Configurazioni a ConfrontoConfigurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) 8

Il PC nella sua veste per certi aspetti più raffinata, i mini HTPC silenziosi, eleganti, dai consumi contenuti ma volendo anche potenti per divertirsi nel salotto di casa. Inoltre i media player in grado di gestire qualsiasi formato video HD per l'alta definizione, ma non solo.

Nella puntata precedente di Configurazioni a Confronto dedicata ai Mediacenter, abbiamo visto cosa è un Home Theatre PC, quali sono le caratteristiche e gli obiettivi da raggiungere per costruirsi un PC silenzioso e potente con un'estetica che non sfiguri con l'arredamento della propria sala. Volevamo che il nostro HTPC fosse di dimensioni medie, espandibile senza eccessive rinunce, silenzioso, capace di leggere i Blu-Ray, dotato di scheda TV ibrida sfruttabile anche per acquisizione video e potente a sufficienza per eseguire editing video con disinvoltura. Per rispettare tutti questi requisiti le due configurazioni esposte precedentemente erano dotate di componenti hardware che ne facevano lievitare il prezzo sfiorando entrambe i 1000 euro, e dando l'idea ai lettori di sembrare troppo costose.
In questa seconda parte completeremo il quadro dando soluzioni qualitativamente valide ma con qualche compromesso per essere meno costose, ma non per questo meno affascinanti o versatili. Rinunceremo al lettore Blu-Ray, alla scheda TV, volendo sostituibile con una pennetta USB TV, e all'espandibilità considerate le dimensioni delle soluzioni esposte. La prima configurazione solleticherà la fantasia degli utenti più smaliziati che vogliono assemblarsi un mini PC dalla potenza ragguardevole, la seconda si baserà sulla tecnologia ION di Nvidia e Atom di Intel. Infine le soluzioni "easy", i media player tutto fare che si stanno rivelando le soluzioni ideali per godersi tutta la multimedialità anche in alta risoluzione senza spendere cifre esorbitanti.

Mini HTPC potente anche per gaming

Parola d'ordine compatto e potente.
Con il termine compatto si vogliono identificare quelle piattaforme che utilizzano standard industriali o soluzioni costruttive che hanno l'obiettivo di ridurre e ottimizzare l'ingombro di spazio. Verranno esposte soluzioni dalle dimensioni pari a circa un quarto di un desktop standard ma nel contempo capaci di fornire potenza sufficiente per adempiere al ruolo di ottimi mediacenter. Miniaturizzare un desktop non è certo una cosa semplice e nella maggioranza dei casi questa operazione costringe a sacrificare potenza di elaborazione, le possibilità di espansione e di aggiornamento. Nella prima puntata ne abbiamo parlato, e abbiamo visto che non si possono pretendere processori dal clock troppo elevato, piuttosto si devono prediligere soluzioni dal basso consumo che ovviamente scaldano meno e hanno bisogno di un sistema di dissipazione possibilmente passivo o con una ventola a basso regime di rotazione per provocare il minor rumore possibile. L'espansione e la possibilità di aggiornamento sono strettamente legate al case e alla scheda madre, se il primo lo vogliamo dal design ricercato e con dimensioni contenute, la seconda è la base su cui assemblare il pc e deve essere adatta al case.
Le due soluzioni si baseranno sul formato mini-ITX dalla grandezza di 170x170mm. Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Confronto tra formati Mini ITX, Micro ATX e ATX Nella stesura della lista dei componenti per questa configurazione la difficoltà maggiore è stata trovare un case compatto ma funzionale che potesse contenere la scheda nel formato mini-ITX e che permettesse di montare una scheda video per PCIexpress a doppio slot. Inoltre una piccola osservazione, nonostante l'impegno a tenere basso il costo finale c'è da dire che il piccolo come il silenzioso si paga e spesso anche a caro prezzo, a causa del maggior livello di ingegnerizzazione del prodotto e per l'utilizzo di componenti utilizzate in ambito notebook.

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore Pentium Dual Core E6300 2.8GHz 2MB Box 70€
Dissipatore CPU
Cooler Master GeminII 45€
Scheda Madre Zotac GeForce 9300 ITX WiFi LGA775 125€
Scheda Video Sapphire Radeon HD4770 512MB GDDR5
90€
Ram Corsair XMS2 DDR2-800 4GB (2GBx2) CAS5
50€
Alimentatore SFZ 300W certificato 80 PLUS
compreso con il case
Hard Disk Western Digital - Caviar Green WD10EADS 32MB
68€
Lettore-Masterizzatore Ottico
+
Adattatore micro SATA
Masterizzatore DVD LG GT20N SATA
+
Adattatore Scythe Slimline MicroSATA
35€
+
8€
Case Silverstone SUGO SG05B incluso 300W
95€
Prezzo MINI-HTPC Gaming
586€

Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Il processore Pentium Dual Core E6300 nonostante il nome ricordi gli ormai passati Pentium, fa parte della famiglia Intel Core 2 e deriva dal die Wolfdale, lo stesso dei Core 2 Duo serie 8x00. Precisamente si tratta del core Wolfdale-2M dove la parte finale della nomenclatura sta a indicare che ha 2MB di cache. Il quantitativo inferiore di cache L2 non intacca comunque le buone prestazioni che può raggiungere la CPU che ha una velocità di clock di 2.8 GHz, usa il front side bus (FSB) a 1066 Mhz ed è costruito sempre utilizzando il processo produttivo a 45 nm quindi con consumi contenuti e basse temperature di funzionamento. Rispetto ai fratelli maggiori manca unicamente del set di istruzioni multimediali SSE4.1. E' stato scelto per l'ottimo prezzo, ma volendo si può optare anche per altre CPU che abbiano al massimo TDP (Thermal Design Power) a 65W (consiglio personale).
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Il dissipatore GeminII della Cooler Master al primo sguardo sembra davvero immenso e sovradimensionato portando a pensare che non potrebbe mai entrare nel piccolo case, ma si adatta perfettamente a questa configurazione riuscendo anche nel compito di dissipare il processore passivamente. Il GeminII ha delle dimensioni imponenti, è venduto senza ventole e potrebbe montarne ben due da 120mm. Si potrebbe nel caso sostituire con un ThermalRight AXP-140 in modo passivo, oppure con uno Scythe Shuriken rev.B dotato di ventola, altrimenti con qualsiasi altro dissipatore a basso profilo con altezza inferiore agli 8cm tipo lo Zalman CNPS-8700. Risulta sempre consigliabile l'impiego di buona pasta termo-conduttiva, tra le migliori c'è Zalman STG-1.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Spazio occupato dal dissipatore sulla scheda madre e nel case Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) La scheda madre Zotac GeForce 9300 ITX WiFi è al momento l'unica mother board nel formato mini ITX per socket LGA775, che pur integrando un chip grafico offre anche uno slot PCI Express 16x dove installare una scheda video discreta. Si basa sul chipset nVidia GeForce 9300, e nel poco spazio che mette a disposizione c'è tutto quello che può servire: due slot per memorie DDR2 con supporto a massimo 4GBye, due porte SATA, una external SATA (eSATA), uscita video VGA, DVI e HDMI 1.3a con supporto HDCP, scheda audio integrata e anche una schedina WiFi compatibile con lo standard 802.11b/g. Al momento non esistono, nel mercato Europeo altre possibili scelte alternative.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Volendo dare buone capacità ludiche a questo "muscoloso" mini HTPC si è optato per una scheda video discreta. Tra la vasta gamma si è scelta una Radeon HD4770 semplicemente perché è la soluzione migliore che associa a tanta potenza, consumi energetici contenuti e temperature non troppo elevate durante l'operatività. Tutto questo grazie alla realizzazione della GPU tramite il processo produttivo a 40nm. Si è scelta la nuova versione della Sapphire poichè è dotato del buon dissipatore Arctic Colling. Potete trovare il nostro articolo a questo indirizzo Recensioni a Confronto HD4770.
Per quanto riguarda la scelta della RAM nulla di particolare, delle normali Corsair XMS2 DDR2 dual channel nella quantità di 4GB (2X2GB) per dare appoggio alle richieste di quei giochi più esigenti che potrebbero uscire in futuro.
L'alimentatore è un'unità commerciale di comunque ottima costruzione, modificata da Silverstone per soddisfare i propri criteri di qualità. Si tratta di una PSU compresa nel case dalla potenza di 300W, con Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) certificazione 80 Plus per il risparmio di energia, assolutamente adeguata al tipo di configurazione che si vuole ottenere.
Il Western Digital Caviar Green modello WD10EADS con capacità da 1Terabyte e 32MB di cache è un hard disk della serie Green che si distingue per la silenziosità, l'efficienza termica e il basso consumo. E' costruito con un sistema che durante l'idle o le normali operazioni di lettura e scrittura fa diminuire la velocità di rotazione dei piattelli a 5400rpm evitando il surriscaldamento e gli sprechi di energia, regalando una silenziosità adeguata, e all'occorrenza quando è Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) richiesto l'accesso a un grande quantitativo di informazioni aumenta di velocità fino a 7200rpm.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Il lettore-masterizzatore DVD deriva direttamente dai componenti di ambito notebook, si tratta di una unità LG GT20N SATA di tipo slim che si adatta alla perfezione al case scelto. L'unica nota il bisogno di utilizzare un adattatore MicroSATA reperibile nei negozi più forniti a pochi euro, che permette di collegare l'alimentazione e il cavo dati SATA.
Il case insieme alla scheda madre è il pezzo forte di tutta la configurazione. Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Il Silverstone SUGO SG05B è la soluzione migliore per costruirsi un pc potente nel form factor mini ITX. Monta anteriormente una ventola di qualità da 120mm a basso RPM, che crea al suo interno una pressione d'aria positiva più che sufficiente per assicurare un buon bilanciamento tra raffreddamento e silenziosità. Si tratta di uno dei pochissimi case compatti che permette di inserire una scheda video doppio slot dalla lunghezza di 23cm (HD4850, HD4870, GTS250), quindi le schede di fascia alta troppo lunghe sono escluse a meno di tentare di modificare il case.

Mini HTPC ION e Atom

Parola d'ordine economico e a basso consumo.
La nuova piattaforma ION di Nvidia si adatta perfettamente per lo scopo che vogliamo seguire: ottenere un ottimo media center dal prezzo contenuto e dal minor consumo energetico possibile. ION è una piattaforma che unisce il chipset IGP GeForce 9400 al processore Intel Atom. Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) L'intento è quello di andare a supportare il poco potente Atom nel compito di gestire i flussi video in alta definizione, sgravandolo da questo "fastidioso" e pesante compito durante il quale potrebbe avere difficoltà. Il chipset GeForce 9400 è una versione riveduta del GeForce 9300, del quale migliora ben poco se non solo le frequenze di funzionamento e il supporto appunto all'Atom, include l'ultima generazione della tecnologia Nvidia PureVideo (VP3), l'hardware quindi si occupa di gestire i codec video MPEG-2, VC-1 e AVC (H.264). Inoltre ha compatibilità con le DirectX 10, il supporto ai contenuti video in alta definizione 1080p, un'uscita audio LPCM 7.1 tramite HDMI per il TrueHD (con un bitrate massimo di 18 Mb/s) o DTS-HD (con un bitrate massimo di 24.5 Mb/s), il supporto alle funzionalità CUDA di Nvidia per accelerare le applicazioni che ne fanno uso, e infine la compatibilità con Windows 7. Tutte le soluzioni che fanno uso della piattaforma ION sono accomunate da consumi energetici molto contenuti che si attestano su massimo 30W in stato di Idle per arrivare in Full Load a massimo 50-60W, quindi adatte per essere tenute accese anche 24 ore al giorno per uso Peer to Peer.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) In commercio ci sono diverse valide proposte già assemblate pronte per l'uso che hanno bisogno di essere solo collegate e accese. Un esempio è l'Asrock ION 330 che è possibile trovare sugli shop online ad un prezzo inferiore ai 250€, il che lo rende davvero molto ricercato tanto che per qualche mese è risultato quasi impossibile il reperimento. Da poche settimane è stato reso disponibile anche in Italia ed Europa la versione Asrock ION 330-BD che ha le stesse caratteristiche del precedente ma in più ha come unità ottica, un masterizzatore DVD combo che legge anche i Blu Ray, negli shop online si trova a meno di 400euro. Entrambe i due Asrock ION hanno un processore Atom 330, 2GB di RAM DDR2, 320GB di hard disk, uscita video HDMI, varie connessioni USB, una LAN e tra le varie cose un alimentatore da 65W. Ultima nota è che sono venduti senza sistema operativo.
Vediamo come assemblare un pc basato sulla piattaforma ION di Nvidia.

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore Atom 330 Dual Core 1.6GHz Hyper Threading Integrato nella scheda madre
Dissipatore CPU
Proprietario
Compreso nella scheda madre
Scheda Madre Zotac ION ITX A-E WiFi 170€
Scheda Video Integrata nella scheda madre
---
Ram Corsair XMS2 DDR2-800 2GB (1GBx2) CAS5 30€
Alimentatore Unità PSU 90W
Compreso con scheda madre
Hard Disk Western Digital - Scorpio Blue WD3200BEVT 320GB 8MB 50€
Lettore-Masterizzatore Ottico
+
Adattatore micro SATA
Masterizzatore DVD LG GT20N SATA
+
Adattatore Scythe Slimline MicroSATA
35€
+
8€
Case
Antec ISK 300-65 70€
Prezzo MINI HTPC
363€

Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) L'Atom 330 fa parte dei processori Ultra Low Voltage di Intel, è il modello con TDP da 8W il maggiore nella famiglia degli Atom. Si tratta di una unità Dual Core con una velocità di 1.6GHz, 1MB di cache e FSB a 533MHz. Implementa la funzione di Hyper Threading che gli permette quindi di eseguire 4 Thread in contemporanea e nel task manager risulta come se avesse 4 core. La CPU è direttamente saldata alla scheda madre e monta un dissipatore proprietario di Zotac che può funzionare anche senza ventola comunque in dotazione.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) La Zotac ION ITX WiFi è il componente centrale di tutta la configurazione, è una soluzione All-in-One nel formato mini ITX, integra come detto la CPU e la scheda grafica nel chipset IGP GeForce 9400. La mother board è disponibile in varie versioni con o senza l'alimentatore esterno da 90W, il piccolo modulo Wifi e inoltre è anche possibile scegliere la versione con processore Atom 230 che diversamente dal 330 è un single core. Si è scelta la versione ION ITX A-E proprio perché dotata di alimentatore e scheda wifi, ma nulla esclude di poter scegliere un'altra versione risparmiando qualche euro.
Per la Ram si è ritenuto sufficiente il quantitativo di 2GB, tra le Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) tante soluzioni disponibili si è scelto il kit dual channel Corsair XMS2 DDR2 800, garantendoci così ottima stabilità di funzionamento e piena compatibilità.
L'Hard Disk Western Digital Scorpio Blue WD3200BEVT da 320GB e 8MB di cache è un'unità da 2.5 pollici dedicata per notebook. Ha una velocità di rotazione di 5400RPM, quindi è molto silenzioso e scalda pochissimo, ma nonostante tutto offre ottime prestazioni. Si è scelta un unità da 2.5 pollici, quindi più costoso a pari capacità di un'unità desktop da 3.5pollici, poiché il case slim e compatto permette solo di montare hard disk da 2.5".
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) L'Antec ISK 300-65 è uno dei migliori case slim per il formato mini ITX presenti in commercio, ha una ottima disposizione interna degli spazi, un'estetica piacevole ed è costruito con ottimi materiali. La ventola da 80mm posta lateralmente ha il compito di creare il flusso d'aria sufficiente per raffreddare i componenti a basso profilo energetico che può contenere. Inoltre è dotato di un alimentatore da 65W adeguato alla fascia di utilizzo.

Mediaplayer da Popcorn

Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) Popcorn Hour 110 Nonostante sia semplice da utilizzare, un sistema HTPC basato su sistema operativo Windows Vista, o Windows 7 o basato sulla più semplice distribuzione Linux esistente, rimane pur sempre un PC con tutti i suoi pregi e difetti. Per tutti coloro che non vogliono piazzare un PC in salotto, esistono diverse soluzioni alternative che integrano alcune delle funzioni di utilizzo più comuni come la possibilità di archiviare file multimediali (audio, video e foto) e di effettuarne la riproduzione anche in alta risoluzione tramite uscita HDMI. Si tratta di mediaplayer dalle forma di piccoli box in cui trovano posto sia un disco capiente sia l'elettronica di controllo adibita a tutte le operazioni che potrebbero servire. Il mercato ormai si sta quasi saturando con tutti i modelli presenti, ma possiamo identificare le caratteristiche dei mediaplayer ideali: la compatibilità con il maggior numero possibile di formati audio e video, il supporto al sempre più popolare contenitore multimediali Matroska (MKV), la possibilità di uscita video in HDMI, sono sempre gradite anche una connessione LAN e varie entrate USB.
Tra tutti i mediaplayer presenti sul mercato quelli migliori e attualmente più ricercati sono quelli che si basano sul Media Processor Sigma SMP8635 in grado di processare diversi formati video in qualità HD 1080p. Stiamo parlando di apparecchi in grado di riprodurre se non tutti quasi la totalità dei video codificato nel formato H. 264, MKV, VC-1, MOV, MPG, MPEG, DIVX, AVI, XVID, WMV, ISO, e VOB.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) DVICO M-6500A Tra i tanti menzioniamo il Popcorn Hour 110 che tra le tante cose è particolarmente interessante la funzione Torrent per il download dei contenuti tramite Peer to Peer finalizzato alla distribuzione e condivisione di file nella rete. L'interfaccia denominata Networked Media Tank è basata su Linux, e permette tramite semplici aggiornamenti del firmware di integrare continuamente nuove funzioni e ampliare nel tempo la propria compatibilità. Il Popcorn Hour 110 permette di vedere contenuti multimediali prelevandoli da differenti fonti (HDD, USB, rete), supporta alta definizione FULL HD, i più diffusi formati video tra i quali Matroska e MOV (H.264) e ha una naturale predisposizione per navigare in internet (streaming, peer to peer TV, RSS feed, internet radio). Negli shop online è disponibile sia senza hard disk al costo di circa 200euro, sia con HD di varie dimensioni ad un prezzo superiore.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Seconda Parte) WD TV HD Media Player Tra i tanti altri player degni di menzione c'è il DVICO M-6500A che costa un pò di più rispetto al Popcorn Horur, ma ha la possibilità di integrare un decoder digitale terrestre per poter vedere anche la televisione e funzionare da videoregistratore, ma perde le funzioni Torrent. E' corredato di un'interfaccia grafica molto semplice e pulita che spesso lo fanno preferire ad altre soluzioni. Si trova in commercio a poco meno di 300euro sempre senza Hard Disk.
In questa rapida carrellata, non possiamo fare a meno di parlare del WD TV HD Media Player degno di nota per il fatto di essere il più piccolo e meno costoso media player che racchiude all'interno il prezioso Media Processor Sigma SMP8635. Al prezzo di 90euro circa abbiamo una piccola scatolina nera a cui collegare qualsiasi hard esterno o pennetta USB e goderci lo spettacolo su qualsiasi pannello LCD tramite collegamento HDMI.
Ricercando si possono trovare anche altri mediaplayer dalle caratteristiche simili che aggiungono un lettore Blu Ray e la possibilità di collegamento alla rete tramite WiFi come il Poporcon Hour C200 o l'HDI Dune davvero molto interessanti che meriterebbero ognuno un proprio approfondimento.

Considerazioni

Con questo articolo che si va ad integrare alla prima parte, abbiamo coperto tutte le fasce di prezzo, proponendo configurazioni assolutamente adeguate all'uso di mediacenter. Infine abbiamo dato uno sguardo alle soluzioni già pronte disponibili sul mercato adatte per tutti coloro che non vogliono "impazzire" nell'assemblaggio dei componenti o che preferiscono accomodarsi direttamente sul divano con i propri Popcorn godendosi lo spettacolo.