WheelspinIl Wii corre nel futuro 

GamesCom 2009, stand Bethesda, Wiimote alla mano: ecco le nostre impressioni sul racing game prodotto da Bethesda

Archer MacLean è un nome che non può suonare sconosciuto a chi è nel mondo dei videogiochi fin dagli albori degli 8 bit; autore di classici come Dropzone e IK+ e del più recente Mercury, è ora a capo dello studio Awesome Play, fondato dopo aver lasciato il precedente team Awesome Studios. A Colonia abbiamo avuto modo di mettere le mani sul nuovo progetto della software house, intitolato Wheelspin e pubblicato nientemeno che da Bethesda. Il Wii corre nel futuro Di cosa si tratta? In estrema sintesi, è un racing game futuristico in esclusiva per Wii dalle atmosfere che ricordano molto Rollcage (per chi se lo ricorda) ed F-Zero, con una fortissima propensione verso il multiplayer in locale. Precisiamo "in locale" perchè non è prevista alcun tipo di modalità online, giusto per mettere subito le mani avanti; ciò nonostante potranno sfidarsi ben 8 amici in contemporanea nello stesso salotto, grazie ad uno split screen multiplo e alle combinazioni tra Wiimote, classic controller e pad GC. Le modalità di gioco sono 3, ognuna con 10 tracciati: Solo, Race e Battle; nella prima la sfida è contro il tempo, nella seconda in opposizione ad altri avversari, mentre la terza va a costituire una situazione a sé in cui, all'interno di arene un po' alla maniera di Twisted Metal in versione ridotta, si devono raccogliere power up e armi per eliminare gli avversari entro un tempo limite.

Archer cosa combini?

Le auto, dal desing inventato e in linea con il setting futuristico del gioco, possono inoltre godere di upgrade da acquistare per aumentarne le qualità e la velocità massima. Tutto quindi abbastanza nella norma, con le carte in regola per andare a costituire un buon arcade sulla console Nintendo. Peccato che le nostre impressioni pad alla mano non siano state esattamente positive, nonostante queste possano essere suscettibili di modifica in seguito ad una prova più approfondita. Molto semplicemente, Wheelspin non appare come un prodotto nè curato nè divertente; la prospettiva pick and play e la forte componente sociale si scontrano infatti con un modello di guida sì semplice nei contenuti, ma frustrante nella sua realizzazione. Basta infatti una curva presa con lo sterzo troppo girato per andare in testacoda, così come è sufficiente Il Wii corre nel futuro perdere per un istante il controllo - eventualità tutt'altro che remota - per cadere dalla pista con carreggiata stretta e rigorosamente priva di protezioni laterali e lasciare secondi preziosi. Una sessione poco piacevole quindi, anche a fronte dell'al contrario impeccabile qualità dei piloti controllati dalla cpu che praticamente non sbagliano nulla; come se non bastasse, la fisica delle vetture non è molto credibile, fattore che impedisce di prevederne le reazioni e quindi favorisce gli errori. La decisione di affidare lo sterzo solamente all'inclinazione del Wiimote tenuto in orizzontale va peraltro contro la reattività necessaria in un gioco così veloce e esigente per i riflessi dell'utente. Un accenno infine per la grafica, davvero povera al punto da essere avvicinabile a quella di un Nintendo 64 senza troppi problemi; malgrado la volontà di puntare sulla fluidità a 60 fps, e nonostante la buona varietà di ambientazioni, tutto è davvero troppo spoglio e scarno per appagare anche l'utente meno esigente. In una sentenza, sembra più un gioco WiiWare che un prodotto retail. In conclusione non possiamo certamente definirci positivamente impressionati da Wheelspin; vedremo se al momento della recensione potremo essere piacevolmente smentiti.

Certezze

  • Potrebbe essere divertente in 8... forse

Dubbi

  • Grafica davvero difficile da digerire
  • Decisamente frustrante
  • Sembra un titolo WiiWare

TI POTREBBE INTERESSARE