Crysis 2Anche le console giocano a Crysis 

Una panoramica sui primi dettagli sull'attesissimo seguito di Crysis, per la prima volta multipiattaforma.

Dire che Crysis ha pesantemente influenzato il mercato videoludico forse non é del tutto esatto. Di certo, ha cambiato il modo di guardare i videogiochi, nel senso più stretto del termine. Meraviglia della tecnica, é a Crysis che si paragona qualsiasi nuova produzione particolarmente interessante dal punto di vista visivo. Certo, Crysis é anche un'ambiguità videoludica. Favoloso, vero, come potranno confermarvi tutti coloro che hanno cambiato computer per giocarlo. Se c'è un altro motivo per il quale Crysis é diventato famoso, é anche per i requisiti tecnici da fantascienza che richiedeva al lancio, sopratutto per fare girare il software ai massimi dettagli. E diamine, se ne valeva la pena. L'altra faccia della medaglia? Le console potevano soltanto sognare di far girare una roba così. Esclusiva PC Crysis ed esclusiva PC Crysis: Warhed, il sequel un po' espansione rilasciato poco meno di due anni fa. All'alba del 2010 le cose stanno per cambiare, però. Crysis 2 va' su PlayStation 3 e Xbox 360, sissignore.

Da giungla a giungla

Quasi come se si trattasse di un nuovo punto d'inizio, Crysis 2 cambia ambientazione e filosofia. In Crysis avevamo affrontato la minaccia congiunta di un esercito nord-coreano e di un'invasione aliena nei panni del soldato americano Jake "Nomad" Dunn, attraverso le lussurreggianti foreste di un'isola tropicale. Crysis: Warhead si sviluppava contemporaneamente agli eventi del prequel nello stesso arcipelago, il protagonista questa volta era l'agente Psycho ma i nemici restavano gli stessi e così, bene o male, anche le ambientazioni. Con Crysis 2 dunque si torna nella giungla, ma non quella tropicale, piuttosto quella urbana: colpo di scena, adesso combatteremo per le strade di New York. La scelta non é casuale: secondo il CEO di CryTek, Cevat Yerli, New York sarebbe "l'orgoglio dell'umanità e se gli alieni possono colpire New York, allora possono colpire l'intero pianeta". L'invasione ha davvero colpito la Grande Mela, trasformata in quella che gli sviluppatori definiscono una "catastrofica bellezza": il caos regna in città, tutto é in rovina e l'evacuazione é già cominciata. CryTek cita gli attacchi terroristici? Può darsi, certo lo scenario sarà inquietante. E noi interpreteremo un nuovo personaggio, la sua identità é ancora avvolta nel mistero ma pare certo che non sarà nè Nomad nè Psycho. Anche le console giocano a Crysis CryTek conferma però la presenza di una Nanosuit 2.0 che si rivelerà ancora più interessante della precedente: per chi fosse a digiuno di Crysis, la Nanosuit rappresentava il principale equipaggiamento dei protagonisti e si tratta di una tuta hi-tech in grado di fornire potenziamenti psicofisici a chi la indossa, permettendo azioni sovrumane. La Nanosuit 2.0 non si limiterà a potenziare una caratteristica per volta, offrirà invece un set di abilità che cambierà drasticamente l'approccio del giocatore: la modalità da combattimento, per esempio, aumenterà la velocità e la forza allo stesso tempo permettendo un vantaggio nel corpo a corpo mentre la modalità da infiltrazione si adatta ad azioni stealth con le sue capacità di camuffamento e insonorizzazione. Un errore comune é sempre stato quello di giudicare Crysis soltanto un FPS di bell'aspetto ma con poca sostanza: la qualità del gameplay dei primi due episodi é invece notevole e le stessa libertà e varietà saranno amplificate all'ennesima potenza in Crysis 2.

Il CryEngine e le console

Ciò che é davvero importante sottolineare é la contemporaneità dello sviluppo di Crysis 2 per le tre piattaforme. Non stiamo parlando di semplice porting insomma, siamo in un campo decisamente nuovo. Il CryEngine 3 non é soltanto uno strumento in grado di generare una grafica di nuova generazione ancora più impressionante di quella ammirate in Crysis, ma anche un prodotto pensato proprio per lo sviluppo cross-platform, più intuitivo, dinamico e, sopratutto, scalabile. Il CryEngine 3 permette la realizzazione e la modifica di un codice contemporaneamente sulle tre piattaforme, facilitando in maniera sostanziale il lavoro degli sviluppatori. Le perplessità sulla resa finale sono lecite, ma Cevat Yerli é stato chiarissimo: il gioco arriverà sugli scaffali praticamente identico nelle due versioni PlayStation 3 e Xbox 360. Lo sviluppo di Crysis 2 é ancora agli inizi (seppure il periodo d'uscita attuale sembra essere fine anno) ma quello che CryTek vuole proporre é nient'altro che la maestosità grafica dei predecessori applicata al nuovo contesto urbano, con tutto quello che ne consegue anche a livello ludico. Anche le console giocano a Crysis Una gestione delle illuminazioni impareggiabile renderà semplicemente verosimile qualunque ambientazione, la gestione dinamica e in tempo reale di ogni interazione sarà il piatto forte di un gioco che fa anche della creatività un elemento cardine. L'avventura si svilupperà più in verticale che in orizzontale, sostengono gli sviluppatori di CryTek, e la possibilità annunciata di infiltrarsi nelle fogne o scalare gli edifici già promette faville. Se queste promesse di magnificenza saranno mantenute davvero, lo sapremo col tempo. Intanto, non resta che osservare con avida curiosità l'evoluzione di un mercato, quello dei videogiochi per console di nuova generazione, che potrebbe ancora di più essere ad un punto di svolta.

Certezze

  • Notevole dal punto di vista tecnico
  • Il contesto urbano sembra più interessante

Dubbi

  • La versione PC subirà un ridimensionamento grafico?
  • Stato dello sviluppo

TI POTREBBE INTERESSARE