Western HeroesDall'occidente col fucilone 

Siamo stati invitati da BigBen a visionare il loro nuovo titolo per bambini ambientato nel mondo del selvaggio west. Se amate la vita del pistolero continuate a leggere.

Il far west sembra vivere da un po' di tempo a questa parte una nuova giovinezza su console. BigBen ovviamente non si è lasciata sfuggire questa occasione per proporci una loro personale visione del lontano west. Western Heroes racconta la storia di quattro pistoleri che dovranno salvare il selvaggio west dal minaccioso Professor Molina, un pericoloso ricercato che ha messo a punto la bomba più potente mai stata progettata chiamata "Doomshell" che minaccia di radere al suolo tutto il west. Dall'occidente col fucilone A bordo del "Justice Rider" una diligenza armata fino ai denti e trainata da due poderosi stalloni dovremo far fuori tutte le minacce che ci si pareranno davanti e cercare di salvare il far west. Come è facile intuire il titolo ha una trama molto semplice, perché semplice è il gioco dato che ,precisiamo subito, vuole essere principalmente un titolo per bambini. Nella modalità story dovremo muoverci all'interno dei vari livelli sparando ai banditi e cercando di non morire. L'impostazione è quella dei classici punta e spara alla Time Crisis. Avremo il nostro mirino su schermo e dovremo uccidere i nemici semplicemente puntandoli. Interessante è la periferica con il quale il gioco verrà venduto in bundle. Si tratta di una fedele ricostruzione in plastica del fucile più famoso di quel tempo: stiamo ovviamente parlando del Winchester a canne mozze. Inserendo il Nunckuch e il Wiimote all'interno di esso ed essendo tutte le funzionalità dei due comandi attivate il fucile potrà anche essere usato per tutti gli altri shooting game usciti su Wii. Il fucile è molto fedele alla sua controparte reale. Giusto per fare un esempio la modalità di ricarica è stata lasciata come sul fucile reale quindi a leva sotto il calcio del fucile.

Siamo tutti cowboy

Oltre alla storia che nel corso dei suoi livelli andrà a riproporre tutti i classici cliché dei film western, avremo anche la possibilità di cimentarci in diversi bonus game che andranno a variare l'esperienza di gioco. Uno di quelli che abbiamo avuto modo di provare era una sorta di tiro al piattello in cui in un determinato periodo di tempo dovevamo distruggere più oggetti possibili. Ci sarà anche la possibilità di giocare una sorta di "modalità survivor" nella quale vedremo banditi arrivare a getto continuo e il nostro compito sarà quello di riuscire a respingerli tutti e rimanere vivi il più a lungo possibile. La risposta del fucile su schermo ci è sembrata abbastanza affidabile e solo qualche volta c'è stata qualche incertezza o ritardo nel calcolo del colpo, niente di fastidioso o che in qualche modo vada a minare la giocabilità del titolo. Graficamente il titolo rientra nella media dei titoli visti su questa console, senza eccellere particolarmente in qualche campo particolare ma risultando estremamente gradevole agli occhi. Inoltre per chi vuole il titolo può essere giocato fino a quattro giocatori contemporaneamente alzandone sicuramente il divertimento. Dall'occidente col fucilone Infine ci è stato assicurato che per chi vuole un livello di sfida più alto saranno inseriti diversi livelli di sfida che renderanno gradualmente più impegnativo il gioco. A conti fatti e per quello che abbiamo potuto visionare, questo Western Heroes risulta essere un gioco onesto, senza troppe pretese e che punta tutto sulla semplicità e l'immediatezza, le classiche caratteristiche richieste da quei titoli che rientrano nella fascia dei family game. L'originale periferica inoltre aumenta l'immedesimazione nel personaggio e potrebbe far divertire anche quei genitori che hanno nostalgia dei film di Sergio Leone. Appuntamento quindi alla nostra recensione per la prova completa del titolo, ricordandovi che il titolo uscirà esclusivamente su Wii i primi di novembre in bundle con il Winchester.

Certezze

  • Immediato e divertente
  • Periferica originale e ben realizzata

Dubbi

  • Troppo semplice per chi cerca un buon livello di sfida
  • Longevità del titolo

TI POTREBBE INTERESSARE