Massima potenza  9

Parte della line-up di lancio di Wii U, Warriors Orochi 3 Hyper si presenta come una versione "riveduta e corretta" del terzo episodio della serie, uscito lo scorso aprile su PS3 e Xbox 360

Non è ancora perfettamente chiaro se il gioco sarà disponibile in Italia dal 30 novembre, contestualmente all'uscita di Wii U, ma di certo farà parte della line-up giapponese per la nuova console Nintendo. Stiamo parlando di Warriors Orochi 3 Hyper, versione "potenziata" dell'action game uscito lo scorso aprile su Xbox 360 e PlayStation 3, presente sullo showfloor del Tokyo Game Show con una versione praticamente completa che ci consentiva di portare a termine una missione e finanche di dare un'occhiata alla modalità "duello". Per chi non conoscesse la serie, si tratta in pratica di uno spin-off di Dynasty Warriors, sviluppato dai soliti Omega Force e caratterizzato dal medesimo gameplay: si seleziona una fazione di partenza e poi via, alla conquista delle regioni della Cina imperiale nei panni di condottieri realmente esistiti ma le cui gesta e le cui abilità vengono ovviamente "esagerate" in favore della spettacolarità e del coinvolgimento.

Abituatevi dunque a guerrieri in grado di sbaragliare da soli un intero esercito, colpendo decine di soldati con un unico fendente e ricorrendo a mosse speciali tanto belle da vedere quanto spiacevoli da subire. Questo particolare episodio, poi, si pone come una "summa" di tante produzioni Tecmo Koei: dal già citato Dynasty Warriors all'altro suo spin-off, Samurai Warriors, da Ninja Gaiden a Warriors: Legends of Troy, passando per titoli come Bladestorm, Trinity: Souls of Zill O'll e infine Dead or Alive. L'espediente narrativo utilizzato dagli sviluppatori per giustificare la presenza di personaggi appartenenti a epoche diverse è quello dei portali dimensionali, a cui la misteriosa Kaguya fa ricorso per evocare i più forti guerrieri mai esistiti, che dovranno allearsi e formare una squadra di straordinaria potenza allo scopo di fermare l'avanzata della potentissima Hydra.

Doppio schermo, doppie mazzate

Tra le feature più interessanti di Warriors Orochi 3 Hyper spicca senz'altro il multiplayer, sia di tipo cooperativo che competitivo, rispettivamente in locale e online. Nel primo caso è possibile scegliere se ricorrere al classico split-screen per dividere in due l'azione sullo schermo della TV oppure giocare uno sul televisore (con Classic Controller Pro oppure, supponiamo, Wii-mote e Nunchuk) e uno su GamePad. Viene da sé che volendo è anche possibile giocare la campagna in single player utilizzando il solo controller di Wii U e tenendo la TV spenta.

Nel secondo caso si sfrutta invece l'inedito Duel Mode per organizzare scontri fra tag team all'interno di arene di dimensioni ristrette, dunque concentrandosi sul combattimento anziché sull'inseguimento dell'avversario e sulla gestione delle truppe. Un'altra feature promettente riguarda l'editor delle missioni: una volta completato uno stage nello Story Mode o nel Free Mode, lo scenario può essere modificato liberamente, piazzando le postazioni nemiche dove riteniamo possano più far male e posizionando i vari oggetti disponibili, per poi condividere le nostre creazioni con gli altri utenti. C'è infine il cast dei personaggi, che come detto include non solo i guerrieri classici di Warriors Orochi ma anche tutta una serie di "ospiti" che portano il totale del roster a oltre centotrenta unità. La demo che abbiamo provato al Tokyo Game Show girava contemporaneamente sullo schermo televisivo e sul touch screen integrato nel GamePad, facendo però un uso discutibile della potenza della console visto che la grafica soffriva di evidenti problemi in termini di drawing distance, con gli avversari completamente invisibili già dalla media distanza che apparivano come per magia quando ci avvicinavamo a pochi metri. Il gameplay ci è sembrato quello solito delle produzioni Omega Force, dunque combo a non finire e centinaia di nemici da abbattere, ma all'interno di scontri non propriamente dotati di spessore, anzi. Bisognerà vedere se l'innesto dei personaggi "ospiti" potrà mischiare le carte in tavola e rendere l'esperienza in qualche modo diversa dal solito, visto che il Duel Mode ci sembra un extra che lascia un po' il tempo che trova.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

CERTEZZE

  • Interessante il co-op su TV e GamePad
  • I personaggi extra potrebbero aumentare la varietà
  • Si potranno creare e condividere le missioni

DUBBI

  • Il gameplay appare fondamentalmente invariato
  • Drawing distance mediocre
  • Il Duel Mode non ci ha impressionati