Guilty Gear 2: OvertureStrategie per il controllo dei vostri eserciti 

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco. Potrebbero esserci divergenze rispetto alla versione italiana.

Sol Badguy

Sol è un personaggio ingannevole poiché inizialmente non presenta grosse difficoltà, ma con l'andar del tempo si capisce come la sua padronanza completa sia ardua da raggiungere. Sol, di per sè, è molto forte; il suo limite è costituito dalla debolezza dei suoi servi, che può non costituire un problema nelle prime fasi, ma si rivela un ostacolo decisamente più fastidioso nelle fasi avanzate di gioco.
Sol deve dunque svolgere da sè la gran parte del lavoro, facendo affidamento sulla sua capacità di sfondamento sugli avversari. Ciò è dovuto alla necessità di impedire ai nemici di allestire un esercito imponente: la strategia migliore in questo caso è quella di controllare il maggior numero possibile di ghost, cercando la via più diretta verso il ghost master nemico. Ciò consente inoltre di raccogliere del prezioso Mana con cui compensare l'alto costo delle sue unità.
L'uso più utile che potete fare dei vostri servitori è usarli per catturare i ghost avversari, oppure come apristrada per l'avanzata verso il ghost master. È di fondamentale importanza però tenerne in vita quanti più possibile, perciò cercate di stare nelle vicinanze.
Cercate di decidere fin dall'inizio cosa volete controllare e dove avete intenzione di stabilire un blocco per rallentare i servitori nemici. Cercate di stabilire fin da subito anche la destinazione dei Drill e posizionateli dove volete non appena si rendono disponibili, sfruttando anch'essi per controllare i fantasmi o per rallentare l'avanzata nemica. I Drill non sono purtroppo molto potenti, ma vista la situazione di gioco a cui è praticamente obbligato Sol, non vi resta altra scelta che usarli. L'upgrade tuttavia consente loro di infliggere danni finalmente degni di nota, ma non risolve il problema della loro sostanziale mancanza di aggressività e acume tattico: sono piuttosto stupidi, ma non così tanto da risultare inutili. Potete infatti lasciarli a protezione dei vostri ghost per dissuadere i propositi nemici di sottrarvi del Mana.
I Blade sono davvero molto cari in proporzione alle loro capacità iniziali, però alla lunga si rivelano molto utili, in parte per la loro aggressività, decisamente superiore a quella dei Drill e in parte per l'aiuto a distanza ravvicinata che possono fornire una volta upgradati con il "Blockhead", che li dota di girandole infuocate con cui feriscono tutto ciò che gli passa vicino.
La "ranged unit" di Sol, i "Pencil Guy", sanno però difendersi bene, benché forse siano un po' meno efficaci rispetto a quelle di altri personaggi. La capacità di usare armi da fuoco con cui colpire i nemici infatti si affianca al potere velenoso dei loro colpi. Usati propriamente, ossia come rinforzo a Drill e Blade, svolgono un ottimo compito e l'uso di granate stordenti è solo una piacevole ed utile aggiunta al contributo, già di per se sostanzioso, di queste unità. L'upgrade poi rende l'arma in loro possesso decisamente distruttiva.
I "fire wheel" sono tra i servitori master più facili da usare. La loro dote migliore è la potenza dell'attacco frontale, il che li rende un nemico temibile per qualunque avversario. A ciò aggiungono anche una velocità notevole. Decisamente tra le migliori unità di Sol, sicuramente quella da chiamare quando avete bisogno di rinforzi.
Le Queen spiccano per la loro economicità, ma sanno rivelarsi ugualmente utili. Le loro doti magiche infatti permettono loro di muoversi con rapidità per la mappa, ma anche di catturare i ghost in un tempo di molto inferiore alla media. Benché sia in grado di danneggiare le armature nemiche è meglio utilizzarla in fase difensiva, dove è in grado di rafforzare la protezione sugli alleati al suo fianco.
L'Emogulfer sfrutta appieno la possibilità di spostarsi rapidamente per lo scenario concessa dalle sue ruote infuocate. Non solo, è anche in grado di bloccare gli oggetti dagli inventari del master nemico e dei suoi servitori. Si sa difendere bene in battaglia, ma il suo uso migliore è al fianco di Sol durante lo scontro col master, impedendo così al master avversario di ricorrere ad oggetti speciali dal suo inventario.
Il Giant è probabilmente l'unità più debole di Sol. Debole in senso relativo, perché la sua forza è controbilanciata da una mobilità ridotta, una mole che lo rende visibile a distanza dal nemico ed una sostanziale inefficacia in mancanza di costosi upgrade, che vanno ad aggiungersi al costo già elevato che bisogna sostenere per ottenerlo.
Come anticipato il controllo efficace di Sol non è così semplice come può apparire e solo la gestione oculata delle sue unità conduce ad una strategia vincente.

Sin

La scarsità di combo di cui dispone Sin rappresenta di certo un difetto, ma al contempo è ciò che ne determina la facilità di controllo. Si tratta di un personaggio particolarmente abile nello scontro dalla distanza, dotato di un'armata composta da tre elite e le restanti unità di basso livello. I "Gauntlet Body" sono unità utili soprattutto in fase offensiva, ma davvero poco caratterizzati a livello difensivo: dispongono di un launcher che può fare molto male se usato sulle unità nemiche, ma è pressoché inutile sul master. Gli "Swordman" servono unicamente per lo scontro fisico: osservando le loro statistiche però si scopre che sono unità versatili, poiché non eccellono in nessun campo, ma allo stesso modo non c'è un aspetto (se non il combattimento dalla distanza) in cui siano gravemente deficitari. Gli "Springblock", che a prima vista possono essere considerati troppo deboli per essere utili in qualche modo, si rivelano invece inesorabilmente letali contro le "armored unit" avversarie grazie alla "Steel Antler", specialità che consente loro di essere particolarmente letali contro quelle specifiche unità. Il comparto magico, rappresentato dai "Wise Man", nel caso di Sin può svolgere solamente funzioni di supporto ed aiuto. Essi infatti sono troppo deboli sia in attacco che in difesa per svolgere un qualche ruolo attivo sul campo di battaglia, ma sono ugualmente in grado di rendersi utili curando o rinforzando magicamente le statistiche difensive dei loro commilitoni. I "Twin Trigger" sono anch'essi ottimi soldati di supporto che spiccano però per l'influenza positiva che possono avere sulla fase d'attacco. Hanno abilità offensive e nel colpo dalla distanza superiori alla media e la peculiarità dei tre colpi consecutivi di cui possono disporre funziona ottimamente quando devono proteggere altre unità.
"Convict Hammer" è la prima delle tre classi elite di cui può avvalersi Sin. Si tratta di un elite molto potente ed efficace. È infatti in grado, prima di tutto, di aumentare le statistiche d'attacco dei compagni che gli si trovano intorno ed al contempo di intimorire l'esercito nemico disperdendo i soldati nelle vicinanze. Oltre alla potenza offensiva dispone anche di una quantità di salute che lo rendono molto difficile da abbattere. I "Convict Hammer" possono essere usati per difendere i "Quadro Bailiff", elite che fa dell'attacco dalla distanza il suo asso nella manica, ma pecca decisamente in forza ed abilità difensiva. Altrimenti anche gli "Haeven's Libra" posso prestarsi a questo compito. Sono infatti in grado di fissare bastoni nel terreno che affievoliscono, col loro influsso, le capacità difensive dei loro avversari, consentendo ai Quadro di giocarsela alla pari anche con avversari più forti: tutte le unità nemiche nel raggio d'azione del bastone infatti diventano carne da cannone perdendo quasi del tutto la capacità di difendersi, master nemico incluso. Se ciò non fosse abbastanza è anche in grado di aumentare la velocità degli uomini al vostro servizio.
Sin può essere giocato in modi differenti a seconda delle abilità di chi lo controlla. Si può padroneggiarlo sufficientemente bene in poco tempo e le unità di cui dispone sono quasi tutte mediamente buone, non presentando nel totale un vero e proprio punto debole. Dispone inoltre di skill specifiche in grado di colmare alcune piccole lacune del suo esercito. Il "Patecal Stain", ad esempio, può restituire alle unità decedute una barra di salute colma; può inoltre sfruttare la salute dei commilitoni affianco per formare un proiettile energetico. Ma la vera risorsa in grado di far compiere un salto di qualità a Sin e che probabilmente vi ritroverete a usare più frequentemente è l'Exciter, che trasforma Sin in un strumento di morte assolutamente inarrestabile. Se si è in grado di gestire le abilità di Sin, combinandole insieme alla giusta combinazione di unità semplici ed elite si può uscire brillantemente da qualunque situazione il gioco vi proponga, anche la più complicata. La qualità migliore di Sin è la possibilità che offre a chiunque di raggiungere questo livello di controllo.

Izuna

Izuna è un personaggio decisamente più difficile da padroneggiare rispetto a Sin e Sol, molto più votato al combattimento tecnico, piuttosto che a quello improvvisato. Izuna come master è decisamente potente, dispone di attacchi speciali piuttosto vari e sa colpire anche dalla lunga distanza. Il suo limite risiede piuttosto nello scarsa capacità offensiva dei suoi colpi che non infliggono danni sostanziosi agli avversari. I suoi servitori rispecchiano virtù e limiti del loro comandante: dispongono di una gran varietà di colpi e caratteristiche, ma presi singolarmente i componenti delle varie unità sono piuttosto deboli.
Kappa è il nome delle armate di Izuna, esperte nello scontro corpo a corpo. Non mostrano particolari punti deboli grazie ad una distribuzione omogenea delle loro statistiche. Sanno fare parecchio male in contrattacco anche contro i master. Tuttavia i loro contrattacchi, benché risultino più efficaci di quelli delle altre unità, possono ugualmente non andare a segno (o non venire eseguiti dal singolo Kappa). Soffrono, in particolare, gli scontri con le corrispettive unità dedite al corpo a corpo di Sol, i Drill. Le "armor unit" di Izuna possono vantare una velocità senza pari tra quelle del medesimo tipo presenti nel gioco che si traduce in un'efficace capacità d'attacco. Tuttavia sono piuttosto carenti sul piano difensivo e dunque sono particolarmente esposte agli attacchi dei nemici più forti. Le unità mobili di Izuna sono ancora più deboli rispetto alle armor. Il loro ruolo è prettamente di supporto ad altre unità, ma le loro capacità non vanno oltre quelle comuni a questo tipo di unità. Sono efficaci contro wizard ed armor, indubbiamente utili, ma non l'unità più efficace nell'esercito di Izuna.
Le "range unit" invece spiccano decisamente per capacità offensiva. Il loro pezzo forte è un satellite sparato dalla loro arma che si alza sul campo di battaglia e da lì colpisce il nemico designato. Se potenziata la singola unità può sparare più proiettili in una volta sola. Non hanno grandi capacità difensive, ma ciò è un difetto comune a tutte le unità di questo tipo nel gioco.
Delle tre unità elite i Tengu sono probabilmente i più inefficaci. Forti nel corpo a corpo dispongono di un'abilità speciale sostanzialmente inutile, che si limita ad immobilizzare il nemico per qualche tempo all'interno di un vortice e non funziona sui master. I ranger elite invece, benché siano unità da compiti prettamente di supporto, sono davvero utili grazie all'ingente ammontare di danni che possono arrecare. Non eccellono in fase difensiva e, considerati i loro compiti, tendono ad essere sbaragliati piuttosto in fretta.
Il punto di forza delle truppe elite di Izuna però risiede nei magic elite. Sono infatti terribilmente potenti e possono immobilizzare i nemici intorno a loro lasciandoli alla merce dei commilitoni, i quali ricevono un incentivo alla resistenza fisica semplicemente stando nelle vicinanze. Devono però godere di un'attenta protezione, perché il loro ruolo di supporto li lascia spesso con le spalle scoperte. Izuna dispone anche di elite armor molto simili a Gigant di Sol, ma probabilmente più utili di quest'ultimi. Si muovono sempre molto lentamente e ignorano sistematicamente le unità avversari. Non brillano per intelligenza, ma quello che fanno lo fanno molto bene: sono perfetti per catturare ghost e nel caso arrivino al ghost master sono in grado di sottrargli quasi tutta l'energia con un solo colpo, abbattendo anche la barriera protettiva. Inoltre mentre camminano provocano mini terremoti che feriscono i nemici nelle vicinanze e lo stesso avviene quando la loro energia scende sotto la metà, facendoli crollare in ginocchio. In ogni caso costano davvero molto e sono utili solo per la cattura dei ghost, ma nonostante la loro efficacia sia limitata rappresentano un bersaglio privilegiato per i nemici e quindi correte il rischio di vederli uccisi prima che il loro utilizzo abbia giustificato la spesa.
Passando alle abilità di Izuna è bene sottolineare subito il minion magico di cui dispone: questo ha la capacità di rallentare i nemici circostanti; inoltre si concentra sul master nemico non appena gli arriva a tiro. La sua utilità dunque è limitata alle situazioni in cui siete nei dintorni del master, ma in quei casi non esitate a sfruttarlo. Inoltre Izuna stesso dispone di un proiettile che aumenta le statistiche di attacco delle proprie unità. È consigliabile usarlo quando le vostre unità sono in formazione, così che i benefici ne tocchino il maggior numero possibile. Dispone poi di un incantesimo di dispel che, benché vi costi parecchio in termini di Mana, rimuove efficacemente tutti gli altri incantesimi che alterano lo status del personaggio ed uccide i minion (fate attenzione perché non disinnesca le trappole). Infine Izuna ha anche la possibilità di diventare invisibile, il che è sostanzialmente inutile in fase offensiva, ma permette agili ritirate senza la possibilità di venire agganciati, oltre a consentire l'esplorazione furtiva del territorio nemico.

Dr. Paradigm

Il Dr. Paradigm è un personaggio di per sé debole, ma dotato di una schiera di servitori completa, forte, versatile, bilanciata ed economica. Dr. Paradigm infatti ha un livello di energia piuttosto basso, è poco pericoloso offensivamente e dispone di combo poco incisive, però eccelle nel controllo del suo esercito e con un esercito come il suo ciò si traduce in una dote vincente. La potenza del suo schieramento però è sfruttabile solo a patto di impegnarsi nella conoscenza di ogni dettaglio: Dr. Paradigm non è un personaggio facile per affrontare il gioco per la prima volta. Non può contare su truppe di supporto tra i suoi servitori, ma solo su melee, mobile ed armor. Poco male, infatti questi tre tipi coprono tutte le principali necessità a disposizione e presi singolarmente si rivelano tra le unità più forti del gioco.
Le Frog, le melee unit, hanno tutto ciò che potete immaginare per questa tipologia di unità. Si muovono rapidamente, sono efficaci contro una gran vastità di nemici, costano poco e potete spammarne a volontà per il campo di battaglia. I Dog, mobile unit, possono essere usati in fase offensiva, per raccogliere fantasmi ed infastidire il master avversario in mezzo alla folla, o in fase difensiva in difesa del master ghost: in entrambi in casi sfruttano le loro doti di rapidità ed aggressività. Sono anch'esse economiche e più efficaci della norma sulle armor rivali.
Le Turtle rappresentano forse l'unico neo tra le unità di base: come suggerisce il nome non sono particolarmente veloci, né aggressivamente mortali. Però possono essere usate senza problemi in difesa anche contro una vasta quantità di avversari e, tutto sommato, si comportano bene contro quegli avversari che patiscono le armor.
Le melee elite sono rappresentate dai Leonard. Va detto subito che sono le unità meno forti del trio di elite a disposizione di Paradigm. In ogni caso sono in grado di arrecare una gran quantità di danni con i loro colpi e la loro presenza sul campo di battaglia aumenta l'efficacia dei servitori che stanno loro intorno. Ciò li rende un osso duro anche per il master nemico, che deve guardarsi bene da loro quando se li trova di fronte. In fase difensiva possono servire a difendere il ghost master.
I "Bone Biter Dragon" invece sono un vero e proprio fiore all'occhiello tra le truppe di Paradigm. Si muovono rapidamente per la mappa, avvelenano i nemici nelle distanze e ne diminuiscono il potenziale offensivo. Inoltre sono efficaci anche nel controllo dell'esercito. Comprateli non appena vi è possibile. Ricordate di affiancarli alle Frog, così che possano appoggiarsi a queste quando sono a corto di energia.
Le elite magic unit a disposizione di Paradigm sono due. La "Dual Horn" è in grado di immobilizzare per lungo tempo le unità vittime dei suoi incantesimi e può, in aggiunta, lanciare attacchi fastidiosi e curare i compagni vicini. Gli Elit Spirit Seeker invece sono in grado di utilizzare i nemici catturati come proiettili per un cannone con cui attaccano il nemico: questo attacco ha una potenza di fuoco che gli consente di colpire anche a lunga, lunghissima distanza, caratteristica che si rivela davvero utile nel supporto di un attacco al ghost master nemico.
Le skill a disposizione del Dr. Paradigm aumentano ulteriormente le capacità delle sue truppe sul campo. Il primo stratagemma da acquistare è quello che consente a tutti i componenti dell'esercito, lui compreso, di muoversi più velocemente. Considerato che le sue unità già sono tra le più veloci del gioco ciò dona loro un ulteriore vantaggio. Il "Get Out Of Here" è un attacco discretamente potente, tuttavia imparabile e ciò lo rende davvero utile in molte situazioni: ricordate che per funzionare però Paradigm deve trovarsi a distanza ravvicinata dal suo bersaglio.
Non solo le caratteristiche offensive traggono giovamento dalle capacità di Paradigm: l'Aegis Field è un campo di forza che racchiude al suo interno Paradigm e tutte le unità che gli stanno affianco, proteggendo tutti dai proiettili nemici.
Infine non vanno dimenticati i "Gate Gunner", minion abili dalla distanza che in aggiunta aumentano la potenza offensiva di chi li circonda.

Valentine

Valentine è un altro master difficile da padroneggiare. Mostra alcuni punti deboli simili a Paradigm, come lo scarso ammontare di energia e la ridotta capacità offensiva. Quest'ultimo limite è evidente soprattutto nelle fasi di scontro ravvicinato, perché nella media distanza non se la cava poi male. Tuttavia dispone di una buona varietà di attacchi, tra cui molti proiettili e degli ottimi servitori disposti a farle da scudo per evitarle i colpi più temibili, ma anche molto potenti nei loro colpi, probabilmente i più dannosi dell'intero gioco.
L'esercito di Valentine può apparire sbilanciato: in effetti bisogna fare grande affidamento sulle elite unit e sulle truppe di supporto a queste. Tuttavia la potenza di ciascuna unità e la versatilità che le contraddistingue rende l'esercito di Valentine unico. Le "melee unit", Candy, sono ottime unità difensive, dotate di innumerevoli abilità speciali utili a garantirne la sopravvivenza. Sono però l'unica unità di basso livello a vostra disposizione: non sono indifese, in ogni caso, poichè al discendere della loro salute aumenta l'ammontare di danni che sono in grado di distribuire. Nonostante il loro ruolo difensivo sono decisamente aggressive e difficilmente lasciano al nemico la prima mossa. I "Gateu Skin" invece sono una buona "range unit", che però non spicca particolarmente dal mucchio. Il loro attacco speciale è certamente forte ed efficace, ma nulla di particolarmente impressionante. Sono disponibili fin da subito e vi torneranno utili in diverse occasioni.
Professor Blancmange si rivela indispensabile per due motivi. Si tratta infatti della vostra prima unità magica disponibile ed inoltre rappresenta la migliore risorsa al vostro servizio contro le armor nemiche. Usate quanti più ve ne è possibile, così da sfruttare il potere del loro incantesimo che rallenta l'avanzata nemica, molto efficace anche sul master.
La vostra armor unit è invece composta da Charlotte: versatili, dure a morire, potenti negli attacchi, specialmente in gruppo ed incredibilmente veloci. Non costano molto, recuperano energie colpendo il nemico, ma in compenso non infliggono colpi particolarmente letali. Però essendo così resistenti spesso costringono il master rivale all'azione in prima persona per levarsele di torno, in particolare qualora ne rimanga qualcuna isolata, perché singolarmente non rappresentano una gran minaccia. Mille-feuille, l'unica mobile unit nell'esercito di Valentine, è una tipologia di unità costosa, ma il suo prezzo è motivato dalla quantità di situazioni che può risolvere in battaglia. La capacità di evocare minion che teletrasportano e stordiscono vi farà sembrare poi fin troppo basso il loro costo. Gli Eclair sono normali elite da attacco dalla distanza, in grado di lanciare colpi non molto potenti, ma ben mirati anche sulla lunghissima distanza, specialmente verso i ghost. Sono in grado poi di ritirare autonomamente se attaccati sulla breve distanza; inoltre la loro eccezionale resistenza ai colpi fa sì che non dobbiate ricambiare le loro fila nel breve tempo. Usateli in particolare contro le unità magiche.
Le elite magic sono rappresentate da Miss Tiramisù. Il suo attacco tipico è una pericolosissima palla di fuoco, a cui accompagna solitamente un incantesimo che impedisce agli avversari di effettuare attacchi. La sua efficacia, ai massimi livelli contro le armor, purtroppo scema in presenza del master.
Il controllo di un esercito così variegato e bilanciato in maniera curiosa vi obbliga ad una dose eccezionale di attenzione verso il campo di battaglia quando decidete di impersonare Valentine. La generale economicità delle truppe vi consente quanto meno di sfruttarne un gran numero per volta. Potete inoltre contare sempre sulle abilità peculiari di Valentine, come il Bye Bye (teletrasporto che vi sottrae da un combattimento riportandovi al master ghost), Brownie (utile minion che la affianca in battaglia) o Zest.

Ky Kiske

Ky Kiske è un personaggio aggiuntivo, ottenibile solo completando la campagna ad un qualunque livello di difficoltà. Ky Kiske condivide i propri servitori con Sol, perciò per la loro analisi vi rimando al primo paragrafo.
Ky, a differenza di Sol, è un personaggio molto tecnico e ciò gli consente di utilizzare svariati stili di gioco senza soluzione di continuità, finendo per disorientare un avversario che non abbia familiarità con le sue movenze. Non è, in effetti, più forte degli altri personaggi, ma si appoggia a lunghissime sequenze di combo che possono sembrare inarrestabili: in realtà possono essere bloccate, soprattutto se inseguite in sequenza. È in buona sostanza più debole quanto non appaia, ma non è per nulla un brutto personaggio da utilizzare. È in ogni caso l'unico a non disporre di minion che lo accompagnino in battaglia. Può sfruttare numerose mosse speciali. Stun Edge è un buon proiettile, da usare soprattutto sul master nemico per sorprenderlo grazie alla velocità d'esecuzione. La "Vapor Thrust" è un'altra buona mossa, facilmente inseribile all'interno di combo: tuttavia ha un raggio d'azione ristretto ed non infligge danni particolarmente elevati. Lo "Stun Dipper" può anch'esso venir inserito con facilità nelle combo.
In fase difensiva usate spesso il "Soul Diver". La sua rapidità d'esecuzione ne aumenta l'efficacia: costa poco in termini di Mana e sbalza via i nemici che attaccano le vostre unità. Queste inoltre vedono la loro resistenza aumentata.
Per aiutare le vostre truppe potete usare anche il "Divine Gaze" che aumenta la loro salute ed energia. Non ha però effetto su Ky stesso, tenetelo a mente, così come il suo elevato costo in Mana ed il lungo tempo di caricamento. Non è dunque la miglior mossa da usare nel centro del campo di combattimento.
Come immaginabile, vista la sua natura di personaggio aggiuntivo, la forza di Ky può essere sfruttata solo da giocatori esperti, in grado di sopportare il lungo tempo necessario a conoscere e controllare le varie possibilità che offre.

Raven

Raven è un altro personaggio aggiuntivo, ottenibile solamente attraverso il download dal marketplace del Live. Come nel caso di Ky non dispone di unità proprie, ma sfrutta quelle di un altro personaggio, nello specifico quelle di Valentine. In ogni caso controllare Raven è profondamente diverso dal controllare Valentine, nonostante le unità in comune.
Iniziando dalle abilità speciali non si può non nominare la "He's Not There", teletrasporto che vi consente di agganciare un bersaglio ed apparire alle sue spalle: può essere accompagnato da una serie di sei calci attraverso la semplice pressione del tasto X.
Anche il suo incantesimo rallentante funziona su un bersaglio specifico: i vantaggi sono l'ampia distanza a cui funzione, che tuttavia viene compensata dal lungo tempo di carica. Un altro incantesimo dello stesso tipo, "Slow Field", agisce invece su una zona del terreno e non su un obiettivo specifico, consentendo così di rallentare l'avanzata di un intero gruppo di nemici.
Bird, il suo minion, è tra i più deboli del gioco e non fa nulla di più, o meglio, dei suoi corrispettivi associati ad altri personaggi. Inoltre è anche piuttosto debole e ciò fa sì che muoia piuttosto di frequente.
Raven infine non ha uno stile di lotta versatile come Ky, ma può ricorrere a mosse che si adattano all'evenienza a qualsiasi situazione. L'importante è affrontare l'avversario solo sulla breve distanza, stando attenti ad non offrire il fianco agli attacchi nemici.

TI POTREBBE INTERESSARE