Diario del capitano  0

Diario del capitano

Notizia: a maggio 2002 Sony rilascerà il kit Linux 1.0 per PlayStation2, contenente un hard disk da 40 gb, una scheda di rete, una distribuzione di Linux per PS2 in 2 DVD, adattatore per collegare la console ad un monitor per pc, tastiera, mouse, varie ed eventuali. Costo previsto 199$, all'incirca 200 euro. Con questo kit gli appassionati di Linux potranno sviluppare applicazioni e videogiochi basati sul sistema operativo Linux.
Commento: ad una prima lettura della notizia mi sono detto "E brava Sony, gesto nobile". Poi mi sono ricordato che una tale azienda con sede principale a Redmond, USA, ha dichiarato guerra al colosso giapponese sul campo di cui era regina incontrastata da anni, con una macchina da gioco dalle prestazioni hardware decisamente superiori chiamata Xbox. Casualmente Xbox si basa su DirectX, ovvero Windows, sistema operativo arcinemico di Linux per vari motivi, pratici e ideologici. Allora mi è venuto in mente che non è poi un gesto così nobile, ma semplicemente un modo di Sony per combattere Microsoft e la sua nuova console non solo a forza di campagne pubblicitarie, di prezzi e di buoni videogiochi, ma anche sul piano "politico" (se mi passate il termine). E' come se si dicesse "Sony supporta la libertà, a morte il monopolio di Windows!".
Beninteso, dal punto di vista del marketing è una mossa da manuale: legare il marchio ad una causa nobile è consigliato su qualsiasi "guida pratica per un buon addetto all'immagine". Eppure mi stona un po'.

Se voleste leggere tutto il comunicato stampa e le specifiche di questa futura release Sony, potete leggere qui.