Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Ieri con qualche minuto di pazienza abbiamo confrontato Rune e Blade of Darkness, due giochi per tanti versi simili eppure così diversi. Simili senza dubbio per via della visuale, delle armi, dell'ambientazione e di una parte del gameplay. Diversi perchè Rune rappresenta l'immediatezza d'uso, ma anche la limitatezza delle opzioni (nessuna mossa speciale, nessuna combo) mentre Blade di opzioni ne ha fin troppe (come pure di bug grafici qua e là). Cartac ha dichiarato: il mio gioco ideale è una buona via di mezzo tra i due. Diciamo un Rune, con qualche opzione in più. In effetti, avendo giocato a lungo in Lan, rapidamente si arriva ad un livello in cui "chiedi di più" al gioco. Chiedi di più sulle parate, chiedi di più nella tipologia dei fendenti e nei movimenti.

Il dottore, di ritorno da casa Quakeman, ha rivelato la prognosi: la linea Isdn è infortunata e attende un intervento della compagnia telefonica.
Almor si è dunque mobilitato per assicurare una doppia copertura, relegandosi in casa (con la speranza che la sua linea sia più forte).