Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #37 

Possiamo davvero aspettarci una nuova generazione di GPU da urlo?

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Un paio di settimane fa abbiamo parlato della docking bay per GPU esterne targata AMD ma come abbiamo già detto la prima a presentarne una è stata Razer in occasione del CES. Oggi finalmente siamo venuti a conoscenza del prezzo della periferica e purtroppo c'è poco di cui rallegrarsi. Lo sfizioso oggetto, compatibile con tutte le moderne schede video AMD e NVIDIA a partire dalla Radeon R9 280 e dalla GeForce GTX 750, costa infatti 499 dollari e l'unica consolazione, piuttosto magra, è quella di poterne risparmiare 100 acquistandolo in bundle con un laptop Razer. Siamo senza dubbio allettati dal possibile risparmio legato alla possibilità di utilizzare una singola GPU con diversi dispositivi ma è difficile che un oggetto di questo tipo risulti appetibile per la massa se venduto a un prezzo paragonabile a quello di una scheda di fascia alta. La speranza la riponiamo quindi nell'analoga tecnologia in sviluppo presso AMD che potrebbe sorprenderci dal punto di vista del prezzo considerando la ritrovata aggressività e l'intenzione della compagnia di fare di questo tipo di tecnologia uno standard. Assembla che ti Passa #37 Arrivata seconda nel campo delle GPU esterne, AMD è la prima a scendere in campo con una soluzione dual GPU in questa generazione. Anche grazie ai rumor sempre più insistenti sapevamo già che il momento sarebbe giunto Ma chi si aspettava un'abbuffata di TeraFLOPS, uno dei punti forti delle schede AMD, resterà deluso visto che ci fermiamo a 12 contro i 16 teoricamente possibili con due GPI Fiji XT e contro gli 11.5 dell'ormai datata R9 295X2. Inoltre la scheda è caratterizzata da un approccio al mercato particolare che parte dal nome: Radeon Pro Duo. Quel Pro, l'avrete già capito, indica la volontà di estendere la portata della scheda al di fuori del gaming, in questo caso abbracciando la realtà virtuale in ambiti diversi dal gioco come medicina, cinema e architettura. Ma quest'impronta più seriosa non toglie che la Radeon Pro Duo possa essere usata per il gaming di lusso, virtuale e non, tanto più che, almeno stando ai dati AMD, lascia al palo la R9 295X2 nonostante la potenza di calcolo single precision sia molto simile. La tabella pubblicata da VideoCardz.com parla chiaro anche se ognuna delle due GPU è vincolata al limite di massimo di 4GB della memoria HBM di prima generazione con tutto quello che ne consegue in termini di frame buffer massimo e potenziali problemi in 4K. Se a tutto questo ci aggiungiamo il prezzo consigliato di 1.500 dollari è chiaro che parliamo di una scheda particolare, non certo pensata per il giocatore che vuole il massimo spendendo il meno possibile. Tanto più adesso, all'alba di una nuova generazione che promette miracoli e che tra l'altro vedrà AMD presentare una tecnologia che potrebbe ridefinire i requisiti della realtà virtuale. A quanto pare, infatti, la compagnia ha in cantiere un visore 3D con risoluzione di 4K per ogni occhio. Purtroppo per ora le informazioni si limitano alla sola risoluzione ma si tratta di un dato fondamentale visto che l'Ultra HD dovrebbe finalmente garantire un'immagine pulita ancora fuori portata per i visori attualmente disponibili. Il mercato, insomma, è già pronto al rilancio, apparentemente deciso a trascinarci verso quei mondi simulati un tempo esclusiva della narrativa fantascientifica ma ormai quasi a portata di mano. Non è un caso che IBM Japan abbia creato un prototipo di MMO basato Sword Art Online il quale, stando ai report, avrebbe lasciato di sasso i 208 fortunati giapponesi che hanno avuto la fortuna di provarlo. Assembla che ti Passa #37 Inevitabilmente gelosi, per ora non possiamo far altro che sognare e continuiamo a farlo anche nell'ormai abituale angolo dedicato alle GPU di prossima uscita che questa settimana ruota intorno a NVIDIA. Nelle ultime settimane abbiamo analizzato promesse e numeri legati alla tecnologia Pascal alla ricerca di conferme di quel salto prestazionale netto di cui si va parlando ormai da mesi. D'altronde il mercato ci ha abituato a prendere con le pinze ogni dichiarazione altisonante ma questa volta le promesse potrebbero andare piuttosto vicine alla realtà. Sia NVIDIA sia AMD hanno saltato i 20 nanometri lanciandosi rispettivamente sui 16 e sui 14 che consentono di raddoppiare i transistor a parità di spazio. Se a questo ci aggiungiamo nuove memorie e nuove architetture il margine di crescita rispetto alla passata generazione è enorme. Certo, conoscendo il mercato e le sue frenate tattiche è inevitabile provare un pizzico di scetticismo ma nel prossimo futuro i requisiti minimi sono destinati a crescere esponenzialmente tra risoluzioni Ultra HD e realtà virtuale. Per questo e per il successo della fascia medio-alta dell'attuale generazione di GPU abbiamo ipotizzato il lancio di schede video di nuova generazione da 350/400 euro capaci di gestire i giochi più in voga sia in 4K che con i visori di punta. E la nostra ipotesi potrebbe non essere così improbabile se le informazioni apparse in rete in questi giorni dovessero rivelarsi corrette. I dati li trovate nell'immagine di lato e mostrano una X80Ti, che per ora chiamiamo 1080 Ti anche se è probabile un cambio di nomenclatura, piuttosto vicina a doppiare la GTX 980 Ti in termini di potenza di calcolo bruta. Quest'ultima non determina le performance effettive di una scheda, come evidenziano gli 8.6 della R9 Fury X, ma va a sommarsi a una serie di voci come Shader Core e Pixel Rate che aumentano in modo direttamente proporzionale. La tabella parrebbe anche confermare il TDP da 225W di cui abbiamo già sentito parlare e l'uso di memoria GDDR5X anche nella fascia estrema che viene suggerito dai 512GB/s di banda passante. Siamo lontani dai 1024 dell'HMB 2.0 anche se questa scelta non dovrebbe causare particolari problemi considerando che la Titan X si accontenta di 336.5 GB/s di banda.

Nel nuovo Assembla che ti Passa torniamo a parlare delle GPU del futuro grazie a indiscrezioni inedite

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Fedeli all'FX-6300, una delle poche CPU AMD recenti a distinguersi per rapporto tra qualità e prezzo, cambiamo scheda video sull'onda delle nuove MSI 950 a basso consumo che, probabilmente grazie all'uso di una nuova versione della GPU, non hanno bisogno di connettore d'alimentazione ausiliario. Tra l'altro la MSI 950 2GB OCV2 è disponibile a un prezzo piuttosto buono.

Con l'update i consumi precipitano tanto da rendere conveniente il passaggio a un alimentatore meno potente. La scelta ricade su un classico XFX purtroppo fuori produzione ma ancora reperibile. Anche questa settimana chiudiamo con gli ormai indispensabili 8GB di memoria e con il classico case Zalman reso preferibile dal prezzo.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 100.00
AMD FX-6300
SCHEDA MADRE € 55.00
ASUS M5A78L-M/USB3
SCHEDA VIDEO € 170.00
MSI GeForce GTX 950 2GD5 OCV2
RAM € 45.00
Crucial Ballistix Sport 8GB DDR3
ALIMENTATORE € 40.00
XFX TS Serie 430W
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 40.00
Zalman T3 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 510.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Invertiamo i fattori rispetto alla settimana scorsa tornando a all'abbinamento tra CPU Intel e GPU AMD. Nel primo caso, manco a dirlo, la scelta ricade sul Core i5-4590 che rientra nei requisiti della prima ondata di visori virtuali.

Con la Radeon R9 390 a occuparsi della grafica i consumi aumentano sensibilmente anche se non abbastanza da impensierire l'ottimo Antec TruePower Classic da 750 Watt. Per quanto riguarda il case restiamo ancora una volta fedeli al risparmio anche se è ovviamente possibile cambiarlo a seconda dei gusti personali così com'è possibile rinunciare, ormai per tutte le configurazioni, al lettore ottico.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 200.00
Intel Core i5-4590
SCHEDA MADRE € 70.00
ASRock H97 Pro4
SCHEDA VIDEO € 350.00
Sapphire Radeon R9 390
RAM € 45.00
Corsair Vengeance Blue DDR3 8GB 1600MHz
ALIMENTATORE € 105.00
Antec TruePower Classic TP-750C 80+ Gold
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 55.00
Corsair Carbide Spec-01
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 880.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Torniamo a spingere su una configurazione importante per garantire varietà anche se l'arrivo a breve delle nuove GPU dovrebbe stravolgere gli equilibri del mercato delle schede video visto il balzo promesso in termini prestazionali. In ogni caso Core i7-6700K Skylake e doppia GTX 980 Ti dovrebbero comunque garantire a questa configurazione una discreta longevità.

I 6GB di frame buffer sono sufficienti per il 4K e lo sono anche per i visori tridimensionali di prossima uscita ma con una spesa del genere c'è da sperare che le nuove librerie grafiche mantengano tutte le promesse, prima tra tutte l'unificazione della memoria video con relativo raddoppio del frame buffer.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 500.00
Intel Core i7-6700K + Corsair H100i
SCHEDA MADRE € 220.00
Asus Maximus VIII Hero
SCHEDA VIDEO € 1500.00
2 x Gigabyte GeForce GTX 980TI Extreme Gaming
RAM € 100.00
G.SKill Ripjaws V 16GB Kit DDR4-3000
ALIMENTATORE € 230.00
XFX 1050W 80+Gold (P1-1050-BEFX)
HARD DISK € 150.00
Samsung 850 EVO 250GB M.2/Hitachi Travelstar 7K1000 SATA III 1TB
CASE € 150.00
Corsair Carbide Air 540
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 2865.00