I Titoli più Attesi del 2011 - PlayStation 3 e PSP  248

Come sarà il 2011 per Sony e le sue console? Cosa ci aspetta nell'anno che sta per arrivare? Scopriamolo insieme.

La lista dei prodotti più attesi e desiderati dagli utenti Sony per il nuovo anno in arrivo si fa di giorno in giorno sempre più corposa, di pari passo con gli annunci ufficiali relativi a nuove produzioni o alle loro date di rilascio, che si susseguono a buon ritmo. L'ammiraglia di casa Sony in particolare, cioè PlayStation 3, si prepara a un 2011 ricco di novità importanti con un elenco di uscite di grande caratura che siamo certi finiranno per mettere a disposizione dei suoi possessori una ludoteca ancora più ampia qualitativamente e dalla quale attingere a piene mani per arricchire la propria collezione personale di videogame. Tanti sono infatti i titoli di primo piano, esclusive e non, che faranno capolino nei prossimi mesi sugli scaffali dei negozi di tutto il mondo, Italia compresa, come vedremo tra poco. Tant'è che è stato per noi della redazione davvero difficile segnalarne solo alcuni, col rischio evidente, stilando la lista, di tenere fuori dall'elenco prodotti di grande qualità come i nuovi episodi di NBA 2K o FIFA, oppure i possibili sequel di titoli molto apprezzati come Vanquish o Assassin's Creed, tanto per citarne qualcuno. Non da meno sarà PlayStation Portable, che a dispetto di qualche critica, continua a sfornare titoli interessanti, spesso qualitativamente degni rivali dei prodotti destinati alle console più potenti di lei. Noi ne abbiamo scelto a fatica cinque, lasciando fuori dall'elenco giochi che non sfigurerebbero certo come Monster Hunter Freedom 3, White Knight Chronicles: Dogma Wars, Black Leopard Yakuza Next Chapter, Patapon 3 e Lord of Arcana. Ma vediamo nel dettaglio che cosa ci aspetta per la prossima stagione videoludica.

LittleBigPlanet 2

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: Gennaio 2011

LittleBigPlanet 2 è il nuovo capitolo del puzzle game che ha appassionato due anni orsono milioni di videogiocatori in tutto il mondo e reso famosi i divertentissimi Sackboy, i piccoli pupazzi di pezza virtuali protagonisti del prodotto. Il giocatore potrà ancora una volta controllarli guidandoli nei vari livelli di gioco, caratterizzati in questo caso da un'estensione in verticale e in orizzontale davvero esagerata, con fasi platform mai uguali fra loro e come tradizione molto divertenti. Il concept di base, infatti, è lo stesso di sempre, e il divertimento e l'immediatezza la faranno da padrona nei vari scenari da completare raccogliendo gadget, risolvendo dei rompicapi, progettando e dando forma a oggetti o a intere aree che potranno essere usate da altri giocatori.

Rispetto al predecessore questo secondo episodio si differenzierà semmai oltre che per delle migliorie grafiche anche per un maggiore numero di opzioni concesse agli utenti per quanto riguarda la creazione dei livelli in cui sarà possibile addirittura personalizzarne il gameplay scegliendo lo stile preferito fra svariati generi come sparatutto, guida, puzzle e RPG, e sull'utilizzo facoltativo del Move. Inoltre viene data la possibilità agli utenti che possiedono il primo gioco della serie di giocare ai livelli del precedente capitolo. E tanto per mischiare ancora le carte in tavola, per donare ulteriore varietà al tutto è possibile accomodarsi di fronte ad alcune piccole tv a fosfori verdi e giocare a grandi classici del passato come Pong e Space Invaders.
Per quanto concerne nello specifico PlayStation Move c'è da dire che la nuova periferica non verrà utilizzata, nel caso di partita a due giocatori, per impersonare un secondo Sackboy, ma come copilota, aiutando l'utente principale nella progressione del livello. Un puntatore sullo schermo permetterà infatti di fare tutta una serie di cose, come azionare una molla o un interruttore, utili per risolvere tutti i piccoli o grandi puzzle ambientali di cui è disseminato il gioco. Uno sfruttamento piuttosto semplice potremmo dire, ma che permetterà di sicuro anche ai poco avvezzi con la fisica del prodotto di apprezzare il lavoro della software house francese.

Dead Space 2

Dead Space 2 Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 28 Gennaio 2011

Il secondo titolo che vi proponiamo in questo lungo elenco dei giochi most wanted del 2011 è Dead Space 2, il seguito dell'ottimo survival horror di ambientazione spaziale sviluppato da Visceral Games, uscito nel 2008 su PlayStation 3, Xbox 360 e PC. Un titolo che, lo ricordiamo, riprendendo alcuni meccanismi tipici dei vecchi Resident Evil e aggiornandoli ha saputo spaventare gli utenti delle piattaforme citate. Anche in questo episodio i videogiocatori dovranno combattere per la loro sopravvivenza guidando il redivivo Isaac Clarke del primo capitolo contro le orde di Necromorfi che hanno invaso una stazione spaziale chiamata Sprawl. Senza dimenticare il manufatto alieno, il Marchio, e gli effetti devastanti che esso avrà avuto sulla mente dello stesso Isaac.

La realizzazione tecnica di questo episodio 2 vanterà una grafica ancora più curata, ma i miglioramenti non si limiteranno solo a essa, visto che coinvolgeranno il gameplay e le opzioni di gioco. A partire da una inedita modalità multigiocatore della quale però al momento in cui stiamo scrivendo si sa ben poco nel dettaglio se non che ci sarà una sorta di deathmatch a squadre in cui gli utenti potranno schierarsi dalla parte dei soldati o da quella dei mostri. Mentre per quanto riguarda la modalità singola giocatore, l'avventura presenterà una maggiore libertà di azione durante le fasi di esplorazione che sarà quindi un po' meno lineare rispetto al passato. La speranza è tuttavia quella che siano state comunque implementate dagli sviluppatori anche delle sessioni all'interno di quei lunghi e stretti corridoi claustrofobici che hanno caratterizzato Dead Space raccogliendo molti consensi nel pubblico. Insomma, non vorremmo che il gioco venisse trasformato in buona parte in un semplice sparatutto perdendo la sua peculiarità principale, cioè quella legata alla capacità di mettere paura. Per il resto segnaliamo la presenza di una nuova corazza, di nuove armi e di nuovi poteri, che vanno quindi ad aggiungersi ai vecchi, riproposti anche in questa occasione, più un maggiore controllo del personaggio durante le fasi nel vuoto ad atmosfera zero e nuovi nemici che reagiscono in modo differente a seconda della zona del loro corpo colpita.

Killzone 3

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 23 Febbraio 2011

ISA contro Helghast atto finale. Questa in sintesi potrebbe essere la frase che racchiude l'essenza narrativa di Killzone 3, e dopo le spettacolari battaglie combattute durante i primi due capitoli di Killzone, la guerra fra la fazione umana e quella aliena sembrerebbe giunta a una svolta. Ma della storia parleremo magari approfonditamente in sede di recensione. Qui, anche per ragioni di spazio, vogliamo soffermarci sulla giocabilità generale del prodotto. In questo senso, per quanto riguarda la campagna in singolo, come noi stessi di Multiplayer.it abbiamo avuto modo di mostrarvi a suo tempo, saranno presenti parecchie novità relative ad ambientazioni, fisica e controllo dei personaggi. Senza dimenticare i nuovi aggeggi da guerra utilizzabili come il jetpack.

Nel primo caso ci saranno per esempio delle sezioni ambientate nel pianeta Helghan in un contesto innevato e ghiacciato, mentre per quanto concerne gli altri due aspetti sopraccitati avremo una giocabilità generale che darà maggiore risalto alla fisicità nei movimenti e durante le sparatorie, al sistema di copertura nonché alla risposta dei comandi, modificando di fatto in modo sostanziale pure quel sistema di appostamento che in KZ2 risultava davvero macchinoso. Gli stessi combattimenti contro gli Helghast cambieranno un minimo di impostazione, poiché sarà possibile sfruttare maggiormente a proprio favore l'ambiente circostante per attaccarli magari dall'alto, sviluppando quindi il gameplay maggiormente in verticale. Grazie anche a una mappatura dei tasti che in generale ricorderà quella di Call of Duty e che sarà tra l'altro anche quella di default, con il personaggio che colpirà con il coltello tramite la pressione del tasto dorsale L1 (dando vita anche a una delle novità, ovvero le truculente fatality) o sfrutterà la croce direzionale per l'attivazione delle abilità speciali legate alle caratteristiche di ogni classe, tanto per fare degli esempi. Meno novità di rilievo a oggi sembrerebbe avere la modalità multigiocatore, che tuttavia avrà dei ritocchi qua e là atti a migliorarla. In definitiva Killzone 3 non sembrerebbe una rivoluzione rispetto a Killzone 2, quanto piuttosto una sua naturale e piacevole evoluzione.

Deus Ex: Human Revolution

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 25 Febbraio 2011

Un titolo molto atteso dal pubblico, e certamente parecchio interessante è Deus Ex: Human Revolution, il gioco di ruolo e d'azione in puro stile cyberpunk di Eidos Montreal. Come abbiamo già avuto modo di dire in precedenti articoli, il terzo capitolo della saga partorita dalla mente di Warren Spector si propone di rinverdire il mix di elementi ruolistici e da sparatutto che da sempre hanno reso peculiare la serie, inserendoli in un contesto narrativo quanto più ricco possibile.

Al centro delle vicende, ambientate nel 2027, ci sarà Adam Jensen, un agente che dovrà inizialmente indagare su un attentato alla compagnia per cui lavorava ad opera del gruppo rivoluzionario Purity First. Il gioco offrirà molta libertà di azione e la possibilità di approcciarsi alle varie missioni che caratterizzeranno l'avventura principale in maniera del tutto personale e diversa. Per esempio per perlustrare un edificio sorvegliato e recuperare al suo interno qualche documento prezioso si potrà liberamente decidere se farlo usando la forza bruta sparando a destra e a manca, se usando la dialettica per convincere e ingannare i sorveglianti del luogo, oppure ancora se intrufolandosi di soppiatto alla Solid Snake. In questo ultimo caso la visuale passerà spesso in automatico in terza persona per fornire al videogiocatore una visione migliore degli ambienti e dei nemici. Idem durante le fasi in cui Adam si nasconderà dietro a un muro o a un riparo durante le sparatorie. Proprio gli scontri a fuoco godranno di un sistema di potenziamento delle armi decisamente articolato che ad esempio offrirà la possibilità di combinare una mina anti-uomo con diversi tipi di granate, così da ottenere nuovi e devastanti effetti e, come accennato poco fa, di un sistema di coperture alla Gears of War. Senza dimenticare la possibilità di accrescere le abilità del protagonista facendolo evolvere grazie ai punti esperienza ottenuti nel proseguo dell'avventura che lo doteranno pure di nuovi impianti cibernetici. Il titolo insomma ha tantissima carne al fuoco e se Eidos Montreal riuscirà ad amalgamarle l'una con l'altra in modo credibile, potremmo avere un capolavoro.

Homefront

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 11 Marzo 2011

Anno 2027, il pianeta è stato messo in ginocchio da una crisi energetica che dura da più di dieci anni e le economie hanno finito per crollare. Anche l'ultimo grande impero del mondo occidentale, gli Stati Uniti, sono allo sbando. Nuove potenze aspirano al ruolo di leader mondiale. Come la Corea del Nord, che dopo la morte del suo leader Kim Jong-Il ha visto salire al potere il figlio, Kim Jong-Un, che nel giro di un decennio, quello precedente all'anno in corso nel gioco, ha unificato le due Coree e conquistato il Giappone. Da lì in poi è stata una escalation che ha portato gli asiatici a invadere l'America.

Su queste basi narrative ruoterà l'intera avventura di Homefront, il nuovo fps sviluppato da Kaos Studios realizzato in collaborazione con lo scrittore di thriller fantapolitici e spy story John Milius (Apocalypse Now e Red Dawn, da cui prende ispirazione il gioco). Protagonista delle vicende sarà Jacobs, un ex pilota rifugiatosi a Montrose, Colorado, che sarà controllato dal giocatore e che farà parte della resistenza statunitense all'invasore. Il gameplay di Homefront sarà fortemente ispirato a Call of Duty, tant'è che perfino lo schema dei comandi sarà quello classico della serie pubblicata da Activision Blizzard e anche l'engine grafico, l'Unreal 3. Per cui è lecito aspettarsi un videogioco in cui interattività e spettacolarità cinematografica saranno le parole d'ordine, nonché giocabilità fluida e coinvolgente. Con qualche personalizzazione. Durante il gioco si verrà per esempio spesso a contato con i capi delle varie cellule partigiane, si parlerà con gli abitanti e si cercherà di sopravvivere con quello che si riesce a trovare, spesso razziando armi e quant'altro dai corpi dei nemici uccisi in combattimento. Dunque la pianificazione delle azioni e la gestione dei mezzi disponibili dovrebbe essere uno degli elementi chiave dell'avventura. Tra l'altro in unione all'esperienza di gioco in singolo, il titolo a sentire gli sviluppatori offrirà una altrettanto emozionante sezione multiplayer, in cui oltre alle classiche sfide di genere dovrebbero integrarsi nuove e inedite opzioni di gioco.

Crysis 2

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 25 Marzo 2011

Crysis 2 è il secondo capitolo del famoso sparatutto che grande successo ebbe anni fa alla sua uscita su PC, e che per l'occasione utilizzerà per la prima volta il Cry Engine 3, un nuovo potente motore grafico. Il gioco sarà ambientato temporalmente circa tre anni dopo le vicende del primo episodio, in una New York completamente devastata dai combattimenti tra le strade e i grattacieli di una Manhattan sotto attacco alieno. Oltre che una trama molto più profonda di quella del predecessore il prodotto dovrebbe proporre parecchie novità anche in termini di giocabilità.

Il titolo offrirà infatti un ventaglio di possibilità tattiche davvero elevate praticamente in ogni momento dell'avventura, consentendo quindi all'utente di scegliere realmente cosa fare e come farlo, fermo restando lo scripting degli eventi cardine,che serviranno per ovvie ragioni per concludere il livello o far evolvere la trama, portando magari allo scontro con un boss. In base alle prestazioni ottenute sul campo di battaglia si otterranno poi dei punti esperienza divisi tra Armatura, Armi e Invisibilità; passando di livello si acquisiranno aggiunte alla proprie dotazione, quindi sfruttabili per impegnare i due slot per le armi e quello per le granate, e nuove abilità che una volta attivate, per un massimo di tre, influiranno su diversi aspetti del proprio alter ego, permettendogli ad esempio di restare invisibile più a lungo oppure di individuare chi lo è in quel momento, di potenziare la super corsa"oppure lo scudo in dotazione alla nanotuta e così via, agendo anche su parametri più classici come il tempo di ricarica o le possibili applicazioni del colpo corpo a corpo. Come se questo non mancasse, cinque classi più una sesta, personalizzabile a piacere, metteranno al cospetto di scelte tattiche differenti rimarcando il quasi totale focus sul gioco di squadra. Le stesse premesse dell'avventura per il singolo giocatore verranno mantenute nel pacchetto multiplayer sia in termini di location che di situazioni, e oltre alle classiche opzioni di gioco come il tradizionale deathmatch dovrebbe presentarne alcune inedite.

Resistance 3

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 6 Settembre 2011

Già giocabile dall'inizio alla fine, almeno stando a quanto rivelato dagli sviluppatori nel corso dei VGA 2010 andati in scena in questi giorni di Dicembre 2010, Resistance 3 non arriverà tuttavia sugli scaffali dei negozi non prima di Settembre 2011. Il terzo capitolo della saga di Fps creata da Insomniac Games, infatti, nelle intenzioni dei suoi creatori dovrà ancora essere migliorato e testato a fondo, in modo da garantire agli utenti finali un prodotto degno di essere definito finito.

Ancora una volta comunque, la storia ruoterà attorno alla figura dei Chimera e al loro tentativo di invadere la Terra che, quattro anni dopo gli eventi narrati nel secondo capitolo della saga (il gioco stavolta sarà ambientato nel 1957), è giunto a termine, al punto che essa è ormai devastata dalla loro presenza e i pochi superstiti umani sono addirittura passati al cannibalismo visto la mancanza di risorse alimentari. E a quella del protagonista, Joseph Capelli, già apparso in un ruolo secondario in Resistance 2, che intraprenderà un lungo viaggio in macchina in direzione New York e Saint Louis per raggiungere il Dottor Malikov. Durante questo viaggio Joseph incontrerà decine e decine di sopravvissuti, non tutti amichevoli, e soprattutto, migliaia di mostri. Per fronteggiarli l'uomo potrà contare su un arsenale di tutto rispetto che oltre alle armi di Resistance 2 ne presenterà di nuove e originali, tutte potenziabili e con effetti differenti man mano che si andrà avanti nella storia. Il protagonista avrà inoltre una serie di abilità inedite rispetto al predecessore, come la capacità di arrampicarsi e entrare dalle finestre. Migliorate saranno anche l'intelligenza artificiale, il motore fisico e la parte dedicata al multiplayer. Quest'ultimo potrà svolgersi a due giocatori nella campagna principale, sia online che offline (con schermo condiviso), oppure utilizzando le classiche opzioni del genere come deathmatch, ruba la bandiera, etc. Per concludere altra chicca: secondo alcuni rumor nel prodotto finale potrebbe essere inclusa una modalità in stereoscopia 3D e il supporto a Playstation Move.

Rage

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 15 Settembre 2011

Rage è uno sparatutto in prima persona sviluppato da Id Software, i produttori delle serie DooM e Quake, basato sul nuovo motore grafico Tech 5. Il gioco sarà ambientato in un futuro post-apocalittico dove la Terra è stata devastata dalla collisione con una cometa e presenta ora vaste aree caratterizzate da distese arse dal sole dove più che alla ricostruzione si pensa alla sopravvivenza. Un luogo dove saltate tutte le regole imposte dalla società vige unicamente la legge del più forte.

In tale contesto, che ricorda a larghi tratti Fallout, si svolgeranno le vicende del protagonista, apparentemente unico sopravvissuto alla prematura fine di un esperimento per la salvaguardia delle migliori menti del pianeta, congelate sotto terra per far loro superare l'impatto con il sopraccitato corpo celeste della Terra e la supposta scomparsa del genere umano. La giocabilità ruoterà come sempre sui canoni classici del genere sparatutto in prima persona, ma gli sviluppatori hanno deciso di inserire alcune varianti che renderanno l'avventura più variegata. Per esempio oltre che alle canoniche sparatorie, nel gioco sarà possibile partecipare a gare automobilistiche con mezzi modificabili acquistando ricambi grazie alle vincite, e armati di tutto punto, interagire con altri personaggi in particolare nella cittadina di WellSpring che in alcuni casi, magari nella taverna locale, assegneranno missioni di recupero ripetibili, esplorare liberamente un mondo vasto e giocare in due in split-screen. Vecchie e nuove idee, insomma, messe assieme dagli sviluppatori con l'intenzione di dare maggiore profondità al titolo, come accennato poc'anzi, facendo magari in modo di immergere gli utenti in una sorta di macro-livello principale da cui poi accedere alle aree deputate agli scontri a fuoco più complessi. Il multiplayer online sarà presente nel prodotto finale e dotato delle caratteristiche salienti dell'esperienza in singolo, ma ovviamente senza una vera e propria trama.

The Elder Scrolls V: Skyrim

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: 11 Novembre 2011

The Elder Scrolls V: Skyrim è un gioco di ruolo con elementi action e con visuale in prima persona sviluppato da Bethesda Game Studios, nonché il quinto capitolo della saga The Elder Scrolls e sequel diretto di The Elder Scrolls IV: Oblivion. Anche se il titolo è stato annunciato praticamente da pochi giorni rispetto al momento in cui stiamo scrivendo questo articolo, e dunque si hanno pochissime informazioni al riguardo, sappiano già che esso sarà ambientato in una landa nordica chiamata Skyrim, nel contiente Tamriel e la storia, almeno inizialmente, ruoterà attorno al risveglio di una antica e minacciosa stirpe di dragoni che metteranno probabilmente a ferro e fuoco la regione.

Almeno fino a quando non interverrà nella guerra una figura altrettanto leggendaria ed eroica che le terribili creature alate temono più di ogni altra cosa e che nella loro lingua chiamano Dovahkiin, "Sangue di Drago". Da quanto rivelato dai produttori, poi, il gioco potrà contare su un nuovissimo engine grafico che soppianterà il vetusto ormai motore alla base di Oblivion IV, di cui però dovrebbe mantenere o comunque "prendere" alcune peculiarità, gli aspetti migliori. Per quanto riguarda il gameplay si conosce davvero poco in proposito, se non il fatto che lo stile di gioco ricalcherà in buona parte lo schema di Oblivion IV con però tutta una serie di ritocchi che coinvolgeranno principalmente le quest, l'interazione con i personaggi non giocanti, l'evoluzione dell'eroe e il sistema di combattimento, che finalmente dovrebbee rivelarsi molto più fluido e semplice nei controlli rispetto al passato.
Senza dimenticare una fantomatica modalità multiplayer di cui però al momento è davvero solo soggetta a decine di speculazioni, e pertanto preferiamo non riportarle per ovvie ragioni.

Max Payne 3

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Il terzo capitolo della famosa serie action-sparatutto nata su PC arriverà entro la fine del prossimo anno fiscale, che per la compagnia incaricata del lavoro è solitamente fine Ottobre 2011. A occuparsi dello sviluppo del gioco questa volta sarà Rockstar Vancouver che prenderà dunque il posto degli autori originali della saga, cioè Remedy, mentre a pubblicarlo sarà Rockstar Games. I cambiamenti non coinvolgeranno però solo il team impegnato nella realizzazione del prodotto, ma anche sceneggiatori (Sam Lake che ha scritto i primi episodi non farà parte del progetto) e conseguentemente scenari e situazioni che visivamente e dal punto di vista narrativo saranno per molti aspetti quasi all'opposto a quelle a cui gli utenti erano abituati.

Il più evidente dei quali sarà l'ambientazione tropicale, così straniante rispetto al passato da scatenare una vera e propria ondata di panico tra i fan della serie. E il look dell'eroe: Max apparirà infatti come un uomo logorato, dai muscoli tesi e con il viso nascosto da una lunga barba. Tolta la calvizie, introdotta probabilmente per giustificare il lungo periodo trascorso dagli ultimi eventi (12 anni), i giocatori si troveranno davanti a un personaggio lontano anni luce dal Max Payne dannato, ma impeccabile, che conoscevano, nelle vesti di guardia del corpo di una ricca famiglia di San Paolo. Ciò nonostante gli sviluppatori hanno assicurato che l'introspezione del personaggio sarà ancora uno dei punti portanti della trama. A livello prettamente tecnico ci sarà l'implementazione di un sistema di coperture che consentirà al protagonista di proteggersi utilizzando angoli, muri e oggetti sufficientemente grandi per ripararlo, e un netto miglioramento dell'engine che regola i parametri inerenti la fisica, poi un certo grado di distruttibilità dell'ambiente circostante, la possibilità di arrampicarsi e superare alcuni muri e una sorta di ultima possibilità concessa prima di essere uccisi. Infine Rockstar Vancouver, pur non specificando alcunché, ha confermato che Max Payne 3 offrirà anche la possibilità di giocare in multiplayer.

The Last Guardian

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

The Last Guardian rappresenta l'ultima opera del grande Fumito Ueda osannato giustamente dalla critica e dai (pochi, purtroppo) fan come una delle menti più "artistiche" per così dire dell'universo dei videogame, in lavorazione presso gli studi giapponesi di Team Ico, e in uscita in un non meglio precisato mese del 2011. Dal creatore di due gioielli quali Ico e Shadow of the Colossus non ci si può non aspettare un prodotto dove i sentimenti, le atmosfere magiche e l'interazione siano elementi chiave del gameplay, al pari delle fasi platform, puzzle e avventurose.

Ecco quindi che ancora una volta in un suo lavoro il rapporto tra il protagonista principale e Trico (il grifone, per intenderci) rivestirà un ruolo fondamentale che muterà nel corso del gioco e inizialmente non sarà per nulla definito. La cooperazione tra il bambino e la creatura sarà comunque necessaria per progredire nel gioco. Ad esempio sembra che il piccolo potrà impartire degli ordini al "mostro" facendogli compiere determinate azioni utili per la risoluzione di enigmi o il superamento di qualche trappola. Interessante evidenziare il fatto che la creatura non avrà una intelligenza particolarmente sviluppata come quella di un essere umano. Anche perché, come detto poco sopra, nonostante le dimensioni è un cucciolo inesperto. Pertanto talvolta si comporterà come un bambino, cioè non eseguirà perfettamente i compiti che gli sono stati assegnati, e dunque sarà il giocatore a dover agire in modo da insegnarli certi movimenti. Per farsi obbedire e nel contempo fargli apprendere determinate azioni, il giovane protagonista dovrà poter contare su qualche elemento gradito al gigante: cibo, oggetti particolari, tutto ciò che possa servire a farlo rimanere fermo in un posto o spostare in un altro. E a farlo "crescere". Anche se il titolo sarà ambientato in circostanze completamente differenti rispetto ai precedenti lavori di Ueda, non è esclusa qualche tipo di connessione durante l'avventura che farà felici tutti quelli che dopo Ico e Shadow of the Colossus sognano di vedere un terzo capitolo che abbia un legame più o meno definito con entrambi.

Batman: Arkham City

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Batman: Arkham Asylum è stato uno dei più grandi successi della scorsa stagione videoludica. E non poteva essere altrimenti vista la natura della produzione: al pari del vecchio Batman Return, lo splendido beat'em up del lontano 1993 per Super Nintendo, è stato probabilmente l'unico gioco dedicato al popolare supereroe della DC Comics degno di rappresentarne l'universo e il fascino.

E il suo sequel promette di esserlo ancora di più. Batman: Arkham City sarà un titolo incentrato ancora una volta su tutti quegli elementi tipici dei giochi d'azione, avventura, stealth e picchiaduro che tanto bene sono stati implementati e mescolati nel suo predecessore. La struttura del gioco sarà di base la medesima di quella vista proprio in esso, con molte location da esplorare sia al chiuso (edifici) che all'aperto (quartieri) anche se il prodotto non sarà un free roaming. Ma cambierà l'ambientazione: non più il manicomio di Arkham ma parte della città di Gotham City, semi distrutta e in mano a orde di criminali e psicopatici con a capo i vari Pinguino, Due Facce, Maschera Nera e il solito Joker. Alcuni quartieri della città, infatti, che il nuovo sindaco di Gotham Quincy Sharp ha fatto recintare e trasformare in una autentica area di prigionia, poiché ritiene il manicomio di Arkham e il Penitenziario di Blackgate oramai troppo saturi per poter contenere l'alto numero di reclusi, saranno ridotte a una zona di guerra dove vigerà la legge del più forte e dove la polizia ormai non riuscirà a mantenere l'ordine. In questo contesto si muoverà Batman, chiamato a salvare Catwoman e la città, che durante il suo percorso incrocerà anche personaggi del calibro di Talia al Ghul, l'Uomo Calendario e dovrà vedersela anche con un nuovo arcinemico, il Professor Hugo Strange, psichiatra dell' Arkham Asylum, dove si dedica allo studio delle menti criminali, e autentico genio del male. A completare il tutto ci saranno gli immancabili nuovi gadget dell'Uomo Pipistrello come le bombe fumogene, e tanti puzzle in cui decisivo sarà l'uso del Detective Mode.

Uncharted 3: Drake's Deception

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Il terzo episodio della saga avventurosa che ha saputo conquistare tutti i possessori di PlayStation 3 è un altro dei giochi imperdibili per il 2011 in arrivo. Stiamo parlando di Uncharted 3: Drake's Deception, titolo di Naughty Dog che vedrà ancora una volta protagonista il simpatico Nathan Drake, questa volta alle prese con le ricerche di una antica città perduta, l' Iram of the Pillars, che lo porterà fino alla penisola araba e nel deserto di Rub' al Khali, fra dune di sabbia e scenari mozzafiato.

Inoltre pare che le ricerche e con esse gli intrecci narrativi presenti nella trama seguiranno i percorsi e le scoperte di due personaggi storicamente importanti quali Sir Francis Drake e Thomas Edward Lawrence, militare, archeologo, ufficiale dei servizi segreti di Sua Maestà britannica, scrittore e mille altre cose, conosciuto in tutto il mondo come Lawrence d'Arabia. Per quanto riguarda la giocabilità invece il gioco sarà strutturalmente simile al secondo capitolo della serie, ma come sempre conterrà alcune novità di rilievo che serviranno principalmente a migliorarne il gameplay. Innanzitutto Naughty Dog mostrerà una maggiore attenzione per il comparto multiplayer, che si presenterà con delle modalità versus e cooperativa ancora più complete, e per le fasi di combattimento in generale. Queste ultime potranno contare su un miglioramento dei movimenti del protagonista che vanterà quindi nuovi tipi di attacco specie per il corpo a corpo, la capacità di affrontare più nemici alla volta, una migliore capacità di difesa e nuove abilità utilizzabili per un approccio più stealth a certe missioni. Poi il gioco vanterà inoltre il supporto per la visualizzazione della grafica in 3D stereoscopico.

Final Fantasy Versus XIII

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Uno dei giochi che da qualche anno figura sempre nel nostro elenco di titoli più attesi per la stagione nuova in arrivo è Final Fantasy Versus XIII, pluri-rinviato gioco di ruolo action di Square Enix, che come le belle donne si lascia sempre intravedere, desiderare, ma non si concede mai (al pubblico in questo caso). Battute a parte è innegabile di come questa produzione, esclusiva di PlayStation 3, stia in effetti facendo penare e non poco un po' tutti con la cronica mancanza di informazioni dettagliate a riguardo dell'uscita e del suo gameplay.

Protagonista comunque del titolo sarà un enigmatico giovane dai capelli color argento e dagli occhi rossi che porta il nome altisonante di Noctis Lucis Caelum, che si muoverà in un mondo caratterizzato da un epoca simile alla nostra (e ispirato al distretto di Shinjuku, Tokyo) ma condita da forti elementi fantasy e trasportato in un "altroquando", e che verrà accompagnato nelle sue azioni da una pena interiore derivante da una storia tragica. La "pena", un obbligo da portare avanti quotidianamente, la sensazione di non poter sfuggire al proprio triste destino saranno elementi attorno al quale ruoterà, appunto, l'intera trama del gioco.
La componente dark del personaggio principale coinvolgerà anche parte degli altri co-protagonisti dell'avventura, un gruppo di amici che trascorre assieme le proprie giornate, ma non tutti. Ci saranno personaggi e risvolti della trama meno "oscuri", specie per quelli femminili, anche se pare esclusa una possibile storia d'amore che ravvivi un po' gli eventi. Il sistema di combattimento del gioco sarà ovviamente incentrato su una forte componente action con strizzatine d'occhio agli sparatutto in terza persona, ma non dovrebbero mancare alcuni elementi Rpg come per esempio la possibilità di customizzare le armi del personaggio principale o di farlo evolvere. Questi, infatti, dovrebbe poter essere anche in grado di manipolare numerose spade allo stesso tempo e non è da escludere che alcune di queste siano in grado di sparare come la Gunblade di Squall in FFVIII. Speriamo comunque che il 2011 sia davvero l'anno buono per vedere questo prodotto in commercio e poterci finalmente giocare.

Mass Effect 3

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Mass Effect 3 è il capitolo conclusivo della trilogia fantascientifica creata originariamente da BioWare per Xbox 360 e PC. Questa volta però, vedrà la luce in contemporanea anche su PlayStation 3. Mass Effect 3 secondo le intenzioni degli sviluppatori sarà molto più grande dei precedenti episodi e si concentrerà maggiormente sulla componente ruolistica e adventure, moltiplicando in numero e in longevità le fasi esplorative e al tempo stesso perfezionando l'intelligenza artificiale dei nemici. Inoltre ci potrebbe essere un po' di spazio anche per una componente online pare con alcune modalità ad hoc di cui al momento però non si sa nulla. Fermo restando che come sempre sarà la modalità singolo giocatore a farla da padrone.

Di certo e da quel po' che abbiamo avuto modo di vedere in occasione della presentazione ufficiale del titolo avvenuta tramite un teaser trailer in occasione dei VGA 2010 in questi giorni, l'ambientazione iniziale appare molto diversa da quella a cui eravamo stati abituati coi primi due giochi. Ma quella mostrata nel filmato, con una Londra rasa al suolo da orde di creature, potrebbe tuttavia essere solo relativa a una parte dell'avventura, e cioè o alle fasi iniziali che mostrano l'avvenuta invasione del pianeta Terra da parte dei Razziatori oppure a quelle della metà della storia in poi. Appare impossibile che gli sviluppatori possano infatti eliminare quella fasi di azione nello spazio che hanno caratterizzato la saga e fatto innamorare di essa milioni di appassionati, e che, come accennato poc'anzi, a detta loro saranno amplificate e ampliate. "Due milioni di morti solo il primo giorno. Sette entro la prima settimana dall'invasione. Le difese terrestri annichilite e le forze superstiti in fuga. Una sola speranza: il comandante Shepard." Intanto i possessori di PlayStation 3 potranno ingannare l'attesa per il rilascio di questo gioco godendosi il secondo episodio della saga che a Gennaio 2011 sarà finalmente rilasciato per la console Sony. Esso sarà distribuito in una edizione speciale contenente tra gli altri una graphic novel edita da Dark Horse che spiegherà gli eventi di Mass Effect 1 e tutti i DLC di cui hanno già goduto gli utenti Microsoft e che incrementeranno di 6 e più ore il gameplay dell'avventura principale. Inoltre girerà sullo stesso motore grafico di Mass Effect 3.

inFamous 2

Il gioco
Piattaforma: PlayStation 3
Data di uscita: TBA 2011

Concludiamo la nostra lunga carrellata relativa a quelli che per noi di Multiplayer.it sono i giochi più attesi per il prossimo anno per PlayStation 3 con il secondo episodio dell'action/freeroaming di Sucker Punch intitolato inFamous 2. Il protagonista del prodotto sarà sempre lo stesso della prima avventura, Cole, che tornerà dunque a vedersela con i suoi nemici, ma questa volta con ben visibile sulla faccia una cicatrice, eredità della sconfitta patita con la Bestia all'inizio di questo secondo capitolo e che lo costringerà per l'appunto a fuggire a New Marais, la nuova ambientazione, alla ricerca di nuove informazioni sulla Ray Sphere.

Con la Milizia guidata dal carismatico leader Bertrand sempre all'erta e alla continua caccia di chiunque sia dotato di super-poteri. Fortunatamente il buon Cole potrà ancora una volta sfruttare i familiari cavi elettrici per saltare da un edificio all'altro e contare fin dall'inizio su tutti i poteri già acquisiti nel primo episodio, aspetto che lascia intuire il fatto che saranno disponibili nuovi potenziamenti e abilità. Di queste è confermata quella relativa alla capacità del protagonista di creare un ciclone elettrico o di utilizzare oltre alla corrente anche il ghiaccio. Il gioco introdurrà inoltre nuove meccaniche per i combattimenti corpo a corpo, che stavolta dovrebbero rivestire un ruolo più importante nell'economia dell'avventura e dunque essere enfatizzate, con l'implementazione dell'uso di armi come una sorta di bastone elettrico chiamato The Amp. inFAMOUS 2 sarà molto più improntato sulla spettacolarità rispetto al suo predecessore, con un sistema di controllo sostanzialmente invariato ma più fluido, grazie anche alle rinnovate animazioni di Cole. E ora, vediamo cosa ci riserva il 2011 di PlayStation Portable.

Dissidia 012 Final Fantasy​

Il gioco
Piattaforma: PlayStation Portable
Data di uscita: TBA 2011

I giochi in arrivo sulla console portatile di Sony saranno anche nel 2011 parecchi e fra di essi ce ne saranno come sempre alcuni che già da adesso sembrano distinguersi per qualità e concept dalla massa. In particolare, come avrete modo di leggere, l'elenco dei titoli più attesi dai fan conferma la tendenza di PSP a ospitare in buon numero giochi di ruolo o action con elementi ruolistici per la gioia dei tantissimi appassionati di genere. Emblematico in questo senso il fatto che tre dei prodotti che citeremo siano guarda caso di Square Enix.

Partiamo quindi proprio con uno di questi, e cioè Dissidia 012 Final Fantasy​, rivisitazione in chiave picchiaduro dell'intero universo dei giochi di ruolo della sofcto nipponica, sequel di quel Dissidia: Final Fantasy che è stato uno dei grandi successi del 2009. La trama del gioco ruoterà nuovamente attorno allo scontro tra bene e male, tra Cosmos e Chaos ma con delle sorprese legate al duodecim del titolo, che a detta degli sceneggiatori sarà una parola chiave all'interno della storia, oltre che alla presenza di nuovi personaggi inediti, come Lightning di Final Fantasy XIII e Kain di Final Fantasy IV. Il titolo manterrà la struttura di gioco del primo episodio, con combattimenti frenetici fra i personaggi tratti dalle varie saghe videoludiche di Square Enix che se le daranno di santa ragione in arene tridimensionali e interattive ispirate a locazioni famose viste in altri prodotti realizzati sempre della stessa compagnia nipponica. Scopo finale del gioco (e dei combattimenti) sarà sempre quello di azzerare la barra vitale del proprio avversario fino a sconfiggerlo, magari sfruttando le famose Ipermosse EX della omonima modalità, qui però rinominata FX, che dovrebbe presentare qualche variante rispetto all'originale. Fra le novità si segnala anche la possibilità di richiamare in battaglia un alleato predefinito con l'opzione Assist System per formare con lui una sorta di tag team, e compiere tutta una serie di azioni, comprese delle combo di coppia che varieranno di intensità ed efficacia a seconda dei parametri vitali degli opponenti, della posizione di questi ultimi o di chi le esegue, etc. Inoltre sarà possibile concedere al secondo personaggio la possibilità di sferrare il colpo di grazia al nemico al posto del personaggio principale. La stessa possibilità di richiamo sarà offerta anche all' avversario.

The 3rd Birthday

Il gioco
Piattaforma: PlayStation Portable
Data di uscita: TBA 2011

The 3rd Birthday è l'atteso ritorno di Aya Brea e della serie Parasite Eve. La trama sarà basata sull'invasione da parte di forme di vita ignote chiamate Twisted, scaturite da una enorme entità chiamata Babel, della città di New York. Aya Brea, che ormai è un membro speciale della CTI (Counter Twisted Investigation) ha perso la memoria, compresi i ricordi delle sue battaglie passate, e vive isolata nel quartier generale della squadra di cui fa parte. Da lì la donna riuscirà ugualmente a prendere parte attivamente a varie missioni "entrando" nella mente e nei corpi di altre persone che fisicamente saranno realmente nelle aree infestate.

Proprio questa abilità della protagonista costituisce l'elemento chiave attorno al quale ruota l'intero gameplay del prodotto. Esso viene chiamato Overdive System, la capacità come detto cioè di Aya di impadronirsi del corpo di qualsiasi alleato o nemico nel corso degli scontri. Nel primo caso la protagonista potrà manipolare i corpi dei suoi alleati, un team di SWAT, sfruttandone equipaggiamento, armi e munizioni nonché la posizione sul campo. Questo sistema potrà essere utilizzato non solo per trarre un proprio vantaggio ma anche per aiutare i colleghi in difficoltà a sopravvivere. Nel secondo caso la nostra eroina potrà saltuariamente e solo quando questi saranno in condizioni di vita pressoché nulle impossessarsi degli organismi dei Twisted finendoli definitivamente tramite una sorta di esplosione dall'interno. Se la donna verrà colpita a morte mentre è in possesso di un altro corpo avrà a disposizione una manciata di secondi per abbandonare l'organismo ospitante altrimenti sarà game over. Per il resto le meccaniche di gioco saranno molto simili a Parasite Eve 1 e 2 ma con una maggiore componente action che lo renderanno più vicino a uno sparatutto in terza persona piuttosto che a un GDR.

Final Fantasy Agito XIII

Il gioco
Piattaforma: PlayStation Portable
Data di uscita: TBA 2011

Final Fantasy Agito XIII oltre che uno dei titoli potenzialmente più interessanti del 2011 è anche, ormai è risaputo, insieme a titoli quali Final Fantasy XIII e Final Fantasy Versus XIII, parte integrante dell'ormai arcinoto progetto Fabula Nova Crystallis. Il prodotto in questione non sarà una sorta di "grossa side-quest" del Final Fantasy principale per PlayStation 3 e Xbox 360 ma un gioco a sé, elemento dello stesso universo di miti e temi attorno ai quali ruoteranno o hanno ruotato gli altri prodotti del progetto.

Sul videogioco e sulla trama alla sua base le informazioni attualmente in nostro possesso sono poche e vecchiotte: sappiamo solo che l'avventura avrà inizio in una sorta di "accademia della magia" dove studiano diversi giovani talenti (non solo umani, c'è anche un moguri), fra i quali i protagonisti. La scuola, il cui nome è Akademeia, si troverebbe sulla cima di una strana formazione rocciosa in prossimità della città di Rubrum, a sud del continente Orience (Oriensu), suddiviso in quattro regni che vivono fra di loro in pace da oltre 824 anni a seguito di un apposito trattato, e avrà un ruolo importante nel contesto narrativo della vicenda. Il gameplay dovrebbe essere in parte simile a quello dei giochi di ruolo giapponese classici con combattimenti a turni, level-up e mosse speciali, ma dovrebbe anche contenere alcuni elementi più dinamici che renderanno gli scontri più variegati. Con l'inserimento dell'ATB e la presenza di più personaggi da controllare tramite appositi menù per il giocatore all'interno di un party formato da quattro elementi, da selezionare da un totale di dodici o tredici eroi. Questi saranno caratterizzati come consuetudine da specifiche abilità magiche e non che ne distingueranno i comportamenti durante i combattimenti. Ognuno degli studenti avrà inoltre a disposizione almeno una summon personale (non è chiaro se ne potranno utilizzarne altre, magari interscambiandole). Queste, una volta evocate attraverso delle specifiche card, potranno essere controllate direttamente dal videogiocatore. Più le consuete side-quest, le fasi esplorative e di interazione con i personaggi non giocanti che popolano i villaggi e le aree extra urbane che tanto piacciono a ogni appassionato di genere.

God Eater Burst

Il gioco
Piattaforma: PlayStation Portable
Data di uscita: TBA 2011

Ambientato in un futuro non troppo remoto, in cui il pianeta Terra ha subito l'ennesimo, improvviso attacco di enormi e potentissime creature chiamate Aragami, God Eater Burst si presenta come un action survival molto simile nella giocabilità a Monster Hunter. Esattamente come nella popolare serie Capcom, il videogiocatore impersonerà un personaggio customizzabile durante le prime fasi di gioco, un God Eater, un cacciatore di creature dotato di particolari abilità che ha deciso di affrontare e abbattere gli Aragami per liberare il mondo dalla loro minaccia.

Per riuscire in una missione così difficile, il God Eater utilizzerà un'arma molto speciale che potrà essere utilizzata come una spada ma che alla bisogna cambierà la propria forma come se fosse una vera e propria creatura vivente, dotata peraltro di enormi fauci che possono letteralmente azzannare il nemico. E la collaborazione di altri guerrieri, altri God Eater coi quali organizzare delle spedizioni in team formati da quattro elementi. I tre personaggi extra verranno solitamente controllati dall'IA, ma visto che il prodotto prevede una campagna in single player piuttosto sostanziosa, che vanta anche una modalità multiplayer sia in locale che online (in quest'ultimo caso, però, solo tramite Adhoc Party, quindi utilizzando una PlayStation 3), potranno essere gestiti da altri utenti umani. Caratterizzato da violenti e complessi scontri contro gigantesche creature di ogni genere, con un grande uso di combo e mosse generate dalla pressione prolungata dei pulsanti di PSP, e da un sistema di livellaggio dei personaggi, di raccolta e personalizzazione degli oggetti e di gestione di danaro che a detta degli sviluppatori saranno piuttosto curati, il prodotto ha tutte le carte in regola per rivelarsi come un degno rivale del già citato Monster Hunter.

Valkyria Chronicles 3

Il gioco
Piattaforma: PlayStation Portable
Data di uscita: TBA 2011

Il terzo capitolo dell'apprezzato franchise di Valkyria Chronicles, il secondo a vedere la luce su PlayStation Portable, è l'ultimo dei cinque giochi di questo mini elenco per il portatile Sony. Il gioco di ruolo strategico a sfondo bellico di SEGA sarà ambientato nuovamente nel 1935, come il primo episodio uscito anni fa su PlayStation 3. In esso sarà possibile assistere e rivivere da protagonisti alla guerra tra la Gallia e il malvagio Impero da un'altra prospettiva: quella della battaglione 442, chiamato semplicemente The Nameless, cioè I senza nome.

Dal punto di vista della giocabilità il titolo offrirà qualche novità rispetto al predecessore, anche se in linea di massima la struttura di gioco rimarrà pressoché invariata. Fra le novità spiccano in particolare la presenza di due nuove specializzazioni per i commilitoni del videogiocatore. La prima di queste permetterà al videogiocatore di far evolvere temporaneamente il personaggio che controllerà in un Valkyria, rendendolo quindi invincibile per tutta la durata del suo turno, e con il miglioramento dei parametri di attacco che infliggeranno di conseguenza maggiori danni alle milizie nemiche.
La seconda, invece, permetterà di imbracciare armi pesanti, con la possibilità così di usare un razzo che spara due proiettili. Altra aggiunta sarà relativa all'uso dei classici Action Point: questi potranno ora essere usati anche per attivare una visuale in prima persona, utilissima nelle fasi più particolari di gioco, magari quando si dovranno colpire più bersagli, con la possibilità così di selezionare diversi nemici e sparare loro una doppia raffica di missili in direzioni differenti in un turno soltanto.
E con questo gioco concludiamo questo lungo speciale sui giochi più attesi per le piattaforme di Sony e vi salutiamo augurando a tutti voi un Felice Anno Nuovo!