Il ritorno di Ultima  25

BioWare e Mythic stanno lavorando ad un remake di Ultima IV, ecco le prime informazioni disponibili

Ultima è un nome forse non molto noto tra i più giovani, ma i giocatori con qualche anno sulle spalle ricorderanno certamente con una certa nostalgia la mitica serie di Lord British. EA ha deciso di riportare sulla cresta dell'onda la saga, fortunatamente, con un titolo della collana Free 4 Play intitolato Ultima Forever: Quest for the Avatar. Le informazioni non sono moltissime, per il momento, ma possiamo iniziare a raccogliere quelle disponibile in un primo articolo.

Reimagining Ultima

Affidato alle sapienti mani di Mythic Entertainment (nome a cui sono tornati di recente), parte degli esperti ruolisti Bioware, questo nuovo titolo sarà un Action RPG online, giocabile sia su PC che su iPad, anche in cross play. Il creative director Paul Barnett ed il suo piccolo team non stanno però creando un titolo completamente nuovo, quanto piuttosto una rivisitazione di Ultima IV, con la prima importante differenza rappresentata dalla componente online. Sarà infatti possibile farsi accompagnare nelle proprie avventure da altri amici. Non parliamo di un MMO, ma più semplicemente di un multiplayer integrato nelle meccaniche ruolistiche tipiche del titolo originale. Importante specificare che il lavoro di Mythic non sarà un nuovo Lord of Ultima né tanto meno un giochino social per facebook.

L'obiettivo è ben più ambizioso, ovvero portare un capolavoro del passato quale Ultima IV nelle case dei giocatori di oggi, creando un bilanciamento perfetto tra gli elementi peculiari del titolo aggiornati alla generazione videoludica attuale. Ultima Forever sarà allo stesso tempo un gioco BioWare, con profondità, trama e narrazione all'altezza della storica software house. Ma sarà, anche, un'avventura single player e cooperativa, con una forte componente online persistente, senza dimenticare la possibilità di iniziare una partita su PC, spostarsi sul proprio iPad per andare avanti ed incontrarsi sui server con utenti di entrambe le piattaforme. Non ne sono state citate altre al momento, ma non è da escludere l'arrivo del titolo anche su Mac, iPhone o Android nel prossimo futuro. Il modello di business è free to play, facendo sì che il gioco sia disponibile per essere scaricato e goduto senza pagare nulla. Come sempre il rischio con questo tipo di titoli è che per godere dell'esperienza si debba alla fine aprire comunque il portafogli, ma Paul Barnett ci tiene a precisare come nessun contenuto sarà precluso all'utente, dall'inizio dell'avventura fino alla fine. Ciò che sperano è che il giocatore si lasci coinvolgere al punto da desiderare di spendere qualche soldo di tanto in tanto per acquistare elementi secondari nel mondo creato da Mythic, come navi volanti, barche, nuove carriere per il proprio avatar e altro.

Stimulation

Ultima Forever sarà una vera esperienza cooperativa, una reinvenzione di Ultima IV basata sulla componente multigiocatore. E questo nonostante il mondo aperto a disposizione non punti a proporre il gameplay di un MMORPG, e neanche la simulazione di Ultima VII. Piuttosto basandosi sul quarto capitolo della saga, il team di sviluppo punta a riproporre i medesimi stimoli ed incentivi. Partendo da questo elaborato remake EA spera di coinvolgere l'utenza, interessarla così nuovamente alla serie e, nel caso, di continuare l'operazione spostandosi su altri capisaldi di Ultima. Un elemento portante di Ultima Forever, proprio come fu nel capitolo originale, sarà rappresentato dalle Virtù. Queste condizioneranno le scelte fatte nell'arco dell'avventura.

Ad esempio trovare una somma di denaro presenterà la scelta di restituirla al possessore, comportandosi da Giusti, o donarne una parte a dei bisognosi, seguendo la Compassione. L'intera esperienza di gioco si baserà su queste scelte dagli esiti aperti, che determineranno l'Avatar che ci rappresenta nel gioco. Per quanto riguarda il sistema delle carriere, latitano al momento dei dettagli, ma le Virtù giocheranno un ruolo importante anche in questo aspetto. Lo stesso vale una volta online, visto che ad esempio se un giocatore più avanzato e potente aiuterà altri meno esperti, non guadagnerà molta esperienza ma in cambio otterrà piuttosto punti legati alla Virtù del Sacrificio. Al momento sono note solo due carriere, Mago e Guerriero, ma presto arriveranno nuovi dettagli, nella speranza che Mythic osi qualcosa di originale in tal senso. Per quanto riguarda il combattimento, Ultima Forever sarà in parte action, con visuale isometrica, mentre giocherà un ruolo fondamentale la posizione dei personaggi, permettendo all'utente di avvantaggiarsi della rilevazione delle collisioni. Il giocatore sarà molto attivo nelle fasi di combattimento, anche se purtroppo non ci è dato sapere di più.

Nostalgia

L'originale Ultima IV non è forse tra i titoli più famosi e dalla fanbase più vasta, ma alcuni elementi peculiari lo rendono un pezzo di storia che siamo curiosi di veder tornare sui nostri schermi. In particolare il mondo totalmente aperto, la libertà di scelta nei dialoghi ed il sistema morale dovrebbero rappresentare anche in Ultima Forever i cardini attorno ai quali ruoterà l'intero gameplay. Il resto subirà pesanti rivisitazioni, come il sistema di combattimento, nell'originale a turni e piuttosto statico. Purtroppo le informazioni scarseggiano ancora, così come tutto tace in merito al comparto tecnico, che comunque dovrebbe rispettare nello stile il materiale sorgente, aggiornato all'alta definizione. Appena avremo notizie fresche e magari potremo provare direttamente il titolo, vi aggiorneremo: restate con noi!

CERTEZZE

  • Rispettoso del materiale originale
  • Cooperativa online
  • Gratuito

DUBBI

  • Al momento sono note solo due classi
  • Il sistema di virtù sarà sviluppato e profondo?