Expa che ti passa Weekly  18

L'estate è quasi finita, ma per gli MMO comincia una vera e propria stagione di fuoco.

Il Signore degli Anelli Online
Il rientro dalle vacanze non poteva cominciare in modo migliore per gli amanti della trilogia letteraria di J.R.R. Tolkien che non hanno esplorato la versione virtuale della Terra di Mezzo.

Che Il Signore degli Anelli Online sarebbe diventato free-to-play lo sapevamo da Giugno, ma adesso abbiamo una data ufficiale: la nuova era comincerà il 10 Settembre, l'8 Settembre per i giocatori che hanno pagato la sottoscrizione. Secondo il produttore esecutivo Kate Paiz la Beta di questa nuova versione del MMO di Turbine è stata un'enorme successo ed è con grande ottimismo che il team inizia questa nuova avventura nella loro personale Terra di Mezzo.

Guild Wars 2
Il GamesCom a Colonia è stato un evento importantissimo per ArenaNet:

il team ha mostrato i primi video di gioco del loro nuovo MMO, una sfida decisamente superata a giudicare dall'entusiasmo di pubblico e critica, sottolineato dalla premiazione come miglior gioco online del GamesCom. La notizia del giorno sembra quasi una forma di ringraziamento: se prima era una voce di corridoio, adesso la presenza del Necromante come classe giocabile è ufficialmente confermata. La pagina ufficiale dedicata al Necromante offre un'esauriente spiegazione delle sue abilità e specialità, che consigliamo vivamente di leggere ai fan di Guild Wars 2.

World of Warcraft
Durante le ultime settimane non si verificate novità degne di nota nella Beta di Cataclysm, a parte la presentazione ufficiale di alcune zone post-cataclisma e l'introduzione di quello che sembra un supporto visivo all'attivazione di alcune abilità, finora utilizzato dai giocatori esclusivamente come modulo aggiuntivo non ufficiale.

Sembra che Blizzard voglia implementare questa feature nell'interfaccia standard del gioco, ma ne sapremo di più con le prossime build: il gioco del resto necessita ancora almeno due mesi di sviluppo, secondo Tom "Kalgan" Chilton e considerando che Mike Morhaime ha confermato qualche tempo fa che l'espansione uscirà entro la fine del 2010, possiamo ormai ipotizzare un lancio previsto a Novembre o Dicembre, forse dopo il BlizzCon (che quest'anno permetterà ai partecipanti di ottenere un companion a forma di Murloc con la maschera di Deathwing). Importante, ma di certo non sorprendente, l'annuncio dei contenuti della Collector's Edition che includeranno, come al solito, un DVD con i dietro le quinte dello sviluppo, un CD con la colonna sonora, un tappetino per mouse con la mappa della nuova Azeroth, alcune carte del gioco ufficiale, un libro di illustrazioni e il codice per l'esclusivo companion Lil'Deathwing.

Secondo Voi...

... quale MMORPG sarebbe dovuto essere premiato come miglior gioco online del GamesCom 2010?

Star Wars: The Old Republic
Anche per BioWare il GamesCom è stata un'ottima occasione di chiarire qualche punto a proposito del loro attesissimo MMORPG. Tanto per cominciare, il team ha confermato il sistema dei companion, personaggi che seguiranno il giocatore fornendo supporto di vario genere, dotati di una propria personalità esattamente come i famosi R2-D2 e C3-PO di Luke Skywalker.

Finora sono stati rivelati soltanto due companion: un droide modello T7-01 con un background davvero interessante e la cacciatrice di tesori Vett. Poi, ovviamente, BioWare ha mostrato ufficialmente il tanto chiacchierato combattimento spaziale, che ha lasciato un po' di amaro in bocca per via dell'impostazione su "binari", compensata però da una spettacolarità e frenesia davvero fantastiche. Infine, dopo aver rivelato ufficialmente le due classi avanzate per il Jedi Knight, si è fatta menzione dell'evoluzione di ogni altra classe del gioco. Ancora non ci sono informazioni precise, in compenso sappiamo i loro nomi e le loro specializzazioni, per esempio il Trooper potrà diventare Vanguard o Commando, specializzandosi rispettivamente in danni e difesa, mentre il Sith Inquisitor potrà scegliere tra Sorcerer, focalizzandosi sui danni a distanza, e Assassin, che neanche a dirlo è abile nell'attacco diretto ma silenzioso.

Warhammer Online
Novità in vista anche per l'MMO di Mythic. La patch 1.3.6 ha finalmente raggiunto i server, implementando la meccanica Against All Odds che garantirà bonus e ricompense aggiuntive alla fazione meno corposa sul campo di battaglia.

Contemporaneamente, la 1.3.6 aggiunge anche due cambiamenti importanti: il primo, come spiegato nel relativo Developer's Diary, permette di cambiare l'aspetto di un pezzo di equipaggiamento, permettendo ai giocatori di personalizzare ulteriormente i loro personaggi; il secondo cambiamento riguarda le armature Sovereign che sono state divise in due set per sottolineare i diversi stili di gioco di ogni classe. Infine, il produttore esecutivo Carrie Gouskos ha annunciato lo sviluppo di un "pacchetto" RvR che coinvolgerà nientepopodimeno che gli Skaven, popolarissima razza che i fan del franchise hanno sempre chiesto di poter impersonare nel MMORPG. Il pacchetto RvR rimpiazza l'idea dell'espansione vera e propria nella filosofia di Mythic Entertainment: i dettagli sui contenuti e le aggiunte sono ancora oscuri, ma se permettesse di creare personaggi di razza Skaven siamo sicuri che molti giocatori farebbero i salti di gioia.


Final Fantasy XIV
Le ultime settimane sono state abbastanza turbolente per il nuovo MMO di Square Enix, ormai a un passo dal lancio previsto per il 28 Settembre (il 22 per chi prenota la Collector's Edition). Final Fantasy XIV si è presentato al GamesCom rivelando le altre due città principali previste alla release, Gridania e Ul'dah: per i giocatori della Beta, confinati da mesi nel porto di Limsa Lominsa e dintorni, è stato indubbiamente un sospiro di sollievo. Contemporaneamente si è alzato anche un polverone prima per l'annuncio di un ritardo relativo alla versione PlayStation 3, originariamente prevista per Marzo 2011, e poi a causa di una meccanica in gioco chiamata Fatigue che ha fatto molto discutere i giocatori.

E' stato l'inizio di un andirivieni di notizie piuttosto imbarazzante, che ha raggiunto l'apice con un messaggio su Twitter del direttore Hiromichi Tanaka, affermatosi offeso e infastidito dal chiacchiericcio creatosi attorno all'errata interpretazione di questa feature. Chiacchiericcio tuttavia inevitabile perchè gli utenti hanno potuto solo speculare sullo scopo della Fatigue a causa della mancanza di spiegazioni della Square Enix fin dalla sua introduzione, rivelato infine da un tardivo comunicato ufficiale del produttore Nobuaki Komoto: la Fatigue essenzialmente riduce i punti skill guadagnati con una certa professione in base a vari fattori su base settimanale. Raggiunto un certo limite, i punti guadagnati dal giocatore diminuiscono gradualmente e solo smettendo di compiere azioni che aumentano i punti skill, cambiando professione per esempio, è possibile guadagnare punti normalmente: bisognerà aspettare una certa quantità di tempo per poter rigiocare la professione "affaticata" senza penalità. E' una meccanica piuttosto confusa che sembra essere stata implementata per vari motivi, più o meno espliciti, come la volontà di frenare il progresso dei giocatori (a fronte forse di un prodotto non ancora completo) e bilanciare la popolazione tra giocatori casual e hardcore. L'opinione si è comunque spaccata in due per una decisione che, in ogni caso, sembra costringere gli utenti paganti a giocare in un certo modo; la feature colpisce sopratutto coloro i quali intendevano concentrarsi su un'unica professione, che vedranno a tutti gli effetti limitato il loro modo di fruire il gioco. Komoto perlomeno si è dimostrato intenzionato ad ascoltare i pareri degli utenti e ad agire di conseguenza, sopratutto durante la fase di Open Beta che comincerà l'1 Settembre e permetterà a una più ampia fetta di utenza di provare Final Fantasy XIV prima di acquistarlo. Intanto, Square Enix ha annunciato anche un piano per favorire gli utenti di Final Fantasy XI, nel caso decidessero di passare al nuovo MMORPG: innanzitutto, la quota di sottoscrizione a Final Fantasy XI sarà ridotta a 7$; in secondo luogo, i giocatori potranno importare i nomi dei loro personaggi da Final Fantasy XI a Final Fantasy XIV; infine, i loro nuovi personaggi su Eorzea riceveranno un particolare paio di scarpe, chiamate Hermes Shoes, che neanche a dirlo permettono di muoversi più velocemente.

Final Fantasy XI Online
Restiamo in ambito di fantasie finali, perchè se il futuro appare incerto per Final Fantasy XIV, di sicuro sembra ancora radioso per gli utenti del fratello maggiore. Square Enix ha infatti aperto il sito ufficiale di Scars of Abyssea, seconda mini-espansione della trilogia conclusiva cominciata a Giugno.

Pare che gli avventurieri di Vana'diel avranno modo di visitare altre ambientazioni in "versione Abyssea" e di affrontare nuovi nemici per guadagnare oggetti, denaro e fama. L'add-on sarà pre-acquistabile dal 23 Agosto ma le danze inizieranno ufficialmente a Settembre. Contemporaneamente giungerà a conclusione anche la trama dell'ultima espansione di Final Fantasy XI, Wings of the Goddess, con nuovi colpi di scena che renderanno l'epilogo indubbiamente epico. L'update settembrino aggiungerà dunque una massiccia quantità di contenuti, comprese nuove abilità per i vari Job a fronte del nuovo level-cap e nuovi Trial of the Magians per potenziare le armi finali e ottenere inedite armature di Abyssea che sembrerebbero proprio essere le fantomatiche Artifact Armor 3. E con un altro add-on a completare la trilogia, considerare Final Fantasy XI un gioco morto per l'arrivo del gemello next-gen sarebbe un grossolano errore.