Periferiche PS3Conferenza Sony - E3 2011 

La conferenza Sony sviscerata in ogni dettaglio, compreso il lancio della nuova console portatile PS Vita.

PSN che vai, PSN che trovi, dal recente (mega) attacco alla sua infrastruttura online è partita la conferenza targata E3 2011 da parte di Sony, con Jack Tretton, presidente della divisione americana, che ha affermato come l'operatività del sistema sia giunta al 90% e come gli utenti siano la linfa vitale di PlayStation, un motore da ringraziare per essere stato "fedele" durante questo periodo durissimo da tutti i punti di vista. La carne messa a cuocere è stata un bel po', quasi 2 ore dove la protagonista principale non poteva che essere PlayStation Vita, omaggio al nostro Bel Paese e nome definitivo per la nuova console portatile che prenderà il posto di PSP nel cuore degli utenti appassionati di gioco in mobilità. Conferenza Sony - E3 2011 Prima di oggi sono state fatte tantissime speculazioni su prezzo e data d'uscita, dobbiamo dire che alla fine tutte le paure sono svanite in un sol boccone, e i 249 euro richiesti per la versione WiFi (299 euro per quella 3G, per l'Italia non sappiamo ancora con quali operatori e tariffe dati) sono davvero un bel biglietto da visita alla luce delle potenzialità della console, alcune delle quali per adesso teoriche, altre che abbiamo avuto modo di saggiare in prima persona. Anche la data d'uscita è ghiotta, entro l'anno su tutti i tre mercati e giusto in tempo per gustarsi la console senza saltare il Natale, periodo notoriamente ricco di acquisti, tanto più se inediti. Questi due argomenti paradossalmente sono stati quelli più discussi nel corso di questi mesi, è chiaro che NGP abbia molte potenzialità sia dal punto di vista tecnico che di software, ed è quindi normale che con un prezzo piuttosto aggressivo adesso l'attenzione si sposti sui servizi e sui giochi che usciranno al lancio e nei mesi successivi. Nel primo caso la situazione sembra essere interessante, perché Sony punta decisamente sull'integrazione col PlayStation Network (speriamo la versione resa sicura) e con PlayStation 3 stessa: da un lato abbiamo una lista amici condivisa, i trofei, applicazioni come Near per scoprire dove sono gli amici e così via, dall'altro la potenza di calcolo permette ancora con più facilità questa integrazione.
L'esempio che ci è piaciuto di più è stato quello di Ruin, nuovo action rpg che ricorda Torchlight e più alla lontana Diablo; al di là dell'ottimo comparto grafico la caratteristica più interessante è quella di poter salvare online, e quindi continuare su PlayStation 3 (e viceversa) nell'esatto punto dove si è arrivati, in maniera tale da giocare in maniera indifferente su un dispositivo piuttosto che l'altro. Conferenza Sony - E3 2011

Supporto all'online

E ancora, diversi titoli disporranno del multiplayer online tra le due console, oppure della condivisione dei contenuti: a tal proposito sono stati mostrati un nuovo LittleBigPlanet e un nuovo ModNation Racers per PlayStation Vita, con i quali sarà possibile accedere ai livelli creati nelle versioni PlayStation 3. Di giochi quali Uncharted (impressionante tecnicamente), Wipeout, Street Fighter X Tekken, Bioshock Infinite (si, proprio lui) e altri che sono stati mostrati sottoforma di trailer vi parleremo in articoli appositi, possiamo però dare qui qualche feedback sulla console vera e propria, dopo averla provata in prima persona. Conferenza Sony - E3 2011 PlayStation Vita di primo impatto sembra essere gigante e non semplicissima da mettere in tasca per le sue generose dimensioni, detto questo l'ergonomia ci è parsa nettamente migliorata rispetto a PSP, con un'ottima presa, i due analogici finalmente "seri" e uno schermo gigante che è un piacere per gli occhi in quanto ad area visiva. Il touchscreen anteriore e posteriore funzionano alla perfezione e la console è molto leggera (non essendoci più il lettore UMD), solo i materiali, fermo restando che siano quelli definitivi, ci sono sembrati un po' al risparmio, seppur come dicevamo il feeling con la console è ottimo. PlayStation Vita quindi sembra voler puntare sui servizi e integrazione all'ennesima potenza, un discorso che ci piace non poco e che in altri ambiti Apple e altri produttori di hardware stanno perseguendo allo scopo di rendere il passaggio tra più dispositivi piacevole ed immediato, senza doversi trovare dinnanzi ad un ecosistema frastagliato che mette dei "paletti" alla fruizione dei contenuti. Nei prossimi giorni proveremo tutti i giochi e trarremo le prime conclusioni, sicuramente nel corso dei mesi potremo capire meglio se anche il lato ludico puro, che rimane la parte più importante, rappresenta un aspetto vincente o meno.

L'ammiraglia Sony e le sue novità

Torniamo invece all'ammiraglia della casa giapponese, che oramai ha raggiunto un grado di maturità tale che da un lato permette di sfornare giochi solidissimi da tutti i punti di vista, dall'altro ammazza un po' la "fantasia" perché è più difficile dopo anni di servizio uscire con novità sostanziali o titoli inaspettati. Conferenza Sony - E3 2011 Partiamo subito dal grande assente, Agent di Rockstar che non riesce ancora a mostrarsi seppur sia stato riconfermato qualche settimana fa, il mattatore della serata è invece stato Uncharted 3: Drake's Deception, mostrato sottoforma di demo, invero ispirata solo nella parte finale, e con un trailer invece molto bello che ha mostrato varie ambientazioni e momenti memorabili di gioco. Anche in 3D il risultato è eccezionale, si vede proprio che il comparto tecnico del titolo è ai massimi livelli di questa generazione, e in tre dimensioni restituisce un'immagine che rimane molto pulita e con un'ottima profondità visiva. Lo abbiamo notato ancora di più quando è stata mostrata una demo 3D di Resistance 3, decisamente più "sporca" e meno impressionante, al di là della qualità intrinseca del titolo. Il resto della conferenza ha posto l'accento su PlayStation Move e su titoli/contenuti esclusivi, a detta di Sony il modo migliore per fidelizzare e attrarre nuovi utenti in una fase dove le console hanno raggiunto un grado di stabilità decisamente elevato. Tra le collection dei God of War usciti su PSP e di ICO/Shadow of the Colossus, previste entrambe per settembre, hanno spiccato Starhawk, il seguito spirituale di Warhawk, l'annuncio del nuovo Sly Cooper di Sucker Punch, che nei primi tre capitoli aveva riscontrato un buon successo su PlayStation 2, e Dust 514, uno shooter MMO molto interessante perché condividerà il mondo di gioco e alcune caratteristiche con Eve Online su PC e sarà quindi cross platform nel vero senso della parola. Non sappiamo ancora esattamente come, ma supponiamo che sarà possibile giocare assieme nella gestione economica e nella conquista dei pianeti, aspettando maggiori informazioni sul lato del gameplay condiviso. Conferenza Sony - E3 2011

Vi dicevamo dei contenuti, con PlayStation Move sempre più presente con proprie modalità o in maniera aggiuntiva in titoli hardcore come Bioshock Infinite e Nba 2K12, presentati rispettivamente da Ken Levine e dal grande Kobe Bryant, apparso sul palco per provare il noto titolo cestistico con risultati piuttosto scarsi. Altri giochi come Saints Row 3 disporranno di modalità esclusive per PlayStation 3 mentre ad esempio Battlefield 3 e lo stesso Bioshock Infinite avranno su disco rispettivamente Battlefield 1943 e l'originale Bioshock.

Tirando le somme possiamo dire che la conferenza Sony ha mostrato una PlayStation 3 orientata al 3D, in buono stato di salute e pronta a riprendersi dopo le vicissitudini del PSN, senza novità sconvolgenti ma con tanta solidità e focus su contenuti e titoli esclusivi in grado di attirare utenti che non ne sono ancora in possesso, e una PlayStation Vita che giocoforza grazie al prezzo aggressivo accende la curiosità in chiave software e giochi, dei quali si parlerà fino all'uscita prevista entro fine anno. Noi come sempre saremo in prima linea, qui e nel nostro podcast, per analizzare un'annata che da qui in avanti si preannuncia molto stuzzicante.