Medal of Honor: Rising SunSoluzione di Medal of Honor: Rising Sun 

La guida che vi condurrà passo dopo passo dal Giorno dell'Infamia fino all'agognato rientro in patria con un carico di medaglie...almeno fino alla prossima missione!

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 1: IL GIORNO DELL’INFAMIA


MISSIONE2: PEARL ARBOR

Obiettivi: > Difendi la corazzata
> Scorta la USS Nevada

Obiettivi Bonus: > distruggi 20 aerei
> distruggi 75 aerei

Dopo essere stati catapultati in acqua venite fortunatamente recuperati da una barca con altri tre soldati, prendete il comando della mitragliatrice e cercate di abbattere gli aerei che stanno distruggendo la vostra base.

MISSIONE 3: LA CADUTA DELLE FILIPPINE

Obiettivi: > Trova tuo fratello
> Ripara il carro armato
> Individua il camion di esplosivi perduto
> Disattiva il comando radio
> Invia il segnale ai demolitori
> Consegna il camion di esplosivi

Obiettivi bonus: > Trova la fotografia del comandante Shima
> Trova il Buddha dorato

Ora vi trovate nelle Filippine ma la musica non è cambiata, raggiunti Donny e Gunny riceverete le istruzione sulla missione, dovrete prima di tutto riparare il carro armato. Sulla sponda del fiume potrete tagliare la rete col machete e recuperare un kit, quindi dirigetevi a destra del carro e recuperate il pezzo di ricambio nel caseggiato a sinistra. Tornati al carro e riparato il guasto dovrete seguire il mezzo guidato dai due compagni e occuparvi del fuoco di copertura. Quando avrete raggiunto la casa distrutta sulla sinistra arrampicatevi sulle macerie, troverete munizioni e il primo microfilm.
Attraversate la piazza facendo attenzione ai nemici nascosti nei caseggiati, quando il carro non potrà più proseguire dovrete tornare indietro finché un carro armato sparerà creando un varco in un caseggiato. Eliminato l’unico nemico all’entrata potrete salvare all’interno dell’abitazione nel punto dietro alle scale.
Salite le scale ed eliminate i nemici che vedete dalle finestre, quindi proseguite con cautela sulle assi e prenderete alle spalle il giapponese alla mitragliatrice. Ora potete usare l’arma per ripulire la zona e proseguire. Non troverete altre strade accessibili se non un piccolo passaggio che vi condurrà all’interno di uno stadio di baseball, risalite gli spalti per raggiungere la piccola costruzione in cima ma fate attenzione ai soldati di guardia nello stadio e a quello all’interno. Una volta entrati troverete la foto del comandante Mishima e potrete facilmente eliminare il soldato nel fabbricato a destra.
Ora dirigetevi nell’angolo dello stadio, eliminate i soldati nemici e scendete nel tunnel, uscirete tra un gruppo di case distrutte, usando la pala sul cumulo di terra sbloccherete un bonus. Proseguendo tra le macerie troverete la cassa che contiene il Buddha dorato (usate una granata per farla saltare).
Tornando sulla strada principale raggiungerete un’abitazione subito dopo la piazzetta, nella stanza al piano superiore c’è la scatola rossa in cui potete usare la chiave universale.
Usata la mitragliatrice per ripulire la piazza, e prendete il cancello per raggiungere Gunny alla chiesa. Vicino all’altare potrete salvare i vostri progressi, dietro la chiesa troverete il secondo microfilm.
Suonate le campane dovrete filare alla svelta, salite sul retro del camion e sparate ai nemici che tenteranno di ostacolarvi. Mirate ai bidoni rossi per causare delle esplosioni e usate le granate contro il carro armato. Se sopravviverete fino al ponte avrete concluso la missione.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 3: LA CADUTA DELLE FILIPPINE


MISSIONE 4: RAID A GUADALCANAL

Obiettivi: > Raggiungi l’area di sbarco
> Raggiungi l’avamposto
> Distruggi il deposito di munizioni
> Conquista il campo d’aviazione

Obiettivi bonus: > Recupera i documenti segreti (5)
> Disattiva il generatore

Mentre risalite il fiume sparate ai nemici sulle sponde, quando ne avrete l’occasione scendete dal gommone e immergetevi nella foresta. I nemici si nascondono nel buio, avanzare con strema attenzione e raggiungerete l’altra spiaggia. Nella capanna seminterrata troverete due nemici, uno resterà nascosto per aggredirvi all’arma bianca…
Una volta recuperato il documento segreto salite sul gommone e non sprecate colpi per salvare uno dei vostri compagni, non potrete evitare la sua fine.
Seguendo i vostri compagni cadrete in imboscata, copriteli dietro al masso ed eliminate i nemici quindi recuperate il secondo documento nella capanna e proseguite nel passaggio dietro.
Liberate la zona del camion dai giapponesi, poi fronte al camion, usate il machete per aprirvi una strada a sinistra nella foresta, troverete il T-11 e un po’ di colpi. Ora potete tornare al tunnel e salvare nella diramazione a sinistra.

Usciti dal tunnel sparate alle guardie sulle torri e salite la collina a destra per raggiungere la costruzione, usando la pala dietro al furgoncino sbloccherete il bonus Scudo, poi infilandovi tra le casse e salendo sulla pila che porta la primo piano troverete il primo microfilm.
Ora continuate lungo il sentiero fino alla prossima costruzione e imboccate il sentiero che vi riporta indietro, dopo la camionetta prendete il percorso a sinistra ed esplorate i due caseggiati.

Il secondo microfilm si trova in cima alla gru.

Dopo aver salvato il prigioniero dai due giapponesi seguitelo all’ingresso del tunnel dove verrà ucciso e salvate nella piccola grotta a destra prima di entrare.
Sbarazzatevi dei nemici all’interno e una volta fuori troverete un’altra capanna con l’ennesimo documento segreto, prendetelo e imboccate il tunnel successivo.
Proseguendo troverete il capannone in cui distruggere il generatore e la costruzione dove si trovano (al primo piano) la scatola rossa e l’ultimo documento da raccogliere (al piano superiore).

Uscite e correte al mitragliatore dall’altra parte del campo, spazzate via tutti i nemici e il deposito di munizioni, quindi proseguite per entrare nella caverna che conduce alla postazione di fuoco successiva. Mettetevi alla mitragliatrice e resistete fino alla fine della missione.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 4: RAID A GUADALCANAL


MISSIONE 5: DISTRUZIONE DI PISTOL PETE

Obiettivi: > Individua la pattuglia alleata diversa
> Distruggi tutte le postazioni di Pistol Pete (3)
> Libera la pattuglia alleata dispersa
> Scorta Harrison fino alla postazione Pistol Pete
> Incontrati con Martin Clemens
> Scappa oltre l’ultimo ponte


Percorrete il sentiero rimanendo sempre sul margine, raggiungerete una mitragliatrice, prendetene possesso fino all’arrivo degli indigeni, quindi seguiteli fino al tunnel e salvate la partita.
Una volta fuori nascondetevi nella vegetazione e aiutate gli alleati a liberare la zona, infine uscite a liberare l’unico sopravvissuto legato al palo.

All’interno della costruzione più grande troverete la scatola rossa, strisciandoci sotto potrete invece raccogliere il machete. Oltrepassate lo steccato e correte per raggiungere l’angolo in alto a sinistra,
usate il machete per aprirvi una strada al riparo e, usciti allo scoperto, risalite la collina per raggiungere il cannone.
Dopo aver fatto piazza pulita sparate al masso scuro di fronte se volete recuperare il primo microfilm.

Scendete la collina e cercate di eliminare il soldato alla mitragliatrice senza farvi vedere, poi proseguite oltre il ponte e andate a salvare nella grotta che troverete più avanti sulla destra.
Lì vicino potrete usare la pala sul mucchio di terra e sbloccare il bonus Uomini con Cappelli.
Ora dovrete raggiungere i vostri compagni al fiume, prendere il Thompson e salire in direzione della cascata per coprire i vostri alleati dall’alto.
Quando vi inoltrerete nel tunnel con Harrison cercate di raggiungere il cannone e mentre il compagno piazza l’esplosivo salvate la partita nel corridoio dall’altra parte.
Dopo esservi aperti la strada con l’esplosivo raggiungerete un ponte e salite le scale avanzate di soppiatto ed eliminate l’uomo al mitragliatore, poi ripulite la zona affinché Harrison liberi l’ingresso con una granata. All’interno dovrete far saltare un cannone, ricordatevi il microfilm dietro le casse, poi proseguite verso l’ultimo cannone e uscite dalla grotta.
Mentre scappate Harrison piazzerà l’ultima carica sul ponte ma verrà inevitabilmente ferito, sta a voi cercare di salvarlo oppure darvela a gambe abbandonandolo sotto il fuoco nemico.
Nascondetevi dietro alle casse subito dopo il ponte e aspettate l’esplosione.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 5: DISTRUZIONE DI PISTOL PETE


MISSIONE 6: VIA DA SINGAPORE

Obiettivi: > Appuntamento con Tanaka
> Tendi un’imboscata all’auto di Kandler
> Ruba l’uniforme di Kandler
> Raggiungi l’hotel
> Infiltrati nella riunione dell’Asse
> Prendi la bobina
> Scappa dall’albergo

Obiettivi bonus: > Libera prigionieri (3)
> Trova prove aggiuntive (3)

Eliminate tutti i soldati nel porto e salite sul risciò, dopo esservela sbrigate con i tedeschi seguite la strada principale e andate al bar per salvare i progressi.
Proseguendo troverete una serie di vie secondarie, prendendo la prima a sinistra ed entrate nel palazzo infondo, usando la pala sulla grata davanti alle scale sbloccherete il bonus del livello.
Passato il ponticello potrete sentire l’interrogatorio, entrate nel caseggiato a sinistra per liberare il prigioniero, ora potrete tornare sulla strada principale ed entrare nella porta dopo la prima via a destra, all’interno troverete il primo microfilm.
Proseguendo lungo la strada principale troverete il Maggiore Bromley, seguitelo e recuperate il microfilm sotto le scale nella stanza grande e decadente e usate i chiodi per causare l’incidente dell’auto tedesca. Prendete l’uniforme dell’ufficiale, salvate sulle scale e lanciatevi sui tetti per salvare altri due prigionieri.

Ora sarete accompagnati all’hotel per assistere alla riunione, sfortunatamente le cose non andranno per il meglio e dovrete darvela a gambe. Non dimenticate di prendere la bobina sul tavolo, scendete ed entrate nella sala da ballo, prendete la prima porta a destra e prendete i documenti sul tavolo della cucina (occhio al cuoco), nella stanza successiva potrete salvare.
Salite le scale per aiutare Bromley e prendere altre prove dal tavolo, nelle due stanze che troverete nel corridoio ci sono un bel po’ di soldati, in quella a destra troverete altri documenti, in quella a sinistra la scatola rossa per sbloccare il personaggio.
Ora potete andare sul terrazzo e aspettare che vengano a prendervi col bus.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 6: VIA DA SINGAPORE


MISSIONE 7: IN CERCA DELL’ORO DI YAMASHITA

Obiettivi: > Individua il punto dove si è schiantata la Tigre Volante
> Trova Tanaka
> Scopri l’oro di Yamashita
> Esci dal tempio prima che il quarto cannone esploda
> Libera il pilota

Obiettivi bonus: > Distruggi l’equipaggiamento radio giapponese
> Distruggi le riserve di sakè degli ufficiali (5)

Seguite il sentiero sbarazzandovi dei primi nemici che vi vengono incontro, arrivati alla biforcazione prendete il sentiero in salita e senza farvi scoprire ripulite la zona del mitragliere.

Giunti alla collina sarete attaccati da più lati, potete ripararvi e usare le granate o scegliere lo scontro aperto, risalite la collina e salvate tra le rovine.
Ora avanzate sino alla spiazzo e strisciate lungo il margine destro, in fondo, tra le rovine dovreste scorgere la postazione di un mitragliere, uccidete i soldati nella postazione e continuate ad avanzare fino a quando non sarete individuati. Restate giù e non muovetevi prima di aver liberato la zona, quando vi avvicinerete al mitragliatore un soldato cercherà di attirare la vostra attenzione. E’ una trappola! Aspettate che venga fuori per farsi vedere e uccidetelo.
Occupatevi di altri nemici dalla postazione e andate tra le rovine per distruggere la radio e trovare il primo microfilm.

Poco più avanti potrete salvare i vostri progressi, proseguite fino all’aereo e andate sulla destra del mezzo precipitato per trovare un piccolo sentiero. In fondo a questo potrete sbloccare il bonus Soldati Invisibili grazie alla pala.
Proseguendo sul sentiero dove incontrate Tanaka giungerete ad uno spiazzo, restate acquattati per eliminare i giapponesi mimetizzati nelle torrette di fianco alle scale.
Ora dovrete risalire le scale mentre un fiume di nemici scende dal tempio, il flusso non si interromperà finché non sarete in cima, una volta nel tempio andate in fondo al corridoio e girate a sinistra, distruggete le casse e prendete il bazooka all’interno.
Proseguendo nella stanza successiva troverete il primo bidone di sakè, distruggetelo. Il secondo si trova nella stanza col Budda dove raccoglierete il fiore di loto.

Arrivati al cortile interno uscite con attenzione e restate sulla destra, i due giapponesi seduti sono dei samurai… usate il piombo tenendovi a distanza. Ritornati nei corridoi troverete un portone sulla sinistra, dentro troverete un bidone di Sakè e il secondo microfilm.

Nella prossima stanza troverete ancora del Sakè, l’ultimo si trova nel magazzino, prendete la destra nella biforcazione. Dopo l’esplosione finirete nella stanza in cui viene fuso l’oro, per uscire potreste provare il bazooka, renderà le cose più facili.

Una volta liberato Raj tornate nel corridoio principale, la chiave universale aprirà la porta per sbloccare un personaggio. Infine mettendo il fiore di loto nel piattino del Budda in fondo al corridoio aprirete una porta sulla destra, qui potrete prendere la pala.

Ora dovrete tornare indietro e affrontare una serie di scontri impegnativi prima che vengano a prelevarvi.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 7: IN CERCA DELL’ORO DI YAMASHITA


MISSIONE 8: UN PONTE SUL FIUME KWAI

Obiettivi: > Appuntamento con i Chindit
> Trova Bromley
> Sabota il ponte sul fiume Kwai
> Prendi il controllo della gru
> Apri i condotti di carburante (3)
> Allontanati dal ponte

Obiettivi bonus: > Elimina 10 nemici al posto di blocco
> Fai saltare le chiatte presso il molo

Alle vostre spalle potrete usare il machete e farvi strada tra la vegetazione, usate la liana per lanciarvi dalla parte opposta del fiume, nella grotta troverete il T-11 e il primo microfilm.
Uscite e procedete, al secondo bivio prendete la strada a destra, eviterete dei nemici piuttosto scomodi, più avanti troverete una mitragliatrice incustodita con cui scatenarvi un po’.
Nello spiazzo oltre ai nemici troverete un masso scuro, spingetelo di sotto per liberare la strada quindi scendete e andate a prendere la ferrovia, una volta giunti al curvone vedrete un camion di giapponesi in corsa, mantenete la calma ci penseranno i vostri alleati, l’unica cosa da fare è correre indietro per evitare l’esplosione.
proseguendo raggiungerete una biforcazione, andate a destra se avete la chiave universale, arriverete alla casa dove si trova la scatola rossa.
Andando dritto al bivio arriverete in una zona con delle grosse rocce che nascondono soldati da una parte e dall’altra. Dal secondo masso sulla destra e da quello a sinistra potrete sparare ai soldati nelle torrette in fondo.
Al prossimo bivio andate a sinistra per salvare, a destra per raggiungere il ponte. Puntate ai bidoni rossi e fate saltare le chiatte in acqua. Dietro la curva successiva troverete la mitragliatrice, dovete impossessarvene per affrontare i nemici che arriveranno.

Salite sull’elefante per proseguire e usate la mitragliatrice sopra il pachiderma per liberare la strada, l’animale vi condurrà da Bromley. Dopo aver salvato dovrete raggiungere la gru ( attenzione alle torrette di guardia) e provocare un incidente.
Dopo aver bloccato i binari scendete al treno per aprire le tre valvole rosse nei vagoni. Fate attenzione ai soldati nascosti anche sopra al treno.
Nel treno incontrerete Bromley, una volta compiuto il vostro dovere scapperete con lui, quando il vostro compagno si lancerà dal tetto di un vagone sui binari aspettate a seguirlo. Giratevi a sinistra e andate in fondo a prendere il secondo microfilm.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 8: UN PONTE SUL FIUME KWAI


MISSIONE 9: SABOTAGGIO ALLA PORTAEREI

Obiettivi: > Apri i condotti (8)
> Distruggi gli indicatori di carburante (4)
> Rompi le valvole di carburante (4)
> Individua l’oro
> Affonda la portaerei

Obiettivi bonus: > Invia false trasmissioni radio
> Trova gli ordini imperiali

Prendete il primo condotto nella stanza con il giapponese e proseguite nei corridoi. Dopo il secondo condotto, sulla destra, troverete una stanza dei soldati, dentro troverete l’LMG T-99 e dei kit ma ve li dovrete sudare.
Proseguendo arriverete in un corridoio diverso, nella stanza potrete raccogliere il primo microfilm e, usando la pala contro l’armadietto nero, sbloccherete il bonus Immortalità.
Solo dopo aver aperto il quarto condotto troverete il punto di salvataggio in una piccola stanza a sinistra.
Nella sala macchine dovrete eliminare un certo numero di nemici, nelle stanze all’interno dovrete aprire i condotti e distruggere tutti gli indicatori di carburante. Al centro della sala invece dovrete rompere le valvole del carburante, Bromley innescherà una carica e dovrete scappare verso tre soldati armati di mitra. Nella stanza alle loro spalle c’è l’oro. Purtroppo la stanza sarà invasa dal gas e da altri nemici, cercate solo di non farvi ammazzare, il gas farà il suo effetto e sarete prigionieri.

Vi risvegliate davanti a Shima, riuscirete a liberarvi ma il costo è la vita di Tanaka. Anche Bromley è con voi, salvata la partita salite al piano superiore e affrontate i nemici con intelligenza, e dirigetevi alla torre al centro del secondo hangar. Nella torre potrete sbloccare un portello e raccogliere gli ordini imperiali, una volta usciti scoprirete che Donnie è ancora vivo ma non sprecate proiettili contro Shima non potrete centrarlo.
Salite la scala e uscite all’esterno, proseguendo arriverete in una stanza in cui sarà quasi impossibile entrare, l’ingresso è sotto il fuoco nemico. All’interno troverete altri documenti e la scatola rossa, quindi dovete entrare.
Salvata la partita nella stanzetta successiva, e proseguite sulle scale per raccogliere altri ordini imperiali e mandare false trasmissioni radio. Una volta raggiunto l’aereo potrete mettervi alla mitragliatrice e scatenare l’inferno sui giapponesi.

L’avventura si conclude con una punta di amaro in bocca, ma la guerra non è una bella cosa e per quanto il finale possa essere positivo non potremmo mai definirlo del tutto lieto.

Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun Soluzione di Medal of Honor: Rising Sun

MISSIONE 9: SABOTAGGIO ALLA PORTAEREI


MEDAGLIE:

Per ottenere le medaglie dovrete ottenere la stella d’oro in ogni missione, quindi dovrete completare tutti gli obiettivi bonus, avere un’ottima percentuale di colpi andati a segno (munizioni di mitragliatrici e cannoni non sono conteggiati), essere colpiti non troppe volte dai nemici.
Quindi usate i ripari e non sprecate munizione, rompete gli oggetti con il calcio dell’arma piuttosto che sparare raffiche a tutto quello che si muove.

Ogni medaglia ricevuta sblocca una chiave universale per poter aprire le scatole rosse nel gioco e sbloccare nuovi personaggi per il multiplayer.

MACHETE: si raccoglie nella missione “Distruzione di Pistol Pete”, permette di trovare strade alternative e oggetti nascosti in percorsi chiusi.
PALA: si raccoglie nella missione “In cerca dell’oro di Yamashita”, può essere utilizzata per sbloccare una serie di Bonus.

PASSWORD

GARIBALDI: sblocca il machete, la pala, la chiave universale.
GOBY: sblocca i colpi infiniti.
TILEFISH: sblocca il one shot one kill. Basta un colpo per uccidere un nemico.
TANG: sblocca lo scudo
DAMSEL: le granate rimbalzano.
SEAHORSE: sblocca i cappelli per i personaggi.
TRIGGER: sblocca l’invisibilità per i personaggi.
HOGFISH: i nemici vi uccideranno con un solo colpo
BUTTERFLY: sblocca tutte le missioni.

MISSIONE 1: IL GIORNO DELL’INFAMIA

Obiettivi: > Sali sul ponte superiore
> Spegni l’incendio
> Difendi la USS California

Obiettivi bonus: > Aiuta l’ingegnere
> Salva membro equipaggio

La vostra prima missione inizia con l’attacco Giapponese alla base americana di Pearl Arbor il 7 Dicembre del 1947. Vi trovate a bordo di una delle navi attaccate il giorno dell’infamia e dovrete cercare di sopravvivere ad un vero inferno.
Uscendo dalle stanze dei marines dovrete aiutare una serie di compagni in difficoltà, seguendo il vostro compagno raggiungerete un primo marine in difficoltà con il boccaporto, aiutatelo quindi occupatevi delle fiamme divampate in seguito all’esplosione. Altri due soldati chiederanno aiuto vicino a voi, usate l’estintore in modo appropriato e salverete le loro vite.
Proseguite fino alle mensa, qui potrete salvare prima di salire le scale che vi porteranno nell’occhio del ciclone. Una volta fuori andate al livello superiore e mettetevi al comando della mitragliatrice, cercate di centrare gli aerei che sfrecciano dappertutto, cercate di resistere e abbattere i giapponesi, la missione terminerà con un’inevitabile esplosione che vi proietterà in mare.

Se rigiocate la missione per sbloccare i bonus potrete sbloccare le munizioni infinite utilizzando la pala accanto al soldato colpito dal getto di vapore, usando la chiave universale nella scatola rossa nella stanza del barbiere otterrete un nuovo personaggio nella modalità multiplayer. Se invece siete interessati ai microfilm, troverete il primo utilizzando il machete contro la rete al centro in una delle stanze che attraverserete, il secondo si trova vicino a uno dei due soldati che salvate dalle fiamme.

TI POTREBBE INTERESSARE