Diario del Capitano  0

Diario del Capitano

Quest’oggi sarebbe stato bello concludere la trilogia dei Diari Made in Terni con un nuovo e sempre più effervescente intervento ironico ma pur sempre dotto e tagliente. Del resto l’occasione di riunire insieme, dal vivo, i due (e non solo) Responsabili delle pubblicazioni editoriali (e non solo) del Multiplayer Network non è cosa da tutti i giorni ed è sicuramente avvenimento foriero di oscuri presagi ed indecifrabili segni premonitori.

Ed invece, in questa calda mattinata primaverile dove – mi duole ammetterlo – tra uno SCUD ed un Patriot è pur sempre difficile far finta di nulla, vi annuncerò un’incredibile rivelazione: i buchi spazio temporali esistono.
Mercoledì 19 Marzo, ore 23.34, uno sperduto paesino annegato nell’hinterland Milanese. Dopo una sessione abbastanza prolungata e logorante di GDR dal vivo col modulo A1-Firenze-Bologna-Milano di Need for Speed 3° Ed. una mano esile e filiforme estrae, con decisa agilità, le chiavi dell’automobile dal pannello del cruscotto, con la chiara volontà di restituirle al legittimo proprietario.
Buio, cinque secondi di black-out, un lampo (ma questa potrebbe anche essere semplice autosuggestione, lo ammetto) illumina per un infinitesimo le gelida coltre di oscurità che avvolge lo smog meneghino: le chiavi sono scomparse, non si trovano più, si sono dissolte o si sono trasferite in un altro piano di esistenza. Nell’angusto spazio di una normalissima due volumi tre porte, due persone sono quindi state in grado di girare e rigirarsi, tra un’imprecazione e l’altra, per quasi 30 minuti alla ricerca della Chiave Perduta. Il Dott. Jones gli faceva un baffo.
Non vi racconterò come è andata e finire, e non vi racconterò neppure del secondo, accecante, lampo che ha rischiarato, per la seconda volta, la stellata notte Milanese.
Vi basti sapere che, se la casa nasconde ma non ruba, i buchi neri esistono. A volte nel caldo artificioso della nostra autovettura rosso fiammante, altre volte nell’inconsistente coscienza di chi dovrebbe guidarci verso un mondo migliore.

Paolo Matrascia, responsabile editoriale area PC.

- Commenta questo Diario sul nostro Forum! -