indossano invece un semplice camice bianco sono normali camminatori. Utilizzate un'arma ad impatto elettrico per stordirli, poi approfittate del loro momento di spaesamento per finirli. Quando avrete tutte e quattro le fiale, riportatele al Dr. Kessler ed avviate la macchina per l'analisi del sangue, quindi completate il dialogo e parlate ancora una volta col dottore per chiudere la sua sottomissione. A quel punto potete tornare da Harlow e concludere anche la precedente Way of Scienze.

House of God

Pronti a lanciarvi nel cuore del Capitolo 5? Dirigetevi alla Santa Maria Mission, missione gesuita collocata nel centro dell'isola e raggiungibile attraverso i tunnel che partono dalla Henderson Base. Per accedere ai tunnel però dovrete prima sgomberare l'area dagli zombie ed alcuni particolari Infetti non possono essere stesi. Ad ogni modo, quando vi sarete liberati dei teschi bianchi, gli zombie segnalati, cercate il passaggio allagato che potete scorgere alle spalle delle rovine. Provate ad entrarci per avviare un cut-scene che vi conduce alla prossima missione.

Pump Action

Per prima cosa, parlate con Trevor. Dopodichè, dirigetevi al negozio di Wayne. Voi non potete saperlo ancora, ma il ragazzo in una imminente cut-scene verrà morso da uno zombie, perciò se avete quattro spicci questo è il momento giusto per investirli nelle sue preziose granate. Individuate poi anche le casse di mine che torneranno presto utili: una si trova vicino al tavolo da lavoro al primo piano, la seconda al piano superiore. Andate poi a Marik's Marina per raccogliere la pompa per il fango. Entrate dunque all'interno di un edificio con quattro tavoli da lavoro. La soluzione di Dead Island: Riptide Usate una prima scala lì vicino a nord, poi una seconda vicino alla barriera per entrare dal tetto nel magazzino dove si trova la pompa. Raccoglietela e tornate da Trevor usando il mezzo che preferite. Posizionate la pompa vicino a lui e provvedete a riparare le vostre armi, dopodichè iniziate il dialogo per concludere la missione.

Change of Plans

Il dialogo con Trevor attiva un attacco di zombie. A questo punto, tra l'altro, dovreste essere anche in grado di elevare da soli delle barriere, il che dovrebbe rendere lo scontro decisamente più agevole. Dopo aver ucciso tutti gli zombie teschio rosso, ad ogni modo, la missione si conclude. Se potete, approfittate ancora una volta delle mine gratis che si trovano nei due punti indicati in precedenza.

Heavy Equipment

Alla missione Santa Maria parlate con Sam Hardy, chiedendogli lumi sull'incidente dell'elicottero. Dirigetevi quindi sul luogo dello schianto e recuperate entrambi gli HMG. Per arrivare lì, potete optare per un fast travel verso Paradise Camp e usare da lì una barca, nel caso la vostra non sia più reperibile.
Arrivati a Santa Maria con entrambe le armi preparatevi a un nuovo assalto, che partirà piuttosto rapidamente, dandovi poco tempo per prepararvi. Potete installare le due mitragliatrici utilizzando i quattro punti pre-impostati e anche spostarle tra questi durante lo scontro nel caso si rendano necessarie in altri luoghi. In alternativa, potete semplicemente montarle e consegnarle a uno dei vostri compagni.

Stalwart Defence

Parlate con Trevor. Questo è un buon momento per allestire le difese dell'area. Avete presente le mine che vi abbiamo consigliato di raccogliere nei paragrafi precedenti? Bene, iniziate a posizionare quelle già in vostro possesso in modo che rappresentino una sgradita sorpresa per le orde in arrivo, dopodichè provvedete a raccoglierne altre sfruttando il tempo a vostra disposizione. Potete inoltre contare anche in questa missione sulle mitragliatici raccolte in precedenza, che potete naturalmente spostare da un appoggio all'altro a seconda della necessità, ma anche consegnare ai vostri compagni. Ricordate tuttavia di tenere sottocchio la loro dotazione di proiettili. L'attacco si concluderà in contemporanea col prosciugamento dei tunnel. A quel punto potrete parlare con Trevor per ottenere la vostra pistola di ricompensa.

The Tunnels

Il Capitolo 6 inizia qui. Inoltre, il completamento di questa missione causa la fuoriuscita di Wayne dalle Team Quest. Quando vi sentite pronti ad immergervi nei cunicoli sotterranei parlate con Trevor. Come notate fin da subito, vi tocca muovervi al buio. Potete facilmente porre rimedio a questo limite ripristinando al corrente nell'antico impianto usato addirittura dall'esercito imperiale giapponese. Tutto quello che è necessario fare è interagire col pannello che si trova nella sala della prima rampa. Avanzando lungo i tunnel troverete altri pannelli, e dovrete naturalmente interagire con loro per garantire la corrente lungo tutto il percorso. Sfortunatamente, già al secondo pannello, nei pressi del luogo in cui venite contattati da Harlow, le cose vanno storte e avrete bisogno di un fusibile. Niente paura, lo trovate nella stanza con un tavolo da lavoro a cui potete accedere sfruttando il tetto: all'interno si trovano degli zombie, noi vi abbiamo avvisato. Inserite quindi il fusibile al suo posto e proseguite il vostro viaggio addentrandovi nei meandri dei cunicoli, verso la base usata dall'esercito giapponese.
All'ingresso nella base potreste essere spiazzati dagli ampi spazi e dal buio. Procedete con cautela, il terzo pannello su cui dovete operare si trova all'interno di una crepa nel muro nella parte inferiore della base. Il fusibile, purtroppo, è nelle mani di un Thug: uccidetelo e inserite l'oggetto nel pannello per ripristinare la corrente. L'arrivo della luce coincide però con un attacco: eliminate prima i corridori, poi occupatevi del Thug e degli Infetti per procedere verso l'area finale. Aggirate sulla sinistra le barricate dietro cui si riparano i nemici per coglierli di sorpresa e sfruttare il momentaneo vantaggio. Quando sarà tornata la calma, ad ogni modo, approfittate del tavolo da lavoro per upgradare le armi in vostro possesso. Ora che affrontate umani calibrate di conseguenza gli upgrade sulle armi. Ad ogni modo, potete utilizzare ancora granate e molotov rimaste dalle precedenti missioni. Dopo aver ucciso il Chief Smuggler raccogliete la chiave e andatevene. Lo shotgun che vi viene consegnato da Trevor come ricompensa è un'arma molto utile che potrebbe accompagnarvi fino alla fine del gioco.

The Crossing

Questa missione vi catapulta nel Capitolo 7. Per prima cosa è arrivato il momento di vedervela con The Wrestler, che altri non è se non il buon Wayne. Prima di lanciarvi nello scontro però affidate ad Henry ogni tipo di oggetto raccolto in precedenza. Potete ferire The Wrestler in due modi. Scaricandogli addosso tonnellate di piombo dai vostri pochi e preziosi caricatori. Oppure, in alternativo, attirarlo vicino alle valvole e ustionarlo col calore. La soluzione di Dead Island: Riptide I suoi attacchi principali solo la carica e il pugno al suolo che produce un'onda d'urto piuttosto estesa. Se avete giocato il primo episodio, questo scontro ricorda molto da vicino quello con Ram. L'uccisione di Wayne mette fuorigioco il solo mercante di esplosivi da lancio sull'isola: da questo momento dovrete tenere in altissima considerazione le granate che vi sono rimaste.
Parlate ora con Sam Hardy, il quale sembra aver individuato un mezzo di trasporto che può condurvi alla Henderson. Dirigetevi a sud ed esplorate il cantiere navale: fate attenzione agli zombie che potreste risvegliare muovendovi sul molo. Raccogliete il fucile da cecchino dal retro del pick up. Se avete bisogno di proiettili ne trovate nel covo degli Smuggler e nei pressi della bacheca vicino all'edificio del cantiere navale qui al porto. Arrivati al cantiere, ad ogni modo, approfittate della momentanea attivazione del Group Fury ed eliminate i prigionieri. Se lo scontro andrà invece per le lunghe dovrete occuparvene da soli. Individuate poi Marvin nella sala controllo per esaurire i compiti di questa missione. Parlando con Marvin infatti attiverete un attacco di zombie, perciò prima di procedere assicuratevi di essere pronti.

Terminal Siege

La prima parte della missione è un mini-assedio al molo di attracco dei traghetti. Resistete all'assalto, poi parlate nuovamente con Marvin per avviare la seconda parte. Sorprendentemente, anche in questa seconda fase della missione vi viene richiesto di resistere a un'orda. La novità in questo caso è rappresentato dall'introduzione di Screamer, un nuovo tipo di zombie che è in grado di produrre un'onda sonica capace di stordire o addirittura scagliare al suolo i vostri personaggi. Quando avrete ucciso ogni non-morto potrete finalmente salire sul traghetto. Prima, ad ogni modo, vi è concesso di perlustrare in lungo e in largo il porto per raccogliere ogni tipo di oggetto.

The Ferry

L'arrivo su questa nuova isola coincide con l'inizio del Capitolo 8. la prima cosa da fare è liberare un pò di spazio per installare un accampamento. E quale luogo migliore di Henderson Marina? Ad ogni modo, Harlow suggerisce di accamparsi proprio, qui perciò non avete molte altre alternative. Sbarazzatevi degli zombie che infestano il luogo, ricorrendo magari al fucile di precisione raccolto prima del viaggio via mare. Avete sessanta proiettili e molte meno teste da far esplodere. Nel caso consumaste troppi colpi, potete fare il piano a Pinai Ferry Station, che si trova sull'ultima mappa.

City Newcomer

Parlando con Marvin vi viene suggerito di recarvi al Henderson Cinema per allestire un accampamento più duraturo, attività che apre il Capitolo 9. Arrivati al cinema seguendo le indicazioni fornite dal gioco dovrete cercare Jacqueline. Poiché il cancello è chiuso cercate per prima cosa le chiavi, che si trovano nella vicina pizzeria. Muovetevi poi lungo le strade che brulicano di zombie fino a raggiungere il cinema. Naturalmente, anche questo accesso si rivela chiuso. Aggirate allora l'edificio per provare a salire sul tetto: per riuscirvi dovrete però sbarazzarvi del Thug che controlla la scala. L'uscita di emergenza sul tetto è, per vostra fortuna, aperta. Accedete dunque al cinema per avviare la missione seguente.

Front Row

Il vostro solo compito in questo luogo è avanzare fino alla sala del proiettore. Muovetevi oltre l'ingresso, facendo attenzione all'interno della sala dove viene proiettato il film per la presenza di un Thug, accompagnato da numerosi Infetti. Se avete una Fury caricata, non fatevi problemi: questo è il momento giusto per usarla. Entrate dunque nella sala del proiettore e parlate con la donna all'interno, Jaqueline, la quale vi chiederà di chiudere la porta di fronte e quella sul retro. Cercate le chiavi in biglietteria e fate come vi viene indicato, dopodichè tornate a parlare con Jacqueline.

Militarized Zone

La volontà del colonnello Hardy è quella di trovare una via di fuga tra la base militare in rovina ad ovest. Considerando che dovrete tornare al cinema in futuro, ad ogni modo, assicuratevi di abbassare la scala d'emergenza, altrimenti sarete costretti a ripetere l'affollato percorso che conduce all'accesso dal tetto. Avanzate verso il ponte, affrontando il Wrestler che vi si scaglia contro. La torre d'osservazione lì nei paraggi vi permette di esaminare la situazione intorno a voi: in quel momento il colonnello dovrebbe chiedervi di spegnere gli allarmi che suonano per evitare che tutti gli zombi dell'isola si radunino nelle immediate vicinanze. Sono quattro in tutto: dopo averli spenti individuate il cancello che funge da accesso alla base. Per aprirlo ricorrete ad alcune cariche di esplosivo che si trovano nella tenda verde. La soluzione di Dead Island: Riptide All'interno, come noterete facilmente, manca la corrente e l'ambiente è immerso dal buio. Cercate le scale che scendono al piano inferiore e interagite col pannello elettrico per riportare la luce. Esaminate un po' l'ambiente per scoprire che, in pratica, quasi tutte le porte sono chiuse. Quando volete tornate al piano superiore e interagite ora col quadro delle comunicazioni, non prima però di aver attivato gli annaffiatoi antincendio per spegnere le fiamme che ostruiscono la strada. Oltre questo ostacolo vi attende un uno zombie Granadier accompagnato da alcuni altri zombie base, dopo di che potrete godervi una cut-scene. Uscite infine dalla struttura militare e tornate al cinema. Se avete seguito il discorso iniziale potrete utilizzare la scaletta per rientrare nel cinema, altrimenti vi toccherà nuovamente farvi largo tra i non morti per le stradine posteriori per arrivare alla porta sul tetto.

Rescue

Questa missione segna l'inizio del Capitolo 10. Parlate con Hardy per avviare gli eventi che fanno da sfondo alla missione sul tetto del cinema, dopodichè lanciatevi alla ricerca di Jacqueline e, dopo una breve conversazione, raccogliete le pellicole che la donna vi consegna per portarle sul tetto. A questo punto della missione, Trevor suggerirà di attivare gli altoparlanti a Town Hall, così che gli zombie siano attirati dal suono in quella direzione e interrompano l'assalto al cinema. Tradotto, doverete occuparvi voi della faccenda. La vostra meta, Town Hall, è a sud ovest, e come se non bastasse è popolata da un diverso numero di zombie tra cui anche alcuni Screamer. Quando vi sarete liberati di loro individuate il CD sul tavolo e usatelo interagendo con lo stereo. Dopodichè fate ritorno dal vostro gruppo al cinema.

Evacuation

Casa dolce casa, penserete. E invece no. Il vostro ritorno tra i compari di sopravvivenza vi attende un nuovo assalto zombie. Si tratta, in sostanza, dell'ennesima missione di assedio in cui vi ritroverete a resistere a ondate di non-morti via via più agguerriti e famelici. Trattandosi dell'ultima missione-Orda del gioco, l'asticella della difficoltà viene ora posta piuttosto in alto, sia per la mole di nemici che vi verranno lanciati contro, sia per l'impossibilità di preparare una qualche resistenza. A questo proposito, avrete a disposizione solo un'unica mitragliatrice, da appoggiare sul sostegno o da consegnare ai compagni a piacere. Sfruttate i circuiti elettrici al suolo per fermare l'avanzata dai camminatori e raccogliete quanto prima il bazooka, al suolo nel luogo in cui vi incontrate col resto del gruppo. L'arrivo della cut-scene segna la vostra sopravvivenza e la chiusura del capitolo. Inizia (e finisce) qui il Capitolo 11. Passata la tempesta, l'idea di Trevor è quella di andare a controllare la zona in cui si trova l'elicottero di Serbo. Il percorso verso quel luogo prevede nuovamente un passaggio per il cinema, e in questa occasione dovrete uscire dalla porta anti-incendio nella sala di proiezione per raggiungere il retro. Arrivati al Makeshift Hospital e svoltate a destra, inerpicatevi su per la scala e calcate quindi il percorso che conduce dalla base Henderson a Fort Henderson, ovvero la vostra meta. Oltrepassato il portone aperto e superati gli zombie in vostra attesa, ispezionate il rottame e notate la scia di sangue che vi conduce all'interno del forte. L'interno della struttura è composto come un labirinto, colmo di vicoli ciechi. Non vi sarà comunque difficile arrivare al punto in cui il pilota ferito si è fermato. Parlate con lui, poi seguite un'altra scia di sangue e trovate anche Serpo, all'esterno sul secondo parapetto.

Quarantine Zone

Inizio del Capitolo 12. Grazie alla vostra ricerca compiuta nella precedente missione, l'accampamento del gruppo ora è stato spostato a Fort Henderson, luogo dove il gruppo rimarrà fino alla fine della storia. Il vostro prossimo incarico richiede l'ingresso nella Quarantine Zone, e per fare ciò avrete bisogno del bulldozer. Caricate dunque quattro taniche di carburante nel retro del bulldozer e accendetelo: facendo ciò sfonderà il cancello producendosi in una folgorante esplosione. All'interno della Quarantine Zone dovrete cercare l'accesso al molo. Individuate per prima cosa la zona dove si trovano le tende mediche e arrivateci salendo prima sul tetto e seguendo poi il percorso sopraelevato. Siate pronti ad affrontare Ram, Thung e Wrestler, dopodichè scendete le scale che si trovano vicino a un tavolo di lavoro.

With the Tide

Inizio e fine del Capitolo 13. Siamo alla missione conclusiva del gioco. Dopo averla superata potrete solamente iniziare un New Game Plus. Se volete prima completare le Side Quest e le Team Quest lasciate in sospeso potrete però utilizzare ancora un un'ultima fast travel map.
Arrivati al molo dovrete muovervi nuovamente all'interno di una sorta di labirinto, ad ogni modo piuttosto lineare. Questo percorso sarà costellato di numerosi scontri. In sostanza, ad ogni cancello vi troverete di fronte uno Screamer, un Wrestler, un Ram e un Walker. Non c'è molto da dire in questo frangente, dovreste ormai aver imparato come comportarvi con loro. Due le armi consigliabili in questo caso, un fucile di precisione semi-automatico, o uno shotgun, suggerito dal gioco stesso dall'abbondanza di proiettili disseminati lungo il percorso. Come indicato già a inizio paragrafo, state per approcciare lo scontro finale del gioco, perciò a questo punto non ha molto senso conservare soldi: riparazioni e upgrade possono essere d'aiuto per la battaglia che vi attende, sapete dunque come investire il vostro denaro.
Sul fondo, ad ogni modo, scorgete finalmente Harlow intenta a fuggire. Inseguitela fino al montacarichi e scendete. Esaminate i computer nella stanza e i corpi dei pazienti morti. Aprite infine l'ultima porta a disposizione e affrontate Harlow. Lo scontro è piuttosto lineare, abbattete la sua prima barra della salute e Harlow passerà dalla pistola alla motosega. Dopo aver consumato una seconda barra della salute vi verrà indicata la posizione di un super-siero mutageno da raccogliere e iniettare nel vostro personaggio. A questo punto dovreste riuscire ad avere la meglio senza eccessiva difficoltà su di lei. Liberatevi dunque degli zombie che intralciano la vostra strada e procedete lungo i tunnel, dove altri non-morti, tra cui anche un Wrestler, proveranno a fermare la vostra fuga. Arrivati al poto, finalmente, interagite col pannello per far calare in acqua la barca e avviare una cut-scene. A questo punto, dopo la conversazione con Serpo, potrete decidere se salire a bordo e concludere il gioco, oppure usare il fast travel per completare le altre quest collaterali ancora in sospeso.

Video della soluzione - Prima parte