Età a confronto  13

Un nuovo incontro con la prossima espansione in sviluppo per The Sims 3

Dopo averne discusso in occasione dell'intervista esclusiva, nuovi dettagli vengono svelati su The Sims 3: Generations, soprattutto per quel che riguarda lo spettro di età che precede quella adulta.

La presenza dei Sim più giovani non è una novità e anzi fin dal primo capitolo della saga il giocatore è stato abituato al contatto con la tenera età. Quello che cambia radicalmente è in realtà l'approccio con cui vengono vissuti i diversi periodi della vita e le modalità di interazione. L'evoluzione è palpabile e sempre di più si percepisce lo slancio nel voler analizzare a tutto tondo ogni singola generazione, nella sua complessità, nelle sue stranezze e peculiarità.

Nella mente di un bambino

Fantasia e divertimento: sono questi gli ingredienti principali dell'infanzia Sim in The Sims 3: Generations. Allegri e spensierati, i piccoli Sim hanno a disposizione per esprimere la loro creatività una serie di giocattoli nuovi di zecca: uno su tutti, il baule dei costumi. Grazie a questo strumento, l'immaginazione del piccolo Sim verrà sprigionata in tutto e per tutto: una volta indossati i panni del principe, dell'astronauta o del tirannosauro, i bambini si caleranno completamente nella parte e nulla sarà in grado di riportarli alla realtà! Non sarà dunque cosa eccezionale vedere una casa delle bambole schiacciata e distrutta dalla furia giurassica di un temibile T-Rex... Le chance di gioco non si esauriscono comunque qui. Per le giornate all'aperto vi è la possibilità di creare un vero parco giochi, customizzabile con nuovissimi elementi, dalle altalene alle "palestrine", fino a fiammanti cavalcature a molla. Torna poi alla ribalta il classico gioco della campana, utilizzabile in solitaria per l'allenamento e in compagnia, per stimolanti sfide con gli altri bambini.

È possibile inoltre comprare due diversi tipi di scatole di sabbia, con le quali i piccoli si possono sbizzarrire con costruzioni degne di architetti in erba, scavare alla ricerca di misteriosi tesori nascosti o semplicemente utilizzarlo come nascondiglio per i propri giocattoli. Ma non è ancora finita. Un grande classico dell'infanzia che non poteva certo mancare è la celebre casa sull'albero: tre sono le tipologie selezionabili, ciascuna con interazioni specifiche. Castello, nascondiglio fantascientifico o club per ragazzi, di sicuro la casa sull'albero diventerà non solo il rifugio preferito dai più piccoli, ma anche un luogo d'incontro con gli amici... nonché base per progettare (e mettere in atto) mille scherzi a danno dei più grandi. La fervida immaginazione dei piccoli protagonisti non si esaurisce qui: l'ideazione di veri e propri amici immaginari, con i quali cantare e giocare o farsi aiutare nei lavoretti domestici, è un punto fondamentale dell'infanzia Sim e può anche continuare oltre questa fase. Un Sim particolarmente abile con il kit del piccolo chimico potrebbe infatti creare pozioni in grado di portare in vita - nella vita reale, si intende - l'amico fino a poco tempo prima immaginario, rendendolo a tutti gli effetti un nuovo componente della famiglia. Quando si dice... aggiungi un posto a tavola!

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Ribellione adolescenziale

Un'altra fascia d'età protagonista di questa nuova espansione di The Sims 3 è la complicatissima fase dell'adolescenza, affrontata in pieno stile "americano", con le sue attività extrascolastiche, il ballo di fine anno e i party di "contrabbando", quando i genitori sono fuori casa. L'adolescenza Sim viene vissuta a tutto tondo, con esagerati sbalzi d'umore (segnalati dallo stato umorale having a mood swing) e momenti di estrema ribellione (complice anche il "tratto ribelle"), fatti di coprifuoco violati, piccoli atti vandalici o stravaganti tatuaggi.

Non solo. Tipico del Sim adolescente è la spiccata tendenza a fare scherzetti e a tendere trappole a ignari Sim, come manomettere oggetti di uso domestico, lasciare buste infuocate fuori dalle porte o fare simpatici scherzi telefonici. Sull'elemento dello scherzo si punta molto in The Sims 3: Generations, prima di tutto per quel che riguarda l'umore: esaltato sarà quel Sim che avrà ricevuto lo stato di "Uber Prankster", il più burlone della compagnia, per intenderci, mentre diversa sarà la reazione del "pranked" - la vittima - (non sempre infatti lo scherzo viene preso con lo spirito giusto...). Attenzione però: scherzi e trappole non rappresentano solo divertimento allo stato puro. Spie di ogni genere, dall'adulto al bambino, dall'adolescente spione fino addirittura alla polizia, possono smascherare il burlone di turno e la pena può essere esemplare. Se infatti grande è l'attenzione rivolta alla dinamica dello scherzo, forte è anche la presenza dell'elemento punitivo.

La gamma dei provvedimenti presi dai più grandi è svariata e quando il rimprovero non è più sufficiente, ecco che entra in scena il castigo, nella fattispecie il divieto di utilizzare l'oggetto preferito, l'obbligo di riflettere sulle proprie malefatte o, nei casi più seri, il divieto di uscire di casa. La dinamica del rapporto tra "punitore" e "punito" è quella tradizionale, con l'adolescente che deve scegliere tra l'implorare pietà o la vera e propria evasione (che se scoperta comporta ovviamente un inasprimento della pena). Insomma, nella nuova espansione di The Sims 3, nulla è lasciato al caso: le problematiche di ciascuna età la fanno da padrone e vengono affrontate con dovizia di particolari, in un incredibile intreccio generazionale sempre più paragonabile al mondo reale di tutti i giorni.

CERTEZZE

  • Possibilità di scelta, avventure e situazioni inedite
  • Differenti età con le relative problematiche

DUBBI

  • Un'espansione per certi versi meno ambiziosa di altre