Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #36 

Mentre il dibattito sulla realtà virtuale infuria, continuano ad arrivare notizie sulle ormai imminenti GPU di nuova generazione

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

La GDC 2016 è alle porte e probabilmente ospiterà qualche demo dedicata alle nuove GPU, che dovrebbero portarci il primo vero balzo prestazionale da molti anni a questa parte. AMD è finalmente pronta al cambio di architettura sull'onda dei nuovi processi produttivi che promettono un netto miglioramento nel rapporto tra consumi e potenza. Inoltre in ballo ci sono nuove memorie, nuovi controller e nuove librerie che potrebbero giocare un ruolo molto importante promettendo un migliore sfruttamento delle configurazioni a più GPU e buffer unificati per SLI e Crossfire. Ma torniamo al presente che purtroppo è ancora fatto in gran parte di soli rumor. In occasione della GDC 2016 è possibile che avvenga la presentazione sul campo della tecnologia Polaris di AMD mentre quella NVIDIA dovrebbe avvenire a inizio aprile, in occasione della GPU Technology Conference 2016, con il lancio effettivo serbato per la fine di maggio, che culminerà con il Computex di Taipei. Assembla che ti Passa #36 Questo significa che ci aspettano tre mesi densi di informazioni e di indiscrezioni a partire dalla possibile line up di NVIDIA trapelata dalle spedizioni dei prototipi presumibilmente dedicati alle summenzionate manifestazioni. Il database di Zauba ha rivelato quattro diverse varianti di schede Pascal che vanno dai 600 ai 1100 dollari di prezzo. Stando ai rumor e confrontando i prezzi con quelli della generazione precedente, possiamo presumere che la scheda da 600 dollari sia la GTX 1080 con 6GB di memoria video mentre quella da 700 dollari sia la versione equipaggiata con 8GB. Non sappiamo ancora, però, con che tipo di memoria avremo a che fare visto che contemporaneamente sono apparse voci di una GeForce GTX 1080 con 8GB di memoria GDDR5X. Ciononostante 448 GB/s di banda dovrebbero bastare anche per una scheda superiore alla GTX 980 Ti benché l'HBM 2 faccia gola anche dal punto di vista dei consumi. Eppure i rumor della GTX 1080 parlano di un singolo connettore a 8 pin per l'alimentazione ausiliaria, segno che la scheda, sempre che esista, non supererà i 225W di TDP grazie alla nuova architettura e grazie all'uso di transistor a 16 nanometri. Ma torniamo ai rumor sulla lineup NVIDIA. A 900 dollari potremmo trovare il corrispettivo della 980 Ti con memoria HBM 2.0 e infine, a 1100 dollari, la nuova Titan che potrebbe montare addirittura 32GB di memoria video, sempre HBM 2.0. In tutti i casi i prezzi sono più alti della generazione attuale ma lo è anche la dotazione di memoria e inoltre ci si aspetta un balzo prestazionale netto che potrebbe giustificare l'azzardo. Purtroppo manca la fascia più diffusa, quella medio alta, che stando a questi prezzi potrebbe trovarsi intorno ai 400 dollari sforando, da noi, i 400 euro. Anche in questo caso, però, il prezzo maggiore sarebbe giustificato da prestazioni sensibilmente superiori a quelle della GTX 970 che già ha il pregio di avvicinarsi molto alla GTX 980 pur costando qualcosa come 200 euro in meno. Assembla che ti Passa #36 A questo punto non ci resta che assistere alla GDC 2016 sperando di scoprire qualcosa sul prezzo delle schede AMD, presumendo che anche queste saranno più care delle precedenti visto il cambio di architettura e di potenziale. Ciononostante sarebbe comunque piacevole essere sorpresi dall'adozione di una politica più aggressiva che potrebbe costringere i partner NVIDIA a limare il prezzo, con sommo gaudio da parte degli acquirenti. Sperando nel miracolo non possiamo far altro che incrociare le dita e aspettare informazioni più concrete passando all'altro grande argomento di questo 2016. Quando nell'informazione si leggono parole come tutti o nessuno, è sempre il caso di approfondire la questione perché gli assoluti sono buoni solo per fare rumore. E questo vale anche per un recente articolo rimbalzato per la rete come prova del disinteresse nei confronti della realtà virtuale. Leggendo con maggiore attenzione si scopre che il 15% degli intervistati potrebbe acquistare un visore entro l'anno e una percentuale del genere non è per nulla bassa quando si parla di early adopter e, soprattutto, quando si parla di accessori che costano quanto un computer. Inoltre vale la pena far notare come molti siano passati dall'altisonante bocciatura della realtà virtuale all'affermare che sia semplicemente troppo presto per un boom. Su quest'ultimo punto siamo d'accordo. Le stime degli analisti e l'interesse dell'industria sono in parte strumenti promozionali che vengono sfruttati per aumentare la visibilità dei visori. Ma un fronte così compatto di compagnie che si interessano alla questione investendo capitali in quantità evidenzia una forte fiducia nella risposta a lungo termine del pubblico. Chi ha provato le ultime demo è rimasto colpito e questo vale tanto per gli addetti ai lavori quanto per pubblico e critica. Certo, con questi prezzi e questi requisiti è presto per sognare un boom ed è difficile sperarlo anche nel caso del più economico PlayStation VR che si accontenta di un'esperienza virtuale decisamente più modesta. Inoltre non c'è pericolo che il classico monitor vada in pensione a breve termine anche perché la necessità di indossare un casco può essere un problema in diverse situazioni. Ma con un semplice calo di prezzo, e un paio di killer app, le cose potrebbero cambiare velocemente.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Questa settimana nella fascia al risparmio torniamo in casa AMD con una combinazione ancora difficile da battere in termini di prezzo e prestazioni. La Radeon R7 370 non è di certo una scheda potente ma in 1080p se la cava egregiamente anche con alcuni titoli recenti.

I consumi contenuti ci permettono di restare fedeli all'EVGA 500B che pur inadatto alle situazioni estreme garantisce un buon margine e non dovrebbe dare problemi di sorta. Chiudiamo con gli ormai indispensabili 8GB di memoria e con il classico case Zalman reso preferibile dal prezzo.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 100.00
AMD FX-6300
SCHEDA MADRE € 55.00
ASUS M5A78L-M/USB3
SCHEDA VIDEO € 135.00
XFX R7 370 2GB
RAM € 45.00
Crucial Ballistix Sport 8GB DDR3
ALIMENTATORE € 50.00
EVGA 500B 500W 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 40.00
Zalman T3 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 485.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Viste le innumerevoli configurazioni gaming basate su CPU Intel, questa settimana torniamo a riproporre l'FX-8370 che include il valido dissipatore Wraith di serie. Questa volta però lo abbiniamo a una GPU Nvidia che oltre a essere quasi omonima della scheda madre può contare su consumi più ridotti.

La GeForce GTX 970 ci consente di scegliere una PSU più economica senza per questo rinunciare alla qualità. Per quanto riguarda il resto della configurazione risparmiare ulteriormente è difficile anche se è ovviamente possibile eliminare il lettore ottico in base alle necessità personali.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 210.00
AMD FX-8370 4.3Ghz
SCHEDA MADRE € 100.00
MSI 970 Gaming
SCHEDA VIDEO € 350.00
MSI GTX 970 Gaming
RAM € 45.00
Corsair Vengeance Blue DDR3 8GB 1600MHz
ALIMENTATORE € 70.00
XFX P1-550S-XXB9
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 55.00
Corsair Carbide Spec-01
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 885.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Acquistare un computer costoso all'alba del lancio di una nuova generazione di GPU può non essere la soluzione più accorta ma trovandosi di fronte alla necessità di farlo è bene piazzare delle buone basi tenendo al contempo conto che quando arriverà il momento di rivendere la scheda video questa potrebbe aver perso parecchio valore.

La R9 Fury, lo abbiamo già detto, ha il pregio di avvicinarsi alla Fury X pur costando, grazie a un taglio netto, sensibilmente meno. Ottima per il 1440p ad alto frame rate, la seconda in comando della serie 300 ha il vantaggio di adottare memoria HBM e potrebbe avere ancora un interessante futuro, magari raddoppiata, con le librerie grafiche di nuova generazione.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 450.00
Intel Core i7-6700K + Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 175.00
Gigabyte Z170A Gaming 5
SCHEDA VIDEO € 580.00
Sapphire Nitro Radeon R9 Fury
RAM € 100.00
G.SKill Ripjaws V 16GB Kit DDR4-3000
ALIMENTATORE € 150.00
XFX XTR Series P1-750B-BEFX 750W 80+ Gold
HARD DISK € 150.00
Samsung 850 EVO 250GB M.2/Hitachi Travelstar 7K1000 SATA III 1TB
CASE € 120.00
Phanteks Enthoo Pro
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1740.00

Al centro del nuovo Assembla che ti Passa troviamo inedite indiscrezioni sulle prime schede Pascal