Forza Motorsport 4La forza è potente in Forza 

Cambia la location, cambia (leggermente) la demo mostrata ma un aspetto rimane lo stesso: Forza Motorsport 4 è ancora il racing game più promettente dell'anno.

Il Play Day organizzato da Microsoft prima della GamesCom ci ha offerto la piacevolissima occasione di rimettere le mani su Forza Motorsport 4, uno dei titoli di punta della prossima stagione di Xbox 360 che aveva positivamente impressionato tutti nella sua prima uscita ufficiale all'E3 di Los Angeles. Anche se la demo presente qui a Colonia non offriva grandissime novità rispetto alla controparte statunitense, la sostanza non cambia su quello che appare sempre più come il nuovo riferimento nell'ambito dei racing game.

A tu per tu con la BMW

Tre le postazioni dedicate a Forza Motorsport 4: la prima offriva esattamente gli stessi contenuti testati all'E3, con un tracciato ad ambientazione alpina da affrontare scegliendo fra tre diverse vetture. Stesso dicasi per la seconda, con la sostanziale differenza che trovava spazio in un setting da urlo dotato di triplo schermo, volante e pedaliera professionali ed abitacolo che riproduceva le sollecitazioni della guida tramite un poderoso impianto idraulico, rendendo l'esperienza di guida ancora più esaltante. La terza, invece, consentiva di cimentarsi nel circuito finora inedito di Hockenheim a bordo di una fiammante BMW M5, che non a caso campeggiava in tutta la sua bellezza proprio a fianco della postazione. Pur cambiando i fattori in gioco, il risultato rimane invariato: Forza Motorsport 4 è una simulazione rigorosa, che premia gli utenti che decidono di disattivare tutti gli aiuti alla guida con un'esperienza incredibilmente profonda e realistica: con tali impostazioni, ogni piccolo errore si paga con sbandate, testacoda o incontri ravvicinati con i guard rail, il tutto enfatizzato da un comportamento impeccabile della vettura, che varia moltissimo in base al veicolo selezionato. Tanto per farla breve, laddove la BMW M5 consentiva una guida più fluida e gestibile, la Ferrari si confermava la belva quale effettivamente è, pompando cavalli a dismisura alla più leggera pressione del trigger deputato all'acceleratore. Tutti questi aspetti non devono comunque spaventare coloro che preferiscono un approccio più dolce al genere: grazie ai vari parametri da modificare in base alle proprie esigenze Forza Motorsport 4 si dimostra infatti un racing game estremamente scalabile, che passa dal più estremo rigore simulativo ad un profilo decisamente arcade con una disarmante facilità. La mano tesa agli utenti meno esperti arriva anche grazie anche alla modalità Rewind che consente di riavvolgere il tempo in caso di incidenti od errori gravi, in maniera del tutto simile a quanto visto in titoli come Dirt 3. Forte di una realizzazione tecnica ottima, nella quale spicca una perfetta realizzazione delle vetture, che si danneggiano in maniera dinamica e ben visibile a seconda del tipo e dell'entità dell'impatto, Forza Motorsport 4 sembra avere tutte le carte in regola per imporsi come il nuovo punto di riferimento per il genere. Non resta che attendere Ottobre per avere conferma o meno di queste ottime impressioni.
La forza è potente in Forza

Anteprima E3 2011

L'E3 2011 è un turbinio di postazioni, di giochi e di appuntamenti, ma alcuni titoli si fanno subito notare come tra quelli che resteranno nella memoria dei giornalisti. È probabilmente il destino di Forza Motorsport 4, insieme a Gears of War 3 il gioco più atteso tra le esclusive per Xbox 360 del prossimo autunno/inverno. Abbiamo potuto provare a piacimento una versione molto stabile del gioco nella sera della conferenza Microsoft, in cui la presenza del nuovo capitolo dei Turn 10 era affidata a un semplice video, a mostrare alcune delle caratteristiche salienti, ma senza fornire grandi nuovi elementi su cui far emozionare i tanti fan all'ascolto. Joypad e volante alla mano, invece, questo nuovo capitolo del simulatore di guida, che si è saputo imporre in pochi anni come un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati del genere insieme a Gran Turismo, sembra un ulteriore passo in avanti rispetto a quanto di buono il terzo capitolo era già stato in grado di fare. Migliorato nell'aspetto, nella completezza delle feature e con un'integrazione di Kinect che potrebbe diventare un punto di riferimento per gli altri sviluppatori, Forza sta per tornare in pista grazie a Xbox 360.

Montagne innevate

In tutte le postazioni disponibili la demo metteva a disposizione dei giornalisti una sola pista d'ambientazione montana. Immaginate strutture in acciaio e cristallo, inserite in mezzo a dei colossi rocciosi con neve che riflette il sole con tanto di HDR e un aumento dei dettagli rispetto al precedente che, francamente, non era ipotizzabile, visto il poco tempo intercorso dal precedente episodio. Resta ancora un po' di aliasing (le famose scalette), ma a fronte dei soliti 60 frame al secondo d'animazione e al nuovo sistema d'illuminazione, che finalmente dà un look sempre realistico a tutte le scocche, qualsiasi ne sia il colore, si può decisamente chiedere un occhio.
La forza è potente in Forza Tra le tre vetture a disposizione abbiamo scelto una Ferrari e il livello medio di difficoltà, tra i cinque disponibili da "facile" a "esperta". A ognuno di questi, in realtà, corrispondono diversi settaggi delle impostazioni disponibili dalla guida assistita, l'indicazione delle traiettorie, più o meno dettagliata, al controllo della stabilità, della trazione, cambio manuale o meno, fino alla scelta tra i danni estetici o meccanici e il consumo di gomme e carburante. Ognuno di questi, ovviamente, può essere cambiato a piacere, dando vita ad un livello di difficoltà personalizzato, per il quale, comunque, si può decidere il livello di intelligenza artificiale degli avversari. In questa fase, le auto su pista sono state portate a 12 in contemporanea, ma il gioco definitivo ne avrà ben 16, anche quando si tratterà di giocatori in carne e ossa su Xbox Live. Turn 10, nonostante gli ottimi risultati ottenuti con il terzo capitolo, ha lavorato moltissimo sul modello della fisica legato alla maneggevolezza delle vetture e, soprattutto, al sistema di algoritmi che regola l'influenza delle gomme sulla guida: una sportiva americana con ruote di sezione più ampia, dovrebbe riuscire a trasmettere una sensazione di stabilità molto superiore rispetto a un auto normale. La versione definitiva avrà una modalità carriera rinnovata e nuove opzioni come il "Rival Mode" che metterà a confronto direttamente i tempi tra gli amici di una friend list. È ancora presto per parlare di tutte le novità legate alla community, da sempre uno dei fiori all'occhiello della saga, ma anche qui il team si è detto pronto a sfoderare innovazioni sotto tutti i punti di vista. Insomma, Turn 10 non si è seduta sugli allori, ma sembra sempre più determinata a diventare vero punto di riferimento per tutti gli appassionati dei giochi di guida. La forza è potente in Forza

Kinect!

Turn 10, con Forza Motorsport 4, sembra anche sulla giusta strada per trovare un'integrazione con Kinect tra le migliori tra quelle presentate qui all'E3. A parte il sistema di guida opzionale, che consentirà di guidare ogni macchina stando seduti e mimando la stretta di un volante virtuale tra le mani (l'accelerazione e la frenata saranno automatiche in questa modalità), e i comandi vocali, che dobbiamo ancora sperimentare, la possibilità di esplorare le vetture nel proprio parco macchine, semplicemente, camminandoci intorno e volgendo lo sguardo sui particolari d'interesse, è una feature che farà la gioia dei veri appassionati d'auto. La forza è potente in Forza A parte che il dettaglio dei modelli in questa modalità è impressionante, muoversi in questo spazio virtuale, aprendo cofani e portiere, sedendosi al volante o sul lato passeggero e curiosare all'interno dell'auto, semplicemente inclinando la testa, diventa subito familiare e divertente. Una serie di punti di interesse possono essere attivati, selezionandoli con le mani, facendo così partire dei video per illustrare le caratteristiche tecniche dei modelli esplorati. Si tratta senz'altro di una chicca del tutto accessoria, ma completa un'offerta che sembra già di primo acchito molto ricca. Il modello di guida è ancora più convincente, la nostra "rossa" rispondeva in maniera ottimale agli stimoli e si comportava in maniera ancora più precisa in ogni curva. Se Turn 10 riuscirà a sistemare i problemi di un'intelligenza artificiale troppo arrendevole, a dare varietà alle ambientazioni e mordente a tutta la carriera, Forza Motorsport 4 lascerà un segno davvero difficile da cancellare per chiunque nel genere delle simulazioni sportive. Dita incrociate... sul volante!

Certezze

  • Fisica ancora migliorata
  • Molti pass in avanti estetici
  • Estrema scalabilità tra simulazione e arcade

Dubbi

  • Come sarà la carriera?
  • Intelligenza artificiale avversari ha bisogno di test più approfonditi