9.3

Redazione

9.2

Lettori (575)


  • 800
  • 33
  • 639
  • 25

Ni no Kuni: La Minaccia della Strega CinereaJRPG disegnato a mano 68

Un nuovo breve incontro con la magia firmata Level-5 e Studio Ghibli

Se siete appassionati di giochi di ruolo giapponesi, sicuramente avrete seguito con curiosità lo sviluppo di Ni No Kuni, fino a tirare un sospiro di sollievo una volta che ne è stato annunciato l'adattamento per il mercato europeo con il sottotitolo "La Minaccia della Strega Cinerea". Abbiamo già avuto occasione di parlare del titolo Level-5, ma grazie all'evento milanese recentemente tenutosi in quel di Milano, abbiamo provato con mano una breve missione, mentre è stata illustrata l'edizione da collezione che sarà disponibile in Italia dal 24 gennaio, un giorno prima rispetto al resto del continente. JRPG disegnato a mano Preso in mano il pad, abbiamo guidato il giovane Oliver attraverso l'ampia world map, passando da una zona montagnosa ad una desertica, allo scopo di raggiungere il palazzo della regina. Prima però abbiamo dovuto affrontare diversi mostri, ben visibili sulla mappa e che se avvicinati inseguono il giocatore fino a costringerlo all'affronto. I combattimenti propongono una miscela tra elementi tipici dei JRPG, con la possibilità di muoversi liberamente per lo scenario in tempo reale ed un tempo di ricarica da attendere per poter utilizzare attacchi ed abilità varie. I compagni di squadra possono essere gestiti grazie ad un sistema che richiama il Gambit di Final Fantasy XII, ovvero da un menu apposito e con l'azione messa in pausa, dove sarà possibile definire quale atteggiamento mantenere in battaglia.

Questione di formaggi

La missione che abbiamo affrontato ci ha richiesto di visitare un negozio nella città del mondo reale, raggiungibile attivando la magia apposita. Così dal menu abbiamo selezionato il libro e ci siamo teletrasportati per completare questa prima fase. Incontriamo qui la controparte reale di Esther, la ragazza che accompagna nel suo viaggio il protagonista Oliver. Apprendiamo che per poter finalmente parlare con la regina Kaula dobbiamo procurarci del formaggio, di cui lei va ghiotta, così tornati nel mondo fantastico, raggiungiamo la capitale che ne ospita la residenza. Usando un'altra magia, da una fontana di latte otteniamo una bella forma di cacio, lasciapassare per ottenere finalmente un colloquio con la golosa regina ed ottenere informazioni utili per il proseguo della storia. E' evidente come fiere e presentazioni non siano mai i luoghi migliori per approcciare titoli vasti e complessi come i giochi di ruolo, che richiedono tempo anche solo per apprenderne le dinamiche di gameplay, così come per leggere frequenti linee di testo e lasciarsi assorbire dalla storia. Ni No Kuni non fa eccezione, di conseguenza quanto provato non ha fatto altro che accrescere la curiosità e la voglia di avere in mano il prodotto finito, finalmente comprensibile anche per noi occidentali. JRPG disegnato a mano Ciò che salta subito all'occhio è lo splendido lavoro artistico, che rende il prodotto Level-5 quanto di più vicino ad un film d'animazione si sia mai visto sui nostri televisori HD. Lo stile dello Studio Ghibli è inconfondibile e fa brillare ogni poligono con colori a tinte pastello e personaggi molto espressivi. Ciò vale per le cut-scene ma anche per le fasi di gameplay vero e proprio, ad esempio la world map sembra un quadro dipinto a mano, con la differenza che è completamente tridimensionale ed esplorabile! Siamo rimasti a bocca aperta anche visitando la città del mondo reale, dettagliatissima e splendida, con passanti e macchine in movimento. Se il profilo artistico non si mette in discussione, siamo curiosi di scoprire di più sulla parte giocata. Del sistema di combattimento abbiamo già parlato nel precedente articolo, e avendo avuto a disposizione un personaggio di bassissimo livello non abbiamo potuto scoprire nulla di più. Inoltre la quest giocata si limitava a mandarci da un punto ad un altro seguendo le istruzioni di vari NPC, spingendoci comunque ad aprire il libro delle magie di Oliver per ottenere il necessario. Speriamo che la versione definitiva proponga situazioni varie ed interessanti nelle più di trenta ore giocate promesse dagli sviluppatori. Mancano ancora diversi mesi all'uscita, che vi ricordiamo essere fissata al 24 gennaio in Italia, con un edizione speciale dal prezzo indicativo di 99 euro salvo cambiamenti, contenente il gioco, un pupazzo di Drippy, una riproduzione del libro di Oliver e alcuni DLC esclusivi. Restate con noi per tutti i prossimi aggiornamenti. Ni No Kuni: Wrath of the White Witch - Videoanteprima E3 2012 Ni No Kuni: Wrath of the White Witch - Videoanteprima E3 2012

Certezze

  • Ottima ambientazione ed atmosfera
  • Combattimenti che mescolano diversi elementi ripresi da altri JRPG
  • Artisticamente superbo

Dubbi

  • Che le quest non vadano al di là di missioni "Fedex"
  • La storia rimarrà interessante per tutta la campagna?