Guerre fantasy online  18

Riuscirete a pronunciare l'acronimo MMORTS per tre volte di fila senza che vi si attorcigli la lingua?

Dawn of Fantasy è un MMORTS, ovvero uno strategico in tempo reale che si svolge in un mondo persistente, in questo caso quello di Mythador, nel quale, scelta una razza tra orchi, umani ed elfi, bisogna combattere battaglie campali per cercare di sconfiggere gli avversari e mantenere il benessere del proprio regno. L'inizio è dei più classici: con pochi mezzi a dispozione, bisogna darsi da fare per costruire infrastrutture e acquisire unità. La cosa più importante è raccogliere le classiche risorse che vanno spese per delineare quella che sarà la capitale del nostro impero economico e militare.

Se avete già giocato con un RTS non vi sarà difficile immaginare i tipi di edificio costruibili e la loro funzione. Ad esempio, cosa si potrà mai spremere da una caserma? Truppe fresche o legna da ardere? A voi la risposta. In questo senso Dawn of Fantasy è un gioco molto lineare, che però dà il meglio di sé quando s'inizia a interagire con gli altri giocatori umani e si dispone di un esercito degno di questo nome. Tutte le interazioni si svolgono sulla mappa generale, sulla quale è visibile una rappresentazione ampia del mondo di gioco con tutte le città. È qui che si decide come muovere le truppe, dove inviare le carovane commerciali e come agire in svariati altri ambiti della vita del regno. Per ora però, lasciamo perdere la mappa e parliamo della truppa principale di ogni esercito.

Eroi e assedi

Seguendo la moda degli ultimi anni, non mancano eroi da far crescere. Si tratta delle classiche truppe super potenti intorno alle quali gira il successo o meno di una battaglia o di una missione. Sono proprio le missioni il modo per accumulare esperienza ed equipaggiamento e sono quasi tutte PvE (player versus enviroment, giocatore contro ambiente) e richiedono di combattere contro dodici roccaforti appartenenti a dei personaggi non giocanti. Comunque, esistono anche delle missioni PvP (player contro player) che solitamente fruttano risorse extra in caso di vittoria.

Un eroe di alto livello può ribaltare il risultato di una battaglia. Ad alcuni questa egocentrizzazione degli RTS piace poco, ma funziona in più di un senso e serve a creare un fulcro intorno al quale dare senso a tutto il resto e far immedesimare il giocatore. Inoltre, l'eroe sarà un punto di riferimento anche per gli altri giocatori in cerca di alleanze. Queste si stringono sulla mappa generale e servono per attaccare territori lontani. In questo senso il gioco mette a disposizione varie possibilità. È possibile assediare o cercare di espugnare le roccaforti nemiche con unità di sfondamento. Nel caso si subisca un attacco mentre si è impegnati altrove, è possibile rompere l'assedio pagando un tributo per tornare a difendersi, in modo da evitare quelle azioni di rapina tanto diffuse nei browser game.
Il combattimento sul campo ci è stato immediatamente familiare. L'opera di Reverie World Studios non si discosta dai classici del genere, Warcraft III in testa, dai quali mutua quasi in toto il sistema di controllo, scorciatoie da tastiera comprese. Nonostante il nostro amore per l'originalità, dobbiamo confessarvi che l'essere immediatamente a nostro agio durante le battaglie non è stato un problema, anzi, l'abbiamo apprezzato parecchio. Dawn of Fantasy è un gioco pieno di sfaccettature e appesantire anche le battaglie con qualche meccanica particolarmente complessa, avrebbe reso l'ingresso in gioco più problematico del necessario.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Crolli e fiamme

Nei termini più pratici, Dawn of Fantasy ci ha fatto un po' penare, nel senso che ogni volta che si prova ad avviare la beta viene fatta la verifica di tutti i file di gioco e, a volte, vengono scaricati migliaia di nuovi file. Nei momenti di pace del server si riesce a far partire l'eseguibile con mezz'ora, ma nei momenti di sovraffollamento si può tranquillamente portare fuori il cane, la ragazza, partecipare a un matrimonio, sposarsi direttamente, andare al mare, in montagna, al lago, fare un viaggio a Londra, Parigi, Madrid, Pechino, quindi tornare a casa e scoprire con un certo disappunto che ci sono ancore centinaia di file da scaricare.

Ovviamente, poiché stiamo parlando di una beta, la cosa ci tocca relativamente, ma trattandosi di una prova su strada, è giusto segnalare tutto ciò che abbiamo sperimentato, anche se non influirà sicuramente sulla recensione finale.
Dal punto di vista tecnico, vanno segnalate alcune criticità. Pur disponendo di una configurazione superiore a quella massima, in certe mappe Dawn of Fantasy si è rivelato un inferno. Abbassando il dettaglio la situazione migliora, ma speriamo vivamente che nei prossimi mesi di sviluppo la situazione venga migliorata perché i crolli del framerate durante l'azione non fanno piacere a nessuno, oltretutto a fronte di una grafica bella per un gioco online, ma non certo al top per quanto riguarda il genere. I modelli tridimensionali delle unità sono piuttosto squadrati, mentre quelli degli edifici sono poveri di dettagli. Certo, il colpo d'occhio generale è molto buono, soprattutto quando ci sono centinaia di truppe sullo schermo che si danno battaglia tra le vie di una città in fiamme, ma quando si magnifica l'inquadratura (questa segnatevela) diventa chiaro che più di qualche limite c'è. In generale, possiamo dire che si è scelto di privilegiare la quantità piuttosto che la qualità, che di per sè non è un male, basta che il tutto si muova decentemente sulle configurazioni indicate come adatte dagli sviluppatori stessi.
Da oggi potete trovare, in esclusiva su Multiplayer.it, 50 chiavi per accedere alla beta del gioco! A questo indirizzo, la news con tutti i dettagli!

CERTEZZE

  • Molte possibilità d'interazione tra i giocatori
  • Pare poter tenere alto nel tempo l'interesse dei giocatori

DUBBI

  • La versione finale deve essere più fluida
  • Bisogna risolvere i problemi di stabilità