Gli articoli della settimana - 21/2010  26

Maggio sta per finire, in attesa del prossimo E3 (ri)leggiamo il meglio della nostra copertura editoriale.

Un'altra settimana davvero interessante quella appena passata, con le ultime novità dagli eventi in giro per l'Europa e diverse recensioni di titoli molto attesi. Il Barone viaggiante ci ha raccontato tutto su The Witcher 2 e il nuovo Test Drive Unlimited, mentre il solito ipercinetico Moioli ha iniziato il report dell'evento Activision con Call of Duty: Black Ops.

In chiusura leggetevi cosa pensiamo dei due titoli automobilistici arcade, con una struttura molto simile, ma davvero diversi a conti fatti, Blur e ModNation Racers.
Mercoledì, in esclusiva abbiamo proposto una super copertura editoriale per Blur, con tanto di recensione, videorecensione e superdiretta dedicata. Il titolo di Bizarre Creations, i ragazzi di Project Gotham Racing, ha preso il meglio da Mario Kart e Wipeout per diventare un titolo a metà tra un racing game e uno sparatutto, con 8 armi, o power-up da usare in modo sia offensivo che difensivo, con meccanismi che ricordano la morra cinese, il tutto innestato su una carriera single player lunga e corposa, con tonnellate di obiettivi e sfide da portare a termine in gara, dove non basta solamente arrivare primi. E visto che non si sono fatti mancare nulla gli sviluppatori hanno anche inserito un comparto multiplayer iper competitivo, strutturato con decine di perks alla Modern Warfare per variare e modificare il proprio stile di guida. Un perfetto sleeper hit insomma, il nostro 9 sta lì a dimostrarlo!
Per rimanere in tema di giochi arcade, mercoledì è stato il giorno anche della recensione di ModNation Racers, il gioco in esclusiva Sony che porta le dinamiche "gioca, crea, condividi" tipiche di LittleBigPlanet in un contesto, tanto per ripeterci, alla Mario Kart. Ma la vera particolarità del titolo di United Front Games, non sta tanto nel sistema di armi, quanto nell'approfondito editor che ci permette di mettere mano ai kart, ai nostri piloti ma soprattutto ai tracciati, disegnando da zero o modificando ogni cosa, per poi metterla a disposizione della comunità. Un titolo estremamente valido, che se ripeterà le ottime performance del gioco di Media Molecule, potrà vivere grazie alle "fatiche" di chi avrà voglia di mettersi seduto per realizzare nel chiuso della propria cameretta tanto materiale da mettere a disposizione di tutti.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Lo stregone in guanti da pilota

Direttamente dalla Polonia, dove è stato un fenomeno prima editoriale e poi videludico arriva The Witcher 2, secondo capitolo delle avventure di uno dei più apprezzati RPG degli ultimi anni, che sembra aver trovato la strada per approdare anche su console.

La nostra anteprima ci mette in pari sulle ultime novità del gioco, che sembra essere un filo più breve del primo episodio, ma con tutta una serie di nuove feature atte a rendere la produzione CD Project Red ancora più strutturata e corposa, con diversi finali a disposizione, con l'importantissima scelta del compagno d'avventura gestito dalla CPU che sembra supplire alla perfezione alla mancanza di una modalità cooperativa, ma soprattutto con una parte narrativa, che seppur ancora segretissima, saprà regalarci una storia adulta, profonda e affascinante.
Dalle cupe atmosfere fantasy dello stregone passiamo alla solare Ibiza con l'anteprima di Test Drive Unlimited 2, il racing game "free roaming", o meglio MOOR e cioè Massive Open Online Racing di Eden Studios per Atari. Le meccaniche alla base del gioco ci mettono nei panni di un turista che, gareggiando e accumulando soldi, può comprarsi auto da sogno e andare a sfidare i più forti piloti dell'isola spagnola. La struttura resta la stessa del primo capitolo, con una fusione totale tra offline e online, visto che non ci sarà alcuna differenza tra le cose che sarà possibile fare da soli o in compagnia. Non si tratta solo di gareggiare, di creare un proprio club, o di girare per l'isola alla ricerca degli scorci più nascosti e belli: è stato inserito un sostanzioso aspetto "social" per l'interazione tra giocatori, davvero particolare. Tutta la parte relativa alla personalizzazione dell'avatar, dai vestiti da comprare nei negozi di cui è disseminata l'isola per arrivare al possesso di case è stato portato alle estreme conseguenze, partendo dal fatto che, finalmente, il proprio alter ego virtuale può scendere dall'auto ed entrare nei negozi, in cui potrà incontrare gli avatar degli altri giocatori e interagire. In che modo? Persino salendo come passeggero sulle altrui auto e dando vita a tutta una serie di nuove modalità cooperative.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Doppia razione di FPS

Dove eravamo rimasti scrive il buon Pugliese? La nostra anteprima fa il punto della situazione su Killzone 3, terzo capitolo della saga alla luce dell'annuncio del gioco e dei filmati e delle immagini ad oggi rilasciate, ma per quel poco che si sa sembra proprio che le novità saranno molte, a partire da un inedito setting innevato, ambientazioni molto più vaste e un paio di nuove armi decisamente devastanti. Le aspettative sono altissime, vediamo cosa Guerrilla mostrerà al prossimo E3.

Rimaniamo in ambito FPS con l'attesissima prova del nove di Activision e il suo (e di Treyarch) Call of Duty: Black Ops. Se il futuro del brand Modern Warfare è ancora nebuloso, vista l'intricata faccenda Infinity Ward, quello invece del team abituato a lavorare sugli episodi dispari del franchise sembra essere ben definito e piuttosto roseo. La nostra anteprima scritta da Umberto Moioli ci fa conoscere per la prima volta il gioco, ambientato non più nella iper inflazionata seconda guerra mondiale, ma in un arco di tempo piuttosto esteso, focalizzato sulle azioni delle forze speciali americane, dal Vietnam in poi. Il tutto all'insegna della varietà d'azione, tra irruzioni, battaglie campali e vari mezzi, terrestri o aerei che siano, e un comparto multiplayer figlio degli ultimi episodi della saga, con tanto di modalità cooperativa per quattro giocatori dedicata e un robusto comparto social. Anche qui, ne sapremo di più all'E3.
E in chiusura vi invitiamo a leggere il nostro speciale sull'iPad, il nuovo tablet Apple che ha buone possibilità di diventare una piattaforma gaming a tutti gli effetti, e a divertirvi a commentare nell'affollatissimo topic che vede scontrarsi senza esclusione di colpi gli evangelisti di Steve Jobs e gli irriducibili scettici immuni dalle ultime mode elettroniche!

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )