La soluzione di Il Padrino II  14

Sei il Padrino, sei il Capo.

Attenzione

La Soluzione è basata sulla versione americana per PlayStation 3 del gioco. Alcuni termini potrebbero non corrispondere a quelli della versione italiana.

Prologo: Nationalist Cuba

Il gioco inizia con un riassunto del capitolo precedente. Subito dopo vi è data la possibilità di modificare l'aspetto del personaggio che interpreterete nel corso dell'avventura.
Terminate le modifiche la storia entra nel vivo e trovate il vostro alter ego nel mezzo di una riunione mafiosa a Cuba. Il vostro poco primo compito è davvero facile e consiste nel parlare con Michael, il quale è esattamente davanti a voi. Prima che il presidente Batista annunci il suo addio alla nazione potete parlare anche con gli altri boss presenti.

La prima vera missione vi vede scortare Michael, Fredo e Aldo all'aeroporto. Data la rivolta in corso di fronte all'edificio è bene che prendiate la via sul retro. Abbattete i rivoltosi comunisti in cucina e proseguite verso l'uscita. Evitate di gettarvi nella lotta se non è necessario e raggiungete la strada, lì cercate copertura dai proiettili e liberatevi dei soldati. Per poter fuggire dovete poi sparare all'operatore del ponte nel suo gabbiotto. Non cedete alla tentazione di sfruttare lo scatto, perchè le macchine parcheggiate verso cui vi muovete esploderanno a breve. Raccogliete lungo la corsa le armi automatiche lasciate al suolo dai soldati e usatele per aprirvi la strada fino al cancello dell'aeroporto.

Taking Back New York

Dopo il filmato la vostra prima occupazione consiste nel reclutare un nuovo gangster: scegliete Giordano. Vagabondate finchè vi aggrada, poi salite a bordo della Cadillac nera che vi attende all'esterno. Guidate fino al forno Sweet Life, convincete a suon di botte il buttafuori a lasciarvi passare sul retro e preparatevi a un incontro con le guardi dei Rosato. Sappiate che se metterete mano alle armi gli scagnozzi faranno altrettanto, perciò è meglio agire a mani nude. Entrate poi nell'ufficio del padrone del club clandestino, maltrattatelo un po' e convincetelo a collaborare, ma non esagerate altrimenti dovrete ripetere la missione. Lasciate infine qualcuno di guardia, dopo di che potete andare.

Incontrate Frank all'uscita il quale vi assegna il compito di distruggere un paio delle attività di copertura dei Rosato. Occupatevi prima di Appliance King, dove vi basterà rompere un paio di tv per far giungere il proprietario, che dovrete convincere con le stesse modalità usate poco fa nel club. Richie's Tavern invece dispone di un comodo cornicione da cui sporgere il proprietario, il quale accetterà la vostra offerta rapidamente.

Sistemate, in base alle vostre finanze, quante guardie vi è possibile a protezione delle vostre nuove attività, poi rispondete a uno qualsiasi dei telefoni pubblici che squillano in giro per la città. Obbedite dunque all'ordine di Michael e tornate alla base: poiché vi siete già premurati di cercare delle guardie, andate al campo da basket di Tribeca Park e reclutate un nuovo picciotto, Bill Bardi. In città c'è però un altro uomo che vi può tornare utile: si chiama Uzzano e lo trovate nei pressi dei tavoli all'esterno nella viuzza della Richie's Tavern. Poiché al momento avete solo due posti liberi per quel ruolo e sono già occupati, segnate come "Marked for death" Giordano nell'interfaccia e qualcuno dovrebbe occuparsi della sua eliminazione per voi.
Uzzano, oltre ad essere un medico, è anche uno scassinatore di casseforti: grazie a lui potete tornare nell'ufficio del club clandestino e impossessarvi del contenuto della cassetta di sicurezza che dovreste ave r visto prima. Fate poi lo stesso con Appliance King e Sweet Life. I soldi guadagnati vi tornano utili per acquistare qualche potenziamento per facilitarvi la vita.

Per la prossima missione dirigetevi a La Maison, uccidete la guardia sul retro e sfruttate Uzzano per far saltare in aria una delle entrate così da poter accedere all'edificio. Dirigetevi alle cucine, dove una decina di guardie armate vi attende. Guando saranno tutte al tappeto entrate nella stanza a est e usate le maniere forti, ma non troppo, per convincere la proprietaria a cedervi l'attività. La conquista di questo negozio vi frutta il Brass Knucles, un potenziamento che rende più forti i vostri pugni.

Probabilmente a questo punto del gioco dovrete sventare il primo attacco ad una delle vostre attività: Sweet Life è presa d'assedio da un paio di scagnozzi rivali. Non vi sarà difficile sbarazzarvene, ma farlo di fronte agli occhi dei testimoni può causarvi grattacapi con la polizia.
Il telefono all'interno del forno suona: è Michael che vuole incontrarvi in un punto che viene segnalato sulla mappa:con questa escamotage il gioco vi conduce al vostro rifugio, dove trovate proiettili e altri oggetti. Inoltre, cosa importante, rifugiarvi qui azzera il vostro livello di sospetto; inoltre, dopo un colpo in banca, potrete spendere i soldi rubati solo una volta che avrete fatto ritorno qui sani e salvi.

Micheal vi chiede ora di iniziare a uccidere qualche gangster rivale. Per farlo dovete prima parlare con i personaggi che girano per strada con un'icona a forma di chiave sopra la testa: questi vi riveleranno le modalità con cui uccidere determinati gangster in cambio di favori. Un altro accorgimento utile consiste nell'indicare "market for death" nel menù lo scagnozzo che si intende eliminare, così che l'indicatore a video vi segnali la sua posizione.



Parlate con Frank e uscite in strada per incontrare un tizio che vi chiede un favore. Dopo averlo aiutato cercate nel sottomenù del Don quale uomo di Rosato è indicato con un chiave sulla testa, quindi recatevi da lui e uccidetelo. Non rispondete subito al telefono, ma entrate prima nell'edificio federale e scassinate la cassaforte a est. Se volete potete cercare in zona altri individui con l'indicatore e conoscere così le modalità per uccidere tutta la banda di Rosatos. Tra questi Norman Rossi è quello più difficile da uccidere per le numerose guardie attorno: potreste persino aspettare che venga inviato a colpire una delle vostre attività per avere il compito più facile.

Rispondete al telefono e raggiungete Rosato: il meeting si rivelerà una trappola e vi toccherà fuggire prima su per le scale dove raggiungete il vostro gruppo, quindi attraverso il tetto in mezzo al fuoco della polizia e infine giù per le scale antincendio per raggiungere il vostro rifugio, così da far perdere le tracce. Al rifugio vostro telefono suona di nuovo: questa volta è Michael che vi incarica di reclutare un nuovo affiliato presso la base operativa. Andate in cucina e scegliete l'ingegnere, di modo che questi possa sabotare i sistemi di allarmi durante le vostre attività criminali o aprire delle recinzioni per voi. Andate ora alla banca della città e sfruttate l'abilità del nuovo arrivato per sabotare l'impianto elettrico mentre l'altro vostro picciotto fa esplodere il muro consentendovi di entrare. Dopo che avrete preso i soldi all'interno della banca e della cassaforte uscite e tornate rapidamente al rifugio prima che la polizia si metta sulle vostre tracce. Spendete i soldi guadagnati in upgrade.

A questo punto è bene che eliminiate Norman Rossi, il picciotto di Rosato più ostico da far fuori. Potete approfittare del fucile da cecchino che dovreste aver raccolto da poco per sfoltire il numero delle guardie che lo proteggono. Aprite poi la mappa dal sottomenù del Don e notate le tre nuove segnalazioni che vi compaiono. Recatevi nei punti indicati e svolgete i favori che i personaggi vi richiedono. Fare ciò vi consente di ottenere abilità preziose nel prosieguo del gioco.
Impossessatevi poi delle due attività che mancano al vostro portfolio: la Empire Room (usate la minaccia fisica) e la SaniCo Dump and Disposal (puntate una pistola verso il proprietario).

Rispondete al telefono quando siete pronti a incanalarvi nella fase finale di questa parte del gioco: l'assalto alla base di Rosato. Ci saranno molte guardie ad attendervi, perciò cercate di farne fuori qualcuna da lontano usando il fucile da cecchino. Colpite poi la tanica di gas nel giardino e aggirate l'edificio per entrare dalla porta laterale. Una volta dentro salite al secondo piano e facendovi strada a colpi d'arma da fuoco raggiungete l'ufficio di Rosato, dove questi vi aspetta con le mani alzate. Parlate con lui poi uccidetelo, svuotate la sua cassaforte e infine ordinate al vostro artificiere di far saltare le tubature del gas: da quel momento avete trenta secondi per lasciare l'edificio.
Quando l'edificio verrà ricostruito in seguito all'esplosione potrete utilizzarlo come vostro rifugio.

Il telefono all'interno di Edgemot Park squilla per voi. Rispondete e parlate con Hyman Roth. Dopo aver messo giù sbrigate gli ultimi affari in città e andate all'aeroporto: c'è un volo per la Florida che vi aspetta.

A quick trip

Dopo la cut-scene che vi introduce alla nuova location parlate nuovamente con Fredo, poi salite sulla macchina che vi dona e partite in direzione della casa di Roth. Giunti a destinazione parlate con lui, e quando sarete pronti iniziate la missione che vi assegna.
Raggiungete la cima del palazzo dove l'uomo di Roth è tenuto prigioniero, e impossessatevi della garrotta che trovate appoggiata sulla sedia. Seguendo i suggerimenti a video strangolate silenziosamente le prime due guardie, poi sfoderate la pistola per eliminare le altre tre. Prendete le scale (lì vicino c'è una pistola silenziata) e salite: avete dieci secondi per eliminare la guardia prima che questa elimini il prigioniero.
Sulla strada del ritorno rispondete al telefono che squilla per parlare con Roth e venire introdotti al vostro nuovo nascondiglio.

Prima di parlare con Fredo all'esterno avete la possibilità di promuovere a capo uno dei vostri uomini: scegliete Uzzano, se l'è meritato. La promozione lascia lo spazio libero per una nuova recluta: cercate Ray Fogliano (lo trovate in cima alle scale antincendio del palazzo sigliato con G e O, visibile dal Corman's Drive-In in zona Flamingo) e reclutatelo. Notate che dovrete comunque scaricare uno dei vostri uomini (il consiglio è di lasciare a spasso Bardi) per fargli posto.

Ora è arrivato il momento di iniziare a fare soldi. Dirigetevi verso la banca a Deco Beach e parcheggiate sul lato sud. Avanzate poi a piedi sul lato nord, liberatevi della recinzione e salite sul tetto per disattivare il quadro elettrico. Quindi detonate il muro danneggiato sul lato sud ed entrate nella banca, raccogliete quanto più denaro vi è possibile e dirigetevi al rifugio per sbarazzarvi della polizia. Se avete bisogno di altri soldi potete ripetere la stessa operazione con la banca in Biscayne.
A Biscayne trovate anche Wayne Reinsdorf, il quale vi chiederà un piccolo favore; in cambio vi offre la possibilità di levarvi gli sbirri di torno quando le cose si mettono male.
Sempre nei paraggi trovate Joey Katz. Anch'egli ha un favore da chiedervi: un'esplosione in una stazione di benzina. Quando avrete svolto il compito per lui dal sottomenù del Don vi sarà possibile chiedergli di ricambiare con l'arresto di un membro a vostra scelta della famiglia Rosato.



La vostra prossima destinazione è l'aeroporto. Se volete, prima di partire potete svaligiare una cassaforte al secondo piano. In ogni caso, la vostra destinazione è New York, dove dovrete gestire i business che avete tralasciato durante il pur breve soggiorno in Florida, e raccogliere un po' di informazioni sui nuovi mafiosi che popolano l'albero di famiglia nel menù. Tutto quello che dovrete fare è cercare quindici personaggi con l'icona della chiave sopra la testa e svolgere il favore che vi chiedono: in questo modo verrete a conoscenza dei modi per uccidere tutti i componenti della famiglia rivale, ad eccezione di Bruce Rivera (il quale deve essere ucciso a pugni senza usare l'esecuzione).

Approfittate del vostro soggiorno in città per privare la gang dei Granado del vantaggio che detengono grazie al commercio di diamanti: questa attività consente loro infatti di dotarsi di resistenti tenute anti-proiettile. Mettete una bomba dunque in una queste (ordinatelo attraverso il menù) e ciò dovrebbe costituire un problema in meno.
Ora che avete abbassato le difese dei Granado potete subito approfittare del vantaggio guadagnato. Infatti a poca distanza da voi si nasconde Espinoza. Marchiatelo a morte dal menù e dirigetevi verso Richie's Tavern. Sulla destra c'è una breccia tra gli appartamenti e l'hotel che potete utilizzare per passare sul retro dell'abitazione. Usate la scala anti-incendio per raggiungere il tetto e da lì passate al palazzo di fronte. Dopo aver ucciso la guardia dovreste vedere Espinoza sulla sinistra nel cortile: abbattetelo col fucile da cecchino e usate i colpi che vi rimangono per togliervi di torno le guardie intorno a lui.

Nella grande mela potete trovare però anche alcuni esponenti del ramo Rosato: Bill Ciompi si trova infatti in cima a un palazzo raggiungibile usando la scala esterna del palazzo a nord del vostro. Saltate sul palazzo adiacente e strangolate Ciompi per liberarvene.
Passeggiate poi fino al ponte di pietra a Edgemont Park per trovarvi Lamberteschi: picchiatelo fino a che non appare il comando dell'esecuzione, quindi finitelo. Dirigetevi poi verso la base di Tony Rosato, ma prima di arrivare al cancello deviate per il cimitero sulla destra, dove trovate Jimmy Vecchio: dopo un colpo in testa non costituirà più un problema.

La vostra caccia agli uomini di Rosato non è ancora finita. Uccidete con una esecuzione weapon melee Richard Crechi, che si trova in cima a un edificio di fianco al SaniCo Incineration. Dalla discarica SaniCo poi dirigetevi a sud e affrontate il gruppo di guardie che difende il vostro nuovo bersaglio: quando sarà rimasto solo usate anche su di lui una weapon melee execution.
I vostri compiti a New York per il momento sono terminati, perciò è giunto il momento di fare un nuovo biglietto e imbarcarsi sul primo volo per la Florida.

Fun in the sun

Dopo aver sgominato il ramo newyorkese della famiglia Rosato è ora il momento di occuparvi di quello in Florida.
Il vostro primo obiettivo, Phillip Giotti, lo trovate dietro lo schermo del Corman Drive-In: ricordate che per finirlo dovrete lanciarlo giù da un dirupo. Quando avrete finito con lui dirigetevi verso Deco Beach, dove trovate Jimmy Gallo che se la spassa sulla terrazza. Ingaggiate uno scontro e assicuratevi di portare il colpo mortale usando una bottiglia.
Spostatevi da lì e raggiungete la sopraelevata tra Deco e Flamingo: Pucci si trova sotto di essa, ed entrandovi da nord avrete la veloce possibilità di strangolarlo prima che le sue guardie si accorgano di voi. Tony Rosato è così rimasto l'unico esponente della sua famiglia ancora in vita, ma di lui vi potrete occupare solo più tardi.

Tuttavia gli esponenti dei Granado sono ancora numerosi. Paul Morales è giusto nella vostra zona, nella zona di carico vicino alla sopraelevata, e passando dalla breccia nella recinzione non vi dovrebbe risultare complicato sorprenderlo e soffocarlo.
L'eliminazione di Harry Reyes potrebbe risultare invece più complicata: si trova nel parco vicino all'ospedale a Biscayne, e non solo è circondato dai suoi scagnozzi, ma anche da innocenti passanti che, se colpiti, vi metteranno la polizia alle calcagna in poco tempo. La soluzione ideale è quella di farlo fuori con dei colpi alla testa portati con un fucilo da cecchino dalla distanza.

Per uccidere Johnny Salazar dovete ritornare verso Deco Beach e salire in cima al parcheggio: il vostro obiettivo è lì sopra insieme a un discreto numero di guardaspalle: annunciatevi con un lancio di molotov verso il gruppo, poi finite tutti i superstiti.
La caccia a Thomas Ramoz si rivela invece notevolmente più facile delle precedenti. La sua idea di nascondersi in un piccolo sgabuzzino non è certo delle migliori. A voi bastano un paio di lanci di dinamite all'interno del garage a Palmetto in cui ha trovato rifugio per disfarvi di lui e di tutte le guardie del corpo.

La caccia agli affiliati Granado si conclude nel parcheggio di roulotte a Deco Beach. Localizzate Theodore Ruiz e colpitelo usando un'arma come corpo contundente: ricordate che non dovete usare la melee execution, ma solo bersagliarlo di colpi.
Con Ruiz tutti i picciotti e i capi mandamento dei Granado sono morti, ad eccezione del boss e di Stanley Jimenez. Quest'ultimo non si farà ammazzare tanto facilmente, scappando per i diversi piani del magazzino di Dodge Island in cui ha trovato rifugio. Quando sarete riusciti a raggiungerlo strangolato per togliervelo definitivamente dai piedi.



Dopo aver sfoltito le fila dei vostri rivali dovete occuparvi delle loro attività criminali: una delle vostre priorità al momento è infatti quella di impossessarvi di tutte le attività che compongono un ramo criminale delle famiglie rivali. La via più semplice per riuscirci è sottrarre loro il giro della droga che si compone di due sole attività: la SaniCo Hauling Depot a Biscayne e il SaniCo Truck Depot. I proprietari sono sensibili agli scossoni: sapete cosa fare.
L'espandersi delle vostre attività vi rende adesso un bersaglio per i vostri avversari che non vedono di buono occhio la vostra escalation. Sfruttate l'abbondanza di denaro che il giro della droga vi frutta per assoldare guardie a difesa delle vostre attività, prima delle bombe vi privino di questi utili incassi.

La trama del gioco procedete attraverso lo squillo di un telefono pubblico: non appena passate vicino a uno di questi inizierete a sentirne il trillo. Rispondete e parlate con Roth. Raggiungete Fredo e andate poi al cimitero lì vicino per reclutare un altro Uzzano, che vi sarà molto utile come difensore delle vostre attività sotto attacco insieme a Bardi.
Da questo momento è bene tralasciare per qualche tempo la trama principale e dedicarsi al consolidamento delle proprie attività e alla conquista di quelle altrui. I negozi-copertura che potete attaccare sono numerosissimi, dal già citato Drive-In al Berry's Electronic. In particolare però è consigliabile appropriarsi di quelle più strategiche in mano ai nemici. Il traffico di diamanti è sicuramente la prima tra queste. Per diventarne i padroni dovete andare a convincere i proprietari di Bertolli Thrift Company, Lanski's Deli ed Emilio Packing Company. Durante l'opera di convinzione non dimenticate di esplorare i luoghi in cerca delle casseforti: ne trovate almeno un paio per attività e il loro contenuto è in ogni caso sostanzioso. La conquista dello smerci di diamanti vi fornisce un upgrade nelle vostre protezioni contro le armi da fuoco, permettendovi una scalata meno difficoltosa al racket delle armi. Basso Oil Fill & Go, Basso oil Express, Basso Oil Depot e Basso Oil Refinerysono i luoghi che dovrete assaltare per guadagnare il controllo di una nuova, redditizia attività, la quel garantisce un maggior numero di colpi nei vostri caricatori, oltre a un più che discreto flusso di entrate.
Potete infine sottrarre a Rosato anche il racket nel giro dell'edilizia (S&l Construction, Astoria Construction e ABF Construction) e quello del gioco d'azzardo (Ausiello's Bar e Jersey's Sport), ma lasciate perdere per il momento quello dell'Adult Entertainment.

In Florida vi si presenta anche la possibilità di sbarazzarvi di Bruce Riviera, l'unico su cui non siete ancora riusciti a raccogliere informazioni. Matthew Tilde, sbirro corrotto, ha bisogno di un favore da voi, e potete incontrarlo al Luscious Entertainmento. Dopo che gli avrete dato una mano ricevere la possibilità di commissionargli una operazione lampo su uno qualunque degli uomini di Granado. E Bruce Riviera è l'unico che vi manca all'appello.

Se volete potete accettare di svolgere anche il favore che vi chiede Illevara: questo compito vi porta all'aeroporto dove rispondendo al telefono ricevete la richiesta di tornare al NY in fretta. Tuttavia parlando con Fredo scoprite che è in atto uno sciopero e per il momento vi è impossibile volare. Tramite l'agente della CIA Mitchell venite a conoscenza del nome dell'organizzatore dello sciopero, Almedia. Trovate quest'ultimo nella discarica lì vicino. Fate attenzione perchè le sue guardie del corpo sono più agguerrite di quelle affrontate fin'ora. Una volta arrivati nei paraggi di Almeida il gioco vi suggerirà come eliminarlo. Senza il suo leader lo sciopero termina e voi potete volare a New York.

Politics makes for strange bedfellows

Per il momento ignorate la richiesta di colloquio di Michael Corleone e dirigetevi alla base di Tony Rosato. Fatevi strada fino all'interno della magione e eliminate senza troppi giri di parole il boss. Poi svuotate del contenuto la cassaforte e radete al suolo il posto.

Alla base dei Corleone Michael vi informa del suo stato di indagato e vi assegna suo fratello Tom come vostro consigliere e alleato in questo difficile momento per la famiglia. Per prima cosa Tom vi manda a La Maison Rouge a parlare con Rosa. Dopo il colloquio andate al Federal Building e sfuggendo alle guardi scassinatene la cassaforte per recuperare le prove che servono a Rosa. Quando avete le foto in questione tornate a parlare con Rosa, dopo di che andate a parlare con Geary all'Empire Room. Geary è piuttosto scontroso, ed è bene dirgli subito che avete intenzione di parlare di affari: offritegli delle donne quando vi chiederà un accordo migliore e lo avrete convinto. Dopo la cut scene parlate prima con il senatore, poi con Tom. Avrete così svolto tutto ciò che c'era da fare in questo nuovo soggiorno newyorkese, e potrete nuovamente fare ritorno in Florida.

Dopo l'incontro con Michael all'aeroporto dirigetevi verso l'isola a est di Flamingo per stringere un accordo con Don Mangano.
Anche se tutti i telefono pubblici della città squillano in attesa che voi rispondiate alle chiamate di Fredo occupatevi prima di tutto di quei racket in città che ancora non sono sotto il vostro controllo. Dovrebbe mancarvi solo quello del mercato a luci rosse. Iniziate dal Luscious Entertainment, di cui già conoscete la posizione, continuate con Foreplay Pictures nella zona del vostro rifugio e finite con Aristocrat a Biscayne. Il giro dei film per adulti non ancora sotto il vostro controllo, perchè vi manca ancora un'attività, ma per quella ci sarà tempo più tardi.

Il vostro nuovo bersaglio è la base dei Granado. Armatevi di tutto punto e dirigetevi verso Palmetto. Le dinamiche degli assalti dovrebbero ormai esservi familiari, perciò sgominate le difese all'esterno, impossessatevi di tutto ciò che potete all'interno, quindi uccidete Don Granado e correte all'esterno dopo aver piazzato la bomba perchè avrete solo venti secondi per uscire vivi dall'edificio.

E' giunto il momento di rispondere al telefono nel vostro rifugio. Dopo la cut scene che segue la telefonata prendetevi qualche tempo per andare a reclutare Petriboni nel Jersey's Sport bar e promuovere Uzzano a ingegnere prima di andare a parlare con Green come suggerito da Fredo. Dall'incontro ne uscite con l'incarico di uccidere un rivale di Green: questo compare a pochi passi da voi, e non vi porterà via molto tempo l'uccisione sua e delle sue guardie. Dirigetevi poi sull'isoletta dove l'uomo dell'Unione vi aspetta. Parlate con lui e iniziate l'assalto, sparate alle taniche di benzina come suggerito a video, poi entrate nell'edificio e salite lungo le scale. Aprite la porta per raggiungere la cassaforte, poi dal tetto raggiungete l'edificio principale. Una volta lì raggiungete la gru usando la passerella e gettate di sotto il proprietario dell'attività.



Rispondete al telefono che squilla per attivare una scena d'intermezzo con il braccio destro di Mangano, Paulo Riccitello. Dopo che avrete assistito alla distruzione delle vostre attività da parte della famiglia Mangano, Fredo vi suggerisce di parlare con Roth. Prima di farlo però scendete in strada e cercate informazioni sui vostri nuovi nemici da quei personaggi con l'icona della chiave sopra la testa. Il gioco vi fornisce informazioni sulle modalità con cui è possibile uccidere per solo cinque dei gangster. La raccolta di queste informazioni inoltre è decisamente più facile se svolta a New York, dove i personaggi che dispensano informazioni si incontrano più frequentemente.

Inoltre, uno dei luogotenenti di mangano si trova proprio a NY. Provenzano Porco è rifugiato in cima a un deposito di carburante vicino all'aeroporto: una volta che l'avrete raggiunto scagliatelo di sotto per ucciderlo. Per finire gli altri dovete però tornare in Florida.

Luchino Uliasi lo potete trovare nel primo piano del parcheggio dell'ospedale a Deco. Passategli sopra con la vostra macchina e non costituirà più un problema. Vicino a un altro ospedale, quello a Biscayne, trovate Giovanni Corbinelli. Potete raggiungerlo sul tetto su cui è rifugiato attraverso una scala antincendio; lì sopra mettevi al riparo e prendete con calma la mira col fucile da cecchino. Vicino alla discarica in cui avete ucciso Almeida se ne trova un'altra. Qui potete scovare Jacopo Vanni. Sul lato est c'è una breccia che potete sfruttare per accedere all'area: avvicinatevi a lui e finitelo con una esecuzione.
L'ultimo di cui potete occuparvi al momento, Doffo Spini, è a un passo dalla stazione di polizia di Biscayne, sulla terrazza di un edificio nelle vicinanze. Questo complica il vostro compito, perchè i poliziotti finiranno inevitabilmente per essere attirati dal trambusto. Come se ciò non bastasse Spini si circonda di un gran numero di guardie. Armatevi bene e preparatevi a una lunga azione: per uccidere questo gangster infatti dovrete scagliarlo ripetutamente contro il muro, e ciò implica l'avvicinarsi a lui dopo essere passati sui cadaveri di molti tra guardie e poliziotti.

Ora che avete decimato i Mangano è il momento di andare a riconquistare le vostre attività che vi sono state sottratte. Fate attenzione alle guardie, i Mangano tendono ad essere più prudenti di quanto fossero i Granado o i Rosato. Ad ogni modo ormai conoscete quali sono le attività e quali le debolezze dei proprietari: nulla è cambiato dalla prima volta in cui siete andati ad impossessarvene. Prima di andare a parlare con Roth cercate Reisdorf o Illevara e svolgete qualche compito per loro, così da accumulare qualche bonus che vi consenta di disfarvi della polizia nelle situazioni calde.

Proseguite ora con la trama principale del gioco. Roth vi attende per parlarvi al pilastro a Deco. Beach. Durante la conversazione vi offre una mano contro Mangano in cambio del vostro coinvolgimento nella faccenda cubana. Prendete dunque un biglietto per l'Havana e preparatevi a cambiare location.

Cuba Libre

Cuba vi appare letteralmente presidiata da poliziotti e militari. Il vostro modo di giocare deve necessariamente cambiare in quest'area. Rubare una macchina o aggredire qualcuno significa ritrovarsi a fuggire dagli agenti per lunghi periodi, e questo vi distrarrebbe dai vostri interessi. Sfruttate piuttosto i bonus che vi tolgono di torno i poliziotti per qualche tempo per svaligiare la cassaforte della banca (sappiate che per sbloccare l'obiettivo dovrete aprire tutte le casseforti del gioco) o per mettere le mani su qualche autovettura particolarmente veloce e manovrabile.

Dall'aeroporto in cui sbarcate la vostra destinazione è un telefono pubblico a Capitolo: prendete il trabiccolo che il gioco vi mette a disposizione e dirigetevi in direzione dell'ospedale. Dopo aver risposto al telefono avrete un incontro con Michael che vi introdurrà al vostro rifugio cubano e vi spiegherà il ruolo che dovrete ricoprire durante questa parentesi caraibica, insieme a dispensarvi preziosi suggerimenti su come comportarvi nella terra di Castro di modo da non divenire troppo in fretta oggetto delle attenzioni dei militari.

Dopo il colloquio le aree dove trovare i dissidenti da eliminare viene evidenziata sulla mappa. Prima di recarvi lì effettuate una deviazione verso il Casino Imperial, nelle cui vicinanze potete reclutare Ray Ricci, dotato di talento sia come ingegnere, sia come demolitore, e per questo parecchio utile nelle missioni che vi apprestate a svolgere. Ora insieme a lui dirigetevi verso nordovest dove scorgete il primo gruppo di dissidenti da eliminare in cima ad un edificio. Li riconoscerete facilmente grazie al bersaglio che gravita sulle loro teste. L'eliminazione dei prossimi bersagli risulterà un po' più complicata a causa della vicinanza della caserma della polizia e per la presenza di uomini di Mangano nelle vicinanze. Ricordatevi che in questo frangente i vostri bersagli sono solo i dissidenti, e uccidere chiunque non sia uno di loro vi scatenerà polizia ed esercito alle calcagna.

I prossimi dissidenti sulla lista li troverete a Ciudad Veja, segnalati dall'indicatore sulla scalinata.
Tornate poi in direzione dell'aeroporto e ancora un volta l'indicatore vi segnalerà la presenza dei dissidenti, questa volta in una piazza affollata, perciò fate attenzione a chi sparate durante lo scontro a fuoco. Gli ultimi due sono vicini al luogo del precedente scontro: si trovano sulla torre dell'aeroporto e sono solamente in due, perciò non sarà un gran problema eliminarli.
Dopo che avrete ucciso tutti i dissidenti sulla lista il telefono nel vostro rifugio squillerà: siete invitati nel palazzo presidenziali in seguito al vostro recente contributo alla rivoluzione.

Al termine della cut scene all'interno del palazzo presidenziale vi ritrovate senza armi. Per prima cosa procuratevi la garrotta oltre la porta e il fucile da cecchino sulla balconata. Salite le scale e strangolate con la garrotta le guardie sul vostro cammino, stando attendi a farlo quando queste vi danno le spalle, e senza fare troppo rumore. Quando vi imbattete in due soldati che guardano la televisione prendete l'altra strada possibile e passate dalla sala da ballo: lì un soldato vi noterà, ma eliminandolo in fretta eviterete l'allarme. Passate poi alle spalle degli altri e raggiungete la stanza successiva dove un soldato sta urinando per terra. Uccidetelo e raccogliete la sua pistola silenziata che vi servirà per uccidere i due soldati che presidiano le scale. Salite e prendete la scalinata che declina a destra, uccidete come volete il soldato oltre la porta e sfoderate poi il fucile da cecchino: Castro è in visuale.

Dopo la cut scene uccidete il soldato che vi corre in contro ed entrate nella stanza da cui è uscito, l'armeria. Dopo aver raccolto delle armi uscite e avanzate a sinistra, dove una scalinata vi conduce al piano inferiore da cui potete lasciare il palazzo. Montate a bordo del furgone che trovate all'eterno e correte più che potete verso l'aeroporto: una velocità sostenuta è necessaria per saltare oltre il ponte. Notate i nuovi racket di Almeida segnalati sulla mappa lungo la strada.
Appena arrivate all'aeroporto parte una nuova scena d'intermezzo.

O brother where art thou

Tornati a casa chiamate Michael, il quale vi convoca alla base. Dopo il filmato tornate al vostro rifugio: visto ciò che vi trovate chiamate Tom. Fate qualche domanda in giro per vedere se ci sono testimoni: continuate la vostra indagine al molo, dove non troverete informazioni, ma alcuni uomini di Roth da massacrare.

Andate piuttosto a La Maison Rouge, ma entratevi senza impugnare le armi. Una volta individuato l'uomo che vi interessa (grazie all'icona sulla testa) minacciatelo e percuotetelo finchè non vi rivela le informazioni che vi servono, poi uccidetelo e fate altrettanto con gli altri uomini di Roth. Utilizzate quindi le sue informazioni e raggiungete il palazzo in costruzione vicino al vostro rifugio e salvate Vincenzo.

Dopo il lungo filmato parlate con Tom, poi andate ad incontrare Micheal, quindi andate a colloquio col senatore Geary. Infine parlate ancora con Tom.
Siete vicini a lasciare New York per l'ultima volta. Girate per strada finchè non avrete tutte le informazioni su come uccidere i Mangano rimanenti e gli Almeida. Poi controllate sulla mappa di aver scassinato tutte le casseforti della città (se tenete a obiettivi/trofei) e prendete il primo volo per la Florida.

In Florida avete un solo compito: l'uccisione di Jamie Fesser, uno sgherro degli Almeida che potete trovare nel cimitero di Palmetto: per ucciderlo dovrete colpire ripetutamente la sua testa col coperchio della bara.
Ora che anche in Florida avete terminato ogni attività di vostro interesse lasciate gli USA e salite su un aereo per Cuba.

Chaos in Cuba

Prima di lasciare l'aeroporto andate a reclutare Ray Mancini: lo trovate sulla sinistra della pista vicino a tre aerei affiancati.
Dirigetevi poi verso il vostro rifugio: lungo la strada dovreste trovare Maria Torres, la quale vi chiederà un favore in cambio di un raid di polizia nei confronti di uno dei Mangano. Ovviamente è nel vostro interesse svolgere il piccolo favore richiestovi.
Se voleste liberarvi anche di un gangster degli Almeida potete andare alla stazione di polizia e svolgere un favore per Aggassiz, oppure da Juan Pablo del Monte vicino alla banca per garantirvi il rilascio immediato di un vostro scagnozzo.

Dopo aver fatto ciò, segnate a morte Mark Guccio Ferrara dal menù e andatelo a cercare a sud del vostro rifugio. Avvicinatevi senza sfoderare le armi, afferratelo e scagliatelo contro il muro finchè non muore, mentre i vostri compari si disfano della sua scorta.

Disfarvi di Baldo campi non sarà altrettanto facile: lo trovate nell'area in costruzione a sud est del Casino e per ucciderlo dovrete passarvi sopra con la macchina. Il problema è dato dai blocchi di cemento che lo circondano: per ucciderlo dovrete dunque prendere una buona rincorsa e saltare sopra di lui sfruttando una rampa. Oppure potreste afferrarlo a mani nude dopo aver ucciso i suoi sgherri e trascinarlo in un posto in cui potrete facilmente investirlo.

Uccidere Giorgio Strozzi sarà un altro difficile compito. Avvicinatevi alla stazione di polizia da nordovest, Strozzi è sulla balconata di un edificio lì affianco: salite le scale esterne e raccogliete la mazza da baseball lungo la strada. Fate strage delle guardie e poi massacrate anche lui: non preoccupatevi se cercherà di fuggire: non ha vie di fuga.
Con Strozzi avete finito con i Mangano, è ora di dedicarsi agli Almeida.

Iniziate con Pablo Benites de Lugo, che costituisce la sfida più semplice. Proseguite poi con Blathazar Barreto, per il quale basta una molotov. Raul Limonta è un osso più duro, e inoltre ha un sacco di guardie intorno a sé. Lo trovate a due passi dal vostro rifugio: probabilmente la difficoltà più grande che incontrerete sarà quella di riuscire a portare una melee weapon execution prima che i vostri uomini lo uccidano, costringendovi così a ripetere la missione.

L'edificio in cui vi viene segnalata la presenza di Juan Mazon presenta diverse crepe, che il vostro artificiere potrà facilmente trasformare in possibilità d'accesso. Dopo aver eliminato le guardie dovrete porre fine alla sua vita con una esecuzione usando il fucile da cecchino.
Con Ramon Valiente l'unica opzione possibile è invece un assalto frontale, poiché l'accesso all'edificio è consentito solamente da una scalinata posta sul fronte della costruzione. Una volta raggiunto Valiente gambizzatelo, poi usate una qualsiasi esecuzione.
L'ultima eliminazione vi richiederà un po' più di fatica. Payo Saaverda è in cima a una muraglia, e per raggiungerlo dovrete passare diversi livelli, mentre le sue guardie non saranno certo immbili ad attendervi. Tuttavia dopo avere eseguito su Saaverda un'esecuzione con lo shotgun avrete eliminato tutti gli affiliati e non dovrete più preoccuparvi degli assalti alle vostre attività.

Ora che non avete più rivali a minacciare i vostri business potete appropriarvi con la forza di quelli altrui. Iniziate con il racket dei film per adulti in Corazon del Oro, poi passate al gioco d'azzardo e ai Casino.
A questo punto dovreste ricevere il messaggio che vi avvisa della reclusione forzata dei Mangano nella loro base in Florida. Per non fare avanti e indietro è meglio che finiate di occuparvi del business qui a Cuba e andare in Florida una volta sbrigati tutti i vostri affari.
Ad ogni modo, seguite l'ordine che preferite, ma una volta conquistati i due rimanenti racket (chop shop e traffico d'armi) avrete in mano vostra tutti quelli ottenibili nel gioco.
Per assaltare la base degli Almeida avrete bisogna della Cadillac corazzata in cui vi imbattete dall'inizio del gioco. Una volta oltrepassato il cancello della base girate a destra, superate i camion, poi svoltate a destra ed entrate nell'edificio. Al piano superiore trovate sia Esteban Almeida, sia le tubature di gas che dovete detonare per distruggere l'edificio.
L'ultima cosa da fare a Cuba è uccidere Mitchell: lo trovate in un edificio poco distante, e la sua esecuzione non vi causerà grandi grattacapi. Dopo l'omicidio prendete il primo volo per la Florida.

Tornati in Florida andate a fare il pieno di munizioni nel vostro rifugio e poi recatevi alla base dei Mangano: state rimandando da troppo tempo la distruzione del loro covo. Utilizzate l'auto blindata come scudo dagli spari dei cecchini e mandate i vostri uomini a massacrare le guardie che vi sparano contro: voi rimanete nell'auto finchè questa è integra, poi entrate nell'abitazione dal retro. Fate fuori i due cecchini sulla balconata e sfruttate le crepe nel muro esterno per posizionare una bomba che vi consenta di entrare. Al piano interrato trovate l'ultima cassaforte del gioco, al secondo piano invece si trova Mangano, oltre alle tubature che causeranno la distruzione del suo rifugio.

Parlate al telefono con Tom, fate qualche favore in giro per ottenere alcuni bonus che vi tolgano la polizia di torno, poi andate al vostro appartamento. Parlate con Michael, poi con Tom. Reclutate quanti più medici potete e portateli a svolgere con voi la missione finale. Entrate da sud all'aeroporto e consegnate la bustarella alla guardia che dovete corrompere.
Andate poi nell'area degli arrivi dove si scatenerà un putiferio: utilizzate le molotov per far fuori quanti più nemici potete, poi finite il lavoro con le armi da fuoco e spostatevi nella zona posteriore all'area arrivi. Lì dietro incontrate Roth: dopo il dialogo uccidetelo e iniziate la fuga verso l'esterno dell'aeroporto. Finché vi trovate all'interno non dovreste trovare troppa resistenza. Una volta fuori montate sull'auto blindata e fuggite a rotta di collo verso il palazzo dei Mangano che avete distrutto poco fa.

Quando avrete raggiunto il palazzo partirà la sequenza animata finale che vi ricompensa dei vostri sforzi per finire Il Padrino II.

Video della soluzione - L'inizio