Kung-Fu High ImpactCome in un fumetto? 

Abbiamo provato in anteprima un nuovo titoli Kinect tutto arti marziali e comics

Pensi alla Finlandia, e la prima cosa che ti viene in mente non sono di certo i picchiaduro a scorrimento bidimensionali. Men che meno i giochi per Kinect. Eppure a Espoo, periferia di Helsinki, c'è un piccolo team che sta lavorando proprio in questa direzione: Virtual Air Guitar Company è composto da sedici persone, appassionati di comics americani e beat'em up che avevano già provato a unire le loro due passioni in un primo, non riuscitissimo esperimento uscito qualche tempo fa su PlayStation 3. Come in un fumetto? La nuova periferica di controllo Microsoft ha permesso di riproporre una seconda volta la loro idea, implementata con maggior precisione e - loro sperano - successo in Kung-Fu Hingh Impact, in uscita a fine novembre. Il publisher Black Bean Games ha organizzato una presentazione dove siamo stati introdotti all'esperienza da un rappresentante dello sviluppatore, l'impronunciabile Teemu Maki-Patola, che ci ha anche invitato a sperimentarla in prima persona.

Arti marziali e sensori di movimento

Le meccaniche che muovono Kung-Fu Hingh Impact sono concettualmente molto semplici: dopo una rapidissima scannerrizzazione, veloce al punto che ci si può alternare davanti a Kinect uno dopo l'altro senza interruzioni di sorta, ondate di nemici aggrediscono il giocatore che deve difendersi sferrando calci, pugni ed eseguendo le mosse speciali acquisite livello dopo livello. Oltre a menare le mani è possibile anche muoversi liberamente portando entrambe le braccia verso destra o sinistra, così da eseguire un rapido colpo laterale, ma gli schemi restano gioco-forza piuttosto piccoli e non è presente una vera esplorazione dello scenario. Il focus è quindi interamente incentrato sul combattimento, studiato per dare a ogni arena qualche nuovo stimolo o mossa da imparare. Se nelle primissime ci si deve semplicemente difendere da qualche ondata di nemici, al massimo dotati di lancia o più resistenti della media, in quelle avanzate si acquisiscono poteri, da utilizzare mimando una particolare posa, oppure armi, come l'arco, di cui simulare in funzionamento. Giocando e assistendo alla presentazione abbiamo incrociato bizzarri mostriciattoli, ninja, antichi guerrieri e giganti. Come in un fumetto? Non mancano, insomma, le situazioni con cui confrontarsi anche se la disponibilità di power up - come quello che ingrandisce noi stessi - e nuovi incontri riesce a mascherare fino a un certo punto una semplicità concettuale che è evidentemente connaturata nelle finalità stesse del progetto. Si tratta di un gioco di grande immediatezza pensato per essere fruito da tutti, magari in multiplayer con chi occupa la postazione di fronte a Kinect sfidato dagli amici che utilizzando il pad possono comandare i nemici altrimenti gestiti dal computer. C'è infine una modalità scenario personalizzabile tanto nell'ambientazione quanto nelle ondate da affrontare; un'aggiunta che potrebbe mettere una pezza all'eventuale problema longevità. Kung-Fu Hingh Impact si presenta come un'esperienza veloce e complessivamente ben realizzata, anche grazie a uno stile grafico e alcuni filmati a tema piuttosto divertenti, che potrebbe riservare ore di divertimento all'utenza casual e family. Per tutti gli altri si rivelerà con ogni probabilità privo dello spessore offerto da altri titoli.

Certezze

  • Immediato e dotato di diverse opzioni
  • Stile comics piacevole

Dubbi

  • Non particolarmente profondo
  • I quindici scenari della modalità principale potrebbero non durare a lungo