Cosa vorremmo in… No Man's Sky 2  124

No Man's Sky 2 è difficile da ipotizzare al momento, ma non impossibile: cosa dovrebbe fare Hello Games per renderlo migliore del predecessore?

Cosa vorremmo in... è una rubrica a cadenza mensile dedicata ai giochi più attesi dal pubblico. Ma rispetto alle tradizionali anteprime, essa tratta l'argomento in maniera più diffusa, immaginando come potrebbe essere un titolo, o come si vorrebbe che fosse, piuttosto di come sarà.

No Man's Sky è stato uno dei titoli più controversi della stagione. Presentato in origine come un titolo per certi versi rivoluzionario, capace di riscrivere il concetto di "libertà" di esplorazione e azione, al punto che avrebbe consentito di fatto di visitare lo Spazio profondo e migliaia di pianeti sempre diversi, generando nel pubblico un hype che è cresciuto a dismisura giorno dopo giorno, al momento dell'uscita sul mercato ha finito invece per deludere la maggior parte del pubblico a causa della mancanza proprio di tante delle caratteristiche annunciate, e per la presenza di numerosi bug che ne rovinavano parte dell'esperienza. Polemiche a parte, lo sviluppatore Hello Games ha cercato nelle settimane successive all'uscita del gioco (e lo farà probabilmente ancora anche nelle prossime) di mettere una pezza sulla sua produzione, rilasciando una serie di patch utili da un lato per eliminare i problemi tecnici e dall'altro per integrare alcuni elementi necessari per cercare di migliorare la struttura, rendere più appetibile agli utenti i viaggi nell'Universo e in generale la giocabilità. Questo ci ha fatto riflettere sulla possibilità che un giorno, seppur non ci sia nulla di ufficiale e anzi, a oggi, la cosa sembra alquanto complicata possa realizzarsi, Hello Games o chi per loro possano sviluppare un No Man's Sky 2 e renderlo quel gioco che purtroppo non ha saputo o potuto essere il suo "predecessore".

Come dovrebbe essere un eventuale No Man's Sky 2 per essere il gioco che non è stato il predecessore?

Ripartire col piede giusto

Usando l'immaginazione, abbiamo provato a ipotizzare un No Man's Sky 2 che, saremo banali, riparta già a livello di concept da un lato dall'ultimo update rilasciato per il primo gioco, dall'altro da tutte quelle feature promesse ma mai inserite davvero in quest'ultimo. A questo punto il team di sviluppo dovrebbe pianificare nel minimo dettaglio e fin dall'inizio ogni passo, sia a livello comunicativo che di programmazione, in modo da non deludere le aspettative del pubblico, o peggio ancora, prenderlo in giro. Per cui ci auguriamo che nel caso venisse progettato, le fasi di sviluppo di No Man's Sky 2 non vengano accompagnate da decine e decine di interviste degli sviluppatori condite da promesse di ogni tipo.

Silenzio e lavoro, dovranno essere questi gli ingredienti base dai quali ripartire, oltre ovviamente al rispetto verso i consumatori e nessuna promessa da marinaio sui contenuti. Una produzione "onesta" fin dalle prime battute, che bada al sodo e non promette ciò che magari non può mantenere, desta meno aspettative e conseguenti critiche. Entrando nel dettaglio, per prima cosa vorremmo che si potenziasse e rendesse più intrigante l'Universo procedurale alla base del primo episodio, rendendo sempre più forte l'emozione dell'utente ogni qualvolta si ritroverebbe a scendere su un determinato pianeta da esplorare, grazie a una grande varietà degli stessi in termini di conformazione (deserti, foreste, fiumi, laghi, eccetera), climi, geologia, fauna e flora. La cura della fauna, in particolare, potrebbe rendere i vari pianeti più credibili e l'esplorazione più coinvolgente, soprattutto se gli sviluppatori inserissero nel gioco una vera e propria catena alimentare e un algoritmo che decretasse che tipo di animali possano esistere in relazione alle condizioni geologiche del pianeta su cui vivono. Basta, insomma, trovarsi di fronte creature generate totalmente a caso e che non rispettano nessuna regola evolutiva o ambientale precisa. Tra l'altro Hello Games potrebbe creare un'intelligenza artificiale più evoluta che tenga per esempio conto proprio delle zone dove vivono e dell'indole della creatura generata proceduralmente per determinante il comportamento generale e le strategie di attacco o di difesa dinanzi ai giocatori o ad altri esseri. Sempre in tema di pianeti, non vorremmo ritrovare su ogni pianeta le stesse strutture e risorse, o fare le stesse scoperte di elementi che magari si trovano su tutti o quasi gli altri pianeti, dagli angoli più remoti del cosmo al misterioso centro della galassia. Differenziare "storia", materiali e risorse da pianeta dovrà essere la parola d'ordine degli sviluppatori in tal senso. Passi in avanti si sono già registrati nel No Man's Sky originale grazie al Foundation Update, ma riteniamo che quello sia stato, appunto, una base da cui ripartire, non un punto di arrivo. Per questo pensiamo che nonostante tutto anche gli eventi casuali nello Spazio vadano rivisti in termini di varietà, in maniera tale da non risultare delle fotocopie gli uni degli altri, e magari da farli assumere una certa importanza all'interno del gameplay. Più situazioni differenti, più crediti ottenibili, più risorse particolari o materiali unici: basterebbe tutto ciò per migliorare questo tipo di esperienza all'interno della più grande, della "campagna" principale. Al giocatore vorremmo poi che venisse offerta la possibilità di plasmare meglio la sua avventura anche nei rapporti con le varie fazioni, lasciandolo per esempio più libero di intavolare legami amichevoli o commerciali con altri giocatori, o con le creature controllate dall'intelligenza artificiale. In tal senso ci piacerebbe che ci si imbattesse in più di tre razze aliene, e che queste, vecchie e nuove, rispecchiassero davvero, nei comportamenti e nelle azioni singole e di gruppo, l'indole della propria "etnia".

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Nuovi mondi, nuove amicizie

In No Man's Sky troppo spesso abbiamo visto alieni sulla carta inclini al combattimento assegnare magari al giocatore incarichi non consoni al tipo di creatura, accompagnati da discorsi comunque non adatti a chi teoricamente farebbe della lotta quasi una ragione di vita. In tal senso vorremmo quindi che gli sviluppatori ideassero una serie di routine che tenessero conto della storia e della filosofia di vita di ogni tipologia di essere senziente incontrato. Così come ci piacerebbe che i benefici ottenuti dal giocatore da parte di determinati soggetti o clan fossero davvero differenti a seconda del suo comportamento con una fazione piuttosto che con un'altra, e in base proprio alle caratteristiche di queste ultime.

Solo allora si potrebbe pensare a un sistema più evoluto, rispetto all'originale, nei singoli rapporti, che tenga conto del "legame" che si è venuto a instaurare con un particolare alleato o un venditore per ottenerne magari in appresso favori o rendimenti migliori. Visto per esempio che nelle navi cargo c'è la possibilità di poterci costruire all'interno camere, aree in comune e laboratori, oltre che reclutare alieni per lavorare al fianco del protagonista, potrebbe rivelarsi utile e divertente poter interagire con loro anche per stimolarne l'affinità tecnica o spirituale. Un collaboratore felice lavora meglio di uno infelice, così come un negoziante che trova simpatico un esploratore può favorirlo nei prezzi o nel procurargli certi materiali rari, rispetto ad altri che magari proprio non sopporta. Si potrebbe perfino pensare a un sistema di "corruzione" nei dialoghi che consentisse, appunto, al giocatore di comprare le simpatie di qualcuno per ottenerne in cambio favori. In questo modo gli atteggiamenti del giocatore potrebbero avere delle ripercussioni maggiori nel corso dell'avventura, determinando cambiamenti nel progredire del gioco e nel tipo di difficoltà stessa con cui affronterebbe i livelli più avanzati, visto che recuperare a prezzo stracciato un materiale raro potrebbe fare la differenza in determinati momenti, rispetto a non poter avere a disposizione le risorse necessarie per sé o per la propria nave. A proposito di queste ultime, ci piacerebbe che in un eventuale No Man's Sky 2 ne venissero aggiunte di più e che ciascuna di loro fosse diversificata dalle altre non solo dal punto di vista estetico, ma anche delle prestazioni. Sarebbe poi bello poter personalizzare la propria nave rendendola unica in termini di controllo e potenza. E poi secondo noi non sarebbe neanche male se all'interno delle varie comunità spaziali si potesse anche trovare qualche officina dove far riparare il velivolo senza doverlo fare sempre noi giocatori. Ultima integrazione, ma non per questo meno importante, vorremmo poter finalmente incrociare altri videogiocatori e magari collaborare con loro per raggiungere un obiettivo, o scontrarci per accaparrarci una risorsa preziosa in un determinato pianeta. Potrebbe risultare interessante perfino inserire un'opzione per giocare in co-op con un amico, senza per questo snaturare l'idea alla base dell'esperienza di gioco, cioè quella di vivere nei panni di un pioniere spaziale alla ricerca di nuovi mondi e creature. In fondo certe emozioni si possono benissimo vivere anche insieme a un'altra persona. E qui ci fermiamo, nonostante siamo consapevoli del fatto che di idee per migliorare No Man's Sky e dunque per rendere un suo ipotetico seguito potenzialmente molto più completo e valido dell'originale ce ne sarebbero tante. Ma lo spazio è quello che è, per cui preferiamo lasciare spazio anche a voi lettori: in tal senso, voi, cosa suggerireste a Hello Games nel caso decidesse di sviluppare No Man's Sky 2?

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )