Il Professor Layton e lo Scrigno di PandoraLayton e Luke tornano a indagare 

Primo incontro con il seguito di uno dei più apprezzati titoli per Nintendo DS: Layton e il suo aiutante Luke si preparano a partire per un viaggio tutto rotaie e scatole misteriose.

Curiosa storia quella che ha segnato la distribuzione del primo Professor Layton: arrivato con un ritardo calcolabile sfogliando due calendari, febbraio 2007 in Giappone e novembre 2008 in Europa, ha inizialmente riscosso un'accoglienza piuttosto fredda da parte del pubblico per poi crescere nel tempo - accompagnato da una corposa campagna pubblicitaria - e scalare le classifiche di vendita del Vecchio Continente. Layton e Luke tornano a indagare Un successo meritato per un gioco che, quasi unico in un panorama arido in tal senso d'idee, è riuscito a combinare la tendenza dei titoli basati sulla risoluzioni degli indovinelli alle atmosfere da grande giallo, con uno stile a cavallo tra il manga giapponese e il fumetto francese. Il prossimo settembre sbarcherà infine in Italia il seguito dell'originale, Il Professor Layton e la Scatola Diabolica, che è stato possibile vedere grazie a una versione dimostrativa nel corso di un evento dedicato alla line-up Nintendo.

Verso il Molentary Express

La trama ricoprirà ancora una volta un ruolo di primaria importanza e vedrà Layton accompagnato dal fido Luke alla volta del suo mentore, Andrew Schroeder, mittente di una lettera scritta in riferimento a una misteriosa scatola dai terribili poteri in grado di uccidere chiunque cerchi di aprirla. Arrivati nell'abitazione del malcapitato, i due troveranno il suo cadavere esanime e un biglietto per il Molentary Express, in partenza dalla stazione ferroviaria della stessa città; da lì a salire sul mezzo il passo sarà breve e ancora più repentinamente ci si troverà a dover scongiurare qualche catastrofica minaccia. Insomma l'impianto narrativo dovrebbe rivelarsi corposo come in passato, coadiuvato dai bellissimi filmati creati da Production I.G. - Blood+, Ghost in the Shell 1 e 2, per dirne alcuni - e da una certa tipizzazione dei personaggi, anche secondari, che seppur piuttosto statici dovrebbero riuscire a orchestrare un quadro d'insieme affascinante. Il gameplay sarà ancora basato sull'alternanza degli enigmi, 150 in tutto, e delle sessioni di esplorazione e dialogo in pieno stile pixel hunting, con il giocatore impegnato a scandagliare i fondali in cerca di qualche punto d'interazione. Non una rivoluzione per un'esperienza che non ha comunque nemmeno in precedenza sofferto di meccaniche così semplici, riuscendo a coinvolgere più che bene e facendo piuttosto sentire la necessità, al limite, di ulteriori rifiniture che migliorino un'atmosfera già stellare, aggiungendo a esempio qualche brano musicale aggiuntivo.

Curiosità

In Giappone è già da tempo disponibile la terza iterazione della serie, The Last Time Travel, mentre la quarta, Specter's Flute, uscirà il prossimo autunno. In programma anche un film animato per il gennaio 2010 prodotto dal veterano Masakazu Kubo, già curatore delle pellicole dei Pokemon, e un manga per bambini serializzato dal febbraio scorso. Layton mania!

Piacevoli extra

Se la brevissima demo mostrataci ha coperto solo i primi pochi minuti di gioco - di gameplay vero e proprio è stato possibile vedere l'esplorazione della sola stanza teatro del ritrovamento di Andrew Schroeder, senza nessun enigma - sono già disponibili alcune informazioni riguardo gli elementi di contorno inseriti per rendere più succosa l'offerta. Layton e Luke tornano a indagare Torneranno bonus simili alla stanza da arredare, il dipinto e il cane robot da costruire visti in Il Paese dei Misteri, affiancati da enigmi scaricabili tramite wi-fi e delle stanze-sfida speciali da sbloccare completando determinati obiettivi, mentre verrà per la prima volta reso disponibile il materiale artistico, le musiche e i filmati, con l'ulteriore possibilità di inserire speciali codici tratti dal primo e dal terzo capitolo della serie per ottenere ulteriori aggiunte.
Di carne al fuoco ne è quindi stata messa molta e, seppur non una cornucopia d'innovazioni, il prossimo settembre è difficile non immagine questo Il Professor Layton e la Scatola Diabolica nella lista della spesa di ogni possessore di Nintendo DS.

Certezze

  • Atmosfere e storia di qualità
  • Meccaniche miste, tra enigmi e avventura, sempre ben studiate
  • Visivamente delizioso

Dubbi

  • Per vedere il terzo capitolo potrebbe volerci molto e il 2012 incombe

TI POTREBBE INTERESSARE