Top 10 canzoni nei videogiochi  196

Ecco la nostra (in)sindacabile classifica dei brani più memorabili di sempre!

Vogliamo una volta ogni tanto soffermarci a riflettere su quali siano stati, nella storia recente o meno del nostro passatempo preferito, le migliori canzoni utilizzate all'interno di un videogioco. Non parliamo esattamente di colonne sonore, musiche di accompagnamento o altro, ma proprio di brani (cantati) che siano stati usati, ad esempio, nelle opening di molti titoli più o meno famosi. Lo sguardo a questo piccolo mondo si apre a qualsiasi genere e consideriamo J-pop, rock, metal e tanto altro senza discriminazioni né occhi velati dall'odio per alcun genere particolare. Spesso si tratta di canzoni che sono rimaste nei nostri cuori addirittura più del gioco stesso, come accade anche nel cinema dove film mediocri sono ricordati per una vita da canzoni pazzesche piazzate in apertura o chiusura. Si tratta, ovviamente, di una Top 10 assolutamente soggettiva, in quanto è impossibile inserire veramente tutte le canzoni degne di nota: prendiamolo come un modo per ricordare con piacere queste dieci e stimolarvi a raccontarci delle vostre preferite.

Ecco le nostre dieci canzoni preferite legate ai videogiochi! E quali sono le vostre?

10 - Fly me to the Moon (Bayonetta)

Grandissimo pezzo jazz reso famoso dall'altrettanto popolare Michael Bublè (e sigla di Evangelion qualche anno fa), Fly me to the moon fu la prima canzone ad essere portata e suonata sulla Luna. Qualche anno dopo fa capolino anche in Bayonetta come cover jpop, una delle tante sentite e apprezzate in questi ultimi anni. L'unione della forza di questo favoloso gioco action dove una streghetta mezza nuda combatte e si dimena sotto un meraviglioso soundtrack J-Jazz, è pazzesca e rappresenta uno dei connubi meglio riusciti nel panorama videoludico moderno. Il gioco alla fine propone anche una versione sempre in inglese cantata dalla mitica Brenda Lee, statunitense attiva dagli anni '60 agli anni '70. L'uso di una potente colonna sonora e di queste meravigliose canzoni impreziosisce ancora di più un gioco già di per sé incredibilmente bello e affascinante.

9 - Bomb Factory - Deadly Silence Beach (Dead or Alive 2)

Deadly Silent Beach, potente canzone rock melodica dai contorni metal, fu scelta per essere contenuta nella OST di Dead or Alive 2 insieme ad Exciter, dallo stesso gruppo dei Bomb Factory, gruppo giapponese composto da quattro elementi (Junya, Kazuya, Joe e Shira) di stanza a Tokyo e attivi tra il 1997 e il 2008. La loro produzione li spinse fino in Europa con un tour tra Inghilterra, Germania, Olanda e Belgio, fino ad aprire i concerti dei Bad Religion in Giappone. Accolti in modo entusiastico dalla critica dell'epoca, non si sa più che fine abbiano fatto negli ultimi anni. In ogni caso, il loro ricordo resterà vivo in noi sopratutto per quelle due fantastiche canzoni contenute nel gioco di Tecmo e apprezzate tanto per la loro qualità che per l'esser state scelte nel modo più azzeccato possibile.

8 - Want You Gone' - Jonathan Coulton (Portal 2)

Una delle canzoni più belle e azzeccate di sempre apparse in un videogioco: Want you gone, scritta da Jonathan Coulton e contenuta alla fine di Portal 2. Stesso scrittore e stessa cantante di Still Alive, per altro, che faceva parte del primo capitolo del gioco. La cantante si chiamava Ellen McLain ed era una piccola star della lirica, per altro voce di GLaDOS all'interno dell'avventura di Valve. Jonathan Coulton, dal canto suo (è proprio il caso di dirlo) è un cantautore newyorkese attivo da una quindicina d'anni che deve molta della sua cultura all'influenza geek di questi tempi. Ha collaborato per scrivere canzoni in Portal e Portal 2, ma anche LEGO Dimension e altre produzioni televisive e teatrali. La perla: è il compositore della sigla dello show televisivo "Diagnosi misteriose" in onda anche sulla piattaforma Sky italiana.

7 - Jack Wall and Sam Hulick - M4 Part 2 (Mass Effect)

Una delle più belle e ricercate canzoni mai apparse in un videogioco: la ending di Mass Effect, scritta da Jack Wall, è un capolavoro che sarebbe diventato di massa se prodotto per il grande pubblico. Non parliamo di un esordiente ovviamente, ma di uno dei massimi interpreti della cultura videoludica e musicale degli ultimi venti anni. Il buon vecchio Jack ha composto musiche e canzoni per Myst III, Unreal 2, Splinter Cell, Jade Empire, Call of Duty: Black Ops 2 e 3, Lost Planet e ovviamente Mass Effect di BioWare. Nella sua carriera ha vinto innumerevoli riconoscimenti per i suoi lavori , tra i quali molti premi (ambitissimi) della Academy of Interactive Arts & Sciences, una delle organizzazioni più prestigiose e famose nel campo delle arti digitali e non solo.

6 - Still Waiting - Sum41 (Obscure)

Grande pezzo, grande gruppo per un gioco forse passato inosservato: Obscure di DreamCatcher uscito nell'ormai lontano 2004 su Xbox, Playstation 2 e PC Windows. Era un survival horror con qualche buona idea e qualche pecca, ma sicuramente tra i suoi pregi vantava una ottima soundtrack impreziosita da questa potente canzone dei Sum41, famosissima band canadese attiva dalla fine degli anni '90 ad oggi con un team in costante mutamento ed evoluzione. Still Waiting rappresentò all'epoca un'ottima scelta perché si rivelò come una delle canzoni più popolari della band: attualmente su youtube è tra le prime tre per click e visualizzazioni, dimostrazione che il grande pubblico ha saputo apprezzarla, dentro e fuori da Obscure ovviamente.

5 - Bone Song (The Secret of Monkey Island 2)

Quelle canzoni che partono all'improvviso e senza un perché, tanto che ci rimani con una faccia un po' perplessa. Questa è un po' la descrizione della Bone Song, che a un certo punto si avvia con un balletto che nemmeno in un film Disney in The Secret of Monkey Island 2. La prima volta che qualcuno ci si è imbattuto ha ovviamente pensato di esser morto, invece no, la coreografia dei due scheletrini è frutto di un sogno del protagonista che, ai piedi di un grande albero, cade e batte la testa. Premiamo la Bone Song non tanto per essere una canzone ben cantata o particolarmente azzeccata, piuttosto per essere rimasta nei cuori di quei tanti giocatori che ancora la ricordano con affetto, dopo innumerevoli anni e avventure giocate. E non è cosa da poco visto che sono passati più di 25 anni.

4 - All I Want - Offspring (Crazy Taxi)

Nato per la sala giochi e successivamente portato in tutte le case grazie a quel prodigio di porting arcade perfect che rispondeva al nome di Sega Dreamcast, Crazy Taxi di SEGA aveva non solo una grafica pazzesca, ma anche una colonna sonora impreziosita da una serie di brani altrettanto fuori di testa. Imperversavano sui nostri schermi alcune tra le migliori canzoni di Offspring e Bad Religion, ma abbiamo scelto proprio quella "All I want" come migliore di tutte perché rappresentava al meglio lo spirito del gioco: veloce, senza senso e matto. Esattamente come gli Offspring, prima che diventassero dei vecchietti neo melodici e sedevano ancora tra i migliori gruppi punk mondiali. Complimenti a SEGA per la scelta delle canzoni che sono riuscite a rimanere vive nel ricordo di tutti i videogiocatori dell'epoca.

3 - Sympathy For The Devil - Rolling Stones (COD: Black Ops)

Non c'è ovviamente bisogno di presentazioni quando parliamo dei Rolling Stones. E nemmeno dobbiamo spendere più di tante parole per quel capolavoro che è Sympathy for the Devil. Quello che "forse non tutti sanno che", rimane il fatto che questa meravigliosa canzone fu inserita nella già fantastica colonna sonora di Call of Duty: Black Ops. La scena dell'arrivo attraverso il fiume nel Laos accompagnata da questa soundtrack ha addirittura spinto l'album dei Rolling Stones a un +20% di vendite nel mese dell'uscita del gioco, complice anche un trailer veramente emozionante che ha saputo coinvolgere giocatori e non. Niente sapeva fondersi così bene quanto la guerra nella giungla e il Rock'n Roll, e questo Activision lo ha sempre saputo meglio di chiunque altro!

2 - New Angels of Promise - David Bowie (Omikron: The Nomad Soul)

L'eclettico e amatissimo "Duca" David Bowie è stato celebre in vita non solo per le potentissime canzoni che ha saputo scrivere, ma soprattutto per aver rappresentato un "essere" artistico a 360 gradi capace di fondere qualsiasi tipo di influsso e ispirazione, travalicando culture e generi. L'abbiamo apprezzato nel cinema in tantissimi film e altrettanti generi, dal drammatico al fantasy. Lo abbiamo amato per i suoi album uno più bello dell'altro. Lo abbiamo infine acclamato per la sua inaspettata partecipazione attiva al videogioco Omikron: The Nomad Soul di Quantic Dream, edito da una illuminata Eidos dell'epoca. Bowie non si limitò a fornire una meravigliosa colonna sonora al gioco, ma addirittura apparve "digitalmente" all'interno dell'avventura, prestando il suo volto direttamente. La intro del gioco è ancora oggi ricordata per bellezza e profondità, grazie anche all'apporto di questo artista incredibilmente eclettico. Non vi alleghiamo il video della canzone (che potete tutti trovare con facilità) ma una perla assoluta: l'intervista di David Bowie in conferenza stampa con i produttori Eidos all'E3 del 1999.

1 - Mad World - Gary Jules (Gears of War)

Originariamente nata dalla fantasia dei mitici Tears for Fears, la canzone Mad World fu portata alla ribalta da una meravigliosa cover di Gary Jules, che nel Natale 2003 addirittura raggiunse il primo posto tra i singoli più venduti e un posto tra l'olimpo del rock-folk americano. Paragonato per voce e timbro a Michael Stipe dei Rem, Gary Jules raggiunse una fama ancora più "mondiale" grazie all'inserimento della sua canzone prima nel film di Donnie Darko, infine nel trailer di Gears of War per Microsoft ed Epic Games. La canzone ritorna anche in Gears of War 3, rappresentando così un "leit motiv" che caratterizza la serie ormai da più di dieci anni. Lo spirito melodico e compassato della canzone si fondeva perfettamente con la sensazione di distruzione e "fine del mondo" rappresentata da Gears of War, ed anche se la canzone risulta "un filino" triste per usare un eufemismo, la eleggiamo come uno dei migliori esempi di come usare una canzone all'interno di un videogioco. Ovviamente, tutto e sempre secondo il nostro soggettivo punto di vista. Scriveteci quali sono le vostre canzoni più memorabili!